LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Solitamente questo secondo capitolo burtoniano del pipistrello (più personale del primo) viene considerato superiore al suo antecedente. Per l'approccio più maturo, lo scavo dei personaggi, per due “cattivi” (DeVito e la Pfeiffer) che secondo molti forniscono qui una delle loro migliori prove d'attore. Sono opinioni per molti versi condivisibili, ma l'assenza dell'effetto sorpresa (una Gotham City più cupa, splendidamente nevosa, non è però all’altezza della prima, molto più “presente” e visibile), un Michael Keaton ancor più rigido, una sceneggiatura modestissima e costumi ahinoi inferiori (escluso il Pinguino, cui Stan Winston...Leggi tutto ha regalato uno strepitoso make-up) limitano l’impatto del film. Che era cominciato benissimo, con un prologo in puro stile Burton, a metà tra realismo e animazione: la culla del Pinguino gettata nelle fogne. E’ con l’ingresso di un deludente Christopher Walken (con patetica parruccona bionda) e dei teppisti travestiti da clown che la sciatteria nel disegno dei costumi dà la sensazione di un’operazione non del tutto riuscita. E la stessa Michelle Pfeiffer, brava quanto si vuole, è prigioniera di un personaggio stereotipato, che nasce in modo risibile (diventa Catwoman perché legata e morsicata dai gatti) e si muove soprattutto per dare movimento a una storia altrimenti davvero troppo semplice. Come nel primo gli effetti speciali tendono ad accumularsi finendo per assuefare lo spettatore, già rintronato dalla rumorosa colonna sonora di Danny Elfman. Il presunto alone dark è poco palpabile (salvo nelle belle scene sotterranee), DeVito è bravo ma Nicholson è un’altra cosa. Burton dirige confusamente.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 30/03/07 00:04 - 4510 commenti

I gusti di Puppigallo

Ci sono tre motivi per vedere questo film: Batman, (ancora credibile grazie a Michael Keaton), Michelle Pfeiffer (brava nella parte di Cat Woman) e De Vito (perfetto in quella del Pinguino). In più, il tutto è ben confezionato, con dialoghi frizzanti, azione e pochi tempi morti. Se nel primo Batman Nicholson giganteggiava e gigioneggiava, qui De Vito e la Pfeiffer assieme lo eguagliano. P.S.: De Vito che fa il discorso di incoraggiamento nelle fogne ai pinguini armati per motivarli è da Oscar. Bravo anche Walken prima di spingere giù la Pfeiffer. Davvero notevole.
MEMORABILE: Pinguino rapisce il cattivone (Walken) e gli mostra che tutto ciò che lui scarica nelle fogne (pezzi di un ex dipendente compresi), lui lo conserva.

Galbo 30/08/07 21:09 - 11391 commenti

I gusti di Galbo

Per caratteristiche stilistiche e continuità narrativa, Batman returns può essere considerato un tutt'uno con il film predecessore; rispetto a questo, ha in più la mancanza di pause dovute alla "spiegazione" dei personaggi; ha in meno l'assenza di Jack Nicholson, vero mattatore e protagonista assoluto (più dello stesso Batman) del primo episodio. Restano comunque la fantastiche scenografie (la città di Gotham, il mondo dei pinguini), la carismatica presenza del villain Danny De Vito, la presenza di Catwoman-Pfeiffer.

Red Dragon 20/01/08 11:14 - 125 commenti

I gusti di Red Dragon

In molti acclamano questo ritorno come superiore al primo episodio. Idea condivisibile, perché questo è più articolato, più ricco, più ostico anche nella storia da presentare, ma io scelgo il primo. Forse sono proprio la ricchezza di una nuova Gotham, la presenza di tre personaggi cardine da dipanare, l'esercito di pinguini (veri, robot e digitali, ottimo lavoro sinergico del team), il tutto unito allo straordinario e debordante genio visivo di Burton a rendere il film un po' troppo denso. Ottimi DeVito e Pfeiffer, grandi effetti ma film un po' "sovraccarico".
MEMORABILE: "...Non ti toccherei nemmeno per graffiarti..." (Catwoman al Pinguino).

Gugly 26/01/08 19:42 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Film, a mio gradimento, più bello del primo: qui Burton scatena le sue idee in fatto di musica, scenografia e soprattutto tratta il tema a lui prediletto dei negletti, degli anormali isolati per qualche mostruosità, ma (forse) belli dentro. La Pfeiffer è bellissima, Walken geniale nella sua stupida cattiveria. Peccato che come al soltio il protagonista finisca sotto tono.
MEMORABILE: La trasformazione di Catwoman.

Cotola 16/02/08 20:25 - 7532 commenti

I gusti di Cotola

Tre anni dopo il primo capitolo Burton si cimenta nuovamente con uno dei fumetti più famosi di sempre di cui, grazie al suo straordinario ed indiscusso talento visivo, riesce a restituirci appieno ambientazioni (gotiche), situazioni, colori (foschi) e personaggi che sono tra i meglio caratterizzati di sempre e soprattutto rispondenti alle strisce di Bob Kane. Non tutto è perfetto, specie nella sceneggiatura, ma in generale non delude. Non certo un filmetto per bambocci.

Ciavazzaro 13/05/08 14:53 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Secondo capitolo della saga del nostro pipistrello Batman. La regia rimane del bravo Tim Burton mentre Batman è di nuovo Michael Keaton. Per la gioia degli appassionati invece i nemici aumentano: una sensuale Michelle Pfeiffer nei panni di Catwoman, un convincente Danny De Vito alias il pinguino. Ottima l'atmosfera gotica che si respira per tutta la durata.

Lovejoy 14/05/08 16:43 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Superiore al precedente capitolo per: storia; personaggi (magnifico il pinguino che il grande Danny De Vito rinterpreta con assoluta maestria), scenografie e colonna sonora. Tim Burton realizza uno dei suoi indiscutibili capolavori, che neanche la recitazione monocorde di Keaton, ancora una volta fuori parte, riesce a rovinare. Il già citato De Vito, una splendida Pfeiffer e un mostruoso Walken, lo sovrastano ampiamente. Bella la colonna sonora.
MEMORABILE: L'entrata in scena di Pinguino; il finale.

Herrkinski 3/12/08 19:11 - 5148 commenti

I gusti di Herrkinski

Il sequel dell'ottimo Batman è nuovamente affidato a Burton e proprio per questo ne mantiene l'inconfondibile tocco. La realizzazione è sempre sontuosa e le scenografie invernali di Gotham City sono spettacolari, ma qualcosa manca in questo sequel: sarà che il Pinguino (un bravo De Vito) o Catwoman (la discreta Pfeiffer) non hanno il carisma manicomiale del Joker di Nicholson, o che mancano i momenti ironici che alleggerivano la vicenda nel primo episodio. Qui è tutto eccessivamente cupo e malinconico, forse più Burton ma meno godibile.

124c 24/12/08 16:51 - 2772 commenti

I gusti di 124c

Più che una pellicola di Batman, questo sequel è un film di Tim Burton che ignora quasi del tutto il prototipo. Il Pinguino freak di Danny de Vito e la Catwoman zombi di Michelle Pfeiffer, però, sono cine-maschere che restano impresse nella memoria comune. Colpisce anche la nuova Gotham city natalizia ed irreale, come la totale assenza di mafiosi e gangsters. Non è il capolavoro che molti decantano, ma è un buon film, che si fregia di un Micheal Keaton ancor più solitario e cupo del film precedente e di un Christopher Walken burattinaio.
MEMORABILE: Il Pinguino ai pinguini: "La liberazione di Gotham è appena cominciata, avanti... Marsh!"

Giacomovie 3/10/09 23:57 - 1350 commenti

I gusti di Giacomovie

Accettabile sequel che deve molto del suo successo alla grande interpretazione di De Vito nei panni del Pinguino, nella quale ha saputo pareggiare la bravura di Nicholson per il suo di Joker nel primo film. Non manca la fantasia e la Pfeiffer è bella e brava, ma il film scorre senza lasciare grosse tracce di sè. La colonna sonora ha qualche coinvolgente brano orchestrale. **1/2

Belfagor 31/01/10 11:01 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Un buon film, anche se gli preferisco il primo per l'organizzazione e l'organicità. Rimangono comunque tanti punti a favore: la solita, ottima ambientazione tenebrosa di Gotham, Keaton più in parte e tre ottimi cattivi che comunque gli rubano la scena. Walken è davvero inquietante e la Pfeiffer è bella e pericolosa, ma è DeVito il mattatore di questo capitolo, con una cattiveria teatrale, a tratti poetica, indubbiamente ispirata ai freaks. ***

Luchi78 23/06/10 14:56 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Non mi è mai piaciuto questo sequel di Batman: Keaton sembra succube di una sceneggiatura piuttosto fiacca che non mette in risalto il suo personaggio, al contrario del Pinguino che diventa il protagonista (quasi come Joker nel primo Batman). Catwoman assolutamente da evitare, forse più per colpa della Pfeiffer che sembra proprio non adatta al ruolo. Salvataggio in extremis per merito della regia di Burton.

Darkknight 16/08/10 20:36 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Forse il miglior cinecomic degli anni ’90 (insieme a Ilcorvo): Burton smorza la componente action noir del fumetto e amplifica quella fantastica, creando la sua solita fiaba su tre diversi condannati alla solitudine dalla loro diversità (la deformità fisica come per il Pinguino, o la doppia personalità come per Batman e Catwoman), come fosse la versione cattiva di Edward mani di forbice. Visivamente splendido, con una trama un po’ lenta, ma riscattata da mille trovate. Ottimo Walken in versione mefistofelico affarista.
MEMORABILE: L'esercito di pinguini, la paperella gigante, le musiche di Danny Elfman.

Tyus23 20/12/10 15:13 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

È evidente che in questo secondo capitolo Burton ha la mano più libera e un senso fiabesco, tipicamente burtoniano e qui accresciuto dall'ambientazione natalizia, pervade molte scene mettendo la narrazione in secondo piano in favore dell'estetismo "gotico" delle immagini. Molto buona è la caratterizzazione dei "cattivi" (mentre il personaggio di Batman resta spesso in secondo piano) ma il punto di forza del film è secondo me Danny Elfman, che riempie l'intero film con un superbo commento musicale che si fa tutt'uno con i personaggi. Ottimo.
MEMORABILE: L'incipit, muto, con la nascita del pinguino e la nuova Gotham.

Von Leppe 9/01/12 16:36 - 1029 commenti

I gusti di Von Leppe

Un Batman molto Tim Burton, che riprende le tematiche di Edward mani di forbice adattandole al personaggio del pinguino, che acquista una sua anima da diverso e anche per questo porta rancore verso il mondo; come Catwoman, in bilico tra bene e male, mentre Batman è una figura non invadente, quasi di raccordo. Scenografie tra il gotico e l'espressionismo, molto anni 30 nella ricostruzione di Gotham City. Il clima natalizio e la neve creano l'atmosfera giusta, malgrado alcuni elementi troppo giocattoloni ed esagerati.

Rambo90 31/08/12 23:12 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

All'altezza del capitolo precedente, seppure per molti aspetti diverso. La Gotham di Burton è qui ancora più cupa e dark, carica di atmosfere tenebrose da racconto gotico. Keaton si riconferma perfetto per il ruolo, la Pfeiffer è una Catwoman seducente, Walken è bravo, ma DeVito ruba spesso la scena con la sua straziante e malinconica interpretazione del Pinguino. Bello il molteplice combattimento finale, ottima la colonna sonora.
MEMORABILE: La morte del pinguino.

Piero68 30/01/13 08:40 - 2760 commenti

I gusti di Piero68

Non solo Burton riesce a mantenere i livelli del primo ma, in alcuni casi, migliora persino il prodotto. Merito di un più variegato comparto "cattivi" che consente alla sceneggiatura di essere più ampia. Ma il più cattivo di tutti è proprio l'unico senza poteri, interpretato magistralmente dal solito Walken, caratterista sempre superlativo. Sostituzione della primadonna (Pfeiffer per Basinger) efficace e atmosfere gotiche ancora convincenti. Non c'è più Joker/Nicholson e forse non è un male, visto che con lui di scena sparivano tutti gi altri.
MEMORABILE: Miao!

Myvincent 11/05/13 14:05 - 2558 commenti

I gusti di Myvincent

Molto in linea con il mondo fumettistico di Batman, il film ne è una sua ricca e fastosa elaborazione, corredata da un cast di astri stellari del mondo della celluloide. Il risultato è ovviamente apprezzabile, ma (come spesso in Tim Burton) fin troppo funzionante e perfezionato, laddove l'elemento emotivo e un po' di sana improvvisazione non avrebbero di certo guastato. Alla fine il troppo nausea...

Almicione 14/08/13 02:04 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Leggermente migliore del primo episodio, ma ha gli stessi difetti, nonostante la regia risulti più abile. La scenografia è ben fatta e lo stesso vale per i costumi; il cast non è proprio eccezionale e inoltre perde il contributo dello straordinario Nicholson, sostituito da un DeVito non all'altezza. Tuttavia questo episodio ha dalla sua la comparsa del personaggio di Catwoman, capace di dare un po' di brio a una pellicola non esageratamente avvincente. Comunque niente di imperdibile.

Maxx g 18/10/13 13:57 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Tre anni dopo il primo, indimenticabile episodio, torna Tim Burton per il secondo capitolo. Il regista mette in scena due villain d'eccezione: il Pinguino (interpretato da Danny De Vito e mai più riproposto) e Catwoman (interpretata da una conturbante Michelle Pfeiffer e riproposta in un pessimo film con Halle Berry), con l'aggiunta di Max Schreck (Cristopher Walken, omaggio all'attore di Nosferatu). Se le atmosfere cupe reggono come nel primo, rispetto alla pellicola del 1989 manca però un'aspetto importante: il momento leggero, il sorriso.

Lupoprezzo 9/02/14 02:24 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Meraviglioso giocattolone dal gusto circense e goliardico. Lo stile gotico di Burton si sposa con la figura del pipistrello; gli omaggi cinematografici si sprecano (ma anche biblici) e la galleria di presenze solitarie e dannate colpisce nel segno. Lontano (così pare) dal pipistrello del fumetto? Beh, chissenefrega. La goduria cinefila che il buon Burton regala non ha eguali e le trasfigurazioni dei personaggi convincono. Mitico Danny De Vito nel ruolo del disastrato e abbandonato pinguino; la Pfeiffer, stranita catwoman, precipita di continuo.

Tomastich 16/07/14 12:50 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Ambientato in una Gotham City ancora più vicina alla sensibilità architettonica nazista di Albert Speer, Batman Returns si contraddistingue per una spessissima vena dark, corrosiva e maligna, incanalata nel magnifico personaggio interpretato da Danny DeVito. Batman è quasi di passaggio: arriva al momento giusto, si prende sul serio fino a un certo punto. Ma è il pinguino con il suo esercito pinnato a diventare la summa creativa di questo bellissimo capitolo.

Mutaforme 5/07/15 16:37 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

Visto da ragazzo questo secondo Batman mi aveva davvero entusiasmato. A distanza di oltre 20 anni è ancora buono, ma lo trovo eccessivamente denso (troppi cattivi si sovrappongono rubandosi spazio a vicenda) e anche un po' datato nei temi e nella sceneggiatura. Ottimo il trio di attori protagonisti.
MEMORABILE: "Miao!"

Minitina80 13/05/16 18:08 - 2344 commenti

I gusti di Minitina80

Burton supera se stesso realizzando una delle trasposizioni più riuscite di sempre di un fumetto, oltre che dell’uomo pipistrello. Indovina praticamente tutti i personaggi donando loro uno spessore non indifferente; il pinguino, in particolare, sovrasta tutti e grazie a uno strepitoso De Vito si conferma un villain dal carisma strabordante. Impeccabile sul piano visivo, un tripudio di influenze dark e pop ben miscelate e alla fine poco importa che la storia di fondo sia sempre la stessa.

Daniela 4/07/16 23:11 - 9415 commenti

I gusti di Daniela

Uno dei casi in cui il sequel risulta superiore all'originale. Se manca la sua carica innovativa ed anche la suggestiva cornice di Gotham City non costituisce più una novità, ci sono tre splendidi antagonisti a fronteggiare Batman tanto da ridurlo a comprimario: Walker, capitalista senza scrupoli e senza cuore, la splendida Catwoman di Pfeiffer, ambigua e sensualissima, e soprattutto De Vito, un Pinguino di straordinario spessore in grado di ispirare nello stesso tempo disgusto e pietà. Gran finale nel segno di una tragica ironia.

Rigoletto 29/07/16 15:31 - 1574 commenti

I gusti di Rigoletto

Nella realizzazione di questo film Burton è stato abile nel rileggere criticamente la prima pellicola, scovando pregi e difetti; artisticamente potrebbe essere considerato come "il secondo tempo" del film precedente, ma con notevoli miglioramenti: si sbarazza della bella Basinger e la sostituisce con una perfida Pfeiffer; ingaggia DeVito che dimostra di essere efficacissimo anche al di fuori delle commedie brillanti; fa lievitare il protagonista trovando in Keaton un attore capace di volersi migliorare. Terno secco sulla ruota di Gotham City.
MEMORABILE: Il finale mozzafiato.

Vito 10/12/16 15:06 - 650 commenti

I gusti di Vito

La Gotham City innevata durante il periodo natalizio mette ancor più in risalto il dark di questa fiaba firmata Burton, l'oscurità dell'anima dei freaks che sono i veri protagonisti della storia: il Pinguino reietto ed emarginato in cerca di vendetta col suo circo degli orrori e la Catwoman antieroina con tendenze sadomaso. Mentre il vero mostro cattivo è l'industriale Shreck che inquina e uccide solo per profitto. Una fiaba nera appunto, triste e malinconica, ma che non rinuncia a combattimenti e scene spettscolari. Grandioso il cast.

Taxius 22/01/18 12:31 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Buon sequel e buon film su Batman girato ancora da Tim Burton che, almeno all'epoca, non deludeva mai. Film ridondante di particolari con addirittura tre cattivi che vanno a oscurare quasi completamente il personaggio di Batman: pur non avendo lo stesso carisma del Joker non deludono. Il film è buono ma ha il difetto di essere eccessivamente farcito di particolari e personaggi.

Lupus73 13/12/19 14:20 - 602 commenti

I gusti di Lupus73

Superiore al predecessore. Tipica impronta alla Burton, una tetra atmosfera fiabesca innevata, una Gotham più tenebrosa che unisce strutture gotiche e metropolitane a sinistre sculture razionaliste "da regime", suggestioni espressioniste (Max Schreck, Metropolis di Lang); tre personaggi dalla psicologia ambivalente: il Pinguino un freak, Catwoman una bipolare (eccellente la Pfeiffer) e Batman/Keaton più introspettivo e combattuto. Incertezze di sceneggiatura perdonabili e Walken fuori forma. Il miglior Batman del cinema e non un teen-movie.
MEMORABILE: Quando Batman si strappa la maschera.

Jena 15/02/20 18:11 - 1194 commenti

I gusti di Jena

Al secondo capitolo Burton, senza i freni del film precedente, dà pieno sfogo alle propria fantasia visionaria. Le straordinarie scenografie che disegnano una Gotham ultra dark e gotica, ispirata a Metropolis, non si dimenticano. Come non si dimenticano la sensualissima Donna Gatto sadomaso di una Pfeiffer bravissima e soprattutto il grandioso e tragico Pinguino di un Danny DeVito in stato di grazia, a pieno titolo nella galleria dei grandi malvagi batmaniani. Assolutamente burtoniana galleria di asociali e spostati e apice del suo cinema!
MEMORABILE: Il Pinguino stacca il naso a uno; La Donna Gatto sadomaso con frusta e tacchi; Il rifugio del Pinguino nelle fogne; La tragica fine del Pinguino.

Fedeerra 1/09/20 02:00 - 422 commenti

I gusti di Fedeerra

Tim Burton e il suo circo di outsiders! Non un cinecomic, non un fantasy e nemmeno un film d’azione. Ma una parabola sul diverso, sull’emarginazione sociale e sulla misantropia collettiva. Uno dei capolavori del maestro, fortemente ancorato a quelli che sono gli stilemi estetici e narrativi che hanno reso celebre il cineasta. Michelle Pfeiffer e Danny DeVito sono a dir poco magistrali.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 9/01/12 19:46
    Scrivano - 14531 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Warner Home Video:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 1.0 Dolby Digital: Portoghese
    5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Francese Spagnolo Tedesco
    5.1 Dolby Digital Plus: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Francese Spagnolo Tedesco Portoghese Olandese Finlandese Danese Norvegese Svedese Cinese Coreano
    * Extra Commento del regista
    Making of
    La Saga di Batman parte 4
    Dietro le quinte: Galleria di Documentari
    Video musicale
    Galleria di profili
    Trailer
  • Curiosità Maxspur • 25/03/12 11:56
    Galoppino - 206 interventi
    Sean Young voleva assolutamente la parte di Catwoman, non sopportando che potesse finire a Michelle Pfeiffer. La Young arrivò al punto di presentarsi sul set già vestita da Catwoman e di noleggiare una squadra di persone,armate di ricetrasmittenti,che pedinavano i produttori non perdendoli mai di vista.

    fonte: "Ciak".
  • Musiche Darkknight • 7/06/12 20:31
    Custode notturno - 153 interventi
    Esiste anche la colonna sonora in versione estesa
    http://www.colonnesonore.net/recensioni/cinema/1573-batman-returns.html
  • Homevideo M.shannon • 3/09/13 20:51
    Disoccupato - 312 interventi
    Blu Ray Warner Home Video(fotogramma minuto 42:17)

    Ultima modifica: 4/09/13 09:21 da Zender
  • Discussione Maxspur • 9/02/14 21:45
    Galoppino - 206 interventi
    Brevissima apparizione per Rick Zumwalt(è uno degli scagnozzi del Pinguino)conosciuto al grande pubblico per aver interpretato:Bob"Bull"Hurley l'avversario finale di Sylvester Stallone in:"Over the Top"(1987,di Menahem Golan).
  • Discussione Zender • 30/06/14 17:56
    Consigliere - 43516 interventi
    Il fatto è che questo viene PRIMA di Nightmare before Christmas (che oltretutto non è propriamente diretto da lui), se metti di sembra che prenda da uno dell'altro, ma non è che può prendere da una cosa che deve ancora uscire.

    Altra cosa: ho eliminato un altro tuo commento che era solo trama. Mi sembra che tu sia tornato a scrivere solo trama e curiosità nei commenti. Sembra che tu non li abbia nemmeno visti o che abbia recuperato info in giro sul web. Anche per la fabbrica di matti devi passarmi un commento meno generico; se scrivi chi c'è e chi non c'è non è un parere. Devi anche far capire che il film l'hai visto e ne daui un giudizio (pallini a parte).
    Ultima modifica: 30/06/14 17:59 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 14/05/15 16:57
    Pianificazione e progetti - 21924 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (martedì 21 novembre 1995) di Batman - Il ritorno:

  • Discussione 124c • 18/05/15 16:23
    Risorse umane - 5154 interventi
    Maxspur ebbe a dire:
    Se non ricordo male, per il ruolo del "Pinguino" si fece anche il nome dell'immenso Dustin Hoffman che, opinione personale, ritengo, sarebbe stato perfetto.. a cominciare dal naso.. oltrechè per continuare con un attore di pari grandezza al villain precedente (Jack Nicholson);Se ripenso al pinguino di Burgess Meredith nella serie televisiva, con quella camminata, quel ghigno, Dustin, ne sarebbe stato l'erede naturale. Senza nulla togliere al bravissimo Danny de Vito che ci offre un pinguino dark e tormentato diametralmente opposto a quello colorato e fracassone del telefilm.

    Per me, anche Bob Hoskins sarebbe stato un Pinguino degno di tal nome, specie se si vuoleva tirar fuori ilato mafioso del criminale, furbescamente dimenticato da Tim Burton.
  • Curiosità Lucius • 11/11/17 18:57
    Scrivano - 8321 interventi
    Madonna nel 1992 ha rifiutato il ruolo di Catwoman nel film “Batman Returns”, che è stato poi affidato a Michelle Pfeiffer.

    Fonte: www.rds.it
  • Discussione Caveman • 15/12/18 14:37
    Pulizia ai piani - 278 interventi
    Il Pinguino di DeVito è un personaggio dalle molte sfaccettature e che avrebbe meritato un film tutto suo, questo almeno è quello che ho sempre sperato.