È già ieri

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2004
Genere: commedia (colore)
Note: Remake di "Ricomincio da capo".
Numero commenti presenti: 21
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Chi non ha visto RICOMINCIO DA CAPO si divertirà: perché l'idea è semplicemente geniale (un uomo rivive la stessa giornata infinite volte senza riuscire mai a risvegliarsi in un domani “reale”) e perché Antonio Albanese, anche se non al top della forma, conosce indubbiamente il mestiere del comico. Trasferire l'azione dall'America alle Canarie e la marmotta (omaggiata nel prologo) in cicogne però non basta a cancellare l'impressione di un remake che non aveva davvero alcuna ragion d'essere: la coppia Harold Ramis (regista)/Bill Murray (protagonista) era semplicemente perfetta, tanto da trasformare quel piccolo film in una commedia di culto. Replicarli in questa produzione...Leggi tutto italo-anglo-spagnola era un'operazione persa in partenza, a meno di non trovare un Albanese impeccabile alle prese con una sceneggiatura senza difetti. Cosa che non è: il primo non calca la mano come potrebbe, la seconda si concede troppe pause (soprattutto nei momenti con Fabio De Luigi) e si impasta con qualche considerazione etica di troppo. Specialmente verso il finale, quando l'approccio alla bella biologa del posto diventa centrale facendo definitivamente rimpiangere la già non simpaticissima Andy McDowell dell'originale. Gli agganci alla sceneggiatura di RICOMINCIO DA CAPO sono frequentissimi e sono quelli che generano le gag più riuscite. Di nostro non resta molto e quello che c'è è in gran parte merito di Albanese (il miglior attore all’interno di un cast sommariamente insufficiente), che meritava magari di dirigere il film in prima persona senza doversi frenare ingiustamente. Giulio Manfredonia svolge il compitino correttamente, senza gravi errori, ma per chi ha amato RICOMINCIO DA CAPO si tratta di un remake del tutto inutile.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 4/05/08 13:42 - 11381 commenti

I gusti di Galbo

Remake italiano del più riuscito film americano Ricomincio da capo, E' già ieri è tuttavia una commedia garbata anche se non fa gridare al capolavoro. Sfruttando intreccio e sopratutto l'idea di partenza del film di Harold Ramis, il regista Giulio Manfredonia va abbastanza sul sicuro anche se senza la personalità del collega americano e dirige un ispirato Antonio Albanese anche se la vera sorpresa del film è Fabio De Luigi.

Zutnas 13/11/12 19:24 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

Un uomo dal carattere scontroso e superbo giunge su un'isola per girare un documentario ma è costretto a rivere ogni giorno sempre la stessa giornata. Ne uscirà cambiato? Divertente e pieno di situazioni esilaranti, anche se la facile morale (ogni giorno può essere bello o brutto, dipende da come siamo noi a viverlo) forse lo rende un po' banale. Tutto sommato si può vedere.

Mascherato 28/07/08 16:59 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Il secondo lungometraggio di Giulio Manfredonia, autore del sottovalutato Se fossi in te, è al contempo un buon film ed un'operazione bizzarra. Buon film perché divertente, ben diretto e ben interpretato; operazione bizzarra perché rischiosa oltremisura: un remake italiano di un successo americano (Ricomincio da capo) può realmente attirare pubblico pagante? Alla fine la riflessione, amara, è sul cinema italiano: con abili registi ed attori comici di questa caratura, non varrebbe la pena di investire nei giovani sceneggiatori italiani per produrre commedie da esportazione?

Daniela 8/06/09 12:32 - 9371 commenti

I gusti di Daniela

In genere è il cinema americano a fare remake di film stranieri, mettendoci dentro più soldi e più volti noti. Qui accade il contrario, ma si tratta di un remake che parte svantaggiato, data la difficoltà di replicare la grazia dell'originale, per cui le cose migliori sono quelle fotocopiate, mentre le modifiche (compreso il cambio di location) non giovano. Anche Albanese, pur bravo ed anche adatto al ruolo del giornalista scontroso e misantropo, non può che far rimpiangere Murray. Sprecato il simpatico De Luigi, modesti gli altri comprimari.
MEMORABILE: L'acquisto ripetuto del bestiame, che dà origine ad una gag carina nel finale

Pigro 19/07/09 09:23 - 7779 commenti

I gusti di Pigro

Remake del geniale Ricomincio da capo: giornalista egoista e arrogante rivive lo stesso giorno imparando a conoscere meglio se stesso. Curioso che un regista italiano voglia rifare un film americano, peraltro così bello: una sfida, però, persa. La storia continua a essere notevole, anche se incongruamente calata in una situazione meno magica (più da 'altrove' all'italiana che da luogo della memoria e della veracità), ma il film rimane scialbo al confronto. Albanese e De Luigi bravini. Terribile il mare in tempesta digitale.

Ciavazzaro 19/07/09 12:58 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Molto meglio di certe pellicole attuali. Antonio Albanese riesce a essere convincente e il cast secondario lo assiste bene (una delle poche discrete interpretazioni cinematografiche di Fabio De Luigi). Finale prevedibile, ma si fa vedere. Almeno una visione la merita.
MEMORABILE: Le belle ambientazioni.

Vstringer 25/02/10 20:17 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Albanese è in parte ed è piuttosto efficace, De Luigi fa quel che può ma è penalizzato dalla sceneggiatura, del cast di supporto si dimenticano anche le facce in un paio d'ore, figuriamoci le interpretazioni (Beatriz Rico viene da Paso Adelante, non esattamente roba da Actor's Studio). Naturalmente, rifacendosi a Groundhog Day, c'è un'ottima idea di partenza e una serie di gag piuttosto carine, con una regia corretta e poco fantasiosa.

Tarabas 3/06/10 11:23 - 1701 commenti

I gusti di Tarabas

Divertente, anche se poco originale, remake di Ricomincio da capo, è tutto basato sulla verve di Antonio Albanese, strepitoso soprattutto nella fase centrale, quando sfrutta la situazione paradossale in cui si trova per dare sfogo alla sua cattiveria. Non manca qualche tentativo, sostanzialmente riuscito, di aggiungere toni più delicati e umani al personaggio. Maluccio il cast spagnolo, che giustamente Mereghetti addebita a necessità della coproduzione. Il capo della tv si chiama Perego e non poteva essere altrimenti.

Saintgifts 11/04/13 09:44 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Non avendo visto l'originale ho apprezzato "l'invenzione" delle possibilità che si creano rivivendo molte volte lo stesso giorno (solo per se stessi, per gli altri è sempre la prima volta), avendone la consapevolezza e quindi variare (migliorare) il proprio atteggiamento a proprio vantaggio, ma anche a vantaggio di chi ci circonda. Questo giochetto di fantasia ci induce a tante riflessioni, si può dire propedeutiche alla domanda "quanti noi stessi possiamo essere"? La chiave comica di un misurato Albanese rende il film godibile.
MEMORABILE: La grande differenza di trattamento riservato al vecchio pescatore tabagista, tra il primo e ultimo incontro nei tanti 13 agosto.

Enzus79 20/06/13 16:42 - 1797 commenti

I gusti di Enzus79

Quasi impossibile replicare il bel film di Harold Ramis (Ricomincio da capo). Antonio Albanese non è Bill Murray e poi le situazioni si evolvono in maniera abbastanza diversa e ci si diverte davvero poco. Commedia senza troppe pretese, peccato.

Didda23 6/11/13 19:14 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

L'opera parte subito male con un osceno prologo-citazione del capolavoro di Ramis, poi la vicenda funziona e si segue bene, ma il merito è unicamente della genialità che sta alla base del film. Albanese esce fracassato dal confronto con Murray (nel suo miglior ruolo di sempre) e gli altri comprimari sono sostanzialmente evanescenti (pure l'acerbo De Luigi). Nasce spontaneo il seguente interrogativo: perché mai dovrebbe funzionare un remake che è la copia sbiadita dell'originale? Operazione che trasuda solo follia.

Funesto 14/11/13 23:53 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Commedia simpatica e dal buon ritmo, dall'ottima confezione e con un Antonio Albanese che, per quanto certe volte esagerato nel caricare il suo personaggio (che proprio irresistibile e ben caratterizzato non è), sa mantenere la scena come si deve e sa fare il suo mestiere. Il meccanismo ripetitivo su cui si basa il film non è stancante e anzi la ripetitività si fa via via sempre più divertente. Non memorabili invece gli interpreti secondari incluso, purtroppo, uno scialbissimo Fabio De Luigi (che solitamente è un validissimo attore). **!.
MEMORABILE: La maledettissima lampada a muro; La cicogna sul letto.

Giulyfab 24/02/14 12:32 - 32 commenti

I gusti di Giulyfab

Non ho visto l'originale statunitense ed è meglio così. Mi è piaciuto, l'ho trovato ben fatto, ottimamente recitato da Albanese (molto credibile e perfetto per questa parte). Certo a metà film ti sale un po' di rabbia perché sembra che si stia esagerando con le ripetizioni, ma alla fine tutto torna! Un tipo di commedia amara che trovo efficace.
MEMORABILE: Ogni risveglio, sempre uguale e sempre diverso... Ma soprattutto l'ultimo!

Nando 29/03/14 17:41 - 3471 commenti

I gusti di Nando

Remake che offre belle ambientazioni marinare e uno sviluppo narrativo abbastanza originale. Albanese regala una simpatica interpretazione, la Toledo è semplicemente sensuale mentre De Luigi non brilla. Piacevoli alcune vicende, altre invece risultano ripetitive.

Mileli 22/04/14 10:18 - 15 commenti

I gusti di Mileli

Film godibilissimo (a parte certe imperdonabili grossolanità, vedi fintissima tempesta) se non esistesse già l'originale di cui è il remake (con tanto di marmotta iniziale). Assodato l'ossimoro, la pellicola è tutto sommato gradevole. Con qualche divertente variazione sul tema.

Parsifal68 25/11/16 08:08 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Un uomo, a Tenerife per lavoro, è costretto a ripetere ogni giorno lo stesso giorno. L'esperienza lo aiuterà a migliorarsi. Remake del bellissimo Ricomincio da capo, gli è però inferiore sia per qualità (ma non disprezzabile) sia per successo. Manfredonia sceglie Albanese, un attore dalla comicità non sempre esplosiva ma dalla recitazione delicata e a tratti ermetica, ed è sostanzialmente questa la differenza con l'originale americano, che vantava un Bill Murray guascone e tracimante. Non malvagio, ma meglio il primo.

Il ferrini 25/11/16 02:13 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

Divertente, con un Albanese che ricorda molto il Fuxas di Verdone, calato in una situazione ai confini della realtà. La parte migliore è senza dubbio quella in cui il protagonista dà libero sfogo ai propri istinti conscio del fatto che l'indomani non ne subirà le conseguenze. De Luigi ha un ruolo davvero marginale e in generale i comprimari sono poco incisivi, a parte forse la Toledo che qui recupera - eccome - la gamba ampuatale da Iñárritu. Interessanti le location.

Pessoa 24/01/17 23:41 - 1156 commenti

I gusti di Pessoa

Remake coraggioso di Ricomincio da capo, con Manfredonia che spara le (poche) cartucce concesse dalla produzione. È proprio la mancanza di soldi il problema maggiore di questo film, pieno di soluzioni arrangiate alla meglio e di comparse poco adeguata che ne sviliscono le potenzialità. Albanese, attore di talento, condisce la sceneggiatura (essenziale) con i trucchi di un grande mestiere mentre De Luigi, travolto dal suo impeto, non riesce sempre a recitare allo stesso livello. Interessante, per quanto mi riguarda sicuramente da vedere.
MEMORABILE: Albanese che fa il "figo" con le sue conquiste...

Paulaster 8/07/19 11:53 - 2773 commenti

I gusti di Paulaster

Alle Canarie per un servizio sulle cicogne continuerà a ripetere lo stesso giorno. Remake dichiarato con la precauzione di rendere la trama più all'italiana tra location solare e cast spagnoleggiante. Sceneggiatura che diverte sempre nella fase dello spaesamento iniziale, come poi quando si intuisce che si può fare qualunque cosa. Finale più di liberazione che romantico. Albanese meglio quando è cinico. Male gli effetti digitali del maltempo, causati dal basso budget.
MEMORABILE: I rilanci alle aste; Vestito da rocker; La mitragliata alle cicogne; La politica di Aznar.

Lou 8/10/19 14:53 - 954 commenti

I gusti di Lou

L'idea di poter rivivere sempre lo stesso giorno, ripresa dal famoso Ricomincio da capo (di cui questo film è il remake), è un potente pretesto narrativo per mettere in luce, in chiave comica ma anche con risvolti più intimi e seri, le meschinità umane. Albanese se la cava discretamente, anche se non è Murray, ma è l'idea di un remake da un film di culto ad avere poco senso.

Schramm 11/12/19 18:13 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

"Fermate il tempo non voglio scendere!" è il sogno di tutti o comunque di tanti: per Albanese la sosta forzata nell'unità di luogo che si fa tempo è più il dispetto d'un beffardo Kruger che è in lui, una condanna a vita, a capire l'eterno presente e all'apparente infelicità di una differenza nella ripetizione. Un po' come in musica: il loop è la vera macchina del tempo che scaraventa Altrove. Per cine-traslazione, a Manfredonia riesce superbamente un gioco che a rari è dato vincere: ottimizzare una matrice con un remake. Lo deve a uno straripante Albanese che fa di ogni virtù una necessità.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ruber • 22/12/15 23:42
    Compilatore d’emergenza - 8959 interventi
    Veramente un bel film, io non ho ancora visto "l'originale" ma devo dire che qui Albanese (che mi è sempre piaciuto) e davvero in palla, e anche De Luigi come spalla regge bene.
  • Discussione Raremirko • 23/12/15 00:50
    Addetto riparazione hardware - 3474 interventi
    Non ho mai capito se si tratti di un remake "ufficiale" o no
  • Discussione Ruber • 23/12/15 02:50
    Compilatore d’emergenza - 8959 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Non ho mai capito se si tratti di un remake "ufficiale" o no

    Ufficiale non credo, ma è chiaramente un remake di quello americano, non credo debba esserci scritto sulla cover del dvd, o a inizio film. Su Wikipedia e ovunque in rete è scritto cosi.
  • Discussione Zender • 23/12/15 08:25
    Consigliere - 43495 interventi
    E' chiaramente ufficiale, Rare. Non lo ha mai nascosto nessuno e d'altronde è evidente fin dall'inizio. Ruber, se non hai visto l'originale ti sei perso uno dei film più divertenti mai realizzati, a parer mio, nonché il vero trionfo del grande Bill Murray. Per questo alla fine anche il remake inevitabilmente funziona.
  • Discussione Ruber • 23/12/15 16:30
    Compilatore d’emergenza - 8959 interventi
    Zender ebbe a dire:
    E' chiaramente ufficiale, Rare. Non lo ha mai nascosto nessuno e d'altronde è evidente fin dall'inizio. Ruber, se non hai visto l'originale ti sei perso uno dei film più divertenti mai realizzati, a parer mio, nonché il vero trionfo del grande Bill Murray. Per questo alla fine anche il remake inevitabilmente funziona.

    Si io rispondevo a Rare, come fai a dire con certezza che è ufficiale (e chiaramente un remake, ma lui chiedeva fosse ufficiale o meno, il che credo che per esserlo debba pagare i diritti o no?) Rimedieò presto al visione di quello "originale".
  • Discussione Zender • 23/12/15 17:19
    Consigliere - 43495 interventi
    Basta vedere sui titoli di testa o di coda, e mi pareva proprio fosse scritto, quando lo vidi al cinema.
  • Discussione Raremirko • 23/12/15 23:33
    Addetto riparazione hardware - 3474 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Basta vedere sui titoli di testa o di coda, e mi pareva proprio fosse scritto, quando lo vidi al cinema.


    Era quello che intendevo, grazie ad entrambi.
  • Discussione Ruber • 23/12/15 23:59
    Compilatore d’emergenza - 8959 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Basta vedere sui titoli di testa o di coda, e mi pareva proprio fosse scritto, quando lo vidi al cinema.

    Non lo notato quando lo hanno trasmesso l'altra sera in tv, se fosse cosi allora tutto ok, è un remake ufficiale.