LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/05/16 DAL BENEMERITO SCHRAMM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 28/05/16 13:13 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

Coniugandosi a un Gombrowicz a un tempo Alice e specchio attraversato, Zulawski chiude col botto da milioni di gigatoni. Dopo una quasi riconciliata parentesi, il suo cinema torna a essere un’overdose di Teonanacatl, archetipo figurale latente del caos che tutto irreggimenta, isomorfo e androgino sin da farsi blob e prisma di tutta la sua filmografia; eruttante significati transeunti, oracoleggiante a perdifiato, innervato da acting di abnorme voltaggio e dialoghi da far ammattire De Saussure, un gioco a campana sui buchi neri più antifrastico, sbroccato, metaculturale e autoindulgente che mai
MEMORABILE: "Cosa stai facendo?" "Quello che tutti in ogni momento della vita facciamo: niente."

Cotola 1/06/16 01:13 - 7406 commenti

I gusti di Cotola

Ha sicuramente una sua forza visiva e narrativa che è difficile da spiegare e che si riesce a cogliere nonostante la complessità narrativa, simbologica ed "ideologica" della pellicola. A tratti può affascinare e piacere se ci lascia trasportare dal flusso ininterrotto di avvenimenti e soprattutto parole. E' però anche chiaro che un film del genere possa spiazzare, annoiare, far arrabbiare. Piacerà di sicuro agli "adepti" del regista polacco di cui, mi è sembrato, rappresenta una summa-sintesi: gli altri potrebbero osannarlo o demonizzarlo.

Hackett 6/11/16 08:52 - 1720 commenti

I gusti di Hackett

Un film complesso e affascinante, una pellicola ricca di citazioni, simbolismi e differenti chiavi di lettura che richiederebbe più di una visione. Ultima opera di un regista mai sceso a compromessi, personalissimo e inafferrabile come Zulawski, tornato a dirigere dopo anni di silenzio e poco prima della morte. Tutto nel film ha un dualismo: i personaggi, le ambientazioni, la vicenda stessa che si sdoppia nel finale. Nei titoli di coda poi, una sorta di backstage svela la finzione, quasi a voler dire "L'importante è raccontare".

Paulaster 12/12/16 18:33 - 2687 commenti

I gusti di Paulaster

Si entra in scena e sùbito si cita Dante: il cinema che si esprime attraverso la letteratura (Pasolini, Tolstoj), la pittura e si autocita (echi da Buñuel, Carax e Cronenberg). Un miscuglio che si riesce a sopportare perché la parte thriller non affonda nel tetro, i giochi di parole alleviano le pulsioni amorose e si percepisce che il niente descritto non porterà a nulla. Girato con buone idee registiche, si affida spesso alla mimica di Genet e della affascinante Guerra.
MEMORABILE: La Guerra alla finestra.

Bubobubo 5/09/18 10:39 - 1151 commenti

I gusti di Bubobubo

E' ben difficile capire cosa succeda e, più in generale, di cosa si parli nel canto del cigno autoriale del regista polacco: il tentativo di prendere una storia del tutto banale (la misteriosa impiccagione di un passero) e astrarla sino al punto di non ritorno è sicuramente interessante, ma il rischio concreto è quello di rimanere vittima di un ritmo sonnolento, di un fiume di parole, del fuoco incrociato di citazioni esplicite e dissimulate. Forse è "solo" cinema che parla di cinema, come sembrerebbe suggerire lo spiazzante finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 3/06/16 10:41
    Pianificazione e progetti - 21685 interventi
    Cotola ebbe a dire: Comunque quest'estate darò un'altra possibilità ad Amor Braque e Le mie notti... forse anche a Femme Pubblique Tre titoli zulawskiani per me imprescindibili...
  • Discussione Schramm • 3/06/16 12:03
    Risorse umane - 6703 interventi
    Cotola ebbe a dire: Comunque quest'estate darò un'altra possibilità ad Amor Braque e Le mie notti... forse anche a Femme Pubblique paradossalmente dopo cosmos potresti ritrovarti a chiedere a zendy di alzare del doppio il pallinaggio
  • Discussione Schramm • 3/06/16 12:04
    Risorse umane - 6703 interventi
    Daniela ebbe a dire: mi era proprio sfuggito il fatto che il film è tratto dall'ultimo romanzo di Gombrowicz, scrittore che adoro a questo punto hai un salvacondotto d'eccezione che potrebbe farti amare un film che comunque fagocita e annulla anche gombry (e se stesso)
  • Discussione Schramm • 3/06/16 12:05
    Risorse umane - 6703 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire: Cotola ebbe a dire: Comunque quest'estate darò un'altra possibilità ad Amor Braque e Le mie notti... forse anche a Femme Pubblique Tre titoli zulawskiani per me imprescindibili... pensa se vedi questo, diabel e silver globe in triplice. ti prende una crisi mistica dalla quale non esci più finché respiri.
  • Discussione Hackett • 6/11/16 09:13
    Formatore stagisti - 531 interventi
    Anticipo leggermente la mia recensione scrivendo che è un film ipnotico ed imperdibile, pur essendo estremamente criptico ed adatto a molteplici visioni. In tutto questo alcune perle di ironia (chissà quante altre ce ne saranno), come quando i protagonisti ironizzano sul fatto che "l'amore è importante" sia un titolo improponibile, e quando all'attore che di cognome fa Gilette si fa dire la battuta "ho dimenticato il rasoio, puoi prestarmelo?".
  • Discussione Schramm • 6/11/16 16:04
    Risorse umane - 6703 interventi
    si, è decisamente una sceneggiatura scritta coi petardi e i dialoghi sono un furioso niagara di queste rifrazioni e sfondamenti di senso, al punto che anche solo per essi molti aspetti diciamo così radiofonici sfuggono a una prima visione, richiedendone una seconda. e una terza.
  • Discussione Hackett • 6/11/16 16:16
    Formatore stagisti - 531 interventi
    Schramm ebbe a dire: si, è decisamente una sceneggiatura scritta coi petardi e i dialoghi sono un furioso niagara di queste rifrazioni e sfondamenti di senso, al punto che anche solo per essi molti aspetti diciamo così radiofonici sfuggono a una prima visione, richiedendone una seconda. e una terza. Assolutamente d'accordo!
  • Discussione Schramm • 6/09/18 16:52
    Risorse umane - 6703 interventi
    Bubobubo ebbe a commentare:Forse è "solo" cinema che parla di cinema, come sembrerebbe suggerire lo spiazzante finale. e come del resto è la quasi totalità del cinema di zulawski (che in questo caso parla anche di letteratura). per curiosità, è il suo primo (o secondo, o terzo) che vedi? te lo domando perché qui meticcia e rifiltra la sua intera filmografia.
  • Discussione Bubobubo • 6/09/18 20:57
    Call center Davinotti - 205 interventi
    Schramm ebbe a dire: Bubobubo ebbe a commentare:Forse è "solo" cinema che parla di cinema, come sembrerebbe suggerire lo spiazzante finale. e come del resto è la quasi totalità del cinema di zulawski (che in questo caso parla anche di letteratura). per curiosità, è il suo primo (o secondo, o terzo) che vedi? te lo domando perché qui meticcia e rifiltra la sua intera filmografia. Ciao Schramm. No, è il quarto, assieme a Diabel, Possession e il Boris Godunov. L'ho trovato un po' più faticoso rispetto agli altri.
  • Discussione Schramm • 7/09/18 15:35
    Risorse umane - 6703 interventi
    Bubobubo ebbe a dire: Schramm ebbe a dire: Bubobubo ebbe a commentare:Forse è "solo" cinema che parla di cinema, come sembrerebbe suggerire lo spiazzante finale. e come del resto è la quasi totalità del cinema di zulawski (che in questo caso parla anche di letteratura). per curiosità, è il suo primo (o secondo, o terzo) che vedi? te lo domando perché qui meticcia e rifiltra la sua intera filmografia. Ciao Schramm. No, è il quarto, assieme a Diabel, Possession e il Boris Godunov. L'ho trovato un po' più faticoso rispetto agli altri. l'ideale sarebbe riservarlo per ultimo, dopo aver esperito cronologicamente tutti gli altri. ma ormai il cosmo è tratto. magari torna in zona dopo che hai completato l'andrzejgrafia (resta comunque opera tutt'altro che facile e leggera anche così, ma si hanno senz'altro molte più vie d'accesso) ;)
    Ultima modifica: 7/09/18 15:36 da Schramm