Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/10/16 DAL BENEMERITO VON LEPPE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Von Leppe 4/10/16 19:14 - 1104 commenti

I gusti di Von Leppe

Non siamo certo ai livelli dell'adattamento del 1959, come trama siamo più dalle parti de Il gladiatore. Infatti la storia è semplificata e Giuda Ben Hur, dopo i problemi con i Romani (cattivissimi), si ritrova ben presto alle corse. Alcune riprese sono mosse - inutilmente - e solo nella sequenza della galea riescono bene nell'intento. Altra scena buona è la corsa delle quadrighe, anche se un po' esagerata. Personaggi inconsistenti. Finale pessimo che abbassa di molto la qualità del film.

Piero68 7/06/17 11:00 - 2841 commenti

I gusti di Piero68

Inguardabile remake che ha l'ambizione di riproporre il kolossal forse più famoso di sempre. Eppure nelle poche scene dove Bekmambetov ha la possibilità di liberare l'estro (battaglia navale e corse dei carri) dimostra che la capacità per rileggere il film l'aveva eccome. Ma vuoi per un cast di semisconosciuti non all'altezza, vuoi per una sceneggiatura che snatura il film e lo porta più sui binari del Gladiatore, vuoi per una ricostruzione troppo semplicistica (partendo da una Gerusalemme/Matera inguardabile), il risultato finale è terribile.
MEMORABILE: L'unica scena che vale veramente la visione: la battaglia navale vista attraverso gli occhi di Giuda Ben Hur.

Nando 12/06/17 17:18 - 3572 commenti

I gusti di Nando

Indubbiamente lontanissimo parente della pellicola del 1959 ma comunque dotato di una sua piccola personalità. Forse s'ispira maggiormente a Il gladiatore che alla pellicola omonima. Ben realizzate le scene navali e l'epica corsa delle quadrighe; la mancanza di interpreti noti, eccezion fatta per Freeman, appare lievemente penalizzante ma non lo giudico un cattivo film. Finale buonista e strappalacrime ma d'altronde...

Belfagor 11/02/18 19:36 - 2642 commenti

I gusti di Belfagor

Il remake del film che ha definito il genere kolossal sarebbe stata un'operazione ardua per chiunque, soprattutto al giorno d'oggi e un regista formatosi nel genere fantastico non è stata la scelta più oculata, sebbene Bekmambetov dimostri una certa visionarietà nelle scene più epiche. Penalizzato da una sceneggiatura molto schematica, il film si riscatta in parte grazie a buone interpretazioni: in particolare sorprende il Messala di Toby Kebbell, attore ormai pronto per un ruolo da protagonista.
MEMORABILE: La battaglia navale; La corsa delle quadrighe.

Mco 21/12/18 19:41 - 2209 commenti

I gusti di Mco

Il Ben-Hur 2.0 di Bekmambetov è un inno alla frenesia. Prima le sessioni di voga nella galera a ritmo di tamburo, poi l'esercitazione agli ordini dello sceicco e infine la gara nel Circo. L'adrenalina è figlia di un progetto che tenta di coniugare il vecchio con il nuovo, lasciando inalterato il messaggio di Gesù Cristo, unico vincitore della (e)contesa(e). Il cast è funzionale, Huston fa bene la sua parte, Freeman veste bene i panni del ricco Ilderim e Asbæk convince nel ruolo dell'inflessibile Pilato. Ottima la scelta di Matera.
MEMORABILE: L'affetto di Ben-Hur per il suo cavallo; Gesù che implora Ben-Hur di non reagire.

Rigoletto 6/05/20 11:57 - 1657 commenti

I gusti di Rigoletto

Nella sterminata galassia dei remake sono molti i buchi neri, ma questo Ben-Hur è una stella splendente. È ovvio che il film non pareggia i conti col passato, né in termini di opulenza né di interpretazione; Bekmambetov sa di partire battuto, quindi senza cercare la competizione col capolavoro di Wyler confeziona un prodotto notevole, ampliando elementi trattati embrionalemente nel 1959 senza sacrificare il lato spirituale, anzi, centrandolo nella sua essenzialità. Il finale pecca di una certa faciloneria che lascia più di un dubbio.

Pigro 10/04/21 11:51 - 8477 commenti

I gusti di Pigro

Qui il problema è la sceneggiatura, ovvero la trasformazione di una grande storia epica e morale in racconto sospeso tra sentimenti e pensieri da piccolo telefilm moderno da una parte, e dall’altra trionfo dell’action e dell’esibizionismo spettacolar-muscolare, che si addice alle corde del regista e che forse è il vero scopo dell’altrimenti inutile remake di due capolavori come quelli di Niblo e Wyler (in effetti è buona la battaglia navale, mentre la fatidica corsa aggiunge poco al già visto). Finalone evangelico retorico e inaffrontabile.

Pilou Asbæk HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.