LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

La più classica delle americanate, ma girata dal vecchio Richard Donner con un certo stile. Soprattutto nell’ultima parte, in cui la gestione della suspense nobilita il mestiere di un regista che nell’action ha spesso saputo dire la sua (nei ben quattro ARMA LETALE, ad esempio, che portano tutti la sua firma). La sfida è tra due sicari d’eccezione: il consumato Robert Rat (Stallone) e l’emergente Miguel Bien (Antonio Banderas), dai caratteri diametralmente opposti. Tanto il primo è disilluso e controllato, tanto il secondo è in perenne stato di sovreccitazione. Soprattutto all’inizio è Stallone a convincere maggiormente: sa entrare nella parte e quando indossa gli occhiali da vista assume il carisma necessario a ricoprire il ruolo....Leggi tutto Poi però è costretto a lanciarsi nell’azione e - nelle prolungate sequenze all’Hotel Marriott - si confonde nel grigiore generale. E’ qui che tocca a Banderas salire in cattedra, imprimendo una svolta decisiva al film con i soliloqui da schizzato e rubando la scena al più rodato partner. Ai due si aggiunge una Julianne Moore poco incisiva, schiava di una parte piuttosto sciocca e assoggettata al personaggio di Stallone. Se si fosse avuta la compiacenza di sintetizzare una parte centrale debole e banale si sarebbe raggiunta prima l’ultima mezz’ora, in cui lo spettacolo, la tensione e i colpi di scena riportano il film su buoni livelli. Due ore sono eccessive, anche se il ritmo è abbastanza sostenuto e la sceneggiatura (co-scritta anche dai fratelli Wachowski) non è del tutto peregrina.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 12/12/07 14:12 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Terrificante action diretto malamente da un solitamente esperto professionista del genere e attraversato, più che recitato (è il caso di dirlo) da uno spento Stallone e da un Banderas ben poco credibile nei panni del suo avversario. E la presenza della Moore e del suo personaggio è del tutto superflua. In definitiva un pessimo film.

Galbo 13/12/07 19:54 - 11387 commenti

I gusti di Galbo

Thriller abbastanza banale che punta molto sul connubio tra i due protagonisti che offrono allo spettatore due stili diversi di recitazione intepretando due sicari in concorrenza tra loro. Per il resto, film dimenticabile fatto di esplosioni, azione e poco altro su sceneggiatura non memorabile. Alla fine l'elemento migliore è la (strana per il genere di film) presenza della brava Julianne Moore.

Bmovie 26/12/09 12:34 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

Antonio Banderas non riesco proprio a digerirlo, lui e i suoi fastidiosissimi ricciolini. In questo film poi interpreta uno spagnolo loco insopportabile che vuole spodestare dal trono il numero uno degli assassini Sylvester Stallone (veramente sottotono, qui). Film lungo e noiosetto, ma tutto sommato mediocre.
MEMORABILE: L'ascella pezzata di Sly.

Rickblaine 26/01/10 16:50 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Debole impresa di Richard Donner nel presentare un action movie ricco di superficialità e banali situazioni senza senso che in nessun modo aiutano il film. Stallone sembra piangere sempre e alla fine, quando si dovrebbe sentire liberato di un peso, si immerge ancor di più nella depressione più totale. Solo Banderas si diverte.

Giuliam 26/01/10 10:16 - 178 commenti

I gusti di Giuliam

La prima parte appare più fievole e sciatta, la seconda invece funziona di più: diventa interessante specialmente da quando entra in scena la brava Julian Moore. Action spettacolare. Sylvester Stallone è il solito muscolone; risulta più efficace Antonio Banderas. Il finale a più risvolti fa venire il mal di testa...

Enzus79 26/01/10 12:13 - 1802 commenti

I gusti di Enzus79

Uno degli ultimi film buoni a cui ha partecipato Stallone, anche se la storia non manca di difetti e lui è superato dall'interpretazione del "cattivo" Antonio Banderas. La seconda parte, esclusa l'attesa di Banderas nell'hotel, è stancante. Deludente il finale. Ininfluente la Moore. Alla sceneggiatura ci sono i fratelli Wachowski.

Ciavazzaro 28/01/10 11:50 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

I due protagonisti insieme offrono davvero poco (per carità, non che di solito da soli offrano chissà che). Il film è uguale a mille altri, senza grandi sorprese e senza una regia degna (Donner non ha fatto un buon lavoro). Si può tranquillamente evitare.

Wonka 5/03/10 12:16 - 31 commenti

I gusti di Wonka

Lo reputo un buon film. Più o meno un remake di Il mio nome è Nessuno. Quello che a molti non piace per me è molto adeguato: Stallone è stanco della vita da killer e appare giustamente sotto tono, pacato, stanco; mentre Banderas (che vuole prendergli il posto) è esagitato, su di giri e strafottente. Per fortuna non molto accentuata la storiella amorosa tra Sly & Moore. Qualche rallentamento di troppo, ma la seconda parte a Porto Rico riscatta il film.

Cangaceiro 6/03/10 11:06 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Un film di routine, che non cattura e soprattutto non emoziona. E dire che l'inizio, con l'incontro/scontro tra i due protagonisti, fa ben sperare. Con l'ingresso in scena della ragazza la pellicola affoga nelle peggiori banalità da blockbuster americano. Da notare quanto siano ormai irrimediabilmente datati gli effetti speciali. Stallone quando non ha proprio voglia di recitare sa rendersi sciatto e indisponente come pochi altri. Banderas, che esagera molto coi frizzi e lazzi, gli ruba quasi sempre la scena. Telefonatissimo il regolamento di conti finale.

Siregon 7/07/11 23:33 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Terribile action in tipico stile anni 90 per Stallone. Attori fuori ruolo (Moore compresa) e una regia spenta non aiutano una storia già di per sè poco interessante. Brutta la fotografia, mediocre la colonna sonora e orribilmente datate e spente le scene che dovrebbero essere il fulcro del film. Si dimentica in fretta.

Rambo90 21/03/12 01:14 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

A parer mio un thriller notevole, carico di tensione e ben girato dal veterano Donner, con un ritmo non sempre veloce ma comunque adeguato al contesto. Stallone (di cui sono grande fan) è molto convincente come killer stanco e in via di pensionamento; Banderas va un po' troppo sopra le righe ma è sicuramente un avversario d'eccezione; in mezzo a loro c'è una Moore in parte e gradevole. Tutta la parte finale a Porto Rico è davvero emozionante.

Jason19 12/02/14 23:26 - 22 commenti

I gusti di Jason19

Ottimo thriller d'azione diretto da Richard Donner, regista della fantastica saga di Arma Letale. Il film, nonostante le sue due ore di durata, scorre velocemente grazie ad attori di prim'ordine come Antonio Banderas, vera star del film e Sylvester Stallone, che trova una buona spalla in Julianne Moore. La regia è curata e il film può avvantaggiarsi di un'ottima colonna sonora e di buoni dialoghi. Donner, dopo il terzo Arma letale, non delude ancora e ci regala un film dal ritmo frenetico e divertente.
MEMORABILE: L'ultima mezz'ora con Miguel Bain che cerca di far fuori Robert Rath dal tetto di un edificio abbandonato.

Stelio 21/03/15 17:39 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Decisamente uno degli action meno ispirati di Donner; probabilmente la stessa caratterizzazione dei personaggi principali fallisce più di altri aspetti. Gli attori protagonisti non sono al top: la Moore probabilmente è la peggiore anche se non la più fastidiosa (come invece Banderas). Stallone senza infamia né lode, anonimo. La sceneggiatura e i tempi sono al di sotto degli standard. Aprezzabili alcune scene d'azione.

Saintgifts 2/09/17 19:57 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Per gli interpreti che ci sono (Moore a parte) il film è fin troppo riuscito. La storia presenta diversi lati oscuri ed è questo il punto debole, assieme a un Banderas che esagera oltremodo il personaggio; personaggio che nel finale risulta incoerente per dar modo alla sceneggiatura di seguire il filo deduttivo di uno Stallone che, per una volta, è misurato e calzante con chi deve rappresentare. Anche il "fantasma" della Moore si rivela debole, dopo le premesse che lo descrivevano come furbo e temibile. Si rimedia con gli assassinii, appunto.

Pinhead80 1/05/18 17:47 - 3948 commenti

I gusti di Pinhead80

Da un regista come Richard Donner ci si aspetta sempre un sacco di adrenalina e di sicuro qui non si viene delusi. Il problema è che il film è tirato davvero troppo per le lunghe e la lotta senza esclusione di colpi tra Stallone e Banderas finisce per stancare. La figura femminile viene messa in mezzo per inserire l'elemento sentimentale, cosa che appare poco credibile in un film dove si parla di killer senza scrupoli. Azione sì, ma a discapito di una sceneggiatura decente. Insufficiente.

Rigoletto 16/03/20 10:40 - 1569 commenti

I gusti di Rigoletto

Donner alla regia è una sicurezza, Stallone una garanzia, Banderas la mina vagante e la Moore un magnifico elemento di connessione fra due svitati quanto efficaci hitmen. Peccato che quattro elementi così indispensabili non diano al film tutta l'anima di cui ha bisogno. Non è in discussione la liquidità con la quale la pellicola scorre via, ma il suo lasciare freddo lo spettatore. Due pallini e mezzo per aver sprecato tanto ben di Dio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 10/07/09 15:26
    Vice capo scrivano - 5600 interventi
    Mentre scrivevano la sceneggiatura venne considerato Sean Connery per il ruolo del protagonista.
  • Curiosità Cangaceiro • 6/03/10 11:11
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Quando Stallone via auricolare chiede alla ragazza di raccontargli qualcosa che cosa ti fa lei?
    Gli racconta la storia dell'uccellino, la stessa identica narrata da Terence Hill ne "Il mio nome è nessuno", con tanto di morale annessa:"Non sempre chi ti mette nella m...."
  • Homevideo Gestarsh99 • 15/07/11 00:34
    Scrivano - 14491 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 31/08/2011 per Warner Home Video:

  • Homevideo Galbo • 11/09/11 10:05
    Gran Burattinaio - 3755 interventi
    Specifiche tecniche del BR (fonte dvd-store.it)

    Formato audio 1.0 Dolby Digital: Portoghese
    5.1 Dolby Digital: Italiano Francese Spagnolo Tedesco
    5.1 DTS HD: Inglese
    Sottotitoli Italiano NU Inglese NU Tedesco NU Francese Spagnolo Portoghese Danese Olandese Svedese Norvegese Finlandese
    Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
  • Discussione Zender • 31/07/12 19:06
    Consigliere - 43524 interventi
    Ok, cambiato, ci sta anche action; comunque gangster non era così sbagliato. Ricordiamo che il genere è sempre una cosa difficile da stabilire. Correggiamo solo quelli che sono palesemente sbagliati, se possibile.
  • Discussione Raremirko • 5/06/17 22:54
    Addetto riparazione hardware - 3475 interventi
    A me il film è piaciuto, ma a più riprese, già al momento iniziale, dove Stallone prende il taxi, mi ha trasmesso l'impressione di un'opera che da molte cose per scontato, con uno script che ha qualche buchetto (inclusa la storia del russo).

    Ad ogni modo, mai visto un Banderas così isterico e uno Stallone così controllato, paion uno l'opposto dell'altro.

    Cast vario (discreta la Moore), script medio dei Wackowski e più di una scena d'azione riuscita.

    Godibile, non stanca nei suoi 127 minuti, ma gli si deve riconscere almeno una certa non linearità.