LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/04/08 DAL BENEMERITO MASCHERATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mascherato 30/04/08 07:14 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

L'ambizione antonioniana di Carlos Reygadas crolla sotto il peso di una noia decisamente insostenibile, tra lunghi piani sequenza privi di dialogo (ed anche di senso, nell'economia narrativa) e passaggi irrisolti (Ana è figlia di un generale? Perché si prostituisce? Perché Marcos e la moglie hanno rapito un bambino?). Un viaggio desolante in un Messico smarrito, tra povertà e mito, ricchezza ed assenza di prospettiva. Meglio, allora, un Eden in cui farsi praticare una fellatio (!).
MEMORABILE: La panoramica sui palazzi (à la Professione Reporter) che parte da Ana e Marco e torna su loro ad amplesso consumato.

Schramm 19/05/08 12:08 - 2486 commenti

I gusti di Schramm

Il solito film scandalo che non scandalizza, e quel che è peggio si crogiola nel velleitarismo non riuscendo a parare in nessuna rete. Chili di noia al minuto, protagonisti espressivi quanto una piastrella e stessa profondità introspettiva di una pozzanghera. In buona sostanza, una di quelle inutili porcherie che ti fanno maledire di essere spettatore.

Lucius 23/08/10 21:11 - 2827 commenti

I gusti di Lucius

Ambizioso pretenzioso ma soprattutto con nudi indecenti (non senza decenza, ma indecenti nel senso peggiore). Un film che è erotico solo nelle intenzioni ma che si rivela sporco e fastidioso. Fu molto acclamato ma credo che le sue potenzialità le abbia perse per via di un cast disgustoso fisicamente (salvando la protagonista). Le poche speranze dello spettatore si rivelano false quando ci si accerta che tra le due fellatio con cui l'opera inizia e finisce, non c'è nulla di più.

Luchi78 1/02/11 15:13 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Di difficile interpretazione, soprattutto perché i personaggi non hanno storia e non viene loro dato il giusto spessore. Lo sfondo di Città del Messico con i suoi raduni religiosi di massa e le parate militari, non riesce a dare al film un'impronta di tipo sociale che forse Reygadas voleva sottolineare. Ultimo appunto sull'erotismo: può esistere anche un erotico "non bello" dove l'estetica è la parte meno importante, ma anche questo aspetto del film sembra molto decontestualizzato.

Furetto60 31/03/14 08:27 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Film drammatico pregno di squallore, desolazione e disperazione, ambientato in Messico tra Cancun e Città del Messico. Anche gli interpreti sono desolanti oltre che di rara bruttezza; unica luce Ana, che rifulge come un fiore tra la spazzatura. Molto lento, il film indulge anche troppo su particolari insignificanti ma che servono a evidenziare una perdizione che accompagna anche le piccole cose. Non facile da digerire, comunque coraggioso nella sua assenza di spettacolarità, lascia il segno nella sua lenta sedimentazione.
MEMORABILE: Il folle omicidio; L'orribile amplesso tra Marcos e la moglie.

Giacomovie 17/01/15 15:57 - 1357 commenti

I gusti di Giacomovie

Si intravedono intenzioni analitiche di temi importanti, il modo di realizzarle però lascia perplessi. Il film al suo interno ha momenti silenziosi e statici. Ciò doveva forse far risaltare meglio lo smarrimento di un uomo coinvolto nel rapimento e nella morte di un bambino, ma non vi si riesce. Il pentimento e la ricerca di redenzione che subentrano nell’uomo sono anch’essi rappresentati in modo sommario. L’erotismo esplicito e le scene provocatorie possono in alcuni favorire l’effetto collaterale dell’indigestione. Colonna sonora da ascoltare.

Cotola 15/05/17 00:13 - 7703 commenti

I gusti di Cotola

Difficile, molto difficile capire gli entusiasmi che ha suscitato in alcuni (festival, critici e spettatori comuni) ed i motivi di uno scandalo (per una fellatio in apertura ed una in chiusura che portano a chiedersi: perché?) che mi è sembrato solo presunto e costruito. Resta una rappresentazione abbastanza banale di una società povera, disperata e senza scampo in cui forse l'unica via di fuga è nel sesso. Il tutto affogato in un mare di (quasi) noia che esprime nulla o poco altro. E' dura anche empatizzare con i protagonisti.

Pinhead80 18/05/17 20:47 - 4038 commenti

I gusti di Pinhead80

Sotto questo cielo messicano dove tutto è caotico e rumoroso, le persone non riescono a comunicare se non con la corporalità. Ecco allora che la colpa per gli atroci crimini commessi può essere espiata abbandonandosi ai piaceri della carne e redenta da un percorso di fede che sia accompagnato dal dolore fisico. Tutta l'atmosfera è mostruosa e creata ad arte per amplificare il senso di fastidio. I corpi diventano l'espressione stessa di una depressione sociale e morale che non ha fine.

Daniela 25/11/20 01:38 - 9847 commenti

I gusti di Daniela

Un autista oppresso (forse) dal rimorso per la morte di un bimbo rapito intreccia una relazione con la figlia del suo capo che si prostituisce per noia... De gustibus e quel che segue ma ci sono pellicole baciate dal plauso della critica per le quali è difficile comprendere tanto entusiasmo. Già dal prologo con la fellatio in bella vista si comprende che il film vuole rappresentare senza filtri lo squallore umano ed ambientale ma lo fa in modo tanto volutamente provocatorio ed anti-empatico da far sospettare si tratti di un'operazione alla "épater la bourgeoisie" fine a se stessa. 

Juan "El Abuelo" Soria HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.