LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/03/11 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 23/03/11 07:08 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Noel, ex capo della malavita ritiratosi in campagna insieme alla moglie, è costretto ad ospitare due delinquenti evasi in fuga. Buon noir francese diretto da Alain Corneau. Il film è centrato sul rapporto tra Noel e Mickey dei quali la sceneggiatura effettua una buona caratterizzazione psicologica. Buone l'ambientazione, la fotografia e la prova del cast, con l'ottima prova del giovane Depardieu che non sfigura nel confronto con il grande Montand.

Nicola81 15/01/17 11:40 - 1924 commenti

I gusti di Nicola81

Probabilmente l'ultimo noir francese di stampo classico (quelli di Marchal, per quanto pregevoli, appartengono già a un'altra epoca e a un altro stile). Corneau riprende le tematiche care a Melville vivacizzandole con un maggior ricorso all'azione e chiudendo il cerchio con un finale che regala un barlume di speranza. Un istintivo Depardieu regge il confronto con un Montand persino troppo impeccabile, la Deneuve funge da spalla con la consueta eleganza. Appesantito da qualche lungaggine, ma è un film che sprizza classe da tutti i pori.

Faggi 8/01/18 15:57 - 1486 commenti

I gusti di Faggi

Tardo-polar o rivitalizzazione del polar classico. Ha nella bella tessitura figurativa (esaltata dalla fotografia elegante: notevoli i notturni e i paesaggi urbani), nell'efficacia delle scene violente e nell'esatezza realistica delle atmosfere i suoi punti di forza; senza tralasciare personaggi e interpretazioni: inesorabilmente a piombo Montand, espressivo Depardieu, calibrata Deneuve. La vicenda coinvolge con rapidità e non perde colpi, avvolta da un'esosfera tragica, attraversata da fatalismo nero, presagi rosso sangue, esangui speranze.
MEMORABILE: La fisicità di Depardieu; Montand quando distrugge l'interno di un appartamento; Catherine Deneuve, sola e pensierosa, in una stanza in penombra.

Rocchiola 17/06/19 14:46 - 854 commenti

I gusti di Rocchiola

Ultimo esempio di polar classico. Con uno stile essenziale alla Melville e un occhio al cinema d’azione di Siegel, Corneau firma una malinconica variazione sui temi noti dell'ineluttabilità del destino e dell'amicizia virile. Un po' lungo e con qualche cedimento nel ritmo, è un film arduo e triste ravvivato dalla presenza di un irrequieto e impulsivo Depardieu, che supera agevolmente uno stanco Montand e una decorativa Deneuve. Bella fotografia invernale che alterna squarci urbani degradati a splendidi campi lunghi di stampo bucolico.
MEMORABILE: Mickey con la figlioletta al mare; L’agguato iniziale in cui viene ferito Serge; La rapina alla stazione di servizio; L’irruzione di Mickey a cena.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Galbo • 14/09/11 07:24
    Gran Burattinaio - 3746 interventi
    Disponibile il BR (per Eagle Pictures) con queste specifiche tecniche (fonte dvd-store.it)

    Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    Formato audio 2.0 Stereo Dolby Digital: Italiano Francese
    5.1 DTS HD: Italiano
    Sottotitoli Italiano NU
    extra
    Booklet
  • Homevideo Xtron • 3/10/13 18:06
    Servizio caffè - 1829 interventi
    Il BLURAY EAGLE ha una durata di 2h15m37s
    Ci sono un paio di scene senza l'audio italiano nelle quali si attivano automaticamente i sottotitoli
    (immagine a 48m14s)

    Ultima modifica: 3/10/13 20:26 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 6/10/17 19:13
    Pianificazione e progetti - 21745 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71 il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima visione Tv (Ciclo: "Flic story", martedì 5 luglio 1988) di Codice d'onore:

  • Homevideo Rocchiola • 17/06/19 14:49
    Call center Davinotti - 1123 interventi
    Ottimo prodotto, personalmente a livello d'immagine lo trovato perfetto considerando anche l'età del film. A livello di audio ho preferito l'italiano 5.1. più ricco e performante rispetto alla traccia 2.0. Bello e interessante anche il libretto allegato al film.