Cyrano de Bergerac

Media utenti
Titolo originale: Cyrano de Bergerac
Anno: 1990
Genere: drammatico (colore)
Note: Premi: Oscar 1990 migliori costumi. David di Donatello 1991 per miglior film straniero (Jean Paul Rappeneau).
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/06/08 DAL BENEMERITO GUGLY
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Gugly 15/06/08 19:08 - 1010 commenti

I gusti di Gugly

Le celeberrime gesta del nasuto spadaccino senza protettori vengono portate con naturalezza sullo schermo da Depardieu, nel quale il nasone si armonizza con una corporatura tanto robusta quanto l'animo è poetico. Anche se in versi, il film si snoda ora simpatico, ora patetico, consegnandoci il barocchismo seicentesco delle preziose molieriane di cui Rossana è il simbolo. Al fin della licenza, ci si commuove! Bravo anche il doppiatore italiano (traduzione curata da Lionello, mi pare).
MEMORABILE: La tirata sul naso; in caserma con i cadetti di Guascogna ed il primo incontro con Cristiano.

Hackett 17/06/08 14:45 - 1719 commenti

I gusti di Hackett

Ottima rappresentazione della celebre vicenda teatrale di Cyrano. Depardieu si conferma attore istrionico e nonostante il teatro inevitabilmente perda qualcosa sullo schermo, riesce a rendere alla perfezione l'eccezionale esuberanza del suo personaggio. Belle le scene che calano in un contesto realistico l'intera vicenda. Solido esempio di film-teatrale. Ottimo doppiaggio.

Caesars 15/05/09 13:11 - 2654 commenti

I gusti di Caesars

Buona trasposizione cinematografica della celebre opera di Edmond Rostand, che riesce ad intrattenere con gradevolezza pur senza (ovviamente) raccontare nulla di innovativo. Grosso contributo alla buona resa della pellicola si deve a Gerard Depardieu, perfettamente integrato con il personaggio da lui interpretato. Più che corretta la messa in scena di Rappenau. Da vedere.

Daniela 27/11/14 08:32 - 9076 commenti

I gusti di Daniela

Sontuosa messa in scena della celebre opera di Rostand che, nonostante la lunga durata, risulta lieve grazie alla ricchezza della scenografia e dei costumi, le gustose ricostruzioni ambientali, la musicalità dei versi nel loro variare di registro, dall'arguto al sarcastico, dal romantico al patetico. Il vero punto di forza è però l'interpretazione trascinante di Depardieu, fisico massiccio ed animo sensibile, forse mai così bello, nonostante (o grazie?) il naso pinocchiesco. Ovviamente da godere in originale, qualora possibile, ma anche l'adattamento in italiano dei testi è pregevole.
MEMORABILE: Il monologo sul naso, che anticipa gli "esercizi di stile" di Queneau

Saul 7/08/19 12:24 - 11 commenti

I gusti di Saul

Il Cyrano, al cinema, è Depardieu. Meravigliosa la sua interpretazione del tormentato personaggio di Rostand. Amare ed essere rifiutato, ma comunque amare. Essere tutto e niente al tempo stesso. Incantevole! Il film in francese è ancor più meraviglioso, vuoi perché è la sua lingua, vuoi per la reale voce degli attori. Non annoia in nessun punto. Del cinema, il Cyrano è una dolce e sempreverde poesia.
MEMORABILE: Cyrano che esprime i suoi sentimenti sotto il balcone di Roxane, mentre lei lo crede Cristiano; Il finale.

Galbo 10/11/19 08:09 - 11307 commenti

I gusti di Galbo

il mitico personaggio creato per il teatro da Edmond Rostand trova in Gérard Depardieu il suo interprete ideale. Il film "creato" intorno al protagonista, funziona per la ricchezza della messa in scena e per i dettagli della rappresentazione(per scene e costumi siamo su livelli di eccellenza), ma è proprio l'interpretazione del divo francese a dare alla pellicola una marcia in più. Buono il doppiaggio italiano. Da vedere.

Gordon 4/06/20 19:42 - 159 commenti

I gusti di Gordon

Notevole trasposizione cinematografica della celebre commedia teatrale di Rostand. Il film si regge sulla mirabile interpretazione di Depardieu il quale, grazie al suo eloquio svelto e alle sue movenze istrioniche, si guadagna il premio per la migliore interpretazione maschile a Cannes. A ciò si aggiungono buoni comprimari, una ricostruzione precisa delle atmosfere seicentesche e una certa attenzione alla struttura rimica originale, senza eccedere però nella teatralità. Peccato solo per un ritmo non sempre sostenuto.
MEMORABILE: Il dialogo tra Cristiano e Rossana, col terzo "comodo"
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Tarabas • 14/01/09 09:48
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    Una piccola informazione di servizio. Il Dvd "region 2" di questo bellissimo film(che prima o poi commenterò,anzi magari prendo la scusa per rivedermelo)esiste in due versioni. Una, quella giusta, è della 01 ed è in 16:9.L'altra (quella che ho io...) è in un orrendo 4:3 e con un telecine mediocrissimo (almeno per quanto ne possa capire io solamente guardando).
  • Homevideo Zender • 14/01/09 10:53
    Consigliere - 43789 interventi
    Tarabas ebbe a dire: Una, quella giusta, è della 01 ed è in 16:9.L'altra (quella che ho io...) è in un orrendo 4:3 e con un telecine mediocrissimo. Grazie Tarabas. Queste sono informazioni utilissime. Si scelga la 01 quindi, con attenzione!
  • Homevideo Tarabas • 24/01/09 18:15
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    Per completezza di informazione, la versione incriminata è edita da BIM.