Camp hope

Media utenti
Titolo originale: Camp hope
Anno: 2010
Genere: horror (colore)
Note: Reintitolato "Camp hell".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/09/10 DAL BENEMERITO BRAINIAC
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Brainiac 28/09/10 19:14 - 1082 commenti

I gusti di Brainiac

L'imberbe Tommy arriva a Camp hope con la "speranza" di gratificare ben più dello spirito. Peccato che il camping sia piantonato da cristiani-ortodossi, che fustigandone i pruriti ne amplificano (complici autoindotte-overdosi dantesche) le visioni demoniaco-repressive. Anatema su di te! VanBuskirk, che graziato da cotanto altare orrorifico finisci per servire il rito psicotico, asserragliandoti in odi anti-fondamentaliste e mandando a benedire gli assist profani dello script, che avevi pure scritto tu, deo gratias. American pientity: dì quattro Ave Maria.

Greymouser 26/03/11 21:43 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Tutto sommato, non è brutto questo film che affronta - pur senza usare la necessaria cattiveria - il tema delle comunità fondamentaliste cristiane, in cui il candeggio totale delle menti, soprattutto giovani, produce mostri terribili senza bisogno di scomodare il soprannaturale. Il regista ci lascia saggiamente nel dubbio, se considerare le visioni del ragazzo come semplici turbamenti indotti dalla certosina autoflagellazione indotta dalla colpevolizzazione della propria ingenua sessualità, o qualcosa di più. Non esaltante ma guardabile.

Gestarsh99 14/01/12 14:59 - 1310 commenti

I gusti di Gestarsh99

Indefinibile dramma psico-socio-catto-orrorifico ambientato in un ritiro spirituale giovanile tutto preghiere, canti, balli e Decalogo. Non si capisce se il busillis sia l'educazione alla fede troppo restrittiva e fondamentalista o il travaglio interiore di un'adolescenza disturbata, fatto sta che VanBuskirk gira un qualcosa al di là delle proprie possibilità. La trattazione è nebulosa, confusa, stereotipata e al limite del delirante involontario, complici un livello interpretativo a malapena sufficiente, un montaggio scrauso e dei dialoghi da mani nei capelli. Insensatissimo.
MEMORABILE: Gli scricchiolii e gli sgranocchiamenti demoniaci di sottofondo che accompagnano le risibili manifestazioni paranormali...

Corinne 4/04/12 22:45 - 400 commenti

I gusti di Corinne

Funziona discretamente sul piano del dramma e della rappresentazione dell'allucinante (in tutti i sensi) "Camp Hope" del titolo, campo estivo per giovani fondamentalisti cristiani. Maluccio come horror (le apparizioni demoniache, sciatte e risibili) e il dubbio su quanto accade veramente nel finale non inquieta neanche un po'.

Schramm 30/10/15 14:28 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

La religione fonte del Male: il concentrazionarismo del monoteismo assolutista che schiaccia il libero arbitrio sotto le presse di colpa, peccato, volontà divina, redenzione e spauracchio delle trombe del giudizio. Non si capisce bene da che parte voglia dirigersi la pellicola, sparsa tra incursioni orrorifiche d’accatto e una setta alla Jim Jones che, con quel pizzico di nequizia portata alle estreme conseguenze, avrebbe potuto essere il vero asse perturbante di un film tutto sommato dalle parti dell’essere una nullità con riporto di spernacchiabile finale al cui confronto Quackula è Friedkin.

Rufus68 6/07/19 22:27 - 3015 commenti

I gusti di Rufus68

Non male, almeno a livello narrativo, questa fantasia multiforme, apparentemente indecisa tra repressione morale, ansia di libertà individuale e manifestazione del male. Quando il film non sembra risolversi in una precisa direzione allora funziona, quando getta la maschera (negli ultimi dieci minuti) diviene un pamphlet antireligioso come tanti. Certe soluzioni stilistiche e visive paiono interessanti (i rumori di fondo) poiché mai debordanti o pacchiane anche se vengono giocate con ingenuità. Discreto il cast.

Ryo 30/04/20 18:04 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Dovrebbe essere un horror, ma benché il tema trattato risulti piuttosto fastidioso, non è un film che riesce a incutere timore. Il senso di colpa sembra essere il sentimento predominante suscitato in molti personaggi a causa della partecipazione alla religione e forse il film potrebbe smuovere qualcosa in tal senso in persone intrappolate forzatamente in qualche culto. Si descrivono accuratamente i modi in cui i giovani vengono trattati mentre vengono indottrinati, ma la trama è piuttosto insignificante e poco interessante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gestarsh99 • 14/01/12 15:11
    Scrivano - 13797 interventi
    Il film è stato reintitolato per mere ragioni floppistiche in modo un po' più accattivante... Camp hell P.S.: Col vecchio titolo i produttori non vogliono aver più nulla a che spartire :(
  • Discussione Zender • 14/01/12 16:25
    Consigliere - 43813 interventi
    Il male ha vinto ancora...
  • Discussione Gestarsh99 • 14/01/12 21:40
    Scrivano - 13797 interventi
    Nel senso che è un film andato a male :D
  • Discussione Corinne • 4/04/12 22:47
    Servizio caffè - 85 interventi
    Peccato, perchè CAMP HOPE, imho, rendeva meglio, senza richiami ad un horror che di fatto non c'è.