LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/01/10 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 5/01/10 23:57 - 7402 commenti

I gusti di Cotola

Thriller trito e ritrito caratterizzato da una trama poco interessante, poiché vista mille volte, e che presenta anche diverse ingenuità. Gli sviluppi narrativi sono inoltre abbastanza telefonati, compreso il poco memorabile finale. A salvarsi dal naufragio c’è solo Goldie Hawn.

Galbo 11/10/14 05:55 - 11307 commenti

I gusti di Galbo

Dopo la morte del marito, una donna scopre che l'uomo non era quello che credeva. Un film che può piacere a chi ama il genere, e nel quale va segnalata la discreta capacità del regista Damian Harris di mantenere la tensione; Goldie Hawn inoltre se la cava più che bene, in un ruolo per lei insolito. Il tutto è purtroppo vanificato dall'estrema prevedibilità della storia, sviluppi e finale compresi, con alcune forzature logiche che fanno di molto calare l'interesse dello spettatore.

Digital 27/10/14 19:49 - 1113 commenti

I gusti di Digital

Non è così male. La pecca più macroscopica è insita in una storia altamente prevedibile sebbene si tenti, in qualche modo, di mescolare le carte in tavola. Eccettuato ciò, ci troviamo dinanzi a un thriller ottimamente girato e adeguatamente interpretato da una Goldie Hawn ben inserita nel ruolo della donna sotto la costante pressione di un marito che sembra avere più di uno scheletro nell'armadio. La regia non ha particolari sbavature e si concede perfino virtuosismi mentre la suspense, seppur a singhiozzi, c’è. Oserei dire sottovalutato.

Nicola81 21/06/20 21:32 - 1901 commenti

I gusti di Nicola81

Non certo una pietra miliare del genere thriller, ma nemmeno così scadente come molti sostengono. L'idea di partenza (la scoperta che la persona amata aveva parecchi scheletri nell'armadio) è di quelle che piacevano a Hitchcock, e anche se gli sviluppi narrativi qui sono più prevedibili e la suspense non certo ai livelli del Maestro e dei suoi migliori epigoni, il film non risulta mai realmente noioso ed è realizzato con onesta professionalità. Molto brava Goldie Hawn, attrice che il cinema avrebbe potuto sfruttare maggiormente anche in chiave drammatica.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 16/01/16 00:15
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Credo che potrebbe piacerti molto Buio, esclusa qualche forzatura di script. Ne ho apprezzato molto le musiche di Thomas Newman e l'atmosfera che alla fine è quasi horror.
  • Discussione Buiomega71 • 16/01/16 10:51
    Pianificazione e progetti - 21643 interventi
    Raremirko ebbe a dire: Credo che potrebbe piacerti molto Buio, esclusa qualche forzatura di script. Ne ho apprezzato molto le musiche di Thomas Newman e l'atmosfera che alla fine è quasi horror. Sì, Rare, lo vidi anni fa su vhs. Ricordo poco ma mi piacque. Harris e un regista piuttosto sottovalutato e da riscoprire (vedi anche Mercy)
  • Discussione Raremirko • 16/01/16 23:42
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire: Raremirko ebbe a dire: Credo che potrebbe piacerti molto Buio, esclusa qualche forzatura di script. Ne ho apprezzato molto le musiche di Thomas Newman e l'atmosfera che alla fine è quasi horror. Sì, Rare, lo vidi anni fa su vhs. Ricordo poco ma mi piacque. Harris e un regista piuttosto sottovalutato e da riscoprire (vedi anche Mercy) Non lo conoscevo; ripeto, qui mi ha colpito anche Heard, che si è riscattatato dall'essere solo il padre serafico di Culkin nei due Home alone.
  • Discussione Buiomega71 • 17/01/16 10:40
    Pianificazione e progetti - 21643 interventi
    Raremirko ebbe a dire: Buiomega71 ebbe a dire: Raremirko ebbe a dire: Credo che potrebbe piacerti molto Buio, esclusa qualche forzatura di script. Ne ho apprezzato molto le musiche di Thomas Newman e l'atmosfera che alla fine è quasi horror. Sì, Rare, lo vidi anni fa su vhs. Ricordo poco ma mi piacque. Harris e un regista piuttosto sottovalutato e da riscoprire (vedi anche Mercy) Non lo conoscevo; ripeto, qui mi ha colpito anche Heard, che si è riscattatato dall'essere solo il padre serafico di Culkin nei due Home alone. Ricordo anche il suo ruolo insieme alla Kinski nel capolavoro schraderiano Il Bacio della Pantera, che per me rimane la sua parte attoriale della vita
  • Discussione Raremirko • 17/01/16 23:31
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Anche in Fuori orario fa un ruolo simpatico, sempre con la O'Hara peraltro!