Bedevil - Non installarla

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/07/17 DAL BENEMERITO DUSSO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Dusso 9/07/17 15:47 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Horror che si distingue innanzitutto per lo scarso valore delle location e della fotografia. Non esistono in pratica effetti speciali in digitale ma solamente persone truccate. Si conteranno un paio di spaventi lungo tutto l'arco del film, che si rivela quindi essere in definitiva molto noioso nonché fitto di dialoghi e azioni decisamente poco interessanti.

Ryo 14/07/17 23:33 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Teen horror che sarebbe più adatto definire un tunnel degli orrori, dato che è costantemente e solamente disseminato di jumpscare senza nessuna suspance o terrore psicologico. Peccato perché l'idea era anche simpatica e i trucchi delle creature niente male. E' accostabile alla serie Piccoli brividi, dal momento che fa paura ma non c'è mai niente di esplicito, nessun omicidio si vede mai veramente e non c'è assoluta traccia di sangue. Recitazione insipida, credibilità dei personaggi e delle situazioni.

Mco 20/11/17 12:12 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Juvenile slasher che tenta di lanciare una nuova figura di babau, cavalcando l'onda tecnologica che le nuove generazioni stanno da tempo seguendo. Sembra che il telefonino sia assurto ad appendice meccanica della nostra mano, che non sia nemmeno immaginabile staccarsene e, a maggior ragione, vivere senza. Ed ecco le paure materializzatesi come nelle migliori famiglie jumpscare, tra orsetti di peluche e donne inquietanti. Peccato che manchi quel quid pluris in fase di sceneggiatura in grado di elevarsi dall'ordinarietà. Per smanettoni.
MEMORABILE: L'incipit con la Zall che scende le scale a piedi nudi prima di essere... spaventata!

Fedeerra 26/11/17 03:44 - 433 commenti

I gusti di Fedeerra

Si parte da un soggetto per teenager, si passa poi a una sceneggiatura che ha più buchi di un cratere e concludiamo il tutto con la realizzazione di un film piatto e narrativamente di una bruttezza sconfortante. Un'ora e mezzo di soli jumpscare che equivalgono a un'ora e mezzo di sbadigli. Fotografia videoclippara, attori mono espressivi e un totale abbandono di ritmo, suspense e orrore. Avrebbe voluto essere forse una metafora sull'alineazione cybernetica giovanile, invece è solo il nulla.

Pesten 24/12/17 18:12 - 639 commenti

I gusti di Pesten

Nuovo horror che guarda al tema della telefonia mobile e annessi. La trama è a dir poco sempliciotta, i personaggi altrettanto e la recitazione va di pari passo. Di sussulti se ne ricordano pochissimi, o forse non se ne ricordano proprio, per colpa di uno svolgimento sterile e che non riesce neanche a sfruttare i dettagli classici del genere. Per fortuna non sono stati usati effetti tecnologici come in altre pellicole moderne, altrimenti il disastro sarebbe stato ancora più ampio.

Hackett 27/12/17 09:26 - 1728 commenti

I gusti di Hackett

Horror guardabile senza entusiasmi, che ripropone l'ennesima mattanza di giovani stroncati nell'età della spensieratezza. Nota di merito e unico arco alla freccia di una sceneggiatura molto prevedibile, l'utilizzo del mezzo tecnologico, che vede questa volta come veicolo d'infezione le ormai familiari e invadenti entità virtuali presenti nei telefoni. Troppo spaventi facili, poca personalità. Un horror mordi e fuggi.

Pumpkh75 5/02/18 16:31 - 1326 commenti

I gusti di Pumpkh75

Sconcertante per chi lo ha girato e per chi lo vede: i baldi virgulti protagonisti si spendono in dialoghi che al confronto Alex & co pare un convivio di filosofi e il sangue è un miraggio sostituito da una raffica di pretestuosi jumpscares vecchi come il cucco. Chi si salva? Nessuno, perché anche in regia dormono sonni profondi e la sensazione di aver visto una delle opere più vacue, monotone e seccanti di sempre diventa rassegnazione dinanzi a un finale decisamente sciocco. Di inenarrabile bruttezza.

Maxx g 9/08/18 22:04 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Poteva mancare il cellulare nell'horror? Certo che no, e come non sfruttare l'occasione di una app malefica? La tensione c'è e ci sta tutta, ma francamente alcune trovate (l'orsacchiotto che parla, peraltro brutto) sanno di stucchevole. La recitazione è meno peggio di tanti film di genere giovanilistico, ma siamo anche stanchi di vedere clown e cadaveri in decomposizione che inseguono i ragazzi di turno. Merita una visione ma senza attendersi chissà cosa.
MEMORABILE: L'inizio del film; Il finale.

Pinhead80 6/08/19 15:48 - 3969 commenti

I gusti di Pinhead80

Un gruppo di ragazzi viene invitato dal cellulare di una loro amica defunta a installare un'applicazione sullo smartphone. Sarà l'inizio di un vero e proprio incubo. Horror sorprendente che non è la solita mattanza di ragazzi ingenui alle prese con il demone di turno, ma piuttosto una carrellata di situazioni paurose che vanno in crescendo. Si salta continuamente sulla sedia dallo spavento e non è cosa da poco, considerando la sceneggiatura molto semplice. Da vedere di sera, al buio...

Lupus73 23/03/20 13:42 - 638 commenti

I gusti di Lupus73

Ottimo soggetto che traspone in horror la dipendenza e altri effetti della tecnologia moderna sugli esseri umani. La metafora è l'app per smartphone paragonabile a una tavola ouja come mezzo/porta per forze sovrannaturali che prendono possesso dell'animo umano. Peccato che la realizzazione non sia altrettanto brillante e usi un canovaccio canonico e sfruttatissimo nel genere: spaventi improvvisi (che non spaventano), mostri ectoplasmatici tra Ghostbusters e The ring. Il risultato è un teen horror piuttosto blando che tende ad annoiare.
MEMORABILE: La biondina verso la fine: "Sembra il set perfetto di un brutto film horror in cui tutti muoiono".

Gabigol 19/09/20 11:32 - 417 commenti

I gusti di Gabigol

L'idea di una app che si configura come portale per un essere demoniaco è simpatica, ancorché forse un po' illogica in relazione alla manifestazione del sovrannaturale (perché la limitazione di una app, se l'entità è quasi onnipotente?). È un peccato che il film, tra un cast che include attori monoespressivi e ingenuità di script francamente evitabili nel 2016, proponga un canovaccio granitico negli stilemi che hanno disintegrato il cinema americano degli ultimi venti anni. Costruzione della tensione assente, con abuso di jumpscares; qualche scivolone di troppo della CGI.
MEMORABILE: L'incipit, che parte in maniera abbastanza inquietante; La scena trash dell'orsacchiotto.

Anthonyvm 24/10/20 15:36 - 2028 commenti

I gusti di Anthonyvm

Fra i tanti filmetti pseudo-Blumhouse questo è uno dei più imbarazzanti, ma pure uno dei più divertenti, se si è in vena di "so bad it's good". L'idea di un'app mortale poteva dare adito a sviluppi curiosi (fra privacy e cyberstalking, di temi da sfruttare ce n'erano), invece i registi optano per una risaputissima storiella fra Nightmare, Ouija e gli horror kinghiani, con un villain che pare l'incrocio di Slender man e Pennywise (la parentesi clownesca, con tanto di palloncini, è una specie di plagio). Zero sangue, jumpscare (mai efficaci) a manetta, cliché a iosa. Meglio riderci su.
MEMORABILE: Il demone col farfallino sotto forma di poliziotto tormenta il ragazzo di colore; Il ridicolo orsacchiotto assassino; Il mostro con occhioni gialli.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.