Crepa padrone, tutto va bene

Media utenti
Titolo originale: Tout va bien
Anno: 1972
Genere: drammatico (colore)
Note: Aka "Crepa padrone tutto va bene"
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 6/04/07 14:33 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

In Tout va bien (cui i titolisti italiani decisero di aggiungere un garbato auspicio) Yves Montand e Jane Fonda interpretano due intellettuali impegnati alle prese con uno sciopero in una fabbrica di salumi, in cui si recano per un reportage venendo "sequestrati" e assistendo alle rivendicazioni. La latente crisi della coppia esplode... JLG comincia ad abusare delle metafore: volendo mostrare "uno spaccato" di lotta di classe filma appunto... lo spaccato della fabbrica. Qualche guizzo, un ottimo Caprioli, ma didascalismo a chili.

Rebis 6/05/09 14:03 - 2099 commenti

I gusti di Rebis

Moti sessantottini, occupazione delle fabbriche, conflitti interni alla coppia: è lo scenario per una ricognizione sull'attività umana, intesa come contributo, lavoro, sviluppo economico-imprenditoriale, urgenza di storicizzare la coscienza nazionale per una più consapevole gestione del proprio ruolo sociale. Brechtiano e verboso, con un'insistita composizione cromatica di blu, bianco e rosso (la bandiera francese) è un complesso contributo alla lotta di classe, eminentemente teorico, che anticipa i concettualismi estremi che verranno. Originale l'utilizzo delle due vedette d'occasione.
MEMORABILE: Il lunghissimo piano sequenza nell'ipermercato.

Enzus79 10/11/11 15:52 - 1918 commenti

I gusti di Enzus79

Tematiche socio-politiche vengono trattate in questo bel film da un Jean-Luc Godard (con Gorin) in gran spolvero. I registi sembrano consigliare alla classe operaia francese di osare di più, di essere più attiva e combattente per far rispettare i propri diritti. Bravissima la Fonda. Simpatico Caprioli.

Cotola 4/04/13 23:24 - 7746 commenti

I gusti di Cotola

Film "estremamente" politico di Godard (non che altre sue opere non lo siano) e figlio del suo tempo. Per carità nessun male, ma la verbosità ed il didascalismo, quindi anche un filo di noia, la fanno (almeno a tratti) troppo da padroni. Come sempre però, anche nelle opere minori del grande regista francese, non mancano intuizioni e momenti riusciti. Coraggioso il modo di coinvolgere due star del calibro di Montand e Fonda. Meglio nelle intenzioni che nei risultati.
MEMORABILE: Montand e la Fonda che parlano del loro rapporto e lo sintetizzano in modo molto diverso. Il piano di sequenza nell'ipermercato.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.