LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/11/19 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Digital 24/11/19 20:12 - 1119 commenti

I gusti di Digital

Anni cinquanta. Ad Africo, paesino dell’Aspromonte, i cittadini chiedono a gran voce di poter costruire una strada. Non trovando l’appoggio del sindaco s’ingegneranno autonomamente, seppur ostacolati da un malvivente locale. Pellicola discretamente realizzata, con un’accurata ricostruzione ambientale di un'Italia estremamente arretrata. A livello di interpretazioni ci siamo, con un sempre ottimo Marcello Fonte e una brava Bruni Tedeschi (più in ombra Rubini), ma il film non va oltre una certa schematicità, lasciando un senso di incompiutezza.

Deepred89 9/12/19 23:52 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Cripto-fiction che si avvale di bellissime ambientazioni e di un soggetto tutto sommato suggestivo ma che si sfilaccia progressivamente fino a un finale che accusa il colpo della totale mancanza di climax di tutta la parte precedente. Edulcorato nella descrizione dei suoi personaggi e tecnicamente non privo di imprecisioni, si lascia comunque seguire con discreto interesse. Bruni Tedeschi meno irritante del solito, decorativo Fonte, macchiettistico Rubini.

Decimamusa 14/09/20 15:18 - 84 commenti

I gusti di Decimamusa

Un film dignitoso per la linearità del racconto, gli sfondi ambientali e alcuni inserti riflessivi interessanti ma che, privilegiando un registro narrativo vagamente favoloso, non scava adeguatamente nella durezza della realtà sociale evocata. Il peso dei drammi di una comunità calabrese di metà Novecento viene allora come alleggerito e sfumato: manca un senso forte di coralità, si respira solo a tratti l’odore greve della fatica, della rabbia, del dolore. Alla fine, ci si sente un po’ troppo in un set più che nell’illusione di una vita vera: quella che un film dovrebbe alimentare.

Nando 15/09/20 14:03 - 3472 commenti

I gusti di Nando

La vergognosa situazione di un paesino dell'entroterra calabrese narrata con garbo e verità da Calopresti che si avvale di un'ottima ambientazione e un cast nel complesso appropriato. La narrazione appare abbastanza veritiera nonostante un finale forse troppo frettoloso. Poetico Fonte, non troppo in parte la Bruni, bravi Colella e Leonardi e lievemente teatrale Rubini. Nel complesso un buon film che offre uno spaccato italico del secondo dopoguerra.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.