Berlin Alexanderplatz (14 puntate)

Media utenti
Titolo originale: Berlin Alexanderplatz
Anno: 1980
Genere: fiction (colore)
Note: Film tv composto da tredici parti più un epilogo.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/06/10 DAL BENEMERITO PINHEAD80
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pinhead80 2/06/10 12:27 - 4041 commenti

I gusti di Pinhead80

Franz Biberkof, un magnaccia assassino della sua protetta, esce di prigione deciso a non ripetere più gli errori del passato. Ma a sue spese capirà che reinserirsi nella società sarà cosa tutt'altro che semplice. Fassbinder riesce in questa monumentale opera ad esprimere appieno il male di vivere in tutte le sue sfaccettature. E lo fa utilizzando quei soggetti che, dalla vita, sono segnati da un marchio indelebile.

Rebis 22/03/13 12:06 - 2099 commenti

I gusti di Rebis

Fassbinder adatta il romanzo di Döblin pagina per pagina, inquadratura per inquadratura, sincretizzando cinema, tv, teatro e letteratura; stratifica febbrilmente voci, percezioni, cartelli, tracce sonore e luci in una densità narrativa tanto vertiginosa quanto estenuante. Sullo sfondo della Repubblica di Weimar, scommette su Franz Biberkopf - nel volto di uno straordinario Günter Lamprecht - primitivo, respingente uomo qualunque, la cui palingenesi condurrà lo spettatore ad una disarmante resa verso il suo mondo interiore. Epilogo fluviale, che esonda in due ore di allucinazioni metapsichiche.
MEMORABILE: "Morte di un bambino e nascita di un uomo utilizzabile".

Pigro 22/01/21 09:32 - 8216 commenti

I gusti di Pigro

Trascrizione fluviale (14 puntate!) del romanzo di Döblin che ci porta nella Berlino degli anni 20 e dell’ascesa del nazismo, visti dalla prospettiva dell’uomo qualunque, vittima infinitesimale degli eventi e al tempo stesso humus pronto per la nascente banalità del male. L’impatto con la Storia rimossa ha, nella sensibilità di Fassbinder, il valore di rispecchiamento nella Storia attuale, che insegue in lunghe e quasi claustrofobiche scene interne, con dialoghi e confronti umani. Folgorante l’ultimo episodio dall’ispirazione apocalittica.

Claus Holm HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Pigro • 20/10/10 10:46
    Consigliere avanzato - 1507 interventi
    Sì, incredibile come Fassbinder macinasse regie cinematografiche una dopo l'altra quasi in automatico riuscendo invece a dare a ciascun film un'intensità straordinaria. A parte i suoi più che conclamati capolavori, io trovo magnifico Un anno con 13 lune: la scena del macello è una delle più intimamente strazianti che abbia mai visto. Ma ti consiglio anche il geniale La terza generazione, che è un film sul terrorismo ma come solo Fassbinder poteva concepirlo, e poi naturalmente lo splendido Germania in autunno in cui lui mette in gioco sé stesso in una tensione acutissima tra pubblico e privato proprio a proposito del terrorismo, che trovo potentissimo. Purtroppo di questo film ho visto solo la parte di Fassbinder e non quelle degli altri registi, e così non sono ancora riuscito a commentarlo qui, ma appena possibile... Anzi, mi mancano molti film da commentare, che ho già visto anni fa ma che voglio assolutamente rivedere prima di scriverne.
    Ad ogni modo, sono contento che da queste parti ci sia un altro grande appassionato di Fassbinder.
  • Discussione Zender • 20/10/10 10:51
    Consigliere - 44092 interventi
    Ottimo Pinehead, sostituito, grazie. Intanto copio qui il vecchio commento al primo episodio.

    Commento di Pinehead80 al primo episodio:
    Franz Biberkopf esce di prigione dopo 4 anni per aver assassinato la sua amica Ida che, negli anni della crisi, faceva la vita per lui... Il dramma di Franz viene immortalato da Fassbinder con estrema lucidità nel ripercorrerne il passato, non abbandonando mai il presente. Il protagonista sin da subito si rende conto di quanto sia difficile ricominciare a vivere onestamente. Il male di vivere fassbinderiano, fatto di incomprensione e solitudine, è qui espresso alla sua massima potenza.
    Ultima modifica: 20/10/10 10:52 da Zender
  • Discussione Pinhead80 • 20/10/10 18:49
    Risorse umane - 194 interventi
    Pur nella sua breve vita Fassbinder ha macinato film su film. Recentemente ho visto "Il mercante dele quattro stagioni" e l'ho trovato molto bello (tra l'altro l'ho recensito qualche mesetto fa). Un anno con tredici lune è stupendo, anche se non di facilissima fruizione, visti i rimandi ad episodi legati alla vita del regista (concordo nell'intensità della scena del macello). Inoltre i suoi film sono tra i più snobbati dalle tv (anche quelle a pagamento), con passaggi rari se non nulli. Ricordo che anni fa (ma cominciano ad essere tanti), avevano passato una rassegna su Fassbinder sull'allora tele +, nei canali opzionali cinecinemas 1 e 2. Da li in avanti, come detto in precedenza, poco o nulla. Anche per quanto riguarda Berlin Alexanderplatz, non solo trovare i film (grazie al cofanetto della dolmen!!!), ma anche materiale cartaceo non è impresa così facile.

    X Zender: dalle note al commento generale, quando hai tempo, si dovrebbe togliere la parte con scritto "Questa prima parte è della durata di 80' circa". Grazie a te per quello che fai.
  • Discussione Zender • 20/10/10 19:23
    Consigliere - 44092 interventi
    Vero Pinhead, non li danno quasi mai i film di Fassbinder. Non so se sia questione di diritti o di "scarsa appetibilità" per la massa. Intanto cancellato dalle note, grazie.
  • Musiche Lucius • 31/07/12 11:08
    Scrivano - 8357 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:


    Ultima modifica: 31/07/12 14:37 da Zender
  • Discussione Rebis • 26/09/12 17:48
    Gestione sicurezza - 4294 interventi
    Zender gli episodi sono 14, con durate diverse:

    Ep. 1: 1h;20m, ca.
    Ep. da 2 a 13: 58m cada uno, ca.
    Ep: 14: 1h;50m, ca.
  • Discussione Zender • 26/09/12 18:33
    Consigliere - 44092 interventi
    In realtà nelle note sta scritto che sono 13 episodi più un epilogo. Non so bene cosa possa significare, però 13 + 1 fa 14 appunto. Come mai l'epilogo non viene considerato nelle note un episodio?
  • Discussione Pigro • 26/09/12 18:46
    Consigliere avanzato - 1507 interventi
    Zender ebbe a dire:
    In realtà nelle note sta scritto che sono 13 episodi più un epilogo. Non so bene cosa possa significare, però 13 + 1 fa 14 appunto. Come mai l'epilogo non viene considerato nelle note un episodio?

    Perché nel titolo è chiamato proprio "Un epilogo" e perché ha una durata eccezionale rispetto alle altre, che ne fa una cosa un po' a parte (oltre ad avere uno stile di narrazione parecchio diverso), ma è comunque la quattordicesima puntata.
    Comunque, Rebis ha scritto correttamente: nel titolo va scritto che sono 14 puntate.
    Ultima modifica: 26/09/12 18:47 da Pigro
  • Discussione Pigro • 22/01/21 09:38
    Consigliere avanzato - 1507 interventi
    Zender, scusa se ritorno con la questione del titolo originale. Il titolo originale dell'intero film è "Berlin Alexanderplatz". Quello che c'è attualmente ossia "The punishment begins" è il titolo del solo primo episodio, e per giunta non è neanche originale visto che è in inglese mentre questa serie tv è tedesca (e infatti il titolo originale del primo episodio è "Die Strafe beginnt"). Insomma, per come la si giri, è proprio sbagliato. Quindi come titolo originale va, semplicemente, "Berlin Alexanderplatz".
  • Discussione Zender • 22/01/21 09:59
    Consigliere - 44092 interventi
    A parte che in ogni caso non ci sarebbe nulla di cui scusarsi, non mi pareva avessimo parlato di titolo originale. Comunque d'accordo, lo modifico.