Chiavi in mano

Media utenti
Anno: 1996
Genere: comico (colore)
Note: Remake di "Quel gran pezzo dell'Ubalda tutta nuda e tutta calda", diretto dallo stesso regista.
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/12/07 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 4/12/07 18:10 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Nell'epoca della rivalutazione dei "generi" (gran parte del merito lo si deve a riviste come "Amarcord" e "Nocturno") Mariano Laurenti intravide la possibilità di far rivivere il genere "boccaccesco" o della commedia in costume. Traendo essenza dal celeberrimo Quel gran pezzo dell'Ubalda, il regista ripropone il medesimo tema, con effetti men che mediocri, dati dalla presenza di icone televisive, prive del senso (minimo) di recitazione. Ci infila dentro pure l'icona della pubblicità, anche se il balbuziente venditore resta la cosa più divertente.
MEMORABILE: Silvio Spaccesi rappresenta il trait d'union tra il cinema degli Anni Settanta e questo film.

Tarabas 19/10/09 15:18 - 1706 commenti

I gusti di Tarabas

Tragico remake di un film stracult dei mitici Anni Settanta (nientemeno che l'Ubalda), mette in scena un raro campionario di non attori, a partire dalle protagoniste femminili, rispetto alle quali la Fenech e la Schubert sembrano Greta Garbo e Marlene Dietrich. Sui protagonisti maschili meglio sorvolare. Messa in scena povera di mezzi e di gusto, anacronismi scemi, la sensazione immediata che si tratti di un'operazione senza capo né coda. Fast forward obbligatorio.

B. Legnani 20/10/09 21:31 - 4750 commenti

I gusti di B. Legnani

Decamerotico molto tardo, ma ancor più tremendo che tardo. Davvero non si sorride mai, come fa prevedere il primo tentativo di battuta: Martufello dice di essere andato a Gerusalemme perché aveva capito "crociera", non "crociata". Si continua battendo il tasto degli anacronismi e degli assurdi camera look. Disastrose oltre ogni immaginazione la Badescu e la Roccaforte (la Cavagna è la meno peggio). Vastàno fa Vastàno, mentre il protagonista Martufello non regge il film, ma sarebbe stata impresa titanica pure per Ruggero Ruggeri. L'unico a recitare è Spaccesi.
MEMORABILE: L'avantreno della Cavagna.

Ciavazzaro 29/11/09 11:36 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Pessimo. D'altronde se nel cast abbiamo personaggi come la Cavagna (che saranno anche di bella presenza ma decisamente non recitano) il risultato è quello che è. Poi il film non risulta mai e dico mai divertente, esattamente l'opposto! Operazione fallimentare.

Mco 3/06/10 17:29 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Triste decamerotico, quasi impossibile da recuperare anche per gli amanti del trash più becero. Martufello è pressoché improponibile e il resto del cast non è meglio. La Cavagna e la Roccaforte hanno un gran bel balconcino ma, soprattutto la prima, faticano a stare daventi a una mdp parlando. Insomma, con Quel gran pezzo dell'Ubalda poco o nulla da spartire.

Darkknight 4/06/10 10:05 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Remake dell'Ubalda, dallo stesso regista, con un occhio all'Italia trash e teledipendente di oggi. Certe barzellette da asilo fanno cascare le braccia (vedi Ponzio Pilota), ma il mix tra ambientazione medioevale e anacronismi è simpatico e gli attori non fanno rimpiangere gli originali. E il tentativo di puntare su un genere defunto merita sempre un voto in più per il coraggio.

Matalo! 12/06/10 20:11 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Pararemake dell'Ubalda, girato con una lingua filmica così sciatta che meno non si può e con l'aggravante del registro umoristico basato su anacronismi. L'insuccesso del film prova che la gente è scema fino ad un certo punto. Martufello è volenteroso e in fondo cerca di sostenere col blabla ciociaro un film che non ha leggerezza, quella dei decamerotici, che almeno si poggiavano sui bravi caratteristi. A donne siamo messi: bene con la Roccaforte, male con la Cavagna (due tettone non fan primavera).

Markus 30/07/11 15:48 - 3310 commenti

I gusti di Markus

Terribile l'idea di proporre (nei bigi anni '90) il cosiddetto decamerotico (che nella stagione 1971/72 ebbe buoni consensi). Martufello fa quel che può, ma certamente non basta a sostenere una pellicola sbagliata sul nascere. Stendiamo un velo pietoso per la Cavagna: non che m'aspettassi la Bergman, ma almeno, nei miei cari anni ’70, si aveva l'accortezza di doppiare chi non sapeva recitare lasciando allo spettatore solo l'immagine del corpo. Qualche buon caratterista di contorno, ma…

Disorder 15/12/14 17:48 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Meno peggio di quanto mi aspettassi, ma è comunque un film improponibile da tutti i punti di vista. Ad affossare il progetto è soprattutto il cast, veramente male assortito e di livello quasi dilettantesco. Martufello rifà Gassman, ma il paragone ovviamente non regge; dei comprimari la meno peggio risulta la Badescu, mentre Vastano proprio non si può vedere. Menzione d'onore solo per la fugace ma divertente comparsata di Roberto Da Crema, celeberrimo "baffo" delle televendite.

Zio bacco 15/10/15 23:30 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Sciagurato tentativo di rinverdire il decamerotico, con un tocco di comicità che tristemente non perviene. È un film inguardabile, recitato male e dai dialoghi assurdi. La scelta del cast, poi, ricade su attori totalmente inadatti al ruolo, oltre che su una mandria di bellone da ornamento. Dall'inizio alla fine è un susseguirsi di gag da asilotti e non si ride neanche sotto tortura. La cosa che più mi lascia perplesso è la scadente qualità della fotografia e del montaggio: sembra infatti un film molto più vecchio dei suoi anni. Improponibile.

Herrkinski 21/11/16 03:55 - 5214 commenti

I gusti di Herrkinski

Sorta di remake dell'Ubalda che, se già non era un capolavoro, perlomeno era uno dei rappresentanti più simpatici del decamerotico settantiano. Oltre a essere fuori tempo massimo, il film di Laurenti mette insieme un cast di attori e soubrette in scadenza (ad eccezione del sempre bravo Spaccesi, pur se sprecato), dove se la cava giusto Vastano grazie alla verve; Martufello mostra tutti i suoi limiti e le "attrici" fanno quel che possono, mostrando qualche tetta. Operazione coraggiosa ma improponibile, specialmente nella seconda metà dei '90.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Tarabas • 20/10/09 22:26
    Formatore stagisti - 2061 interventi
    Nom de plume...
  • Discussione Gugly • 20/10/09 22:27
    Segretario - 4677 interventi
    Tarabas ebbe a dire:
    Nom de plume...

    Ah, ecco.
  • Discussione R.f.e. • 4/06/10 10:24
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Il cosiddetto "decamerotico" era talmente legato all'humus di un periodo storico, come del resto, che sò, il western all'italiana, il poliziottesco, l'esotico-erotico anni '70, il cinema di science fiction anni '50... insomma, tutti generi che è assolutamente impossibile, secondo me, riproporre in anni come i nostri, dove troppe cose sono cambiate...
  • Discussione Zender • 7/06/10 21:06
    Consigliere - 43620 interventi
    Perfettamente d'accordo. Se vengono riporoposte così poi...
  • Discussione Undying • 7/06/10 21:15
    Scrivano - 7630 interventi
    Questo (brutto) film, secondo me, è particolarmente anacronistico a causa dell'impostazione puramente televisiva, a cominciare dal cast artistico selezionato...
    Ultima modifica: 7/06/10 21:16 da Undying
  • Discussione Mauro • 3/06/15 08:25
    Disoccupato - 9546 interventi
    E' scomparso ieri a Roma l'attore Silvio Spaccesi (79 anni). Sabato scorso era deceduta la moglie Rosaura Marchi, anch'ella con un passato da attrice.

    R.I.P.
    Ultima modifica: 3/06/15 08:26 da Mauro
  • Discussione Panza • 3/06/15 09:26
    Contratto a progetto - 4958 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    E' scomparso ieri a Roma l'attore Silvio Spaccesi (79 anni). Sabato scorso era deceduta la moglie Rosaura Marchi, anch'ella con un passato da attrice.

    R.I.P.


    Dispiaciutissimo!
  • Discussione Zender • 3/06/15 10:08
    Consigliere - 43620 interventi
    Già, davvero una bruttissima notizia. Oggi lo celebreremo con una PASSATA INTERVISTA DI GEPPO che fece in attesa di una seconda parte che purtroppo non verrà più.
    Ultima modifica: 3/06/15 12:55 da Zender
  • Homevideo Ruber • 21/11/15 19:20
    Compilatore d’emergenza - 8999 interventi
    Uscito solo in vhs Medusa.
  • Curiosità B. Legnani • 3/11/19 11:37
    Consigliere - 13912 interventi
    Scrive Marco Giusti, Dizionario Stracult, pagina 157:
    "Luciano Martino, insieme a Galliano Juso, intendeva farne un remake "alto". Si era fatto avanti, allora, perfino Enrico Ghezzi, che pensava di intitolarlo "Quant'è bella la Ubalda tutta ri-nuda e tutta ri-calda". Poi la cosa saltò: Juso cedette la sua quota di diritti a Martino, che la passò a Laurenti. Una scelta classica.