Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/03/11 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il ferrini 3/09/18 19:07 - 1954 commenti

I gusti di Il ferrini

Inguardabile, allora molto meglio il nostrano Vittima degli eventi, se non altro per filologia. Questo è un guazzabuglio che pesca dal già pessimo Underworld e senza nessuna logica butta qua e là qualche vago riferimento all'immaginario bonelliano. Orrido tutto: la sceneggiatura, la recitazione, i dialoghi... Si salvano (forse) gli effetti speciali ma lo stai odiando così tanto che passano inosservati. Non cercate Groucho né Bloch perché non li vedrete, ma soprattutto non aspettatevi Dylan Dog.

Puppigallo 19/03/11 01:01 - 4880 commenti

I gusti di Puppigallo

Trattasi di pellicola che va presa per quel che è, ovvero una passerella di zombi, licantropi e vampiri, che si alternano per impegnare il palestrato protagonista, che sembra più il classico modello da copertine, piuttosto che un indagatore dell'occulto, sezione non morti. La sceneggiatura è ben poca cosa, ma qua e là si sorride (l'outlet per zombi; Gli zombi che si riuniscono come gli alcolisti anonimi; L'aiutante col suo "problemino"); e se non altro, il discreto ritmo e la recitazione passabile fanno sì che un'occhiata gliela si possa anche dare, abbassando però le pretese.
MEMORABILE: "Giuda Ballerino!"; Il tirapugni d'argento per gli scontri coi licantropi; Il vampiro "Sclavi"...; Il mega zombi stile Resident Evil: Apocalypse.

Rambo90 22/03/11 23:53 - 7112 commenti

I gusti di Rambo90

Non c'entra nulla il fumetto di Sclavi, ma anche come film a parte è davvero una vaccata. Non fa paura come horror, non diverte né per l'azione (confusa) né per l'humour, davvero penoso; il protagonista è imbambolato per tutto il film e il resto del cast è del tutto inadeguato (Huntington è fastidioso per quanto parla a vanvera). Ritmo lento, storia prevedibile.
MEMORABILE: Il convegno per Zombi disadattati!

Brainiac 26/03/11 01:11 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Giuda ballerino, se non è uno dei film più sbagliati del 2010, il Dylan Dog di Munroe, poco ci manca. Eppure. Eppure è cinema che ti scaraventa nei dialoghi sfibranti fra cavaliere/ scudiero, calandoti nel palpito malmostoso delle pagine cartacee, dibattendosi inutilmente fra goduriosi effettacci old-school e piccoli brividi. Routh, checchè se ne dica, è un Dylan calzante, depresso e sbruffone, così come non mancano i pretesti surreali (l'outlet zombesco, i licantropici Soprano's) tipici dell'inclinazione darkeggiante di Sclavi. Sarebbe stato meglio farci una serie. Buffy-Dog: l'ammazzavampiri.

124c 4/04/11 12:31 - 2832 commenti

I gusti di 124c

Che ci fanno il Superman e il Jimmy Olsen di Superman returns (Brandon Routh e Sam Huntington) in un film su Dylan Dog, il personaggio del famoso fumetto italiano della Bonelli, creato nel 1986 da Tiziano Sclavi? È la domada che mi sono posto guardando questa pellicola americana, che cambia troppe cose rispetto all'opera originale. Non è un film che può stimolare un neofita ad acquistare gli albi mensili, né qualcosa che possa accontentare un fan accanito; quindi è il nulla, o quasi. Magra soddisfazione vedere Routh in un ruolo ironico.
MEMORABILE: Dylan Dog: "Giuda ballerino"!

Tyus23 5/07/11 10:56 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

È quantomeno curioso che in questa trasposizione del celebre fumetto l'unica cosa riuscita sia un personaggio creato appositamente per il film, ovvero il simpatico aiutante zombie suo malgrado. Tutto il resto infatti, da un Brandon Routh clamorosamente fuori ruolo ad una vicenda che sembra un brutto episodio di Underworld con un po' di ironia in più, funziona molto poco e soprattutto non c'entra quasi per niente con il fumetto originale, che qui non appare se non in qualche citazione.

Cotola 4/07/11 23:53 - 8347 commenti

I gusti di Cotola

Per giudicarlo serenamente bisogna fare finta che non abbia nulla a che fare con Dylan Dog. E in effetti nulla da spartire, non solo per motivi di diritti, ha con il personaggio creato da Sclavi. Detto questo la pellicola altro non è che un pallido ed esangue horrorino moderno, con innesti “comico-demenziali” (si fa per dire) senza particolari guizzi ed idee (a parte “l’outlet” degli zombi). Persino la “sorpresa” finale, non è per nulla tale. Gli ultimi minuti sono una baracconata. Brutto al superlativo.

Herrkinski 8/07/11 18:35 - 6702 commenti

I gusti di Herrkinski

Poco o nulla da spartire con la serie a fumetti. Detto questo, che già toglie un bel po' di pallinaggio al film, se preso come un teen-horror a sè stante questo "Dylan Dog" è comunque poco più che mediocre. Routh è fuori parte e oltremodo antipatico, Huntington logorroico ma tutto sommato strappa qualche sorriso. Se non altro, in questa sarabanda di licantropi e vampiri in CGI, si salvano le buone scenografie, la fotografia e il ritmo, abbastanza sostenuto tra azione ed ironia. Meglio rivalutare il buon Dellamorte Dellamore, a questo punto.

Mco 31/07/11 14:56 - 2251 commenti

I gusti di Mco

Dove sei finito Rupert-Dylan? Groucho, hai visto chi c'è qui al tuo posto? Il senso dell'operazione Dylan Dog made in Usa mi sfugge, come sfuggente è anche questo noioso filmetto che strizza l'occhio più alle serie tv stile Buffy che non al fumetto cult di Sclavi. Si fatica davvero a restar desti per la sua durata, tra mostri, vampiri e licantropi immessi in un universo confuso che rasenta il primigenio caos. Se non siete collezionisti onnivori come me, evitatelo e leggete un albo bonelliano.

Undying 29/08/11 15:13 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Fracassone, incongruente, privo di pathos e con (brutta) sceneggiatura scopiazza da Un lupo mannaro americano a Londra e da recenti kolossal (anch'essi noiosi) con al centro scontri tra licantropi e vampiri. Non meritava, questo importante e famoso protagonista del fumetto italiano, una rivisitazione cinematografica così scadente. Pure l'ambientazione in New Orleans, l'assenza di Gaucho e la scelta di proporre un Dylan Dog palestrato contribuiscono a svilire l'intero (non)senso dell'operazione.

Brian Steele HA RECITATO ANCHE IN...

Nando 23/03/12 17:31 - 3643 commenti

I gusti di Nando

Baracconata americana con sviluppo narrativo fracassone in cui l'essenza dell'investigatore dell'occulto viene totalmente stravolta. Accozzaglia di licantropi e zombie senza costrutto in cui Routh è decisamente fuori ruolo. Negativa anche la figura del neo aiutante. Pessimo.

Hackett 25/04/12 12:11 - 1830 commenti

I gusti di Hackett

Ho provato a guardare il film senza pregiudizi, cercando di non pensare che, in teoria doveva essere tratto dal grande Dylan Dog. Il risultato però non è cambiato. Il film è brutto, con una trama inconsistente, attori non adatti e situazioni che vanno dalla noia al forzatamente farsesco. Un film davvero mal pensato e peggio realizzato nel quale solo gli effetti speciali sono accettabili. Il fatto che volesse essere Dylan, poi, non fa che peggiorarne la digeribilità.

Piero68 7/05/12 09:17 - 2877 commenti

I gusti di Piero68

Da vecchio lettore di Dylan Dog non posso che essere indignato. E anche se si cambiasse il titolo e si facesse finta che l'indagatore dell'incubo non c'entrasse niente, il risultato non cambierebbe. Una "inaccettabile vaccata!" dall'inizio alla fine. Come cast, come sceneggiatura, come personaggi. Insomma, come tutto. Persino l'ironia a buon mercato irrita per quanto è squallida e inefficace. Un milione di volte meglio l'italiano Dellamorte Dellamore, questo sì vicino a DD e con interprete Rupert Everett, l'attore cui ci si è ispirati per la fisicità di DD.

Cloack 77 7/06/12 11:23 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Estrapolare Dylan Dog dall'irrealtà di Sclavi significa renderlo un personaggio insulso, idiota e senza nerbo; perché se Dylan Dog è privato di ogni forma di poesia surreale, si potranno accumulare zombi, licantropi e vampiri, ma rimarranno macchiette da dimenticatoio; perché senza la controparte Groucho l'ironia diviene forzata e infantile. Resta un armamentario feticista: il vestiario, il maggiolone, il clarinetto, il galeone, la poltrona, la pistola...

Belfagor 7/07/12 12:46 - 2655 commenti

I gusti di Belfagor

Difficile trovare qualcosa dell'autentico Dylan Dog in questo film: manca la surreale Londra disegnata da Sclavi, mancano le fattezze dell'investigatore modellate su quelle di Rupert Everett, mancano la poesia macabra e l'ironia, Groucho e l'ispettore Bloch con i suoi antiemetici. Cosa resta, allora? La versione battente bandiera americana (ma che c'entra?), con una storia insipida, licantropi e vampiri anonimi e un protagonista del tutto snaturato e interpretato da un Routh decisamente inadatto. Vaccata immane!

Mutaforme 8/08/12 00:44 - 402 commenti

I gusti di Mutaforme

Di Dylan Dog c`è solo il titolo, ma questo è il problema minore per questo filmaccio: trama inesistente, attori fuori luogo, umorismo penoso. Passabile solamente l'assistente zombie (ma l'assenza di Groucho è imperdonabile); il resto è davvero raccapricciante. Inguardabile!

Neapolis 9/02/13 14:07 - 181 commenti

I gusti di Neapolis

Incredibile vaccata che per giunta si appropria del titolo di un fumetto che niente ha a che spartire con il film. Il protagonista bello, palestrato e inespressivo non richiama minimamente le sembianze e l'indole di Rupert Reverett (che diede invece vita anni prima a Dellamorte Dellamore). Mancano le cupe atmosfere di Londra e il finale è tipico di certi cartoni animati giapponesi. Orrendo.

Saintjust 17/06/13 15:18 - 131 commenti

I gusti di Saintjust

L'impietoso raffronto col fumetto è obbligato. Capisco i problemi di diritti per Groucho e per il maggiolone, vanno bene anche l’eliminazione di Bloch e lo spostamento di location, ma la mia benevolenza finisce qui. Il prodotto finale è imbarazzante, ovvio risultato della non comprensione del personaggio. Un action super eroistico che pesca a piene mani dall’universo di Buffy e Underworld. Manca totalmente l’atmosfera del fumetto e la parte di Dylan è affidata a un improbabile bamboccione muscoloso. Sceneggiatura sciatta e banale.
MEMORABILE: Quando Dylan esclama "Giuda ballerino!" (ma è stato aggiunto nel doppiaggio italiano, dato che nella versione americana è stato sostituito da altro).

Il Dandi 7/07/13 18:34 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Deludente e faticoso come pochi. Groucho? Bloch? Londra? Non nascondiamoci nella loro ricerca, erano assenti anche in Dellamorte Dellamore ma lo spirito letterario di Sclavi (qui omaggiato col nome di un antico vampiro) ne rimaneva conservato: prova che qui evidentemente non è la cornice a tradire il personaggio, bensì il personaggio stesso (nei suoi caratteri fisici e psicologici) a mancare. Un horrorino con poche idee decenti, e in quelle poche è proprio Dylan a essere di troppo perché non c'entra nulla.
MEMORABILE: "Io prendo 250 al giorno più le spese" (ne abbiamo fatti di passi avanti eh!)

Enzus79 6/08/13 11:19 - 2303 commenti

I gusti di Enzus79

Ispirato al bellissimo fumetto scritto da Tiziano Sclavi, questo film è stato veramente una delusione colossale. Brandon Routh non mi ha convinto per niente, dopo il "suo" Superman un'altra delusione. Colonna sonora scadente. Si poteva fare molto meglio.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Ryo 2/06/14 01:38 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Tralasciando il fatto che di Dylan Dog questo film tiene solamente il nome del personaggio, l'abbigliamento e la pistola, ho provato a guardarlo fingendo che si tratti di un film su un altro personaggio. Pessimo lo stesso: la sceneggiatura è una mera accozzaglia di situazioni forzate, creature, dialoghi orripilanti e gag tristissime. Regia superficiale e fotografia da prodotto televisivo. Da evitare.
MEMORABILE: La fotografia di Groucho Marx durante l'incipit.

Minitina80 12/10/20 21:51 - 2742 commenti

I gusti di Minitina80

Si intuisce fin da subito la totale estraneità dal fumetto di Sclavi, deludendo nell’immediato le aspettative di un appassionato dell’indagatore dell’incubo. A parte questo dettaglio non da poco, il giudizio rimane negativo per una bassa qualità diffusa che gli impedisce di reggere il confronto con un qualsiasi horror, anche mediocre. Lo scritto, infatti, è di una banalità sconcertante, buttando nella mischia vampiri e licantropi, ma nella maniera più superficiale e dozzinale che ci si possa aspettare. Attori dalla fisiologia sbagliata, Routh in primis.
MEMORABILE: In negativo: la pettinatura di Dylan Dog.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Hackett • 16/03/11 21:39
    Segretario - 531 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Rebis ebbe a dire:
    Markus ebbe a dire:
    Il n.1 che ho visto era datato 1991. Io non mi intendo, era una ristampa?

    sull'angolo in alto a destra della copertina dovrebbe esserci scritto ;)


    Non ce l'ho in casa, come scrissi il fumetto l'ho visto due settimane fa in una bancherella per cui non pooso controllare la copertina. Ricordo solo la data, appunto 1991.


    Si Markus, io non ho guardato bene la copertina (l'abbiamo visto insieme) ma se dici che era del '91 non può che essere la ristampa. Il numero 1 è del 1986.
    Comunque tra tre domeniche vado a ricontrollare ;).

    ps. io i miei originali non li venderò mai comunque...
    Ultima modifica: 17/03/11 09:49 da Hackett
  • Discussione Il Dandi • 16/03/11 22:37
    Formatore stagisti - 1492 interventi
    Il Dandi ebbe a dire:
    Nel 1991 iniziò la SECONDA RISTAMPA.

    Il n. 1 originale è del 1987.


    Mi correggo. Il n. 1 uscì nel settembre 1986
  • Discussione ShangaiJoe • 21/03/11 18:05
    Galoppino - 217 interventi
    Infatti, il n.1 uscì il 26 settembre del 1986, giorno del mio nono compleanno. Questo per dire che Dylan Dog per me è una "fede" da ormai 25 anni suonati. Il preambolo era una doverosa sottolineatura al mio animo da DylanDogofilo DOC...quello stesso animo che mi ha indotto, il giorno della prima, ad andare al cinema a vedere la tanto agognata riduzione cinematografica con l'aggiunta di posto prenotato la sera precedente.

    Nonostante il maturato pessimismo cosmico verso quest'opera (o forse proprio grazie a questo!) il film mi ha piacevolmente divertito oltre le più rosee aspettative. Intendiamoci, il film non condivide una mazza con l'indagatore dell'incubo (con il quale ha in comune solo la "divisa" e la pistola...) ma a conti fatti credevo molto, ma molto peggio...contando anche i vari, e noti, problemi legati al copyright che hanno forzatamente influito negativamente su tutta la manovra. Anzi, ho intuito quasi un alone di rispetto verso il nostro, durante molti momenti del girato.
    Questo per dire che la vera sconfitta di noi appassionati non deve rifarsi a questa produzione ma bensì all'occasione mancata, a causa, da quello che si dice in giro di "promesse" finite nel nulla da parte dello stesso Sclavi, di vedere Everett su grande schermo all'apice della DylanDog-mania. E questo per me è qualcosa di veramente duro da digerire.
    Meditate gente, meditate.
    Ultima modifica: 23/03/11 14:42 da ShangaiJoe
  • Homevideo Gestarsh99 • 17/06/11 01:10
    Vice capo scrivano - 20285 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 24/08/2011 per Mondo Home:



    DATI TECNICA

    * Lingue Italiano
    * Schermo Anamorfico 1080p High Definition
    * Audio Dolby Digital 5.1 Dts Hd
  • Discussione Zender • 10/02/13 18:16
    Pianificazione e progetti - 45840 interventi
    Nepoalis, non ho capito la frase su Dellamorte Dellamore, che ho dovuto togliere dal commento. Non è che il film di Soavi ha ispirato Dylan Dog, è il contrario: PRIMA è venuto Dylan, POI Dellamorte, che si è ispirato chiaramente a Dylan e ha chiamato Everett perché notoriamente era lui, Dylan,
  • Discussione Neapolis • 10/02/13 19:36
    Fotocopista - 2588 interventi
    Da wikipedia: Le fattezze di Dylan Dog sono ispirate all'attore Rupert Everett per richiesta dello stesso Sclavi.
    Giusto comunque Zender; per associazione di idee ho commesso un lapsus freudiano anteponendo il film interpretato da Everett (1994) alla nascita del fumetto (1986).
  • Discussione Zender • 11/02/13 07:50
    Pianificazione e progetti - 45840 interventi
    Beh certo che le fattezze di Dylan sono ispirate a quelle di Everett, questo è noto. E' proprio per questo che hanno chiamato lui per fargli interpretare Dellamorte, sapendo di non poter scegliere meglio.
  • Discussione Raremirko • 26/11/13 00:56
    Addetto riparazione hardware - 3820 interventi
    A quanto ho capito dagli extra del dvd, Groucho fu comunque VOLONTARIAMENTE escluso dal film, i diritti paiono non avere nulla a che fare con la faccenda.

    Imho cmq scelta stupida.
  • Discussione Taxius • 7/10/19 19:56
    Addetto riparazione hardware - 178 interventi
    Non c'entra niente con questo film, ma pare che la Bonelli e James Wan siano in trattative per una serie tv su Dylan Dog.
  • Discussione Raremirko • 7/10/19 21:17
    Addetto riparazione hardware - 3820 interventi
    Taxius ebbe a dire:
    Non c'entra niente con questo film, ma pare che la Bonelli e James Wan siano in trattative per una serie tv su Dylan Dog.


    Par prometter bene