Destini incrociati

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/01/08 DAL BENEMERITO MAGNETTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 3/01/08 11:01 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che non sfrutta bene l'occasione offertagli dalla buona idea di base (un complicato intreccio amoroso fra due coppie): lo svolgimento è infatti noiosissimo, da sbadigli a bocca aperta. Harrison Ford è la controfigura di se stesso mentre K. Scott Thomas se la cavicchia per un film prevedibilissimo e banale che si dimentica in fretta.

Galbo 12/01/08 14:26 - 11415 commenti

I gusti di Galbo

Decisamente un passo falso per il bravo regista Pollack. Destini incrociati (il titolo si riferisce ad uno strano intreccio sentimentale che coinvolge due coppie) è un drammone assolutamente scontato e prevedibile con una sceneggiatura che fa acqua da tutte le parti e una regia svogliata. Anche gli attori non si impegnano più di tanto. Ford è quanto mai imbolsito. La Scott Thomas affascinante ma poco coinvolta nel ruolo. Pessimo.

Lovejoy 13/01/08 18:54 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

La prima parte è sicuramente la migliore, con un'efficace descrizione dei protagonisti e della vicenda. Mentre la seconda è piatta, a tratti stucchevole, una volta che i due protagonisti si mettono insieme. Pollack in cabina di regia cerca di salvare il salvabile ma ha fatto di meglio. I due protagonisti sono bravi e credibili nei loro ruoli.

Daniela 4/05/09 17:05 - 9493 commenti

I gusti di Daniela

Vabbè, lo spunto di partenza è da romanzetto rosa (lui e lei scoprono che i rispettivi coniugi hanno avuto una relazione), ma poi vien da pensare a cosa ha saputo trarre da una storia simile Wong Kar-wai nello struggente In the Mood for Love, ed allora si capisce che il problema non è nel tema ma nello svolgimento, piuttosto piatto nonostante il complicato intreccio, scontanto e perfino noioso. Anche i protagonisti non sono al meglio, peccato soprattutto per K.Scott Thomas, il cui fascino maturo e non convenzionale meriterebbe ruoli migliori.

Rambo90 25/08/10 03:01 - 6382 commenti

I gusti di Rambo90

Sottovalutato film del grande Pollack che parte da uno spunto originale per poi incentrare tutto sul tormentato personaggio di Ford, su quello invece rassegnato della Thomas e sul loro rapporto di alti e bassi. Ottimo Ford, brava la Thomas. Qualche lunghezza di troppo che può appunto far passare il film per minore ma un gran lavoro sui personaggi e nei dialoghi.

Caesars 26/03/12 10:37 - 2716 commenti

I gusti di Caesars

Spiace tantissimo vedere la firma del grande Pollack in questo mediocrissimo film (dove, tra l'altro, decide anche di apparirvi come interprete). Certo il regista non viene granchè aiutato dal cast attoriale: Kristin Scott Thomas se la cava anche, ma Harrison Ford fornisce una delle interpretazioni più incolori di tutta la sua carriera. La storia è banale ed è difficile trovare qualcosa da salvare, in questo drammone made in USA. Bocciato. *!

Elnatio 11/03/13 23:38 - 38 commenti

I gusti di Elnatio

Il tragico evento iniziale come causa dell'incontro tra i due protagonisti da un certo interesse ai primi 20-30 minuti del film, che poi velocemente scivola nella noia più assoluta; e né la mezza scena di sesso tra i protagonisti né l'isterismo di Ford né tantomeno il finale con sparatoria riescono a evitare gli sbadigli. Decisamente brutto e, considerati regista e cast, deludente.

Maik271 28/12/14 12:33 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Da una regia di alto profilo (Pollack), da un cast non da meno (ord e la brava Scott Thomas), mi sarei aspettato un risultato migliore. Certo la prima parte incentrata sulle vite parallele dei due protagonisti accomunati dal tradimento dei rispettivi consorti è interessante, ma col passare dei minuti la storia si fa troppo lenta e finisce per annoiare. Niente da dire riguardo alla recitazione, sempre di buon livello, ma il risultato finale non appaga. Evitabile.

Pigro 15/11/17 08:22 - 7815 commenti

I gusti di Pigro

Un piatto sentimentalismo a buon mercato affonda nella prevedibilità e nell’insulsaggine un’idea potenzialmente potente: un incidente aereo rivela la tresca di due amanti alle spalle dei loro coniugi che, superstiti, devono affrontare la verità ormai immutabile. Un’investigazione poliziesca e introspettiva al contempo, che pone di fronte all’interrogativo su se sia più forte il rovello del passato o il suo superamento. Ma la storiella abbandona presto la profondità per dilagare in un terribile mélo, complice un Ford particolarmente amorfo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Il Gobbo • 10/04/09 23:09
    Contratto a progetto - 771 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:

    Il benemerito Il Gobbo, tramite amicizie filmicamente altolocate, mi ha tempo fa informato che il mio ricordo dovrebbe riferirsi ad un film del 1962, I leoni di Castiglia (con Cesar Romero e Alida Valli).


    Una verifica che presto faremo, ri-mobilitando l'amicizia (che non è Cesra Romero... )
    Noto nel cast una tua passione...