Certo certissimo... anzi probabile

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/04/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 14/04/07 01:13 - 4671 commenti

I gusti di B. Legnani

La monotonia fatta film italiano. Non basta avere come titolo un paradosso di Flaiano e come soggetto un racconto della Maraini (rovinosa regista del rovinosissimo L'amore coniugale) per fare un film. A peggiorare le cose ci si mettono la Cardinale e la Spaak, che parlano con la loro voce cantilenante, rendendo un film fiacco, che già di suo dura due ore, addirittura interminabile. Risate: zero. Sorrisi: rare tracce.

Homesick 22/07/07 18:30 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia incentrata su una Cardinale molto mediterranea e rauca in cerca di uomini che le vengono puntualmente soffiati dalla più disinibita Spaak; alla fine, si risolve tutto in una moderna apologia della singleness e della libertà di amare chi si vuole, indipendentemente dal suo sesso di appartenenza. Bella carrellata di nomi famosi, ma poco credibile John Phillip Law balbuziente e con accento romano. Troppo lungo e ripetitivo, comunque.

Daidae 11/01/11 23:26 - 2717 commenti

I gusti di Daidae

Alquanto noiosa questa commedia dai tratti "erotici" e drammatici. Lunga come poche, alla fin fine sembra non si capisca dove voglia andare a parare tra storie omosessuali, matrimoni non azzeccati e via dicendo. Monotono; e le belle attrici stavolta non bastano.

Roger 9/08/13 21:58 - 143 commenti

I gusti di Roger

Due ore di toni farseschi (più che comici) per poi virare in nella mestizia pensierosa mi han lasciato perplesso. Forse all'epoca ha funzionato una certa spregiudicatezza dei personaggi che oggi lascia indifferenti, ma resta che il film è piuttosto noioso e squilibrato. Senza contare che la commedia non sembra proprio nelle corde della Cardinale (ma anche la Spaak qui non è granché convincente).

Lucius 22/08/14 10:34 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Incerto, incertissimo, anzi improbabile. Una sceneggiatura prolissa, dialoghi banali e un cast sprecato (l'unica cosa che ho trovato davvero interessante in tutto il film). La vacuità allo stato puro. Fondato se proprio voleva trattare il tema avrebbe dovuto realizzarne un cortometraggio, evitando di sprecare inutilmente metraggi di pellicola. Due finte amiche alla ricerca dell'uomo ideale si innamorano di un uomo più portato a storie con lo stesso sesso. Convenzionale, prevedibile, troppo sottinteso, privo di mordente.

Gabrius79 7/10/14 19:30 - 1183 commenti

I gusti di Gabrius79

Titolo bizzarro per una commediola anni sessanta che fa appena sorridere e nella quale nulla possono le due belle e simpatiche protagoniste Claudia Cardinale e Catherine Spaak, imprigionate da una sceneggiatura priva di mordente. Inoltre la durata di quasi due ore di certo non aiuta a digerire un prodotto di per sé abbastanza scialbo. Musiche orecchiabili.

Saintgifts 20/01/15 17:13 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Forse all'epoca trattare i temi dell'omosessualità e della bisessualità si poteva solo in certi modi; quello scelto in questo film non è dei migliori. Sceneggiatura altalenante tra commedia e "dramma", che costringe gli interpreti a comportamenti che arrivano a essere ridicoli. Peccato, la Cardinale è splendente e la Spaak maliziosa, al contrario del numeroso plotone maschile, completamente spaesato. Il finale, molto da romanzo di appendice, forse vorrebbe significare qualcosa, ma risulta solo stucchevole. Salvabile solo il titolo.

Pessoa 19/05/17 00:00 - 1088 commenti

I gusti di Pessoa

Commedia di costume a due velocità per Fondato, che parla di amicizia fra donne e amore fra uomini, con tutti i luoghi comuni del caso. La prima parte risulta ripetitiva e piuttosto noiosa, ma nel finale la storia prende la sua via su percorsi più originali e si lascia seguire con interesse. Bravissime le due protagoniste, bene anche Lionello, Castelnuovo e il danese Bloch; nella media gli altri. Peccato perché senza alcune lungaggini e con mezz'ora in meno il film sarebbe stato più godibile. Vale comunque una serata, se si ama il genere.
MEMORABILE: "L'amore è l'amore. Di cosa uno si innamora se ne accorge sempre dopo" (Piero/Nino Castelnuovo).

Renato 28/06/20 11:59 - 1512 commenti

I gusti di Renato

Commedia tutta al femminile con la notevole coppia Cardinale-Spaak. Filmetto leggero, abbastanza gradevole e coloratissimo, ma senz'altro troppo lungo per reggere due ore di durata: nella seconda metà il motore perde fatalmente colpi. E anche se il cast è di buon livello, alcuni attori sono sprecati: per esempio ci si chiede che senso abbia chiamare Aldo Giuffré per fargli dire un paio di battute banali in una scena peraltro del tutto pleonastica. La confezione è impeccabile, comunque. Curiosa l'autoironia della Cardinale sulla sua voce.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.