Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Lagnoso racconto di un poco interessante rapporto tra la cantante di successo Lauren Waks (Seigner) e una sua giovane, accanita fan dalle idee non troppo chiare, Lucie (Le Besco). Tutto nasce dal giorno in cui la madre di Lucie decide di chiamare Lauren in casa (in accordo con una trasmissione televisiva) per far felice la figlia. Esibizione canora d'effetto come introduzione e l'incontro è pronto, ma la ragazza scappa e si chiude in camera col risultato che di fatto salta tutto e Lauren se ne deve andare senza nemmeno aver visto Lucie, la quale ci ripensa troppo tardi correndo inutilmente dietro l'auto della cantante che se ne va. L'incontro è però solo rimandato: l'adolescente si apposta davanti all'albergo...Leggi tutto giusto e quando è il momento riesce ad entrare nella stanza di Lauren. Senza dire molto, in verità, perché Lucie è così: per gran parte del tempo ha gli occhi sbarrati, la bocca aperta e fissa muta il vuoto. Inizialmente il rapporto tra le due è freddo, poi Lauren chissà perché decide che la ragazza potrà addirittura diventare parte della sua vita. La ospita insieme al proprio entourage in albergo, le parla, le diventa amica. Ma Lucie cerca qualcosa che non sa bene nemmeno lei cosa sia; conosce l'ex fidanzato (Benchetrit) della cantante, vuol sapere perché l'ha lasciata, gli chiede di fare un passo perché tornino felicemente insieme... Se però i personaggi riescono a trovare nel film una loro indubbia dimensione, non si riesce affatto a farli interagire con criterio, limitandoli ad agire attraverso piccole scaramucce o lunghi silenzi, con i manager della cantante costantemente perplessi (e noi con loro) dalla di lei scelta di tenere con sé Lucie; la quale da par suo prosegue nel far poco o niente, come se stesse elaborando strategie misteriose che però tarda a mettere in pratica (o non lo fa affatto). La Seigner col suo sguardo magnetico catalizza l'attenzione, ma non le basta a reggere sulle spalle un film in cui a lungo canta, si irrita, battibecca con chiunque risultando, ciononostante, la più “normale” delle due. Perché il centro di tutto resta Lucie: è attorno alla sua figura che ruotano le reazioni di tutti, per cui poco c'è anche da scoprire della vita dietro le quinte (il backstage, appunto) di una celebrità, visto che non è questo ciò che interessa la regista (e co-sceneggiatrice) Emmanuelle Bercot. Sembra più la storia di un'adolescente problematica, uno scandagliare irrisolto tra i suoi astrusi percorsi mentali che in apparenza solo incidentalmente incrociano la vita di una cantante famosa, benché siano dalla stessa indirettamente causati. Un blando studio sull'asocialità e le difficoltà relazionali diretto con andamento lento e riflessivo: vorrebbe suggerire molto ma si ferma spesso in superficie, pur garantendo una certa professionalità d'insieme che impedisce di bocciare in toto l'operazione.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/05/21 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.