DNA - Decisamente non adatti

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Lillo e Greg, autori di soggetto e sceneggiatura insieme a Edoardo Maria Falcone, riprendono di fatto lo spunto che fu alla base del loro film di maggior successo, COLPI DI FULMINE e lo declinano in una storia di facili mutazioni genetiche: se allora era Lillo a dover insegnare a Greg come parlare coatto per conquistare la bella “pesciarola” (Anna Foglietta, riconvocata), qui è Greg a dover insegnare a Lillo un eloquio forbito che gli permetta di non farsi deridere da chi lo giudica un misero coatto senza speranza. La differenza sta nel fatto che in questo caso il processo viene accelerato da un preparato...Leggi tutto che il professore di chimica Ezechiele (Greg) somministra segretamente a Nando (Greg) e che un po' come nella MOSCA mescola i cromosomi dei due invertendone i comportamenti. Nel cinema comico è espediente abusato che attinge quasi sempre al Jekyll & Hyde di Stevenson; in DNA i due lo padroneggiano con esperienza senza però quasi mai riuscire a trovare la battuta davvero efficace: il Lillo in versione pacata ha sicuramente più carte da giocarsi, anche perché si muove in un ambiente degradato nel quale ovviamente la sua improvvisa bonomia crea disagio e frequenti imbarazzi. Greg in fondo è colui che ha gestito l'esperimento e quindi meglio lo controlla, imponendo il nuovo carattere da duro all'università dove insegna e a casa, dove la moglie (Foglietta), abituata a trattare il marito con disinteresse e sufficienza, si scopre attratta dall'animalità del nuovo Ezechiele. Nando avrà invece modo di addolcirsi con la prostituta cui s'accompagna (ancora la Foglietta) e dedicarsi a una colta libraia (Foglietta, e tre!) nonostante i frequenti inciampi linguistici ancora non "curati". E' strano infatti che nell'esperimento il cambiamento riguardi il comportamento, il modo di esprimersi ma non i vocaboli: quelli di Nando continuano ad essere rozzi, da semianalfabeta, quelli di Ezechiele relativamente forbiti. Ciò che si sente mancare è la qualità, in una sceneggiatura che trova di rado il battibecco o la gag in grado di scatenare la risata (cosa che invece avveniva spesso nel citato precedente), timidamente aggrappata al simpatico romanesco di Lillo che individua forse il partner migliore in De Sando, qui acculturato boss della catena Mr. Hambu che ha ingaggiato Nando per spaventare i proprietari di negozi restii a vendere le attività per far spazio a nuovi fast food: regolarmente il primo utilizza termini che il secondo equivoca. Purtroppo si tratta di pochi momenti, visto che molto più spazio hanno i duetti tra i due protagonisti, spesso spaesati, e quelli con la Foglietta, che si aggiudica tutti i personaggi femminili di rilievo confermando ottime capacità camaleontiche. Insomma, Lillo e Greg continuano a funzionare molto meglio nei loro sketch televisivi e teatrali che al cinema, dove al di là dell'exploit del loro primo cinepanettone non hanno ancora saputo ritrovare l'alchimia perfetta che offrono al di fuori del grande schermo. Come prevedibile non mancano tributi a film e musiche di culto, testimonianza dell'amore dei due per l'arte, ma dinamiche, idee (quella degli Ezechiele e Nando bambini a scuola ce la potevano risparmiare) e battute non sono all'altezza delle sottovalutate potenzialità comiche della coppia, anche per colpa di una regia (loro) chiaramente deficitaria soprattutto nella gestione del ritmo. Nemmeno alla Foglietta è concesso di evadere da personaggi o tremendamente macchiettistci (la moglie di Ezechiele) o stereotipati fino alla nausea (la libraia). D'accordo che alla commedia non è richiesto di rinunciare a schematismi già verificati come validi, ma qui si esagera... A salvare il film e a dargli tonicità c'è il brio di Lillo, perché a Greg tocca un personaggio volutamente pedante e ripetitivamente monotono. Avulsa dal resto e maldestramente inserita la parentesi col cuoco vegetariano, mal sfruttata la gang di amici semiritardati di Nando, notevole invece la performance di Greg nei panni del rapper Termosifone.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/05/20 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 2/05/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 1/05/20 17:07 - 6268 commenti

I gusti di Rambo90

Follia comica di Lillo e Greg, semplicissima nell'assunto (uno scienziato educato scambia la sua personalità con quella di un picchiatore rozzo e ignorante) e già sfruttata dal duo (ad esempio in Colpi di fulmine) ma che dà luogo a una serie di gag divertentissime e a situazioni che stampano in volto un grosso sorriso. Il duo è in gran forma e con loro c'è una Foglietta eccezionale in tre ruoli differenti (quello del trans è incredibile). Niente di pretenzioso, ma si ride di gusto.

Markus 2/05/20 11:44 - 3222 commenti

I gusti di Markus

Lo scambio di personalità mediante un esperimento genetico da parte di un chimico universitario (Greg) su un rozzo (Lillo) dovrebbe dar adito a situazioni rocambolesche/ridanciane. Purtroppo l'idea di base di voler rinverdire, almeno nell'input della vicenda, il loro episodio più riuscito di sempre nel film Colpi di fulmine porta a un risultato insoddisfacente. La mancata risata è un fatto grave, inutile girarci attorno: l'esordio alla regia del duo è assai deludente anche per la pochezza registica. Mancano o quasi i momenti da ricordare. Peccato.

Paulaster 26/05/20 10:12 - 2667 commenti

I gusti di Paulaster

Due ex compagni di scuola si scambiano i codici genetici. Soggetto già visto degli opposti che ribaltano le loro situazioni. Moralina ovvia: bisogna cercare di essere se stessi. Volutamente sopra le righe tutte le seconde linee (poca fantasia la Sani che fa il verso a Valeria Marini) in cui anche i protagonisti han pochi spunti (specie Lillo) e si fanno ripetitivi.
MEMORABILE: Le domande dello chef; Greg che diventa un duro a casa e in università.

Muttl19741 30/06/20 00:22 - 100 commenti

I gusti di Muttl19741

Il duo comico Lillo e Greg porta al cinema una storia sullo scambio delle personalità che si rifà al loro stile comico ben riconoscibile.  Il film non brilla per originalità, è veramente mal realizzata la fotografia con un onnipresente fastidioso faro che brucia i volti degli attori, ma i personaggi sono molto divertenti e strappano un buon numero di risate. Convincenti anche i contributi degli attori non protagonisti, ottima e versatile la doppia Foglietta, molto belle le riprese della Garbatella. Da non perdere le scene che accompagnano i titoli di coda.
MEMORABILE: Il rapper di Greg

Galbo 30/06/20 17:41 - 11306 commenti

I gusti di Galbo

Lo scambio di personalità, declinato mille volte al cinema, è alla base di una commedia interpretata e diretta dal suo comico Lillo & Greg, quasi un auto remake di un loro film precedente. La comicità surreale dei due funziona quando “corroborata”, in questo caso quindi a corrente alternata, con gag più riuscite ed altre più fiacche. Colpisce in positivo la prova interpretativa di una bravissima Anna Foglietta, qui in un triplo ruolo. 
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.