Don't come back from the moon

Media utenti
Titolo originale: Don't Come Back from the Moon
Anno: 2017
Genere: drammatico (colore)
Note: Soggetto dal romanzo omonimo di Dean Bakopoulos.
Numero commenti presenti: 2

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/03/19 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 18/03/19 11:00 - 9075 commenti

I gusti di Daniela

Con la chiusura degli stabilimenti industriali e delle strutture turistiche, una località un tempo fiorente si sta trasformando in un paese fantasma popolato solo dalle donne e dai loro figli, mentre gli uomini sono via via spariti chissà dove... Nel raccontare il peso dell'assenza paterna nella vita del protagonista, il film molto si affida a poetiche metafore e paesaggi di rarefatta desolazione, ma la narrazione, più che riflessiva, appare catatonica: non solo non succede quasi nulla ma quel poco che succede fatica a tener desta l'attenzione.

Kinodrop 16/05/19 18:14 - 1419 commenti

I gusti di Kinodrop

In un'epoca post industriale, un villaggio che porta i segni di un passato prosperoso è ormai alla deriva e, quel che è peggio, tutti i padri di famiglia sono scomparsi lasciando i figli in balia di se stessi. Avrebbe potuto essere uno spunto narrativo interessante, ma la storia è condotta in modo avvilente e con tutta la buona volontà non si riesce a immedesimarvisi. Ne risulta un asettico e inconcludente "dramma", ripetitivo a oltranza, che neanche l'allusione "fantascientifica" è in grado di riscattare. Depressivo e senza nerbo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 18/03/19 11:10
    Consigliere massimo - 5005 interventi
    Nell'elencare i generi a cui appartiene il film, la scheda di IMDB indica anche "sci-fi" oltre che "drama". Anche se il film può essere visto come una rappresentazione distopica degli effetti della crisi (economica ed ambientale), credo che, per quanto attiene alla definizione del genere di appartenenza, parlare di "sci-fi" sia frutto di una svista o di un fraintendimento, in quanto la luna di cui si parla come destinazione degli uomini scomparsi dal paese è palesemente una metafora per un "altrove" indeterminato.