Apes revolution - Il pianeta delle scimmie

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Dawn of the Planet of the Apes
Anno: 2014
Genere: fantascienza (colore)
Note: Seguito di "L'alba del pianeta delle scimmie".
Numero commenti presenti: 19
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ciò che dà un vero significato a questa nuova ondata scimmiesca è - lo si capisce sempre di più ad ogni nuovo capitolo - la forza dei nuovi effetti speciali, capaci di trasferire nel corpo delle scimmie espressività e seminvisibili tratti somatici profondamente umani: è questo abilissimo lavoro di make-up digitale a rendere estremamente realistico l'antropomorfismo degli scimpanzè; tanto che sono i dialoghi tra di essi (prima a gesti, poi a monosillabi, quindi a frasi complete) a rappresentare una delle componenti più affascinanti del film; gli umani fanno solo da anonimo contorno: ridotti a quattro gatti da un'epidemia che non sono stati in grado di arginare, sono tratteggiati senza spessore, attraverso stereotipi ingenui e trovano...Leggi tutto la loro giusta collocazione solo nel momento in cui interagiscono con le scimmie, perché quando si tratta di organizzare strategie, di discutere tra uomo e uomo (o donna) il film si addormenta pesantemente, evidenziando preoccupanti limiti di sceneggiatura. Per questo risulta molto più interessante e stimolante la prima parte, in cui la diffidenza tra umani e scimpanzè non ha ancora portato al collasso e si gioca molto sulla tensione e sulle dinamiche legate all'affermazione del potere all'interno di una comunità, sulla difficoltà di prevedere le reazioni del contrapposto mondo. Molto meno incisive (di nuovo perché figlie di schemi prestabiliti e consunti) le scene d'azione, la guerra ben poco plausibile condotta da scimmie improvvisamente capaci di sparare mirando, di uccidere e perfino di guidare carri armati realizzando in una manciata di giorni un salto evolutivo durato millenni, per l'uomo! Una simile mancanza di passaggi intermedi azzera o quasi ogni briciolo di realismo: dal biascicare quattro parole, Cesare (il capo), Koba (il suo avversario che spinge per lo scontro diretto con gli umani) e gli altri arrivano in pochissimo tempo a comprendere anche concetti complicati e astratti espressi attraverso lunghe frasi farcite di congiuntivi e condizionali come se fosse la cosa più normale del mondo (si noti come Cesare capisca al volo la prolungata spiegazione sull'utilità dell'energia e sui lavori alla diga). Insomma, non si è fatto molto per organizzare logicamente il materiale a disposizione e i risultati si vedono. Fortunatamente la regia di Matt Reeves, che coglie con bravura volti, sguardi e smorfie dei veri protagonisti, permette di soprassedere su tanta colpevole faciloneria, ma certo osservare un ottimo attore come Gary Oldman costretto a un pianto nostalgico fuori luogo per dimostrare di saper recitare è avvilente. A vedere il film sembrerebbe che i veri animali siano gli umani, incapaci di un pensiero “in prospettiva” che sia uno, braccati come fessi da chi non ha un grammo della loro intelligenza... Per un film che ha delle pretese in questo senso, che ambisce a sganciarsi dalla politica da blockbuster è piuttosto grave; per cui meglio godersi i voli plastici di ramo in ramo delle scimmie, i loro spostamenti in massa, le mirabolanti riprese dall'alto del Golden Gate, il mestiere di un regista che ha indubbiamente il senso dello spettacolo (pur non offrendo grande personalità nella messa in scena dello stesso). Ad ogni modo troppo altalenante e in molti punti fiacco per poter davvero convincere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/07/14 DAL BENEMERITO GESTARSH99 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 9/08/14
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

124c 4/08/14 16:37 - 2778 commenti

I gusti di 124c

In un pianeta decimato da un virus mortale, scimmie intelligenti ed esseri umani sopravissuti si fanno guerra, con gli scienziati che cercano la pace e le scimmie che apprendono l'uso dei mitra. Secondo film della nuova saga delle scimmie, la più cruenta. Ammetto d'essere ancora legato agli attori impellicciati e con la maschera della vecchia pentalogia, però le scimmie fatte in morphing sono eccezionali, specie Andy Serkis che interpreta Cesare. Buono. Peccato per il gergo scimmiesco degno delle tribù africane dei vecchi film di Tarzan.
MEMORABILE: Le scimmie scoprono come usare le mitragliatrici, che sparano sempre e non esauriscono mai le pallottole.

Gestarsh99 31/07/14 15:24 - 1334 commenti

I gusti di Gestarsh99

Il mondo è al collasso, l'umanità ha quasi sterminato se stessa con le proprie mani(polazioni genetiche). Le scimmie invece sono vive e vegete, prosperano forti e robuste nel loro regno arboreo, pronte a sferrare l'attacco definitivo alla vecchia razza dominante. Ottimo sequel di un altrettanto azzeccato reboot, concesso a un esperto di catastrofi monstre come Reeves. Il film ha un impianto più epico, monumentale, tragicamente shakespeariano: fra congiure, lotte di potere, tradimenti e rivincite, gli umani sono deboli osservatori inermi eclissati dall'eroica primazia degli industri quadrumani.
MEMORABILE: La straordinaria animazione grafica dei primati.

Puppigallo 2/08/14 01:57 - 4524 commenti

I gusti di Puppigallo

Come nel primo capitolo, anche qui la pellicola è Cesare, che oscura tutto e tutti con la sua personalità, nonostante il rancoroso Koba riesca, in più di un'occasione, a rubargli la scena, seguito dal saggio e pacato orango. Nel settore umani, invece, si equivalgono più o meno tutti, con interpretazioni decenti, che non resteranno certo nella storia del cinema. Ma visto che il fulcro è rappresentato dalle scimmie e dai loro comportamenti, la non incisività degli attori Sapiens non disturba più di tanto. Nel suo genere, riuscito, grazie anche ai notevoli effetti scimmieschi.
MEMORABILE: Il primo contatto con le scimmie; Koba fa il clown,ma...; L'attacco del folle Koba, che si impossessa persino di un carro armato; Lo scontro finale.

Markus 9/08/14 15:52 - 3327 commenti

I gusti di Markus

La regia di Matt Reeves e gli straordinari effetti speciali indubbiamente mascherano in parte la puerilità del soggetto che, vista la lunghezza eccessiva della pellicola, mostra già dopo la prima mezz'ora le corde. Una fradicia foresta pluviale adiacente a una San Francisco distrutta da muschi e licheni tanta l'umidità, oltre a far venire i reumatismi alla sola vista angoscia lo spettatore costretto a subire oltre due ore di scimmie borbottanti e umanizzate solo negli aspetti più irritanti. Mi dispiace ma il tedio ha preso il sopravvento!

Furetto60 11/08/14 08:18 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Nel cinema attuale, dove gli effetti speciali cercano di compensare la scarsità di nuove idee, riuscire a rinnovare mantenendo, come si suol dire, il solco della tradizione, è già un successo. Come nel presente film nel quale l'approfondimento psicologico dei personaggi ne esce arricchito (in misura equilibrata); certo gli effetti "scimmieschi", di notevole impatto, la fanno da padrone e già da soli valgono la visione.
MEMORABILE: Cesare mostra la luce tornata in città.

Tarabas 21/08/14 22:18 - 1717 commenti

I gusti di Tarabas

Dopo il buon esito del reboot, arriva la seconda parte. Il virus ha ridotto l'umanità ai minimi termini. Le scimmie, dal canto loro, stanno benone. In entrambi i campi ci sono falchi e colombe, pacifisti e guerrafondai. Pastiche di varie cose (da Balla coi lupi ai vari postatomici), fatto con notevole gusto spettacolare, tecnicamente ben realizzato, avvincente, ragionevolmente credibile, con un efficace cambio di prospettiva "buoni/cattivi". Nulla di veramente originale, ma buon cinema spettacolare di intrattenimento. Scimmie in CGI sugli scudi anche qui.

Matalo! 22/10/14 18:18 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Tutto sommato non son così deluso. Nonostante la storia non abbia alcuna novità (il nobile popolo delle scimmie e l'uomo causa e rovina di tutto, tranne pochi savi) il film mantiene sufficiente gioco grazie almeno a un'avvincente scrittura dei caratteri. Non nuova nemmeno questa, ma che sa reggere ancora. Serkis col pelo è fiero, giusto e implacabile. Molto meno interessante Clarke. Oldman è sempre se stesso ma è sempre bravo. Poi inevitabilmente si precipita nelle parti del blockbuster (e tant'è questo film), ma ci si appassiona quel che serve.

Daniela 19/11/14 10:58 - 9625 commenti

I gusti di Daniela

Se il primo, pur con vari difetti, aveva funzionato come ante-reboot della saga, questo sequel del prequel fallisce non tanto dal punto di vista spettacolare (le ambientazioni sono suggestive ed alcune sequenze d'azione risultano ben fatte) ma come racconto: troppi tempi morti, banalità assortite, personaggi umani di scarsa consistenza, a parte Oldman per meriti pregressi. Serkis non aveva bisogno di altre prove per confermarsi il miglior attor-morphinghico circolazione, ma qui non c'è proprio gioco: Clarke ha meno carisma di un calzascarpe.

Galbo 16/11/14 17:51 - 11446 commenti

I gusti di Galbo

Coprotagonista de L'alba del pianeta delle scimmie, il Cesare di Andy Serkis (bravissimo) domina incontrastato la scena in un sequel godibile ma non altrettanto incisivo. L'effetto è quello di un capitolo interlocutorio. Eccellente negli effetti speciali, il film presenta il limite di personaggi umani assai deboli nella caratterizzazione e interpretati da un gruppo di attori non molto convincenti. Belle le parti action, meno quelle di raccordo. Ottima l'ambientazione.

Rigoletto 8/12/14 15:45 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Sufficienza raggiunta ma non al punto da essere sbandierata ai quattro venti; troppi punti morti che finiscono per aumentare la durata globale con sequenze evitabili finiscono per sciupare un film che avrebbe meritato un pallino in più di quelli ora assegnatigli. Se a questo si aggiunge che l'unico esempio di mente superiore fra gli umani viene dal solo Gary Oldman (e ci mancherebbe) si possono capire facilmente anche certe debolezze di fondo che minano in partenza la completa riuscita del prodotto.
MEMORABILE: L'ennesimo capolavoro di Serkis.

Saintgifts 24/12/14 11:23 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Scorderò presto il film (o ricorderò per sommi capi, visto anche l'esistenza di precedenti versioni sull'argomento), ma certo non dimenticherò lo sguardo di Cesare. Credo sia questa l'unica vera innovazione: la rappresentazione fisica assolutamente realistica delle scimmie "che stanno diventando uomini". Il computer ha fatto il miracolo, ma sono gli occhi a dare anima agli agili corpi pelosi. Il resto sono solo cose straviste, fracasso e rumore a riempire una "pellicola" impegnata soprattutto a riprodurre ambienti e atmosfere inquietanti.

Mutaforme 30/12/14 04:06 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

Non ci siamo. Mentre L'alba del pianeta delle scimmie si inquadrava perfettamente nel filone della fortunata serie, questo secondo prequel appare come un calderone di banalità e situazioni scontate. Il duello finale tra le due scimmie, la "buona" e la "cattiva", scade addirittura al livello dei peggiori film di supereroi. Passabile soltanto come film d'azione.

Lucius 19/02/15 10:39 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Chi ha amato l'originale non potrà che sorriderne (un abisso siderale tra i due film), ma chi, figlio di questi tempi, non lo conosce o non ha presente la carica evocativa ed emozionale del precedente, apprezzerà il CGI e una certa azione nella parte centrale della pellicola. E' infatti un film fatto per lo più al computer, quindi dal punto di vista filmico irrilevante se non fosse per Cesare, i cui occhi hanno qualcosa di primordiale. Fornitevi di popcorn e buona visione.

Yamagong 20/07/15 23:24 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Il rischio americanata è scampato per metà: questo sequel a firma di Reeves, infatti, riesce a fare tesoro dell'ambiguità del rapporto tra umani e scimmie che, specie nella prima parte, dà luogo a interessanti e tesissimi scambi di ruolo tra vittime e carnefici. Già con la seconda parte, però, si vira verso la trita lotta tra bene e male, con esiti piuttosto scontati. La confezione è molto professionale, anche se anonima, mentre poco memorabili sono proprio i protagonisti umani, di scarso spessore. A giganteggiare, c.v.d., è il solo Serkis.
MEMORABILE: La formidabile mimica facciale di Andy Serkis; La lotta tra Cesare e Koba sulla torre; Il velocissimo incipit, con tanto di Barack Obama tra i filmati.

Vitgar 21/07/15 09:11 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Catastrofico fantascentifico con una natura che si sta reimpossessando dei suoi spazi, la battaglia tra scimmie e umani ripropone un vecchio tema cinematografico. La fierezza di Cesare, la perfida aggressività di Koba, un campionario di umani buoni e cattivi per un finale abbastanza scontato. Ben ambientato con effettistica di grande livello è, tutto sommato, il classico film americano per "far cassetta".

Piero68 21/07/15 10:13 - 2780 commenti

I gusti di Piero68

Un bravo a Serkis e niente più. Perché il film, fatti salvi gli effetti speciali, fa acqua da tutte le parti. Si comincia dalla sceneggiatura, risicata e tirata per le orecchie e in cui il fattore "umano" è poco più di un fastidioso orpello. Tanto più che il cast è davvero a livelli patetici con un Oldman irriconoscibile. Si passa per una serie di ingenuità che fanno davvero perdere mordente al prodotto e si finisce con la solita zuppa retorica dove il male deve sempre e comunque soccombere al bene. Davvero poco per una saga che doveva stupirci.
MEMORABILE: La caccia inziale e lo scontro con l'orso; Koba si finge stupido per ingannare gli umani e rubare le armi.

Redeyes 6/11/17 11:13 - 2160 commenti

I gusti di Redeyes

Kaiser Cesare conduce le scimmie e il cast. Questo capitolo di raccordo pecca proprio perché lascia alla scimmia il ruolo di unico salvatore della pellicola in virtù della pochezza dei restanti protagonisti; lasciamo in sospeso il giudizio su Oldman sperando nella sua rinascita nel terzo capitolo; l’unico che, a tratti, lo contrasta è il cattivo Koba. Si lascia guardare la battaglia che, tuttavia, recita un ruolo ancora minoritario per incidere sul giudizio e aggradano le scenografie, ma poco altro. Fiacco.
MEMORABILE: Clown Koba.

Nando 15/01/18 00:12 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Scimmie che prendono il controllo dopo un'epidemia umana che vede gli stessi primati capire della loro stessa cattiva natura simile agli umani. Valide scene d'azione e sempre Cesare (Serkis) ottimo protagonista, poco pregnanti gli umani, deludente Oldman. Alla fine un fumettone scimmiesco in cui si evidenzia una lieve fiacchezza rispetto al prodotto precedente.

Taxius 24/08/19 11:57 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Sicuramente il miglior capitolo della nuova trilogia e anche il più cruento. Protagonista assoluto è Cesare, che oscura totalmente i pochi umani, ridotti a poco più che macchiette. Esteticamente il film è meraviglioso, con effetti speciali mozzafiato e scene di guerra spettacolari. La vicenda è tutta concentrata su una guerra civile all'interno della comunità delle scimmie lasciando quindi in secondo piano tutto ciò che riguarda gli umani e con ciò anche i vari sentimentalismi che vedremo invece protagonisti nel capitolo successivo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gestarsh99 • 2/08/14 20:48
    Scrivano - 15035 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    Non so se l'hai visto in sala Gest, ma ho sentito che ha un impianto visivo eccezionale.

    Si, questo film è da vedere obbligatoriamente in sala, la resa grafica dei pitecantropi è eccezionale. In questo è molto vicino ad Avatar, pur essendo cromaticamente meno fantasmagorico.
  • Discussione Zender • 3/08/14 08:32
    Consigliere - 43741 interventi
    Sì, una cosa però: ripeto sempre che il film ricorda significa che esistono moltissimi punti di contatto con il film in questione afferrabili immediatamente da chi ha visto i due film, senza alcun bisogno di spiegazioni (che chi vede il ricorda nel 90% dei casi mai si metterà a leggere nel forum). Nella trama soprattutto. In questo caso se la vicinanza è solo la resa dei pitecantropi possiamo anche togliere il link.
    Ultima modifica: 3/08/14 08:33 da Zender
  • Discussione Didda23 • 3/08/14 09:45
    Comunicazione esterna - 5727 interventi
    Ognuno lo interpreta a suo piacimento. Raramente ho scovato un ricorda attinente. Sarebbe una utile miglioria levarlo.
  • Discussione Buiomega71 • 3/08/14 10:07
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Io ADORO la dicitura IL FILM RICORDA...E sono totalmente dalla parte di Gest (se a lui ha ricordato Avatar , vuol dire che ha ricordato Avatar, non vedo perchè metterlo in discussione)

    Forse perchè anch'io trovo parecchie assonanaze e reminiscenze di film su film

    Stavolta chioso Brainiac: Il ciclo delle "fantascimmie" non si tocca :)
  • Discussione Brainiac • 3/08/14 10:39
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:

    Stavolta chioso Brainiac: Il ciclo delle "fantascimmie" non si tocca :)

    Che ti devo dire amico mio: il finale del 1° è maestoso, l'idea è incredibile, gli scenari affascinanti, ma tutto il film intero l'ho visto poche volte. Mi intorpidisce i sensi, mi tramortisce l'animo. In due parole: mi addormento!
    ps: in qualità di occasionalissimo partecipante al forum so di avere poca voce in capitolo -e non mi sogno di reclamarla- ma da semplice lettore penso che "Il film ricorda" sia una funzionalità stimolante, non necessariamente da disprezzare anche nel caso in cui un "utente X" possa non capire un ipotetico link fra l'opera A e quella B. Porca miseria, ho appena scritto un problema di Geometria.
    ;-)
  • Discussione Buiomega71 • 3/08/14 10:44
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Brainiac ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:

    Stavolta chioso Brainiac: Il ciclo delle "fantascimmie" non si tocca :)

    Che ti devo dire amico mio: il finale del 1° è maestoso, l'idea è incredibile, gli scenari affascinanti, ma tutto il film intero l'ho visto poche volte. Mi intorpidisce i sensi, mi tramortisce l'animo. In due parole: mi addormento!
    ps: in qualità di occasionalissimo partecipante al forum so di avere poca voce in capitolo -e non mi sogno di reclamarla- ma da semplice lettore penso che "Il film ricorda" sia una funzionalità stimolante, non necessariamente da disprezzare anche nel caso in cui un "utente X" possa non capire un ipotetico link fra l'opera A e quella B. Porca miseria, ho appena scritto un problema di Geometria.
    ;-)


    Sì, posso capire (esempio quanti si sono appisolati col 2001 kubrickiano, per dire)

    Stà di fatto che il sottoscritto è un fan sfegatato delle "fantascimmie" (la saga settantiana, poi, e per me vitale) e ho adorato anche il restyling burtoniano (che giudico uno dei suoi film migliori, tra l'altro)

    Non posso dire sulla nuova saga appena iniziata (perchè ancora non l'ho vista), ma godo a prescindere...

    Totalmente d'accordo, invece, sul FILM RICORDA (anche con i problemi di geometria) :)
  • Discussione Zender • 3/08/14 15:12
    Consigliere - 43741 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Io ADORO la dicitura IL FILM RICORDA...E sono totalmente dalla parte di Gest (se a lui ha ricordato Avatar , vuol dire che ha ricordato Avatar, non vedo perchè metterlo in discussione)

    Forse perchè anch'io trovo parecchie assonanaze e reminiscenze di film su film

    Stavolta chioso Brainiac: Il ciclo delle "fantascimmie" non si tocca :)

    Non funziona così però, perché non è nato per quello, altrimenti ognuno può mettere quello che vuole tanto chissenefrega, a lui gliel'ha ricordato perché ci ha visto un qualcosa di inspiegabile che gli ha ricordato quel film, o perché in una scena c'è uno stesso personaggio o chissà cos'altro. Prima o poi lo si toglierà, anche perché è una cosa incontrollabile e chiunque può venire e scrivere quello che vuole.
  • Discussione Buiomega71 • 3/08/14 17:05
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Io ADORO la dicitura IL FILM RICORDA...E sono totalmente dalla parte di Gest (se a lui ha ricordato Avatar , vuol dire che ha ricordato Avatar, non vedo perchè metterlo in discussione)

    Forse perchè anch'io trovo parecchie assonanaze e reminiscenze di film su film

    Stavolta chioso Brainiac: Il ciclo delle "fantascimmie" non si tocca :)

    Non funziona così però, perché non è nato per quello, altrimenti ognuno può mettere quello che vuole tanto chissenefrega, a lui gliel'ha ricordato perché ci ha visto un qualcosa di inspiegabile che gli ha ricordato quel film, o perché in una scena c'è uno stesso personaggio o chissà cos'altro. Prima o poi lo si toglierà, anche perché è una cosa incontrollabile e chiunque può venire e scrivere quello che vuole.


    Per quanto mi riguarda togliere la dicitura IL FILM RICORDA nella scheda (che per me e una delle idee più geniali di questo sito e ne dava sicuro valore aggiunto) e un atto assai penalizzante che non condivido affatto

    Parere personale, ovviamente

    Poi non mi pare (almeno fino ad ora) che nessuno abbia indicato sul FILM RICORDA niente di scriteriato, sinceramente. Magari non condivisibile, come tutte le cose del resto...
    Ultima modifica: 3/08/14 17:32 da Buiomega71
  • Discussione Brainiac • 3/08/14 17:53
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Non funziona così però, perché non è nato per quello, altrimenti ognuno può mettere quello che vuole tanto chissenefrega
    oddio Zender però detta così il "Film Ricorda" sembra la parete del bagno dell'autogrill!
    ;-)
  • Discussione Zender • 4/08/14 08:44
    Consigliere - 43741 interventi
    Purtroppo infatti è finita più o meno così, Brainiac. Il fatto è che se il ricordo non è comprensibile immediatamente o con un minimo sforzo da chi ha visto i due film non ha alcun senso, perché fatto così chiunque può scrivere il titolo che vuole tanto è giustificabile dal fatto che "a lui ha ricordato quello". Il 95% di chi legge la scheda dei film NON legge il forum ovviamente e quindi quel che dobbiamo fare è dare un'informazione chiara che non necessiti di ulteriori spiegazioni che nessuno legge. Quanto a chi non ha scritto niente di scriteriato Buio, è perché a quintali di assurdi e chiaramente comici ne ho cancellati, ma ne è ancora strapieno di ricorda in cui nessuno, se non chiedendo a chi li ha scritti, può dire perché stiano lì. Per non dire di chi mette nei ricorda gli originali o i sequel, chi sbaglia a cliccare il titolo e non lo dice...