Doppio delitto

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Hide and go shriek
Anno: 1988
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Close yor eyes and prey".
Numero commenti presenti: 7
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Conosciuto in America con i titoli CLOSE YOUR EYES AND PREY e HIDE AND GO SHRIEK, DOPPIO DELITTO è il classico horror alla VENERDI’ 13, coi soliti teenager gaudenti predestinati ad essere massacrati nel buio. Sono quattro coppie che decidono di passare una notte in un magazzino tra manichini e mobili di ogni sorta (e qui il modello è IL TUNNEL DELL’ORRORE di Hooper). Inizialmente scherzano e ridono dei loro tentativi di spaventarsi a vicenda; poi, dopo quaranta minuti abbondanti di dialoghi sciocchi e situazioni ripetute all'infinito, finalmente salta fuori il maniaco che, travestendosi in mille modi, li accoppa senza...Leggi tutto pietà. Gli effetti speciali sono di Screaming Mad George ma non sono affatto iper sanguinari (se si eccettua una ragazza decapitata da un montacarichi) come si potrebbe pensare. La fotografia è disgustosa, le azioni sempre avvolte in un buio irritante, il colpo di scena sul colpevole fa ridere i polli, la recitazione è men che anonima, la sceneggiatura non esiste. Una noia mortale assale chi nel cinema horror cerca qualcosa di nuovo. E il finale col colpevole che sfugge alla polizia e sorride in macchina cosa vorrebbe significare? Che ci sarà un seguito? Curiosamente l'anno successivo ci penserà Scott Spiegel a girare un horror del tutto simile a questo e cioè il sopravvalutato INTRUDER, avventura supersplatter in un supermercato dove si aggira l’ennesimo spietato killer.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 6/04/08 15:15 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Scarsa pellicola che porta lo spettatore sull'orlo dell'isteria, causa una sceneggiatura anonima, ispirata a più celebri slasher (il solito Halloween, tanto per dirne uno) e combinata con elementi whodunit. Peccato che la fotografia sia mediocre, che il buio invada, senza soluzione di continuità, lo schermo e che i dialoghi siano al limite del pronunciabile. Il body-count è ininfluente, perchè se il numero di morti ammazzati è sostanzioso, il gore è assente e l'azione avviene fuori schermo. Similitudini, per ambientazione, con Intruder.

Pumpkh75 16/02/17 13:55 - 1313 commenti

I gusti di Pumpkh75

Siamo nel pieno magma del genere: lo psicopatico misterioso, il gruppo di donzelle rigorosamente inclini al topless, i giovani allupati (tra i quali inspiegabilmente uno pare appena uscito dalle scuole elementari), armi da taglio, un po' di sangue ma non troppo. L’esito mediocre dipende da tutta questa assenza di peculiarità, dalle scarse monete e dalla mancanza di ardore se non nello svelamento finale in odor di audacia. Manichini (inutili) come se piovesse e nomination per il prologo più superfluo della storia del cinema horror. Vabbè.

Herrkinski 22/05/15 00:48 - 5123 commenti

I gusti di Herrkinski

Noioso slasher ottantiano che nulla aggiunge a quanto già detto (spesso meglio, altre volte peggio) da mille altri epigoni più blasonati. S'inizia coi classici 40 minuti di convenevoli e sbaciucchiamenti tra i ventenni di turno, in attesa del body-count; purtroppo nemmeno quando il killer entra in azione c'è molto da divertirsi, dato il gore moderato e l'illuminazione perennemente scarsa, aggravata da una fotografia blanda. Nulla di che nemmeno il climax che spezza il meccanismo whodunit, a chiudere un horror fiacco e ampiamente dimenticabile.
MEMORABILE: La gustosa decapitazione con ascensore, che anticipa l'analoga scena del Trauma argentiano.

Daidae 14/06/15 21:07 - 2737 commenti

I gusti di Daidae

Non male questo slasher americano tipicamente anni 80. La storia è poco originale, e come già fatto notare la fotografia buia penalizza il film e non poco; eppure se si sorvola su questi difetti il film è accettabile. Interpreti e regia ovviamente non passeranno alla storia per la loro capacità. Qualche effetto speciale notevole.
MEMORABILE: Il finale; La decapitazione.

Ciavazzaro 25/10/15 22:54 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Slasher di ambientazione claustrofobica. Il solito gruppetto di adolescenti per festeggiare il diploma ha la malsana idea di passare la notte in un centro commerciale; peccato che lì dentro ci sia pure il solito maniaco di turno. Non così malvagio... si segnala infatti una certa violenza e inventiva negli omicidi, con una buona dose di sangue (cult la decapitazione dell'ascensore) e il movente finale è simpatico. Gli attori però non offrono granché (da segnalare il futuro divo delle soap Sean Kanan) e il finale risulta evitabile e deludente.
MEMORABILE: La decapitazione.

Anthonyvm 23/09/19 14:57 - 1909 commenti

I gusti di Anthonyvm

Slasherino tardivo e, quasi di conseguenza, ben poco originale. Il solito gruppetto di teenager arrapati chiusi in un edificio di notte decimati da un killer. Nella sua semplicità si nota, però, un clima morboso piuttosto efficace. L'idea di mostrare sin da subito l'assassino in viso è curiosa, così come il vizio dello stesso di indossare via via abiti e trucchi delle sue vittime (Terror train insegna). Diversi rimandi al thrilling italico (Profondo rosso per l'incipit, Sei donne per l'assassino per le luci e i manichini). Bruttino ma vedibile.
MEMORABILE: L'assassino all'inizio si trucca da donna; I manichini che spuntano ovunque; L'affogamento visto dal basso; La decapitazione con ascensore stile Maas.

Hackett 1/12/19 12:19 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Dignitoso slasher arricchito sicuramente da quella patina anni '80 che ormai sta diventando un plus per i nostalgici dell'horror vecchia maniera. Omicidi abbastanza efferati e una location, quella del negozio di mobili, che almeno si discosta un po' dal solito campeggio. Certo, la soluzione del mistero finale, compresa la motivazione dell'assassino, è abbastanza tirata per i capelli, ma in questo genere di film conta più ciò che succede prima.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 4/10/13 17:53
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Rca Columbia

    Ultima modifica: 5/10/13 08:26 da Zender
  • Discussione Ciavazzaro • 25/10/15 22:58
    Vice capo scrivano - 5599 interventi
    Non così malvagio questo slasher ambientato in un grande magazzino chiuso per la notte.

    Non risulta però neanche un buonissimo film, probabilmente a causa di un cast abbastanza mediocre (si segnala un giovane Sean Kanan, che avrebbe fatto qualche anno dopo carriera nella soap Beautiful), ma soprattutto di un finale francamente evitabile, il tipo che odio nel genere

    SPOILER


    L'assassino che nonostante precipiti in una tromba d'ascensore, sopravvive miracolosamente e riesce a fuggire.

    FINE SPOILER

    Peccato perché gli omicidi sono efferati, e va riscontrata una certa cura visiva (i manichini che l'assassino usa ossessivamente per tappezzare i luoghi dei suoi delitti).
    Poteva essere meglio, ma non risulta del tutto inguardabile.

    P.S. Buio tu che hai la vhs italica, mi sai dire se il doppiaggio è quello orrido tipico di questi slasher/horror arrivati da noi solo in vhs, oppure è di qualità (magari perché arrivato nei cinema).

    Tra l'altro il titolo italiano, con la storia non ci azzecca proprio nulla !
    Ultima modifica: 25/10/15 23:00 da Ciavazzaro
  • Discussione Buiomega71 • 26/10/15 19:11
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Ho la vhs della Rca Columbia, prima o poi me lo papperò...
  • Discussione Mco • 26/10/15 19:24
    Scrivano - 9681 interventi
    Mi permetto di risponderti io, Ciava. Premesso che convengo con le tue considerazioni, aggiungo che la pellicola è caratterizzata, perlomeno nell'edizione arrivata in Italia, da scene particolarmente poco illuminate. Ci sta che il contesto sia notturno ma spesso l'elemento è troppo accentuato. Sul versante doppiaggio ritengo che non sia poi così malvagio mentre il titolo affibbiatogli dalla distribuzione di casa nostra deriva dalla necessità di attirare gli allori acquirenti (o noleggiatori) del prodotto.
  • Homevideo Buiomega71 • 11/04/19 12:42
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    A giugno in DVD per la benemerita Thunder Video
  • Homevideo Xtron • 15/09/19 13:36
    Servizio caffè - 1831 interventi
    Il dvd THUNDER VIDEO / HOME MOVIES / SHOCKPROOF

    Audio italiano e inglese
    Sottotitoli italiani e inglesi
    Formato video 1.66:1 anamorfico
    Durata 1h26m46s
    Extra: Trailer, scena alternativa, "Regole di sopravvivenza"

    Immagine a 11:05

    Ultima modifica: 15/09/19 17:51 da Zender