Cauldron of blood

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/01/19 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 10/01/19 00:29 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Giornalista va sulla costa a intervistare un famoso scultore cieco che vive insieme alla moglie manager in una villa. Nel mentre, però, un assassino comincia a falciare gli abitanti (soprattutto belle ragazze) e dentro la casa-museo molti sono i segreti e gli "scheletri" nell'armadio. Divertente horrorazzo che strizza l'occhio alla sexploitation già agli albori. Cast che farà strabuzzare gli occhi agli amanti del cinema di genere (la folle Linfords, Karloff, Aumont giornalista). Bella musica, trama folle, ottime ambientazioni.
MEMORABILE: I folli incubi nazi della Lindfors; Il finale; Gli omicidi proto-argentiani; Il basamento; La pendola; Il pozzo.

Trivex 5/02/19 08:42 - 1508 commenti

I gusti di Trivex

Gode dell'atmosfera di Torremolinos e la sfrutta abilmente. Ma il sole e il mare sono spesso obnubilati dalla luce nera della morte, trasmessa anche fisicamente da nuvole nere che annunciano tempesta! Tra balli, ubriachi cronici, fotografi patinati e belle donne in giro, il film può appassionare lo spettatore "di genere" ma anche annoiare - e non poco - il moderno "mainstream". Sesso estremamente contenuto e violenza solo accennata, anche se non mancano punte di provocazione, per il suo tempo, che risulteranno gradite allo specialista di questo tipo di cinema.
MEMORABILE: Il seno "malandrino"che spunta dalla vasca da bagno; Il tipo sempre ubriaco e le sue espressioni con il bicchiere in mano; La freccetta sulla tempia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ciavazzaro • 10/01/19 00:42
    Scrivano - 5612 interventi
    Ormai la Sexploitation comincia ad imperversare ed ecco che questa produzione Usa/Spagna ci offre una bella produzione, molto folle.

    Il giornalista Claude va in una piccola cittadina costiera spagnola per intervistare il famoso scultore Franz Badulescu che vive in una casa-museo insieme alla moglie/manager Tania.
    Nel mentre però un assassino guantato sfoltisce e fa sparire i corpi degli abitanti (soprattutto le belle ragazze) del posto.
    Potrà il nostro giornalista scoprire l'arcano e salvare la fidanzata ?
    Anche perchè in casa Badescu i segreti e gli scheletri negli armadi sono molti...

    Molto divertente, abbiamo una fusione tra il giallo all'italiana (con assassino guantato e il meccanismo del whodunit) e il classico horror scienziati pazzi e affini.

    Come già detto non mancano però accenni sexploitation quali lesbismo e belle figliole.

    Deliziosamente delirante (vedi il folle incubo nazi della Lindfors), ha anche alcuni effettacci di sangue in alcuni sequenze.

    Cast che farà la gioia dell'amante del cinema di genere delle magiche decadi 60's-70's.
    Boris Karloff scultore cieco ottimo come sempre (le scene d'azione le girò senza controfigura nonostante la salute malandata), il piatto forte poi è la folla moglie una scatenata Viveca Lindfors.
    Il buon Jean Pierre Aumont (non solo frequentatore del cinema europeo e hollywoodiano, ma anche del nostro cinema di genere, vedi La villa delle anime perdute) è un simpatico protagonista.
    Abbiamo pure altre frequentatrici del cinema thriller/fantastico dell'epoca, come Rosenda Monteros (scomparsa poche settimane fà), Milo Quesada visto in tanti western e altri film horror e la mitica Dyanik Zurakowska una delle regine dell'horror spagnolo con titoli come L'orgia dei morti, L'orgia notturna dei vampiri, e il primo capitolo della saga licantropesca di Paul Naschy: Le notti di Satana.

    Molto belle le ambientazioni, ottima musica.

    Molto divertente, se amate il genere non perdetelo.
  • Discussione Mco • 10/01/19 12:07
    Scrivano - 9687 interventi
    Bel film, mi è sempre piaciuto nella sua bizzarria, Mauro. Ma quando c'è di mezzo Karloff non sono obiettivo, data la mia venerazione... :-)
    Ps il film è uscito anche da noi con il titolo Il collezionista di cadaveri(per la Sinister).
    Ultima modifica: 10/01/19 12:10 da Mco
  • Discussione Digital • 10/01/19 12:38
    Segretario - 3059 interventi
    Ottima disamina, bravo Ciavaz!
  • Discussione Ciavazzaro • 10/01/19 16:18
    Scrivano - 5612 interventi
    Questo non lo sapevo, ma quindi col doppiaggio d'epoca ?, ottimo !

    Tra l'altro le due versioni americana e spagnola hanno molte differenze tra di loro, che riporterò nella sezione homevideo.