LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/04/09 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 13/04/09 11:30 - 3445 commenti

I gusti di Markus

Quando si scrive il commento per un film di genere italiano degli Anni Settanta bisogna spesso scegliere se parlarne male oppure cercare i lati positivi e parlarne dunque bene. In questo caso cedo ai fantastici dialoghi che, secondo me, sono da Oscar del trash. Lui ricco cinquantenne affascinante e vizioso, lei giovanissima e povera ed oltre tutto un po' facilona, ma dal carattere sincero. Ambedue si trascinano stancamente da un luogo all'altro, filosofeggiando sull'amore e sul sesso che ogni tanto mettono in pratica. Grande film.

Undying 2/09/09 15:00 - 3819 commenti

I gusti di Undying

La minorenne Anna (la bravissima Giorgi) s'innamora del più anziano Marco (uno strepitoso Bekim Fehmiu) sulla via del divorzio. Dopo un lungo e sofferto cedimento alle perversioni di lui, la giovane cambia carattere e diventa, suo malgrado, donna matura. Raffinata, malinconica, esemplare esternazione del malessere esistenziale. Femminismo, separazione coniugale, aborto: sono i temi che allora (come ora) restano in campo, trattati con grande eleganza da Stegani che può contare su una sceneggiatura eccellente (collabora anche Gianviti) e una musica che rimane in testa a lungo dopo la visione.
MEMORABILE: L'espressione di dolore sul volto di Marco (Bekim Fehmiu) quando apprende che Anna ha rinunciato al figlio.

B. Legnani 2/02/10 23:13 - 5022 commenti

I gusti di B. Legnani

Difficile dare verosimiglianza ai dialoghi d’amore, perché il ridicolo e il senso di falso sono dietro l’angolo: il film pare fatto per dimostrarlo. Qua, poi, è verboso, là è allungato, e diventa noioso dopo 50’. I due protagonisti ci provano, ma più che fumare poco possono, con lei più bella che brava e lui che interpreta un uomo di rara ottusità, capace di massime come “è l’umanità che è disumana”. Nel finale strappalacrime ci viene pure inflitta Venezia, con citazione catulliana (odi et amo)! Momento di culto assoluto: lui che critica l’invadente pubblicità e, nel contempo, ostenta a nostro beneficio una bottiglia di J&B. Doppiaggio non curatissimo, visto che si sente una “cattiva nòmea”…

Homesick 5/07/10 11:55 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Le flautate armonie di Gianni Marchetti sui titoli di testa lusingano destando umori panici, ma Stegani, regista di un considerevole western come Al di là della legge, si perde in rallentamenti dalle pretese autoriali e dialoghi pretenziosi e vuoti per un indigesto piatto di aria fritta indorato di ridicolaggini – spacciate per massime filosofiche - su incomunicabilità coniugale, femminismo, misoginia e gravidanze improvvisate come suggello d'amore. Fehmiu e la Giorgi più ingessati e falsi che mai, esattamente come la tediosa vicenda che ci viene presentata.

Stefania 14/11/10 02:09 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Teoria e prassi del sentimento amoroso, laddove la prassi diverge notevolmente dall'enunciato teorico: Anna, che si autoproclama "disposta a tutto", in realtà si fa molto i fatti suoi; Marco, convinto negazionista della verità dell'amore, ci casca con le scarpe. Fotografia flou, musiche carezzevoli e monotone, emergono sì i temi caldi dell'epoca (femminismo, coppia aperta, divorzio, aborto), ma non si accende l'empatia con i protagonisti, più ciarlieri che appassionati.
MEMORABILE: Il look di Fehmiu: camicia sempre aperta sul pelozzo toracico. La Giorgi: "Vuoi che mi tagli, vuoi che mi bruci?" Alla fine, si taglia solo i capelli!

Didda23 17/07/11 18:31 - 2326 commenti

I gusti di Didda23

Quest'opera entra di diritto fra le più trash che io abbia mai visto! Il divertimento involontario scorre come un fiume in piena, merito di una sceneggiatura ai limiti dell'incredibile. Il film va visto per i dialoghi inverosimili: il personaggio di Bekim Fehmiu dispensa alla povera Giorgi una serie di "perle" di saggezza improponibili. I suoi monologhi sono dei polpettoni indigeribili, ma allo stesso tempo deliziano il palato di ogni cultore del genere "trash". Opera imprescindibile.
MEMORABILE: Bekim Fehmiu va a trovare la Giorgi e la vede in compagnia di un ragazzo, mentre si stanno esercitando nell'uso dell'inglese: il dialogo è imperdibile.

Lucius 21/10/11 20:13 - 2947 commenti

I gusti di Lucius

I personaggi, per quanto particolari, sono tutt'altro che da considerare irrealistici. Il film è molto elegante e la Giorgi non è da meno: considerate le scene di nudo integrale e la giovane età, risulta spontanea e sensuale. L'attrazione di questo tipo, vista anche in altre pellicole (come Grazie zia ad esempio), è di quelle totalizzanti, per le quali si è disposti a tutto, e chi non l'ha provata almeno una volta nella propria vita non apprezzerà probabilmente appieno il film. Acerbo, ma con quel suo sapore particolare e inspiegabile.

Daidae 30/11/11 01:05 - 2871 commenti

I gusti di Daidae

Film con alti e bassi che non si capisce dove voglia andare a parare: il protagonista prima pensa in bianco, poi agisce in nero. La Giorgi è bella solo da vedere e ci sono buone scene erotiche che non scadono mai nel volgare, a differenza di certo erotismo attuale. Due pallini, visto che il film non è eccezionale.

Luchi78 25/09/12 13:28 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

L'unico piacere che si prova nel guardare il film è nel gustarsi il corpo di una giovane e piacente Eleonora Giorgi fino a quando non te la ritrovi addirittura completamente nuda a sguazzare tra fiori e fango. E' innegabile che ci sia un tentativo di ricercata raffinatezza tra dialoghi e scene erotiche accompagnate da musiche e fotografia soffusa, ma dopo i già citati exploit con pubblicità ingannevole annessa e altri ameni tentativi, il tutto scade in una ridicola goffaggine (volgarmente chiamata trash). Finale ultra-maschilista.

Rufus68 28/10/18 20:07 - 3394 commenti

I gusti di Rufus68

Si avverte costantemente l'ombra del prodotto culturalmente più alto (Bergman e affini) a cui il film si modella (con notevoli semplificazioni e ingenuità). Nonostante tale deficit e dialoghi lambiccatamente filosofici (sull'amore e le relazioni fra i sessi) che sfiorano discrete vette kitsch, lo svolgimento si segue senza problemi. La Giorgi è molto bella e Fehmiu regge con disinvoltura la parte, al netto di un cinismo insistito e un po' stucchevole. Alla fin fine risulta casto e mai morboso.

Giorgio Stegani HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 17/07/11 13:37
    Consigliere - 45045 interventi
    Lo so, devo recuperarlo in qualche modo. Sono certo che secoli fa lo vidi.
  • Discussione Stefania • 17/07/11 13:41
    Archivista in seconda - 604 interventi
    Markus ebbe a dire:
    I dialoghi sono il pezzo forte del film: se visto in quest'ottica, si ride e di gusto. Così è avvenuto! Bekim Fehmiu rappresenta (secondo me in maniera "magistrale") la noia di un uomo ricco e vizioso che, per passare le giornate, si diverte a mortificare ragazzine ahahaha fantastico! Grande film!
    Ah, Disposta a tutto! Quanto volte ne abbiamo parlato, caro Markus, ricordandolo con affetto per... tutte le risate che ci ha fatto fare! In particolare, Markus è bravissimo a citare quasi parola per parola il desolante monologo di Fehmiu a proposito delle pubblicità dei jeans, del whiskey e di non so cosa, un pezzo unico, roba da cinema della contestazione:DDD
    Sì, è un fotoromanzo d'appendice con qualche ambizione d'impegno: sinceramente, però, ho visto (e vedo) di peggio...
  • Discussione Markus • 17/07/11 14:16
    Scrivano - 4814 interventi
    Ahahhah verissimo Stefania!!!

    Dopo l'uscita del film, la Giorgi fu massacrata dalla critica e in particolar modo in una puntata di un programma televisivo, c'era Monicelli che la derideva mortificandola di aver girato questo film; lei, ovviamente, cercava di giustificare i suoi nudi "buttandola sull’artistico", ma... probabilmente era convinta di aver partecipato ad un film impregnato, invece era una fragnaccia involontariamente divertente che a suo modo (e almeno a me) è piaciuta molto. La maschera imbolsita di Bekim Fehmiu è da Oscar.
  • Discussione Stefania • 17/07/11 16:03
    Archivista in seconda - 604 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Ahahhah verissimo Stefania!!!

    Dopo l'uscita del film, la Giorgi fu massacrata dalla critica e in particolar modo in una puntata di un programma televisivo, c'era Monicelli che la derideva mortificandola di aver girato questo film; lei, ovviamente, cercava di giustificare i suoi nudi "buttandola sull’artistico", ma... probabilmente era convinta di aver partecipato ad un film impregnato, invece era una fragnaccia involontariamente divertente che a suo modo (e almeno a me) è piaciuta molto. La maschera imbolsita di Bekim Fehmiu è da Oscar.

    Beh, però, senti... io questo programma non l'ho visto e cosa abbia detto esattamente Monicelli non lo so, però posso dire che prendersela con la Giorgi mi sembra una cosa troppo facile! Di film del genere, specie negli anni settanta, se ne producevano a centinaia, e servivano anche per finanziare la produzione di film d'autore, chiaramente ci volevano attrici che li interpretassero... Ma non è che una sia necessariamente una cattiva attrice perché interpreta un brutto film, o perché si mostra nuda!
    Se poi vogliamo dire che la Giorgi era una cattiva attrice a prescindere... a me sembra mediocre, ma non peggiore di Fehmiu, che però non venne attaccato: forse perché uomo?;)
  • Discussione Markus • 17/07/11 18:48
    Scrivano - 4814 interventi
    Questa trasmissione fu rifatta vedere parzialmente in una vecchia puntata di COCKTAIL D’AMORE (condotta da Amande Lear) e ricordavo male: non era Monicelli bensì Enzo Biagi; in ogni caso poco cambia e l'atteggiamento di arroganza e di superiorità da te esposto, lo condivido. In ogni modo anche Monicelli (visto che l'ho citato senza dovere) sapevo che era solito arrabbiarsi con le nuove leve...
    La Giorgi si è poi ampiamente rifatta, anche se grande attrice (a mio avviso) non lo è mai stata.
  • Musiche Markus • 30/06/12 15:23
    Scrivano - 4814 interventi
    Musiche del M° Gianni Marchetti.
    Ultima modifica: 1/07/14 07:28 da Zender
  • Musiche Lucius • 20/04/13 16:53
    Scrivano - 8778 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, due 45 giri originali:



    Ultima modifica: 24/02/17 07:48 da Zender
  • Homevideo M.shannon • 28/08/13 19:22
    Disoccupato - 310 interventi
    Dvd Cinekult, master decente

    Ultima modifica: 29/08/13 08:58 da Zender
  • Curiosità Markus • 30/01/14 22:36
    Scrivano - 4814 interventi
    Nel film Bekim Fehmiu fa un bagno nella vasca con Eleonora Giorgi. Alle spalle dell'attore, oltre a vari prodotti dentali della Tau Marin, troviamo la mousse à raser (schiuma da barba) EQUIPAGE HERMES e un bagnoschiuma BADEDAS.

  • Discussione B. Legnani • 19/05/20 13:39
    Consigliere - 14375 interventi
    Giorgio Stegani è mancato il 20 febbraio 2020.
    fonte: Roberto Poppi.