LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/08/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 28/08/07 00:30 - 4843 commenti

I gusti di B. Legnani

Invecchiato, eccessivo. Costruito sulle pulzelle (vince la Giorgi), lascia un che di approssimativo, calcando troppo dove non c'era bisogno. Calderone, già assistente di Bertolucci, a un anno dall'uscita di Ultimo tango, non resiste alla libidine di mettere in scena, dopo un quarto d'ora di film, titoli compresi, una scopata fra due (quasi) sconosciuti. Dialoghi stereotipati ("Avremmo tutti bisogno di un po' di riposo" è presente in migliaia di film: meno male che qui lo dice Ferzetti, il che rende la cosa perfino plausibile).
MEMORABILE: Le giarrettiere della Giorgi.

Lovejoy 15/02/08 17:04 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Mediocre filmetto ravvivato, in parte, dalla presenza delle giovani e splendide Muti e Giorgi. Per il resto, niente di nuovo sotto il sole. Una storia inconsistente, che dopo neanche mezz'ora perde colpi diventando prevedibile, risaputa, con una regia del tutto deficitaria. E il cast non fa niente di più di quanto richiesto.

Undying 2/07/08 23:15 - 3837 commenti

I gusti di Undying

L'affermato dentista Emilio Rutelli (Gabriele Ferzetti) vien preso di mira dalla giovane amica della spensierata figlia Eugenia (Ornella Muti). Così Nicola (Eleonora Giorgi) inizia a corteggiare l'uomo, procurando un forte senso di gelosia in Eugenia. Torna, per l'ennesima volta, il tema incestuoso in una pellicola italiana. Ma lo sviluppo del film, che predilige la presenza dei freschi (e giovani) corpi femminili della Muti e della Giorgi, si perde in dialoghi artificiosi ed in una messa in scena banale e noiosa.

Markus 29/10/09 13:44 - 3367 commenti

I gusti di Markus

La sola presenza del sommo Ferzetti fa guadagnare al film dei punti di merito. Detto ciò, Appassionata è una convincente rappresentazione della depravazione sessuale e pruriginosa della media borghesia italiana di provincia. Le due giovani ragazze (Giorgi e Muti alle loro prime armi in veste d’attrici) sono notevolmente spontanee. Il ritmo della pellicola è lento, ma adatto alla vicenda (e al periodo). Da segnalare l’istrionica Valentina Cortese, la quale ci regala un tocco di malinconica nostalgia che solo lei, da grand’attrice, sa esprimere così perfettamente.

Vstringer 28/10/09 03:30 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Si fa fatica a riconoscere nel calderone di questo film il rigoroso regista di tante fiction "impegnate" col marchio RAI: ma del resto si fa anche fatica a riconoscere qualche qualità a questo film, al netto dell'evidente freschezza delle due fanciulle e della bella prova di Valentina Cortese. Dialoghi da dimenticare, banali gli sviluppi della trama: le suggestioni incestuose da sole non fanno una pellicola.

Enricottta 28/11/09 14:59 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Lavoro che se fosse riuscito completamente, avrebbe lasciato un segno nel cinema di genere. Dialoghi stanchi, ambientazione orrenda... il solo Ferzetti avrebbe potuto creare tanto, se fosse stato sfruttato a dovere. Solita stralunata Cortese, le due giovani pulzelle appena ascoltabili. Calderone non affonda i colpi e procura più sbadigli che turbamenti.

M.lupetti 28/01/10 14:17 - 58 commenti

I gusti di M.lupetti

Una specie di sotto-Lolita all'italiana col dentista con moglie malata che si fa tentare dalla giovanissima compagna di scuola della figlia. Idea poco nuova, svolgimento non eccezionale. Dignitosa la prova di Ferzetti in preda a comprensibili turbe. Piacevole la presenza di una coppia di attrici qui giovanissime che in seguito avrebbero fatto strada: Ornella Muti e Eleonora Giorgi. Nonostante questo il film è abbastanza noioso e fin troppo in tono minore.

Il Dandi 15/12/10 13:01 - 1899 commenti

I gusti di Il Dandi

Maturo dentista (Ferzetti) ignora la moglie esaurita (e te credo: una Cortese isterica e patetica come sempre) e cede all'immorale corteggiamento dell'amica (Giorgi) della figlia (Muti). Mediocre dramma morboso-pruriginoso, nobilitato da un bel cast (con adulti di rango e due freschissime bellezze allora giovanissime) ma viziato nella sceneggiatura e fallito nella regìa. Comparsata di Ninetto (garzone del macellaio). A tratti pretenzioso ma guardabile.
MEMORABILE: La Giorgi a Ferzetti: "non ti bastava fare l'amore? No! Il c**zo del dottore ha bisogno di discorsi!"

John trent 12/04/13 14:52 - 326 commenti

I gusti di John trent

Morboso e pruriginoso come sovente al cinema di genere italiano anni ’70 piaceva essere. Il regista Calderone si districa con disinvoltura tra diversi temi scottanti (pedofilia e incesto, mica roba da ridere!) e dirige una storia difficile dai risvolti drammatici. La Giorgi e la Muti (all'epoca rispettivamente 21enne e 19enne) regalano nudi integrali full frontal da infarto secco. Misurato Ferzetti e brava la Cortese nei panni dell’ennesimo personaggio di donna nevrotica della sua carriera.
MEMORABILE: Eleonora Giorgi in reggicalze e senza mutandine.

Homesick 29/03/13 07:46 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Turpi convegni carnali in famiglie allo sfascio scaturiti dal complesso di Elettra, dalle insicurezze affettive dell’adolescenza e da stordimenti di mezza età. Fotoromanzo erotico logoro, languido e frigido con stratagemma à la Feydau in chiusura, l’opera prima di Calderone resta testimonianza socio-storica di un cinema perduto, che ardiva attaccare e infrangere ogni tabù e perbenismo borghese. La Muti e la Giorgi sono feroci lolite che saltellano tra Ferzetti, fulgido esempio di compostezza d’attore, e la Cortese, vezzosa ed estenuante nella sua istrionica teatralità. *!/**
MEMORABILE: La Cortese che si infervora al pianoforte; l’incubo di Ferzetti con la Giorgi e il cane; la Muti che si provoca i succhiotti.

Gabriele Ferzetti HA RECITATO ANCHE IN...

Trivex 23/06/14 08:40 - 1522 commenti

I gusti di Trivex

La Muti e la Giorgi sono giovanissime bellezze in bocciolo ma saranno più affascinanti in seguito, a mio avviso. Ferzetti fa il formale ma "sotto sotto" cova trame trasgressive. Film lento e noioso, grigio e di cattivo sapore e anche un po' troppo scandaloso (per i miei gusti); perché scivola su una pericolosa discesa che porta alla passione spiacevole e disturbante. Non è (solo) una questione morale, è questione di fare un film che dica qualche altra cosa oltre a ciò che al tempo era (quasi) vietato affermare.

Herrkinski 9/10/14 03:52 - 5424 commenti

I gusti di Herrkinski

Complesso di Elettra, pulsioni sessuali incontenibili tra giovani e adulti, incesto; i temi sono forti e scomodi, specialmente se si aggiunge la critica all'ipocrisia e al vuoto esistenziale di certa media-borghesia. Ottime le prove del cast, a partire dalle splendide Giorgi e Muti, candide e inquietanti; Ferzetti perfettamente in parte e giustamente sopra le righe e intensa la Cortese. Non è un film erotico, dato che le scene "incriminate" sono poche e funzionali alla storia; ma l'atmosfera morbosa, decadente e malinconica lascia il segno.
MEMORABILE: L'apparizione di Ninetto Davoli; La seduzione della Giorgi nell'ambulatorio dentistico.

Neapolis 9/07/15 22:57 - 176 commenti

I gusti di Neapolis

A suo tempo definito film morboso sulla scia di Ultimo tango a Parigi, il film, rivisto a distanza di anni, non risulta datato bensì si dimostra uno dei pochi esempi di film ad avere affrontato problematiche su cui all'epoca era proibito indagare: le pulsioni familiari che sfociano nell'incesto; e lo fa con raffinatezza assoluta: sfruttando il candore delle acerbe adolescenti Muti e Giorgi e la sobria eleganza di Ferzetti, non scivolando mai nella volgarità.

Nando 26/04/17 17:01 - 3498 commenti

I gusti di Nando

Morboso melodramma italico centrato su di una ricca famiglia borghese in cui le voglie sessuali delle due giovani ninfette emergono preponderanti. Ritmo, talvolta soporifero, che viene rivitalizzato dalla sensualità di una Giorgi preponderante rispetto a una timida Muti. Nel complesso scadente, ma la classe di Ferzetti merita almeno la visione.

Faggi 21/05/17 01:07 - 1511 commenti

I gusti di Faggi

Contorsioni psicoerotiche a uso della borghesia settantiana; fanciulle in fiore di pianta carnivora e tempi delle mele col verme della provocazione; clima ovattato (dove l'ovatta rischia di essere imbevuta di cloroformio) e suoni suadenti a sottolineare languori evanescenti; mezze frasi, un'incursione onirica notevole (la sequenza col cane) e Freud secondo lo spirito mediterraneo; cadute nel banale (certe battute, la scena nel negozio di biancheria intima). Non è orribile ma non mi ha convinto.

Pinhead80 2/11/17 15:55 - 4038 commenti

I gusti di Pinhead80

Il classico borghese annoiato (qui interpretato dall'eccellente Ferzetti) e stressato da una moglie sciroccata, cede alle lusinghe di una giovanissima amica della figlia. Tanti i tabù sessuali che vengono toccati in questo film di Calderone in una storia francamente poco credibile che però solletica le fantasie più pruriginose del maschio latino. La Cortese carica eccessivamente il proprio personaggio e alla lunga stanca anche il pubblico. La Giorgi e la Muti fanno a gara per mostrare le proprie grazie.
MEMORABILE: Ferzetti che rimanda continuamente i propri impegni di lavoro come se nulla fosse.

Fauno 17/11/17 01:21 - 1957 commenti

I gusti di Fauno

Se dovessi tener conto dello splendore delle ancora stelline Giorgi e Muti il voto sarebbe buono, ma il film, per quanto il significato sia facilmente desumibile (son le smanie di due ragazzine di ergersi a protagoniste senza immaginare neanche da lontano in che modo riuscirci) è difficilmente apprezzabile, perché non è omogeneo e si sfalda con una serie di episodi inconsistenti messi uno di seguito all'altro, cosicché paradossalmente l'unico impatto evidente e devastante è dato dalla pazzia della madre; tutto il resto sembran frivole sciocchezzuole.
MEMORABILE: Gli abiti sparpagliati; Le balle al telefono; La non accettazione, da parte delle ragazzine, dei meriti e delle sensazioni di chi è nato prima di loro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 7/08/14 09:49
    Pianificazione e progetti - 22311 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Quidtum ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    In dvd per CineKult, disponibile dal 22/07/2014
    Si è appurato che Cinekult non fa altro che riproporre lo stesso master non restaurato, pieno di graffi, spuntinature, artefatti video e persino cadute di fotogrammi, utilizzato per la prima uscita in dvd per la Minerva, versione integrale.

    E allora toccherà spassionatamente evitarlo, questo dvd.


    Maglio tenersi stretta la vhs della Lineafilm, a questo punto
  • Homevideo Herrkinski • 9/10/14 03:33
    Vice capo scrivano - 2317 interventi
    Il master trasmesso da Iris/Mediaset è pesantemente tagliato, tanto per cambiare...
  • Musiche Markus • 17/02/15 08:25
    Scrivano - 4806 interventi
    La bella colonna sonora del film, con tutti i suoi temi principali e "minori", è disponibile in questo cd (ormai raro):



    Le musiche sono del M° Piero Piccioni, noto soprattutto per aver musicato i film diretti da Alberto Sordi.

    I temi sono frutto di un gradevole mix tra suoni orchestrali classici e sintetizzati (si scorge indubbiamente un ampio uso della tastiera "Moog"). Per gli amanti delle sonorità elettroniche vintage è una manna per le orecchie.
    Ultima modifica: 17/02/15 08:29 da Zender
  • Homevideo Deepred89 • 25/07/16 13:57
    Comunicazione esterna - 1433 interventi
    Rubo la notizia da Gente di rispetto: uscito bluray del film:

    http://www.blu-ray.com/movies/Appassionata-Blu-ray/150242/


    Per quanto se ne legga in giro la versione Cinekult mi pare sia la versione uscita in sala, quindi già tagliata di circa un minuto per ottenere il visto (con VM18), mentre questo bluray dovrebbe essere integrale.
    Ultima modifica: 25/07/16 14:04 da Deepred89
  • Homevideo Johnnyb • 25/07/16 14:58
    Galoppino - 23 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Digital ebbe a dire:
    Quidtum ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    In dvd per CineKult, disponibile dal 22/07/2014
    Si è appurato che Cinekult non fa altro che riproporre lo stesso master non restaurato, pieno di graffi, spuntinature, artefatti video e persino cadute di fotogrammi, utilizzato per la prima uscita in dvd per la Minerva, versione integrale.

    E allora toccherà spassionatamente evitarlo, questo dvd.


    Maglio tenersi stretta la vhs della Lineafilm, a questo punto


    la vhs aveva lo stesso master
  • Homevideo M.shannon • 26/07/16 18:04
    Disoccupato - 310 interventi
    è uscito in Blu Ray per la TWILIGHT TIME
  • Homevideo Markus • 26/07/16 18:29
    Scrivano - 4806 interventi
    M.shannon ebbe a dire:
    è uscito in Blu Ray per la TWILIGHT TIME

    Dagli screenshot che vedo in rete sembra un trasferimento non memorabile, ma decisamente migliore del dvd in circolazione fino ad oggi tremendo. Se i sottotitoli sono eliminabili (?) lo prendo.
  • Curiosità Zender • 28/07/16 19:05
    Consigliere - 43965 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

  • Discussione B. Legnani • 19/01/17 21:14
    Consigliere - 14084 interventi
    Agli appassionati di c.s.c. segnalo che, grazie ad Alessandro Piano che mi ha fatto vedere fotogramma da blueray, posso confermare che al 99% la Mancini è la paziente col volto semicoperto che Ferzetti manda via senza farla entrare in ambulatorio.
  • Curiosità Alexpi94 • 27/02/18 20:08
    Pulizia ai piani - 179 interventi
    Ecco un articolo (d'epoca) attinente al sequestro della pellicola (Fonte: Stampa Sera del 04/05/1974):