LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/09/08 DAL BENEMERITO STUBBY POI DAVINOTTATO IL GIORNO 10/02/09
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 14/09/08 12:48 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Film tra dramma e musicarello. Al Bano nella parte del compositore Franz Schubert e Romina in quella di una principessa. Secondo me è uno dei film più riusciti della coppia: belle location, buoni sentimenti e finale interessante. Da notare la presenza di Agostina Belli nella parte dell'impiegata in un monte dei pegni. Gradevole.

Matalo! 16/09/08 11:10 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Non c'è pietà per questa delirante "biografia non ufficiale" di Franz Schubert; inventata per la blanda somiglianza di Carrisi con il genio (gli occhialetti...), si inventa un musicarello "alto" e si dà corpo ad un'innamorata con le fattezze (notevoli) di Romina. A parte che se ci fu un uomo sfortunato in amore e in odor di gayezza questo fu Schubert, anche in ambito di falso biografico il film è allucinante al punto di far sembrare Notte e dì di Curtiz un capolavoro.

Il Gobbo 18/09/08 22:53 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Fantastico. Basterebbe da sola l'idea, ma Fizzarotti si reinventa Ophuls dei poveri (molto poveri) ed entra come un siluro nell'olimpo del kitsch. Dall'Ave Maria adattata da Detto Mariano e intonata dal Carrisi mentre la camera vaga cercando inquadrature fra John Woo ed Abel Ferrara, a Romina che balla una czarda, con un cast che spazia da Paul Muller alla Boratto, dalla Belli a Herter, alla crema dei nostri stuntmen (Fantasia, Marturano, Magalotti); e la scritta finale, in cielo... Buttafava lo definì "un'enormità assoluta", ed è anche poco.

Supervigno 19/09/08 12:38 - 229 commenti

I gusti di Supervigno

Il pallinaggio alto è inevitabile. Classico del trash nostrano, con Al Bano nella parte di Schubert e Romina in quelli della nobil giovanetta che prima lo deride, poi lo stima, infine lo ama e si sacrifica per lui. Incommentabili i comprimari, allucinanti le scenografie da teatro parrocchiale, indimenticabili le versioni dell'Ave Maria (urlata da Al) e della Serenata (mugolata da Romina), che accompagnano uno dei più (involontariamente) esilaranti, dilettanteschi e in fondo anche teneri film che si siano visti da queste parti. Mitico.

B. Legnani 25/09/08 23:40 - 4994 commenti

I gusti di B. Legnani

Catastrofe biblica. Per capire con quale cura sia stato fatto il film basterà dire che nel finale Schubert/Carrisi va in diligenza (in pochi minuti?) da Vienna a Budapest, in mezzo a un delirio di pini marittimi e di palme. Il resto è quasi sempre in linea, nel senso che, quando non lo è, è addirittura peggio. Scenografie di palese cartapesta, recitazioni orride, regìa dannosa (più che assente), personaggi malriusciti (odiosa la De Carolis). Leggo (da Marco Giusti) che fu "grande insuccesso commerciale". Te credo...
MEMORABILE: In un'orgia di brani di pessimo gusto, si impone Romina, nobile ungherese che, vestita da popolana, va in taverna a ballare la czarda. Indescrivibile.

Renato 21/12/09 14:05 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Non mi sento di stroncare questa follìa assoluta, sebbene i motivi -com'è evidente- non mancherebbero di certo. Ambientato tra Vienna e Budapest ma ovviamente girato tutto a Roma, tra scenografie di cartapesta e la solita villa Giovannelli, è una specie di feuilleton senza lieto fine con molta musica ed una storia che spesso gira a vuoto. La Belli, semi-esordiente, non sfigura anche perché viene doppiata dalla grande Vittoria Febbi. Al Bano invece fa quel poco che può, in termini recitativi, ma con quel costume e quei capelli è indimenticabile.

Daidae 17/05/10 15:45 - 2866 commenti

I gusti di Daidae

Già dai primi fotogrammi salta agli occhi che di viennese o ungherese non c'è nulla, tantomeno della Austria-Ungheria imperiale e sfarzosa, visto che il film è girato a Roma e gli "esterni" sono di cartapesta. La famosa coppia si impegna e tutto sommato se si esclude la povertà di mezzi e qualche fesseria di troppo (orrida la scena della corsa su strada sterrata...) il film risulta più che digeribile. Va messo in conto anche il lato "economico" della cosa. A me non è dispiaciuto, nonostante tutto.
MEMORABILE: Schubert fa la tratta Vienna-Budapest in carrozza... su strada sterrata.

Lovejoy 17/08/10 18:14 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Assolutamente delirante. Si tenta di ricostruire la vita del celeberrimo compositore Schubert con pochi mezzi e con un protagonista, Al Bano, chiaramente fuori parte (per non parlare della Contessina interpretata dalla Power...). Ma tutta l'operazione è da bocciare in toto, a partire da un copione inesistente passando per una regia priva di idee, fino ad arrivare ad un cast di contorno deludente. Insomma, da evitare senza alcun rimorso.

Deepred89 20/12/14 02:12 - 3407 commenti

I gusti di Deepred89

Un filmettino di graziosa, rilassante ingenuità e povertà, le cui notevoli quantità di strafalcioni registici (la mpd che impazzisce nelle scene musicali) e involontario umorismo (la folle galoppata Vienna-Budapest, la prima volta che canta la Power, la scena in chiesa ecc ecc) non ne comportano il deragliamento bensì il perfetto coronamento in una bizzarra armonia da sapore parrocchiale e naïve. Meraviglioso Al Bano nei notevoli panni di Franz Schubert, incommentabile la Power, stupenda Agostina Belli. Dopotutto lo si guarda pure con piacere.

Panza 21/04/17 13:41 - 1572 commenti

I gusti di Panza

Sembra un film di trent'anni prima già dai titoli di testa in corsivo svolazzante d'altri tempi, sensazione accentuata dalla puzza di stantio dei dialoghi che diventa minuto dopo minuto nauseabonda. Fantastico aver fatto interpretare i due protagonisti ad Al Bano e Romina Power (per quanto doppiati) che non perdono l'occasione per smazzarsi una canzone a testa: lui canta l'Ave Maria (più potente ed emozionante sarà quella di Mario Merola), lei invece si occupa del brano eponimo eseguito praticamente senza voce. Boiata.
MEMORABILE: La faccia di Al Bano quando suona il pianoforte.

Al Bano HA RECITATO ANCHE IN...

Modo 20/09/19 11:32 - 867 commenti

I gusti di Modo

Uno dei peggiori film della coppia Al Bano-Romina Power. Poche cose da salvare per questo musicarello insipido. Franz Schubert è di una tristezza infinita, senza slancio e mordente. Risalta la pochezza della contessina, imbarazzante pure quando canta. Unica cosa veramente simpatica è il trucco del protagonista! Inutile soffermarsi sulla storia, impalpabile e noiosa. Mezzo pallino per la tenera Belli e per qualche momento trash!

Siska80 29/11/20 10:42 - 1595 commenti

I gusti di Siska80

Ok, sicuramente è un prodotto trash (girato con poche lire, e si vede, anche se i costumi d'epoca non sono da buttare), ma forse è il migliore girato dall'ex coppia di sposi, anche perchè stavolta ha un minimo di trama e il finale non è prevedibile come si potrebbe credere. La biografia di Schubert è abbondantemente manomessa (cosa che purtroppo è accaduta anche con film più seri di questo), ma rimane apprezzabile il tentativo dei due protagonisti di impegnarsi in ruoli drammatici.
MEMORABILE: L'Ave Maria cantata da Al Bano.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 25/09/08 18:45
    Consigliere - 44921 interventi
    Miss, mia cara miss... Il tuo pensiero era limpido fin da subito e dai tempi di Fatal frames. Poichè condivido con "la famiglia dei Gobon" (e qui credo che solo Matalo capirà il doppio senso) lo stesso tipo di pensiero non posso che riappoggiarti. Credo proprio che la parola snob non si attagli, alla banda del Gobbo...
  • Discussione Matalo! • 25/09/08 18:59
    Call center Davinotti - 620 interventi
    non era riferito a lui come ho detto ma ad un andazzo generale che gobo eo goba so mare gobo so pare non lo riguarda
  • Discussione B. Legnani • 25/09/08 19:19
    Consigliere - 14326 interventi
    Famiglia permettendo, stasero lo guardo.
  • Discussione Zender • 25/09/08 19:21
    Consigliere - 44921 interventi
    Ah ah, ma infatti questo era scontato, Matalo, ti avevo tirato in ballo solo perché immaginavo fossi l'unico che potesse conoscere il riferimento alla canzone, ma forse non sai che Supervigno e il Gobbo sono effettivamente quasi una famiglia (anche se non si è mai capito fino a che punto e non è cosa che debba riguardarci).
  • Discussione B. Legnani • 25/09/08 23:49
    Consigliere - 14326 interventi
    L'ho visto. Non voglio ri-aprire una discussione già fatta, ma gli ho dato * (=inaccettabile vaccata), ma l'ho fatto solo perché era impossibile dargli di meno. Era possibile farlo solo su la mitica "La Notte" di Nino Nutrizio, quando un film che non meritava manco * veniva liquidato con l'ignominia di NMR (Non Meritevole di Recensione). Ma parlo di cose che capitavano quando la maggior parte di chi legge non era ancora nata...
    La tragedia non è quella di Schubert, che manco si tromba la migliore delle Agostine possibili, ma sta nel fatto che chi ha scritto e fatto il film non si sia reso conto che andava incontro al disastro. A meno che, ça va sans dire, non si trattasse di denaro che in qualche modo andava speso...
  • Discussione Matalo! • 26/09/08 09:16
    Call center Davinotti - 620 interventi
    E' dura digerirlo.Neanche come piacere perverso.Troppo più imbecille e presuntuoso di ogni musicarello precedente del contadino di Cellino (mia madre è di Brindisi e la sua tenuta l'ho vista da fuori mille volte;per i trashologhi mia nonna aveva due bottiglie di vino prodotte da Carrisi e consorte.Se mia zia le ha ancora le metto all'asta sul Davinotti).
  • Discussione B. Legnani • 28/09/08 12:37
    Consigliere - 14326 interventi
    Renato ebbe a dire:
    Se vi può interessare, a me il film è piaciuto. Intendo al di là di ogni rivalutazione trash (della serie ah! ah! E' così orrido che mi piace!). Secondo me è un buon film, che vidi con piacere già da bambino un 20 anni fa circa in televisione.

    Ma dài... Dimmi cosa c'è di buono: regìa? recitazione? trama? scenografia? ambientazioni credibili?
  • Discussione B. Legnani • 23/12/09 01:52
    Consigliere - 14326 interventi
    Renato così recensisce:
    "Non mi sento di stroncare questa follìa assoluta, sebbene i motivi -com'è evidente- non mancherebbero di certo"

    ***
    Ha ragione Lucius! Gli dài ** solo perché sei indulgente verso il Maestro Ettore Maria Fizzarotti! L'avesse firmato il registucolo Billy Wilder gli avresti dato * senza manco pensarci!
  • Musiche Markus • 30/11/10 22:28
    Scrivano - 4812 interventi
    Uscirà a breve il cd con la colonna sonora del film:

    http://www.beatrecords.it/shop.asp?lingua=i&idprodotto=SAIMEL3998927&uscita=prox
  • Homevideo Homesick • 21/02/11 17:43
    Vice capo scrivano - 1373 interventi
    Dal 16 marzo in dvd per 01 Distribution.