LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/09/11 DAL BENEMERITO DANIELA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 24/02/14
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 24/10/11 19:57 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Cosa accade se in Zona pericolosa diluviano Critters d'oltregalassia assetati di cubalibre pronti a egemonizzare il rione? Semplice: vengono subito bollati come trasgressori e affrontati da little gangsta con qualche macchia ma senza paura, che previa spruzzata di blanda critique sociale dalle craveniane reminiscenze diverranno addirittura dei Don Quixote. Lo diresti escogitato dal cugino supernerd di Carpenter, il grazioso gingillo post-postmoderno, a cui tirate le risapute fila è dura non concedere la grazia di un bel 6 politico.

Capannelle 18/06/12 08:30 - 3723 commenti

I gusti di Capannelle

Naa, non è una pubblicità occulta di uno sbiancante per denti. È un film ben costruito, senza l'ambizione di stupire con gli effetti speciali o sanguinolenti (spesso serve a coprire il vuoto di contenuti) ma dando corpo a una storia classica grazie ad attori ottimamente assortiti (tra cui il sosia perfetto di Denzel Washington) e al giusto equilibrio tra suspence e grottesco. Bene la regia, anche nel sottolineare i passaggi più cruenti.

Blutarsky 11/09/11 15:40 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Ottimo film, ben diretto e scritto in maniera intelligente con la giusta dose di ironia pensando alle ristrettezze del budget. Niente per cui gridare al capolavoro, ma la messa in scena è notevole, gli effetti e il design degli alieni azzeccati e i personaggi ben scritti e delineati nella loro semplicità. Una menzione per il giovane e convincente cast e per l'ottima direzione degli attori da parte di Cornish. Solido prodotto di intrattenimento pur essendo un piccolo film, che non lesina in humour nero e (moderatamente) in emoglobina.
MEMORABILE: L'attacco degli alieni al veicolo della polizia; nick Frost; I ragazzi all'alieno morto: "...Sei capitato nel quartiere sbagliato".

Daniela 7/09/11 09:32 - 9411 commenti

I gusti di Daniela

Alieni neri come la pece, pelosi e malintenzionati precipitano sul nostro pianeta nei pressi di un blocco di case popolari della periferia londinese. Scelta infelice, dato che dovranno vedersela con una banda di teenagers ben decisi a difendere il proprio territorio. Godibile b-movie in cui confluiscono echi di Carpenter e Dante, conditi da spruzzi di humor inglese (delizioso Frost fumato). Il look delle creature è economico ed efficace ma l'effetto "speciale" più sorprendente è Boyega: Denzel Washington con 30anni di meno
MEMORABILE: Chissà che dentificio al fluoro usano gli alieni per avere dentature tanto splendenti...

Greymouser 13/09/11 11:50 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Un soggetto ispirato alla famtascienza ingenua di mezzo secolo fa, sviluppato però attraverso un impianto cinematografico moderno, per forma e contenuto. L'operazione è riuscita, anche se la spartana natura degli effetti speciali - comunque fantasiosi - può far storcere il naso a qualcuno. La regia è brillante quanto basta, e le recitazioni non dispiacciono. Alla fine, si apprezzano le ambientazioni e le idee, i dialoghi non stupidi, le ibridazioni fra sci-fi e riflessione sociologica spicciola. Promosso.

Cotola 31/05/12 23:29 - 7530 commenti

I gusti di Cotola

Simpatico cazzeggio dalle forti reminiscenze ottantiane. La storia dell'invasione aliena è semplicissima e vista mille volte. Eppure il film funziona, nonostante qualche inverosiglianza narrativa (ma visto il genere ci può stare), per diversi motivi. In primis ha un gran ritmo che non cala mai, supportato anche da un colonna sonora martellante; inoltre è screziato di un tipico umorismo inglese che spesso centra l'obiettivo. GLi effetti speciali sono un po' artigianali ma ciò non rovina il risultato finale. Indicato per chi ama i film di genere.

Puppigallo 2/06/12 09:25 - 4510 commenti

I gusti di Puppigallo

Se I Goonies fossero nati nel ghetto sarebbero stati come questa banda di ragazzotti alle prese con un’invasione aliena low budget. L'omaggio ai vecchi film di fantascienza con trama lineare e esseri pupazzosi (i mostri sono stati studiati in massimo cinque minuti) può andare bene, ma bisognava almeno cercare di diversificare gli attacchi, creando più suspence e aspettativa. Gli attori sono passabili (il boss del quartiere è eccessivamente caricaturale), ma la sceneggiatura è povera persino per una fantacavolata come questa. Meglio la prima metà. Un’occhiata comunque gliela si può dare.
MEMORABILE: L’alieno portato in giro come un sacco di patate (uno dei ragazzini vorrebbe venderlo su eBay); La colonna sonora pompata, soprattutto all'inizio.

124c 4/06/12 12:25 - 2772 commenti

I gusti di 124c

Un film che mescola fantascienza, horror, teen-movie e pulp alla Tarantino in meno di novanta minuti, merita la nostra attenzione. I protagonisti sono quasi tutti minorenni, è vero, ma questo non è un film stile E.T., anzi è contro E.T.! Molto buone le sequenze notturne, che mimetizzano i mostri extraterrestri pelosi e neri, con denti fluorescenti. I personaggi, poi, sono ben presentati, fin dalle prime scene, specie Moses, il capo del gruppo e l'infermiera, che passa da vittima a collaboratrice della banda. Niente male davvero. Tre.
MEMORABILE: Un gruppo di mostri extraterrestri piomba in casa del ciccione e divora il boss del quartiere, che, un momento prima, minacciava la banda di Moses.

Rebis 9/06/12 12:30 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Prendi i Goonies e svezzali con teppismo e marijuana nella più ghettizzata periferia londinese. Scatena un'invasione aliena facendo piovere Critters dopati in piena notte. La caccia è aperta. Il più spassoso fantahorror degli ultimi anni batte bandiera franco-inglese e non inventa niente: belle facce, gran ritmo, dialoghi fulminati, sceneggiatura ben congegnata, splatter al posto giusto, musica da sballo. Intrattenimento purissimo e citazionista che non disdegna allegorie sociali à la Craven. Un solido b-movie con tutte la carte in regola per diventare un nuovo classico.

Cloack 77 25/06/12 21:12 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Prima di tutto l'idea: far convivere ed evolvere in un film la vita disadattata di un gruppo di ragazzetti sbandati a "guardia" del proprio quartiere e una invasione aliena. Molto interessante e nient'affatto banale, se il tentativo non fosse un po' annacquato. Tutti gli spunti creativi restano spunti e non vengono approfonditi: la babygang potrebbe essere spaventosa e non lo è, i bambini sembrano più una parentesi che la "regressione" della specie, gli alieni sono il vero punto debole, forse troppo volutamente ridicoli.

Lupoprezzo 21/08/12 23:02 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Fantascienza orrorifica tutta da gustare, che vede un gruppo di ragazzi di un quartiere popolare alle prese con un'invasione aliena: citazioni a gogò, effetti speciali piuttosto caserecci (ma intelligenti e mai invadenti), dialoghi divertenti e sopra le righe e protagonisti divertiti (il registro è giustamente ironico). Intrattenimento che tutto sommato soddisfa per tutta la durata. Regia attenta al divertimento. Nick Frost assolutamente imperdibile nell'esilarante ruolo dello stordito Ron.

Mickes2 24/08/12 13:44 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Fantascienza divertente e divertita, incalzante nel dipanarsi degli eventi e sostenuta da una colonna sonora accattivante, che non si prende eccessivamente sul serio e che è in grado di porre interessanti questioni (seppur superficiali) sulla vita dei ragazzi (contestualizzata ai blocchi della periferia londinese) abbandonati a loro stessi. Gradevole commistione di registri: si passa dall'ironia all'umorismo tutto british, ad atmosfere d'assedio e horror puro, talvolta inaspettatamente efferate e accompagnate da sfx blandi ma funzionali. Bello.

Galbo 21/10/12 08:32 - 11389 commenti

I gusti di Galbo

Un gruppo di adolescenti combatte contro un’ invasione aliena. Piuttosto limitato nell’assunto, Attack the block si rivela invece un film godibile, grazie all’impostazione data dal regista, che mette al centro della pellicola i personaggi. I protagonisti del film sono ben caratterizzati e la sceneggiatura alterna sapientemente umorismo ed azione, con gli alieni che alla fine sono semplicemente dei comprimari, non più che funzionali alla storia. Buone l’ambientazione (un caseggiato periferico londinese) e la prova del cast.

Pumpkh75 28/03/13 22:32 - 1315 commenti

I gusti di Pumpkh75

Nella desolata e degradata gioventù di Eden Lake c’è ancora qualche cuore pavido e fanciullo alla Goonies: affrontano senza paura dei Critters formato orango tango e sconfiggendoli ottengono il tripudio della comunità come nelle Case Nere Craveniane. La riuscita è ottima: dinamico, divertente, con lievi ma ponderate spruzzatine di splatter. Riesce, inoltre, nel coinvolgimento dello spettatore senza troppa fatica nè escamotage forzati. Grande idea quella dei denti fosforescenti (e non è l’unica).

Yamagong 4/07/13 22:57 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Per combattere dei mostri ci vogliono altri mostri. Quindi niente di meglio di una spietata gang di ragazzini degli outskirts londinesi per fermare un'invasione aliena! La premessa da cui parte Attack The Block (scritto dalla coppia di comici inglesi Cornish-Buxton) permette alla sceneggiatura di poter piegare a proprio piacimento i cliché degli sci-fi di serie B e degli slasher, con esiti positivi ed estremamente originali, anche se talora costretta a sottostarvici. Un divertissement grandioso, ricco di un'ironia tutta british. Merita.

Nando 5/07/13 16:34 - 3477 commenti

I gusti di Nando

Fanta horror adolescenziale ambientato nella Londra proletaria. Alieni senza costrutto e praticamente ringhianti per tutta la narrazione e ragazzotti delinquenti e anche abbastanza antipatici che si ergono a difensori della terra. Risultato non propriamente eccelso, con situazioni scontate e poco originali. Cast nella media.

Didda23 5/08/13 20:11 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

Gioiosa e giocosa riproposizione della fantascienza old school, l'opera funziona nelle sue componenti principali: la regia di Cornish offre un coinvolgimento solido grazie a inquadrature ben delineate e la sceneggiatura mescola bene elementi teen a quelli tipici del genere principale. Ottima la gestione della risorsa temporale e non si segnalano momenti morti. Attori in palla e un buon uso della location principale ("il blocco") rendono Attack the block un gustosa soluzione per una serata all'insegna della nostalgia (non nello stile, però).

Pinhead80 18/08/13 10:43 - 3953 commenti

I gusti di Pinhead80

Che fare se gli alieni invadono un quartiere nella periferia di Londra? Ma certo: lasciare che a sbrigarsela sia un gruppo di ragazzini dediti a delinquere. Questa l'idea, abbastanza originale, di Cornish che ci propone una fantascienza atipica per ambientazioni ma non per narrazione. La sensazione che si stia assistendo a una baracconata spesso c'è, ma è anche vero che il film sa non prendersi troppo sul serio e questo è un merito. Per una serata in pieno relax va più che bene.

Modo 25/02/14 23:04 - 824 commenti

I gusti di Modo

In una Londra suburbana dei giovani sbandati mentre derubano un'infermierina incorrono in un attacco alieno da parte di orangotango dai dentoni aguzzi fluorescenti. Film gradevole con il giusto humour e suspance. Non solo per adolescenti ma anche per adulti che amano una fantascienza "old style" e di serie B. Gli effetti speciali sono quello che sono, ma il racconto nel suo complesso regge e diverte. Abituati a una City da cartolina e spensierata, fa abbastanza effetto notare come anche qui sia degradata la periferia, con baby gang e delinquenza.

Gestarsh99 3/06/14 17:04 - 1323 commenti

I gusti di Gestarsh99

L'Inghilterra rimbecca il fanta-revival giovanile attivato oltreoceano da Super 8 rimescolando il formulario spielberghiano con eretica provocatorietà. Anche qui ci si trastulla imbandendo le scene di citazioni tutte riservate al cinema per ragazzi anni '80 (E.T., I Goonies, Critters, Gremlins), ma se 30 anni fa a vivere queste avventurette horror-fantasy c'erano nerd imbranati o compunti mocciosetti, questa volta a dare filo da torcere agli extraroditori di turno c'è invece una scaltrita baby-gang di teste calde. Plessimetro infallibile, il ritmo, vero strumento vincente di tutta l'orchestra.
MEMORABILE: L'invasione tramortente dei villosi batuffoloni color carbonella dalle ampie fauci luminescenti.

Doosee 18/01/15 03:39 - 8 commenti

I gusti di Doosee

Un discreto horror dantesco (ma che avete capito?) ben curato, attento alle tematiche sociali, inciampa forse in qualche banalità di troppo e in una regia talvolta un po' sbiadita, ma riesce bene a rialzarsi grazie al buon ritmo, a personaggi azzeccati ed effetti speciali penalizzati dal basso budget sfruttato però nel migliore dei modi. Sono tra i pochi forse ad aver trovato il design delle creature veramente originale e affascinante. Le scene splatter sono la ciliegina. Accattivante.

Saintjust 17/08/15 01:42 - 111 commenti

I gusti di Saintjust

Un delizioso fanta-horror low budget dal sapore anni ottanta che non può non ricordare lavori classici come i Goonies, i Gremlins o Scuola di mostri. Di differente c'è il gran ritmo impresso, un cast di ragazzetti che non arriverà del tutto indenne al finale e la voglia di sfiorare argomenti come seri quali l'integrazione razziale e il disagio giovanile dovuto a certi ambienti. Se non originale di sicuro scorrevole e divertente. Mostri alieni accattivanti, cast nella media, colonna sonora piena di musica hip hop. Gradevole divertissement!

Taxius 14/05/17 23:27 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Nelle periferie londinesi si abbatte una piaga fatta di strani mostri pelosi con i denti fluorescenti; a combatterli ci sarà un gruppetto di adolescenti armati di mazze e tanto coraggio. Attack the Block è l'esempio che dimostra che per fare un buon film di fantascienza non servono per forza effetti speciali straordinari o budget milionari. Certo, non è un film straordinario e i difetti sono molti, ma resta comunque molto interessante soprattutto perché ricorda la fantascienza di una volta.

Zardoz35 7/08/20 02:32 - 249 commenti

I gusti di Zardoz35

Una banda di teppisti suburbani, in una Londra irriconoscibile, si scontra con feroci alieni un po' cani, un po' scimmioni. Scritto così sembrerebbe il solito sci-fi banalotto, invece il film è stato il trampolino di lancio per la carriera di regista e sceneggiatore di Cornish e soprattutto per quellla attoriale di un gigantesco Boyega. Senza tralasciare il forte messaggio sociale trasmesso dalla pellicola, con la polizia che forse ancora adesso non ha capito l'accaduto e si limita ad arrestare i provocatori. Un condensato di ironia, splatter, violenza e comicità spesso involontaria
MEMORABILE: I due ragazzini di dieci anni che provano di tutto per farsi arruolare dalla gang degli adolescenti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 30/05/12 09:01
    Consigliere massimo - 5145 interventi
    Per Zender: in questi giorni è sugli schermi italiani
  • Discussione Puppigallo • 2/06/12 20:59
    Scrivano - 502 interventi
    So che il film è un'allegra cavolata e non bisogna cercare troppe spiegazioni, ma qualcuno ha capito perchè il primo alieno precipitato era completamente diverso (sia come struttura e dimensioni, che per assenza di peli; sembrava più il cugino di Alien) dai pupazzoni pelosi atterrati dopo? Un piccolo non poteva essere, dato che sembrava un alieno diverso; e se era una femmina mi sarebbe piaciuto assistere alla riproduzione, visto che i maschi erano dieci volte più grandi. Misteri cosmici?
    Ultima modifica: 2/06/12 23:37 da Puppigallo
  • Discussione Daniela • 3/06/12 09:23
    Consigliere massimo - 5145 interventi
    Puppigallo ebbe a dire:
    .... se era una femmina mi sarebbe piaciuto assistere alla riproduzione, visto che i maschi erano dieci volte più grandi. Misteri cosmici?

    Puppigallo, non avrei mai pensato che un davinottiano doc come te potesse avere questa curiosità morbosa verso pelosi accoppiamenti alieni.... :oP
    Il film l'ho visto tempo fa in originale, se non ricordo male si trattava di una femminuccia depilata (per vezzo?) :o)
    Comunque sulla Terra il dimorfismo sessuale - di dimensioni, forma o altro - non è affatto raro, anzi nel mondo degli insetti è comunissimo. Magari è la norma nel pianeta da cui provengono questi simpatici esserini...
    Ultima modifica: 3/06/12 09:32 da Daniela
  • Discussione Puppigallo • 3/06/12 10:02
    Scrivano - 502 interventi
    Se il regista ha pensato al dimorfismo sessuale animale sulla Terra per giustificare le differenze fisicodimensionali della pulzella aliena mi tocca quasi aggiungergli un mezzo pallino almeno per essersi un po' scervellato, anche se una parte di me resta legata all'idea che non si sia fatto troppi problemi e abbia più che altro voluto mostrarci un alieno gommoso e orrido vecchio stampo. Comunque grazie, hai lenito la mia morbosa sete di sapere sull'argomento sesso cosmico.
    Ultima modifica: 3/06/12 10:04 da Puppigallo
  • Discussione Greymouser • 3/06/12 11:27
    Capo call center Davinotti - 561 interventi
    In effetti mi ero posto un po' lo stesso dubbio di Puppigallo, e avevo pensato a due possibili opzioni:
    1) la stessa di Daniela: dimorfismo sessuale;
    2) una forma riproduttiva intermedia, come accade per Alien (la creatura ragnesca che inoculava l'alieno vero e proprio nell'ospite).
    Al di là delle disquisizioni sul sesso degli alieni :D, colgo l'occasione per ribadire che questo film l'ho trovato davvero simpatico, nella marea di brutte pellicole SF degli ultimi anni.