Chiamami aquila

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Continental divide
Anno: 1981
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 13
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il penultimo film del compianto John Belushi è una commedia sentimentale che lancia l’ex stella del “Saturday Night Live” in un ruolo per lui piuttosto atipico con cui esordisce sulla strada cinica ma controllata ripresa poco dopo anche nei VICINI DI CASA. Di nuovo infatti si troverà a interagire con una “spalla” dal carattere del tutto diverso, che più volte lo spiazzerà comportandosi incredibilmente. Qui è Blair Brown (vista in STATI DI ALLUCINAZIONE) a ricoprire il ruolo di partner con Belushi che, nei panni del giornalista d'assalto Ernie Souchak, viene invitato dal suo direttore ad abbandonare temporaneamente...Leggi tutto un'inchiesta troppo scottante per andare a intervistare un’ornitologa rifugiatasi sulle Montagne Rocciose. Lui ci va di malavoglia, ma l'attrazione per la matura ricercatrice farà nascere tra i due una tenera intesa. Non è una commedia particolarmente divertente (non è quello lo scopo della sceneggiatura di Lawrence Kasdan), ma l'innegabile talento di Belushi sa trasformare molte situazioni curiose in momenti quasi comici. La sua espressività, la predisposizione alla sottile ironia, si sposano bene alla conduzione spigliata di Michael Apted generando un film grazioso. Senza vette (metaforicamente parlando, perché poi invece le Montagne Rocciose offrono paesaggi suggestivi) ma nemmeno pesanti cadute di tono, CONTINENTAL DIVIDE trova la chiarificazione massima del titolo originale nel tira e molla finale, forse esageratamente ripetitivo ma d'effetto. Peccato che le interessanti intrusioni nel mondo giornalistico restino sullo sfondo, come a racchiudere tra prologo ed epilogo il nucleo centrale del film nel quale Apted sviluppa la sua insolita love-story. Steven Spielberg è tra i produttori esecutivi.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 4/03/07 22:10 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Vedendo questo film non si può che compiangere ulteriormente la scomparsa di John Belushi. Uno di quei rari attori (simpatico e destabilizzante) in grado di riempire da solo lo schermo. Il film trova la sua validità, oltre che nel protagonista (qui peraltro non al massimo rispetto ad altre pellicole) nella bellissima parte ambientata sulle Montagne Rocciose, con l'aquila calva americana a farla da indiscussa padrona. La parte a Chicago è decisamente più scontata e "telefonata". Viva Belushi.

Lattepiù 25/03/07 14:33 - 208 commenti

I gusti di Lattepiù

Parte lento e bolso, questo film. Trascorsa una buona mezz'ora mi ero rassegnato a scollegare il cervello e a procedere nella visione per inerzia. Invece poi il film acquista un suo perché. Certo non fa ridere, ma non credo fosse nelle intenzioni. E' gradevole, talvolta molto; spesso non banale. Certo nulla di memorabile. John Belushi qui è abbastanza sottotono; eppure qua e là regala momenti immensi. Funziona a intermittenza ma dona al film lampi di puro genio.

Cinevision 7/05/07 12:53 - 72 commenti

I gusti di Cinevision

Il film della maturità di John Belushi. Un giornalista fustigatore di politici (l'immenso Belushi), dopo averne combinata una più grossa del solito, viene spedito sulle montagne rocciose ad intervistare una studiosa di aquile (l'affascinante Blair Brown) e qui quest'uomo inizia a scoprire il suo lato umano e romantico in un crescendo di situazioni (alcune davvero esilaranti) che inevitabilmente lo cambieranno per sempre. Grande rimpianto per John Belushi,scomparso dopo questo film.
MEMORABILE: Quando il giornalista, tornato in città, vaga sperso con un bastone da montanaro(!!!)

Puppigallo 3/11/07 12:23 - 4583 commenti

I gusti di Puppigallo

Lui odia la montagna e fare qualunque sforzo “Stai bene?”. “Sì, riesco ad andare dal letto al frigorifero”. Lei è l’esatto opposto. In poche parole, sono fatti l’uno per l’altra. Bravo Belushi, in un ruolo a lui poco familiare. Ma anche la ragazza se la cava bene. Bei paesaggi, umorismo, un po’ di sentimento e boccate d’aria fresca e pura, in contrapposizione con quel formicaio inquinato che è la città da dove il protagonista proviene. Si perde d’interesse quando lui torna a casa, anche se diverte come si riduce all’inizio (una larva). Buono.
MEMORABILE: Un puma entra nella baita e Belushi, terrorizzato: "Salve, prendi tutto quello che vuoi; abbiamo anche la doccia".

Daniela 22/02/10 14:08 - 10118 commenti

I gusti di Daniela

Giornalista impegnato in inchiesta pericolosa viene mandato dal suo direttore in montagna per evitargli guai, col pretesto di intervistare una scienziata specializzata nello studio dei rapaci. Fra i due all'inizio saranno scintille, ma ci vuol poco a capire come andrà a finire... Graziosa commedia sentimentale, divertente soprattutto nella prima parte, in cui il protagonista - cittadino fino al midollo - si trova alle prese con un ambiente per lui sconosciuto. Belushi se la cava molto bene anche in un personaggio diverso dai suoi abituali.

Il koreano 7/03/10 12:49 - 44 commenti

I gusti di Il koreano

Suo penultimo lavoro, rappresenta appieno le doti recitative di un inedito John Belushi, questa volta impegnato in quel tipo di commedia brillante che avrebbe spopolato per tutto il decennio (senza privarsi naturalmente della mimica e di alcuni isterismi che l'hanno reso famoso). In conclusione, un film che, attori a parte, non porta niente di nuovo al genere.

Rambo90 10/10/12 02:01 - 6670 commenti

I gusti di Rambo90

Film insolito per Belushi, una commedia sentimentale in piena regola, con tanto di soluzioni un po' scontate. Ma l'interpretazione di John è davvero sorprendente, misurata e controllata come non ci si aspetterebbe dallo scatenato Bluto di Animal House; la Brown inoltre è la spalla giusta. Piacevole, con il rimpianto di sapere cos'altro avrebbe potuto regalarci Belushi se fosse ancora fra noi.

Galbo 1/02/13 10:48 - 11574 commenti

I gusti di Galbo

Regista versatile che ha attraversato diversi generi, Michael Apted è autore di questa piacevole commedia che vede impegnato un bravissimo John Belushi in un ruolo un pò diverso dal solito. Si potrebbe definire una commedia dalla forte venatura ecologista, ma si tratta anche di una storia sentimentale che evita la retorica e ha il pregio di un'ambientazione davvero suggestiva, ben sfruttata dal regista. Gradevole.

Furetto60 20/02/14 18:34 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Fiacca commedia per il compianto Belushi; non per suo demerito (appare evidente come regga quasi da solo l'intera baracca), quanto per una sceneggiatura che solo nella parte finale rivela qualche momento divertente (comunque poca roba). L'appassionata ornitologa non pare credibile e tutta la parte montanara, decisamente la più lunga, è piuttosto noiosa.

Buiomega71 6/02/15 18:43 - 2372 commenti

I gusti di Buiomega71

Commedia sentimentale con un flebile innesto da "thriller" (gli agguati a Belushi, il pestaggio e l'appartamento fatto esplodere) con un Belushi contenuto e location montanare mozzafiato. Però, presto, il film si fa ingolfare da momenti quasi da sitcom (le schermagliette con Blair Brown), da sottotrame fastidiose sulla corruzione, da una patina sdolcinata da Baci Perugina e dalle (noiose) escursioni montagnole. Di Apted rimane ben poco; giusto la figura dell'ornitologa pre-Dian Fossey di Gorilla nella nebbia e la coppia "isolata" che ricorda Triplo eco. Passabile, ma senza particolari guizzi.
MEMORABILE: L'incontro tra il puma e Belushi; Belushi che accompagna la Brown nella sua "avventura cittadina"; Il primo incontro tra i due.

Val Avery HA RECITATO ANCHE IN...

Paulaster 24/04/15 17:26 - 3064 commenti

I gusti di Paulaster

Belushi epicentro di una commedia sentimentale ricca di buoni sentimenti: ambientalista, anti-corruzione, matrimonio e baci al vento. Si aspetta sempre il guizzo, la battuta brillante o la mimica dell’attore; il resto resta fiacco (anche per un uso limitato delle musiche a supporto). Buone immagini montane in contrapposizione alla dura metropoli e regìa che fa il suo dovere; ma resta in superficie, quasi come un tributo.

Myvincent 30/12/19 08:08 - 2764 commenti

I gusti di Myvincent

Un giornalista scomodo viene spedito sulle Montagne Rocciose per un'intervista a una celebre ornitologa ma non saranno rose e fiori fra loro, almeno inizialmente. Commedia pittoresca votata al sentimentale, si arricchisce e prende forma solo per le smorfie e la presenza di John Belushi, più maschera comica che mai. Il resto diverte e fa sognare di un mondo migliore, lontano da intossicazioni e veleni della nostra civiltà occidentale.

Bruce 12/04/20 18:56 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Il soggetto è di Lawrence Kasdan e si vede perché è ben scritto; anche il regista è uno che ci sa fare: riesce a dare un bel ritmo evitando inutili lungaggini e a contenere l'esplosività comica di John Belushi, qui funzionale alla riuscita della commedia e capace di far ridere ma anche di mostrare un lato più tenero e introspettivo del proprio carattere. Brava la protagonista femminile. Una pellicola originale, piacevole e delicata. Assolutamente da rivalutare.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Harrylime • 28/12/09 22:31
    Galoppino - 7 interventi
    lo trovate su etichetta Universal e la fascetta dice 99 minuti, ma cercando su imdb lo danno 103 min. che l'abbiano tagliato? per la qualità audio/ video non mi sembra ci sia nulla di opinabile ma gli extra gli extra dove state?
    Ultima modifica: 28/12/09 22:37 da Harrylime
  • Homevideo Zender • 29/12/09 09:30
    Consigliere - 44329 interventi
    Per film del genere gli extra son sempre un optional non compreso. Non me li sarei mai aspettati qui... Bene comunque che la qualita audio video. E gia molto.
  • Curiosità Buiomega71 • 3/05/17 20:21
    Pianificazione e progetti - 22535 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (Ciclo: "Drive out", domenica 12 ottobre 1986) di Chiamami aquila: