È nata una star?

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2012
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "E' nata una star?".
Numero commenti presenti: 13
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/03/12 DAL BENEMERITO MARKUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 2/08/12
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 24/03/12 19:39 - 3306 commenti

I gusti di Markus

Due genitori scoprono che il giovanissimo figlio ha girato un film hard e nello stesso tempo vengono a sapere che è anche sessualmente superdotato. Questa è la sostanza del film (tratto da un racconto di Nick Hornby) di cui la Littizzetto e Papaleo (nel suo anno di gloria) sono la spina dorsale. La vicenda è tirata per le lunghe e i momenti comici sono sempre poco sfruttati, come se il regista avesse del pudore nel farlo. L’intrigante e spassoso spunto iniziale vira subito in una monotonia che solo la verve dei due genitori riesce a placare.

Galbo 25/03/12 08:10 - 11417 commenti

I gusti di Galbo

Cosa succede in una famiglia normale quando si scopre che il figlio fa l’attore in un film porno? La commedia di Lucio Pellegrini è tratta da un romanzo dello scrittore Nick Hornby e ricostruisce bene il contesto borghese e provinciale della vicenda. Il limite del film è quello di non andare molto oltre lo spunto iniziale per colpa di una sceneggiatura piuttosto asfittica che non sfrutta bene le potenzialità della vicenda e si affida alla scorciatoia delle gag nemmeno troppo divertenti. Ne deriva un film godibile solo a tratti.

Puppigallo 26/03/12 09:50 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

La buona notizia è che le sceneggiature ormai le possono scrivere tutti, anche durante il sonno (persino nella fase REM, dove già si sogna). La cattiva è che il risultato non può che essere piuttosto deprimente. Se questo è il futuro della commedia, rivoglio il passato. Nulla da dire sugli attori, che fanno quello che il copione gli offre; e qua e là, grazie soprattutto a Papaleo, si sorride (il suo disagio per la situazione è ben reso dalle espressioni). Ma con così poca benzina, a rigor di logica la pellicola sarebbe dovuta durare il tempo di un cartone dei Simpson...e non un'ora e trenta.
MEMORABILE: Il dottor Trombhouse; Nella recita dei bambini Lucignolo lo fa il cinese Zang; e il padre dell'escluso: "Sì adesso Pinocchio aveva un amico cinese..."

Daniela 13/07/12 08:30 - 9508 commenti

I gusti di Daniela

Uno spunto simpatico ma dal respiro corto, incapace di reggere l'intera durata della commedia, considerato che la sceneggiatura procede per inerzia dopo la "botta" iniziale, tutta affidandosi all'appeal dei protagonisti. Ma se lo stranito Papaleo riesce a strappare qualche sorriso, Littizzetto pare la versione alla camomilla di se stessa, comprensiva oltre l'umana mammosità (2 chili di arrosto carbonizzato? "Non importa"). Se a ciò si aggiunge un cast di contorno modesto, scene di riempimento inutili ed un messaggio stucchevolmente conciliante, il risultato è assai mediocre.
MEMORABILE: Il discorsetto di Papaleo al figlio sulla differenza fra dono di natura e talento naturale

Skinner 28/07/12 19:32 - 592 commenti

I gusti di Skinner

Flop meritatissimo per una commedia piatta, pudica e dal respiro cortissimo. Di spunti comici manco l'ombra, si cerca di tirare a campare su uno spunto iniziale debole e scombiccherato e si affida tutto al duo Littizzetto-Papaleo che, nonostante l'impegno e il mestiere, non riesce da solo a portare a casa la "pagnotta". Pessimo l'esordio dell'ennesimo figlio d'arte del cinema italiano, Pietro Castellitto: non se ne sentiva il bisogno. La noia regna sovrana.

Ilcassiere 18/01/13 12:38 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Il libro di Nick Hornby non è male; certo non ai livelli di "High Fidelity" o di altri suoi romanzi, ma l'idea alla base del breve racconto è divertente e la lettura, come al solito, scorrevole e piacevole. Tradurlo in un film era rischioso e direi che la prova non è superata. Ne è venuta fuori un'ora e mezza di vuoto assoluto, con una trama sempre prevedibile che per fortuna scorre perché la Littizzetto e Papaleo qualche risata qua e là ce la fanno fare, altrimenti il film sarebbe davvero inguardabile.

Gabrius79 1/08/13 20:10 - 1197 commenti

I gusti di Gabrius79

Commedia che nonostante la presenza della Littizzetto e di Papaleo risulta essere inferiore alle attese lasciando così allo spettatore qualche discreta gag e niente più. Peccato perché lo spunto iniziale era interessante (tratta da un libro). Protagonisti un po' sottotono.

Viccrowley 16/02/14 01:07 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Tratta dal simpatico romanzo breve di Nick Hornby, la commedia dello sconosciuto Pellegrini ha davvero il fiato cortissimo, dato l'argomento trattato (la scoperta che un figlio oltre a essere un pornodivo è ben "carrozzato"). La sceneggiatura avrebbe dovuto osare di più, giocare con lo spinoso tema e puntare su quello per divertire. Invece qui, a parte i due ottimi caratteristi Littizzetto e Papaleo che qualche sorrisino lo strappano, si gioca sul terreno del politicamente corretto senza mai osare, rendendo di fatto trascurabile l'intera operazione.

Simdek 7/03/14 09:59 - 93 commenti

I gusti di Simdek

Commedia incentrata sull'argomento preferito dalla Littizzetto, il membro maschile (origine e dimensioni), con la "colpevole" collaborazione di un Papaleo, che fa la sua onesta parte ma che resta immischiato e triturato in questa "inaccettabile vaccata". Ritmo blando e solo un paio di spunti comici (come si poteva fare di più con queste basi?), degno del peggior Vitali... almeno con lui, però, avrei riso di più. Se l'avessi visto al cinema avrei chiesto il rimborso del biglietto. Peggiore sceneggiatura della storia del cinema.

Redeyes 6/06/14 07:39 - 2145 commenti

I gusti di Redeyes

Come partire da un simpatico spunto e peregrinare verso l'ennesima commedia pregna di buoni sentimenti tipicamente made in Italy: s'inserisce il dvd Trombhouse che è e resta l'unico momento divertente e poi si lascia che la Litizzetto, neppure troppo in forma, faccia gli occhioni da mamma e, spalleggiata da un Papaleo ai minimi storici, trascini questa storiella. Dialoghi ai minimi storici e sceneggiatura banalissima tanto da far quasi rimpiangere l'assenza di un paio di tette o culi svolazzanti in stile B-movie anni 70.
MEMORABILE: Trombhouse.

Modo 17/01/15 10:21 - 826 commenti

I gusti di Modo

Commedia a suo modo originale nello spunto: scoprire tramite un dvd che tuo figlio è superdotato (con tutte le conseguenze che ne scaturiscono). Trama è modesta, ma ci sono un Papaleo in forma e una Littizzetto stranamente più composta del solito. Il giovanotto dotato da madre natura appare mummificato, nella recitazione.

Muttl19741 3/09/18 23:21 - 106 commenti

I gusti di Muttl19741

Un film che decolla e atterra subito dopo. L'idea è originale e divertente ma non regge lo sviluppo, un po' forzato in certi frangenti. Forse alcuni personaggi di contorno potevano essere più presenti: il regista del "cortometraggio", per esempio, funzionava nella sua stravaganza, ma si vede molto poco. Buone le prove degli attori principali, belle le facce e alcune location, storia che arranca per arrivare a un finale così e così. Un'idea diversa comunque, il tentativo c'è.

Mco 8/07/19 18:27 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Il tema è di quelli scottanti, la pornografia. Soprattutto se essa viene accostata a un membro (sic) della propria famiglia. Littizzetto e Papaleo si barcamenano in un viaggio tra supporti digitali e fraintendimenti, doppi sensi e tentazioni (la chat a lavoro, il sogno pruriginoso) senza mai risultare volgari. Il tempo vola via in maniera simpatica e divertente, il sorriso spesso deflagra a risata e la bravura degli attori coinvolti si rivela un'arma in più di un film che, a ben vedere, di idee ne avrebbe ben poche. Leggero ma non troppo.
MEMORABILE: Il tentativo di carpire informazioni delicate dalla mamma; La delegazione che irrompe mentre sullo schermo scorrono immagini hard.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 25/03/12 08:27
    Consigliere - 43600 interventi
    Non so come mai non hai trovato il film in lista, Galbo. E' possibile forse che tu l'abbia cercato con la e accentata proprio mentre lo stavo correggendo (Markus ieri aveva inizialmente scritto "E' nata una star").
  • Discussione Galbo • 25/03/12 08:36
    Gran Burattinaio - 3763 interventi
    è possibile, in effetti lo avevo cercato prima di inserirlo, scusami...
  • Discussione Markus • 25/03/12 13:51
    Scrivano - 4793 interventi
    Con la mia tastiera non riesco (o non so come si fa) a comporre la lettera accentuata maiuscola quindi "è" diventa "E'". Se qualcuno mi spiega come fare mi fa un piacere!
  • Discussione Galbo • 25/03/12 14:20
    Gran Burattinaio - 3763 interventi
    Accento o non accento, un film deludente e mediocre che suggella una brutta stagione del cinema italiano che quest'anno tranne Crialese e Sorrentino non ha proposto a mio parere nulla di valido. Sul versante commedia poi, siamo messi malissimo, con una carenza di idee preoccupante. Speriamo in un colpo di coda con il prossimo film di Marco Tullio Giordana.
  • Discussione Markus • 25/03/12 14:36
    Scrivano - 4793 interventi
    Sono d'accordo con te Galbo, una stagione alquanto mediocre sul fronte del cinema nostrano, soprattutto se confrontata con lo scorso anno. Le commedie sono state assai scarse e deludenti (penso alle mezze cantonate degli attesi Verdone e Pieraccioni, ma anche al cine-panettone VACANZE DI NATALE A CORTINA). Sul fronte “commedia all’italiana” salvo solo EX di Vanzina e IMMATURI IL VIAGGIO.

    Questo film di Pellegrini mi ha davvero deluso, certo non è che ci si annoi (in definitiva un paio d'ore simpatiche te le fa passare), ma è evidente che su una sceneggiatura risicatissima si è dilatato al minutaggio ottimale sfruttando in tutto le salse la vicenda e spremendo il più possibile la verve della Littizzetto e di Papaleo.
  • Discussione Galbo • 25/03/12 15:00
    Gran Burattinaio - 3763 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Sono d'accordo con te Galbo, una stagione alquanto mediocre sul fronte del cinema nostrano, soprattutto se confrontata con lo scorso anno. Le commedie sono state assai scarse e deludenti (penso alle mezze cantonate degli attesi Verdone e Pieraccioni, ma anche al cine-panettone VACANZE DI NATALE A CORTINA). Sul fronte “commedia all’italiana” salvo solo EX di Vanzina e IMMATURI IL VIAGGIO.

    Questo film di Pellegrini mi ha davvero deluso, certo non è che ci si annoi (in definitiva un paio d'ore simpatiche te le fa passare), ma è evidente che su una sceneggiatura risicatissima si è dilatato al minutaggio ottimale sfruttando in tutto le salse la vicenda e spremendo il più possibile la verve della Littizzetto e di Papaleo.


    condivido, non si è riusciti ad andare al di là dello spunto di partenza e da questo punto di vista lo accomuno all'ultimo film di Verdone (che sarà anche l'ultimo che vedo al cinema dell'attore romano) nel quale l'idea di partenza non viene sviluppata adeguatamente e si arriva (più o meno) alla fine solo grazie al "mestiere" degli interpreti.
  • Discussione Markus • 25/03/12 15:12
    Scrivano - 4793 interventi
    Non so se sei d'accordo con me Galbo, ma negli ultimi anni, nel cinema italiano, ho constatato un netto miglioramento nella qualità degli attori (negli Anni '90 e primi 2000 si toccò il fondo, per me), ma un altrettanto evidente scarsità di sceneggiatori e di buoni registi che un tempo (anche in presenza di attori-cane) salvavano come si dice la baracca.
  • Discussione Galbo • 25/03/12 15:14
    Gran Burattinaio - 3763 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Non so se sei d'accordo con me Galbo, ma negli ultimi anni, nel cinema italiano, ho constatato un netto miglioramento nella qualità degli attori (negli Anni '90 e primi 2000 si toccò il fondo, per me), ma un altrettanto evidente scarsità di sceneggiatori e di buoni registi che un tempo (anche in presenza di attori-cane) salvavano come si dice la baracca.

    sono daccordo, gli sceneggiatori bravi sono quasi estinti....
  • Musiche Samuel1979 • 15/01/15 21:32
    Call center Davinotti - 2949 interventi
    Nei titoli di testa è presente il brano "Amore con riserva" di Brunori Sas