Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Arrivati al numero 4 Michael Bay conferma in regia Adil & Bilall riservandosi una comparsata al volante di una Porsche nella scena in cui Mike (Smith) lo ferma per impedire che investa Marcus (Lawrence) gettatosi in mezzo alla strada. Giusto per garantire la paternità del franchise. La coppia di superpoliziotti questa volta è impegnata nel riabilitare la memoria del defunto, integerrimo capitano Howard (Pantoliano), loro storico superiore che ora prove "inoppugnabili" sembra vogliano associarlo con i cartelli della droga in Florida (l'azione si svolge a Miami).

Armando (Scipio), che alla fine del capitolo precedente...Leggi tutto abbiamo scoperto essere figlio di Mike e al momento detenuto, pare essere l'unico in grado di dire chi sia il supercattivone che sta dietro a tutto. Non conosce il nome dell'individuo in questione, ma saprebbe riconoscerlo immediatamente. Non è un caso se di lì a poco cercheranno di farlo fuori nel cortile del carcere costringendo Mike a intervenire per trasferirlo chiedendo il piacere al sindaco Lockwood (Gruffudd) il quale, a sorpresa, si rivela essere il nuovo boyfriend della collega (Núñez) dei due poliziotti e avrà parte importante nella storia.

Ma è ovvio che al centro della stessa stanno ancora Marcus e Mike, sempre più caratterizzati, con tratti umoristici che trasformano soprattutto Lawrence in un autentico clown con Smith costretto spesso a fargli da spalla. Le sue battute, legate agli Skittles, all'amore per la moglie e a tutto ciò che finisce col renderlo quasi una macchietta, non sembrano esattamente azzeccatissime, ma la simpatia di Lawrence riesce a salvarle restituendo loro una certa dignità. Ha un vero infarto in discoteca ma lo salvano e, dopo una Near Death Experience in cui incontra il capitano Howard che gli dice come non sia ancora giunto il suo momento, si convince che proprio per questo può permetersi di giocare a fare il Bill Murray di RICOMINCIO DA CAPO lanciandosi in mezzo alla strada o stando ritto in piedi in camice sul cornicione all'ultimo piano di un grattacielo. Un'idea non nuova ma che con una sceneggiatura più arguta poteva diventare simpatica.

Qui invece le battute buone scarseggiano e la storia - che di suo sarebbe elementare, con una semplicissima caccia all'uomo e nient'altro - viene al solito complicata da tortuosità inutili che hanno l'unico scopo di riempire le fasi in cui l'azione latita. Perché poi quando invece si sale sulla giostra ancora ci si diverte, per quanto manchi l'inventiva che caratterizza le regie di Michael Bay. Lo spettacolo si traduce in scontri a fuoco e all'arma bianca combattuti mentre la macchina da presa s'invola in ogni anfratto movimentando il quadro unitamente al prevedibile montaggio frenetico. Così il lungo finale in un piccolo luna park sull'acqua abbandonato e popolato di cecchini armati fino ai denti (nonché da un gigantesco alligatore bianco che le leggende dicono si aggiri in zona e che ovviamente salterà fuori) diventa un prevedibile esercizio di stile denso di inquadrature acrobatiche non dissimile da quello rintracciabile nei tanti action ad alto budget.

Ci voleva un minimo di sostanza in più per arricchire una formula ormai logora e che le gag di Lawrence (a volte tirate inutilmente per le lunghe) contribuiscono nel fissare un target che sta tra l'adulto alla ricerca di facile divertimento e il ragazzino. Poi arrivano gli ostaggi, i doppi giochi, il rapporto conflittuale tra Armando e Mike e un enorme numero di pallottole sparate, con scelte musicali interessanti (la cover rap della "Toight, Tonight, Tonight" dei Genesis), droni dappertutto (anche visibili) e il conclamato affiatamento di coppia che – pur inficiato da gag spesso fiacche – ancora funziona. Nella media della “saga”.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/06/24 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 23/06/24
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 18/06/24 17:10 - 7743 commenti

I gusti di Rambo90

Ancora Bad Boys, con una regia se possibile ancora più scatenata e una trama che riesce a far convogliare i precedenti capitoli qui creando uno spettacolo divertente ed emozionante allo stesso tempo. I protagonisti ovviamente rimangono il centro, con la loro alchimia, e creano bei duetti, l'azione spinge al massimo sulle situazioni più imprevedibili possibili e la componente sentimentale non stona affatto. Il migliore della saga, con spazio anche per i neofiti dei Bad Boys.
MEMORABILE: La rivincita di Reggie.

Eric Dane HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Alla deriva - AdriftSpazio vuotoLocandina Io & MarleySpazio vuotoLocandina Appuntamento con l'amoreSpazio vuotoLocandina Burlesque
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.