Berretti verdi

Media utenti
Titolo originale: The Green Berets
Anno: 1968
Genere: guerra (colore)
Note: Aka "I berretti verdi".
Numero commenti presenti: 12

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/06/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 28/06/07 00:54 - 4749 commenti

I gusti di B. Legnani

La condanna non è per motivi politici, ma per l'assoluta mediocrità della pellicola, per la sua inverosimiglianza, per la povertà del contesto e per gli interpreti (John Wayne escluso, ovviamente) di mediocre livello. C'è Jim Hutton (Ellery Queen per la televisione). Da vedere più che altro per la curiosità derivante dalle polemiche causate dall'assunto, vale a dire la difesa totale dell'intervento statunitense in Vietnam.

Renato 28/06/07 21:26 - 1580 commenti

I gusti di Renato

Ho visto questo film nel (bieco) intento di farmi quattro risate alle spalle di chi lo aveva pensato e prodotto, sfruttando l'icona della destra americana John Wayne per dare un minimo di credibilità al tutto; devo però dire che ci sono riuscito solo in parte, perché le ingenuità divertenti certo non mancano, ma è la noia di un film lungo ed inerte a prevalere nettamente.

Supercruel 20/10/08 20:10 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Colossale boiata propagandistica che avalla in modo assolutamente imbecille la presenza statunitense nel Vietnam. Se anche si sorvolasse sul nocciolo politico della pellicola, si rimane con un pugno di mosche. È noioso, prolisso, inverosimile, senza alcun gusto nella costruzione della tensione, dell'azione e dello spettacolo. Spazzatura in piena regola.

Belfagor 3/07/09 14:58 - 2625 commenti

I gusti di Belfagor

Perché questo film è finito di volata nella mia Bottom 100? Sarà per gli spudorati intenti di propaganda belligerante di un'aggressione criminale? Sarà perché si tratta del punto più basso dell'altalenante carriera di John Wayne? Sarà per l'incapacità di questo film di causare anche solo una risata da comicità involontaria? Mah, chissà. Più che contro il Vietnam, rappresenta una guerra contro il buon cinema e il buonsenso.
MEMORABILE: Il finale con il sole che tramonta ad est!

Galbo 11/10/09 08:55 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Clamorosamente fazioso e reazionario (forse l'unica pellicola sfacciatamente di parte realizzata sul conflitto in Vietnam), il film entra di diritto nel gruppo del cinema bellico di pura propaganda. Peccato che vi si sia prestato John Wayne, bravo attore dalle sottovalutate sfaccettature. Alcune sequenze (vedi il finale) sono talmente forzate da suscitare un effetto comico involontario. Indifendibile.

Cangaceiro 19/05/10 13:41 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Non si può parlare di apologia della guerra, perché certi passaggi mettono in luce la sofferenza e lo strazio del conflitto bellico. Alla base del film c'è però un clima propagandistico sull'intervento in Vietnam così marcato da far sembrare la pellicola un lungo spot a favore dell'arruolamento (il finale è spudorato in tal senso). Wayne si traveste da Zio Sam e grazie al suo indiscusso carisma il lavoro gli riesce piuttosto bene. L'opera presa senza considerare il contenuto è lenta e poco curata, con lunghe scene di combattimento senza mordente.

Luckyboy65 12/04/10 01:44 - 144 commenti

I gusti di Luckyboy65

Ancora mi chiedo come faceva mia cugina, comunista sfegatata, ad amare questo film. Misteri dell'animo umano. Non è solo un film che andrebbe denunciato all'ONU, all'UNESCO e all'UNICEF. È soprattutto un brutto, bruttissimo film. Un campionario di assurdi stereotipi, di pessime scenografie, di inverosimili situazioni belliche. C'è da sperare che almeno in questo caso la realtà fosse migliore della finzione.

Jurgen77 29/11/12 08:22 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

John Wayne ha investito un sacco in questo film iper patriottico made in Usa. Il risultato finale è debole, anche se ha avuto l'onere e l'onore di cominciare a far pensare gli americani sulla reale necessità di combattere la guerra del Vietnam. Da li in poi seguiranno i vari Apocalipse Now, ecc. con tutt'altri risultati
MEMORABILE: Le scene di elicotteri.

Disorder 6/02/13 09:46 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Primo film americano dedicato al conflitto del Vietnam, scritto e diretto da un John Wayne che, in pieno '68, ha la sorprendente ingenuità di proporre un film orgogliosamente patriottico e filo-militarista. Ma al di là di ogni considerazione ideologica, rimane un raro esempio di pressapochismo cinematografico, almeno per quel che riguarda il mondo mainstream. Un pesantissimo film di guerra vecchio stile (sembra girato molto prima degli anni 60) dove tutto è stereotipato e improbabile. Non c'è nemmeno molta azione. Insufficiente.

Rambo90 8/01/14 01:38 - 6394 commenti

I gusti di Rambo90

Pur andando al di là della propaganda e della posizione politica del film, non rimane molto: noioso, con una trama fatta di attacchi e contrattacchi poco interessanti e mal resi dal punto di vista spettacolare, dialoghi deboli e molti attori decisamente fuori posto. Wayne attore si impegna e vale magari una visione, come regista invece lascia molto a desiderare. Il film, inoltre, dà la spiacevole sensazione che il Vietnam sia stato considerato dagli sceneggiatori nient'altro che una passeggiata. Ridicola la morte di Hutton.

Saintgifts 1/02/17 01:36 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Un film su cui pesano molto i commenti a posteriori (anche se le polemiche negli Usa cominciarono subito dopo l'uscita). Successivamente, alcune ottime opere che hanno raccontato il conflitto in Vietnam in modo più obiettivo hanno dato il colpo di grazia a prodotti come questo. È senz'altro un film di guerra vecchio stampo, per certi versi assomiglia ai western (prima dello spartiacque Soldato blu) che ci dicevano senza mezze misure come i bianchi erano buoni e gli indiani cattivi; e anche li c'era John Wayne. Film mediocre e politicamente molto discutibile.
MEMORABILE: Il modo in cui viene recuperato, dall'aereo, il generale vietcong.

Nicola81 19/01/20 21:59 - 1980 commenti

I gusti di Nicola81

È stato il primo film sul conflitto in Vietnam, ma altri meriti non ne ha. Maldestro nelle sequenze belliche, imbarazzante nella propaganda filo-americana (ma in questo non dissimile da Clint Eastwood con il suo American sniper). Fosse stato girato durante il maccartismo almeno avrebbe potuto invocare le attenuanti generiche, ma in pieno '68 risulta ancora più ridicolo. Anche gli attori risultano mediocri, a parte naturalmente John Wayne, ma vederlo impegnato in una simile operazione, pur conoscendo le sue idee politiche, mette ancora più tristezza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Columbo • 12/01/11 19:00
    Magazziniere - 1102 interventi
    Nell'attuale pubblicità di una nota marca di elettronica ho rivisto finalmente un altro "mito" degli anni '60, George Takei, classe 1937:



    noto a tutti gli appassionati di fantascienza come "Signor SULU" nella serie storica di Star Trek (1966-69 più vari film degli anni '70-'80):



    e che prese parte, come sappiamo, a questa ciofeca di Wayne:

  • Discussione Cangaceiro • 13/01/11 14:22
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Columbo ebbe a dire:
    Nell'attuale pubblicità di una nota marca di elettronica ho rivisto finalmente un altro "mito" degli anni '60, George Takei, classe 1937:



    noto a tutti gli appassionati di fantascienza come "Signor SULU" nella serie storica di Star Trek (1966-69 più vari film degli anni '70-'80):



    e che prese parte, come sappiamo, a questa ciofeca di Wayne:


    Compare anche nel recente Zohan - Tutte le donne vengono al pettine, in un breve cameo nella parte di un gay.
  • Discussione Caesars • 28/03/11 15:22
    Scrivano - 11012 interventi
    Anche per me il titolo italiano è sempre stato "Berretti verdi" (come giustamente è intitolata la scheda), però vedo con grande stupore che il sito di filmtv lo chiama "I berretti verdi" e riporta anche una locandina con tale titolo.

    Forse varrebbe la pena di metterlo come aka.
  • Musiche Lucius • 27/03/12 21:15
    Scrivano - 8319 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri italiano (soundtrack del maestro Ennio Morricone):

    Ultima modifica: 28/03/12 08:06 da Zender
  • Musiche Zender • 28/03/12 14:06
    Consigliere - 43613 interventi
    Altro capolavoro, questa copertina! Grande Lucius!
  • Musiche Lucius • 28/03/12 21:14
    Scrivano - 8319 interventi
    Grazie mille Zender!