LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Maurizio Ponzi aveva già diretto la coppia Montesano-Pozzetto (ma con risultati assai migliori) nel divertente NOI UOMINI DURI. A distanza di sette anni i due si ritrovano molto meno convinti e coinvolti (anche rispetto al più recente PIEDIPIATTI) in un film che vorrebbe essere socialmente meno superficiale delle precedenti esperienze soprattutto di Pozzetto ma che fallisce nell'intento a causa di una sceneggiatura confusa e mal concepita fin da principio. Stupisce in negativo la scelta sbagliata dei tempi comici: pause inspiegabili, frasi spezzettate, freddure balorde, il tutto evidenziato dall'imbarazzo con cui i due protagonisti...Leggi tutto le interpretano. E' sintomatico che gli unici, rarissimi sprazzi di divertimento siano merito delle vecchie gag di repertorio di Pozzetto (Montesano appare davvero spaesato e fuori parte). Tremende invece le parentesi dedicata al buddismo, in cui nemmeno la pur brava (ma qui antipatica) Sabrina Ferilli, nuova stella emergente del cinema italiano, può fare molto. Milena Vukotic è suo malgrado interprete del personaggio peggio caratterizzato (la santona buddista), Guido Nicheli fa un'apparizione in linea con le sue peculiari caratteristiche di “cumenda” milanese con le mani in pasta. Ponzi sembra non decidere mai se tentare la carta della commedia impegnata o quella della classica farsa “alla Pozzetto” finendo per scontentare tutti con un ibrido inguardabile da qualunque prospettiva. Troppe le scene aggiunte senza motivo, tanto da far raggiungere al film una durata di molto superiore alla media (siamo verso le due ore). Ben cinque gli sceneggiatori e forse è proprio questa la causa di una frammentarietà insopportabile.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Redeyes 27/02/08 15:46 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Film comico con troppi, banali, qualunquisti risvolti d'impegno. Pozzetto gira a vuoto completamente e lo stesso dicasi per Montesano. Per intendersi è difficile farsi una bella risata come con la coppia Pozzetto\Montesano ci siamo fatti altre volte, ma al contempo il risvolto impegnato non decolla. Per certi versi ha un non so che di Mollo Tutto. Finale sdolcinato per un verso, triste per un altro. Centrale il tema del fallimento coniugale. Non riuscito.

Galbo 11/03/08 06:06 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

La collaborazione tra Montesano e Pozzetto che ha dato a volte risultati non disprezzabili (Noi uomini duri) altre volte molto meno (Piedipiatti) è sempre basata sulla contrapposizione tra comicità e stile romano e umorismo lombardo che viene puntualmente riproposta anche in questa commedia con risultati non esaltanti. Il pretesto di una farsa sull'Italia di tangentopoli viene sprecato da una sceneggiatura banale e ricca di luoghi comuni, dai dialoghi spesso ridicoli. Non male il cast.

Markus 26/07/08 09:04 - 3254 commenti

I gusti di Markus

Il film è stato a parer mio ingiustamente maltrattato (persino il regista Ponzi lo disconosce); in realtà è una buona commedia “socio-vacanziera” di una certa raffinatezza registica. Il rinnovato duo Montesano/Pozzetto (Piedipiatti) funziona e l’allora giovane Ferilli mi è parsa convincente e in parte (fatto raro). Primo tempo con i classici stilemi della farsa italica, mentre il secondo (d’ambientazione indiana) è più riflessivo, con cenni di denuncia sociale.
MEMORABILE: Nell'ufficio di Pozzetto arriva la finanza per un controllo: lui (cercando di fuggire) si porta via un terrificante quadro trash col Duomo!

Tomastich 2/07/09 10:13 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Brutto polpettone post-Tangentopoli che neanche la coppia (gia rodata da Ponzi in Noi uomini duri) Pozzetto-Montesano riesce a sollevare. Brutti dialoghi, trama insulsa e tempi comici assenti. Noioso il finale in India. La cosa più divertente del film è l'acquisto del cellulare al costo di 2.900.000! Da evitare!

Franz 10/01/10 09:53 - 110 commenti

I gusti di Franz

Tra gli ultimissimi epigoni della stagione di certa commedia all'italiana, questo film non convince affatto per il miscuglio sconclusionato tra quadri di tardo yuppismo e fughe (non solo in nome dell'ascetismo...) in India, santoni d'accatto e arrampicatori/-trici sociali 'de noantri' (una Ferilli che gioca a fare l'alternativa ma che aspira a un fidanzato ricco, non importa come - eppure siamo nel '94, appena dopo tangentopoli!). Montesano è bravino, Pozzetto svogliatissimo. Cameo del Dogui.
MEMORABILE: Montesano schiaffeggia Pozzetto che, nel dormiveglia in pullman, palpeggia la Ferilli: "Cos'è stato?!", "Un vuoto d'aria.. i Monsoni!", "Usti, forte!".

Rambo90 11/12/10 19:26 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Indubbiamente non si ride come ci si aspetterebbe dalla coppia Montesano/Pozzetto, ciò nonostante è una gradevole commedia, molto leggera nel suo contenuto e ben interpretata dai due protagonisti. Dispiace che abbia avuto un simile insuccesso di pubblico e critica, perché in fondo è un prodotto onesto e godibile. Simpatico il finale.
MEMORABILE: Pozzetto vestito da santone; Nicheli che rivede le partite del Milan registrate in India!

Dengus 18/04/14 12:06 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Dopo il successo di Piedipiatti la coppia Pozzetto/Montesano torna sottotono in questa pellicola tardo yuppista. Pozzetto è un professionista arrogante e invischiato in loschi affari, Montesano un mite impiegato statale tiranneggiato dalla bella fidanzata Sabrina Ferilli, che non gli perdona la sua mancanza di ambizioni. Ben fotografati i '90 con l'acquisto del cellulare a 1.500.000 di lire, che al protagonista non serviva ma era già nel 1994 uno status symbol e la dilagante mania dei viaggi presso le mete buddiste. Mediocre ma salvabile.
MEMORABILE: Il Dogui in India che si fa mandare dall'Italia le registrazioni delle partite di Champions del Milan in Vhs.

Herrkinski 1/12/14 04:11 - 5029 commenti

I gusti di Herrkinski

Mediocre commedia, figlia dei suoi tempi, che riunisce la coppia Pozzetto-Montesano, già vista in Piedipiatti e in Noi uomini duri, quest'ultimo sempre di Ponzi. Il difetto del regista è d'imprimere alla pellicola un taglio televisivo, privo di ritmo, dalla fotografia sciatta e dalle musiche altrettanto mosce; anche i protagonisti sembrano allo sbaraglio e se la prima parte a Roma offre qualche momento discreto, la seconda in India è risibile e si salva solo la breve apparizione del Dogui. Brava la Ferilli, ma il film si dimentica in fretta.
MEMORABILE: Pozzetto e il quadro del Duomo; Montesano al cinema; Il Dogui in India.

Il ferrini 29/01/16 19:23 - 1661 commenti

I gusti di Il ferrini

Il cast lascerebbe intuire che ci sia da divertirsi, ma è vero solo in parte. La coppia Montesano-Ferilli funziona a tratti, Pozzetto quasi mai, l'unica a brillare è la sempre brava Vukotic che ci restituisce una apprezzabile guida new age (si ripeterà in Vittima degli eventi). La sceneggiatura ondeggia senza una meta precisa e c'è un evidente scollamento fra la parte italiana del film e quella indiana, piuttosto noiosa e prevedibile. Il finale col miracolo calcistico poi è veramente tremendo.

Ultimo 9/04/17 11:07 - 1347 commenti

I gusti di Ultimo

Da grande fan della coppia Pozzetto/Montesano (vedi Noi uomini duri o Piedipiatti), sono rimasto assai deluso da questo film. La sceneggiatura è ridotta all'osso e cerca di ricalcare i problemi italiani dei primi anni 90. Pessima la prima parte, mentre qualcosa di meglio si vede nella sequenza in India (con anche un siparietto del compianto Guido Nicheli). I due protagonisti sembrano stanchi e con poca voglia. Prodotto scarso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Markus • 3/07/09 13:34
    Scrivano - 4785 interventi
    cazzarola, ma sono l'unico a trovare qualcosa di divertente in ANCHE I COMMERCIALISTI HANNO UN'ANIMA? Dai, riscattiamo il film!
    Ho dei gusti strani...la cosa ormai è nota ah ah ah
  • Discussione Zender • 3/07/09 19:44
    Consigliere - 43511 interventi
    Guarda, io con tutto che adoro Pozzetto e mi piace NOI UOMINI DURI ho sempre trovato questo film di una sciatteria avvilente. Povero, triste, sulla via del tramonto... Non so cosa tu ci abbia trovato ma evidentemente qualcosa che non riesco davvero a comprendere. Son comunque contento che a qualcuno piaccia, intendiamoci. E poi la gente coi gusti strani fa sempre piacere leggerla. Almeno a me.
    Ultima modifica: 4/07/09 02:06 da Zender
  • Discussione Galbo • 3/07/09 22:38
    Gran Burattinaio - 3746 interventi
    a me il film è sembrato di una pochezza imbarazzante ma .... de gustibus
  • Discussione Markus • 3/07/09 22:57
    Scrivano - 4785 interventi
    E' un film completo, anche se certamente pecca di una certa compattezza. C'è la serietà di un racconto dei nostri giorni; c'è il sottile umorismo di Montesano, con pure un pizzico di romanticismo; c'è la comicità surreale di Renato Pozzetto (la scena del quadro raffigurante il duomo di Milano è fantastica!).
    Il film si perde un pò nella parte "indiana", comunque aggiunge anche un tocco di esotismo.
    C'è da dire che il regista Maurizio Ponzi, lo considero molto: ho trovato quasi sempre nei suoi film, una marcia in più.
    Appare evidente che confrontato con i precedenti NOI UOMINI DURI o il capolavoro IL VOLPONE, questo film ne esce un pò con le ossa rotte, ma trovo che se visto con l'ottica giusta e senza particolari pregiudizi, ha un suo perchè.
    Certo, come detto, sono di gusti strani.
  • Discussione Zender • 4/07/09 09:15
    Consigliere - 43511 interventi
    Toccherà rivederlo, prima o poi. Però ho veramente dei tristi ricordi :)
  • Curiosità Fedemelis • 24/02/14 00:04
    Fotocopista - 1709 interventi
    La partita di calcio che Galbusera (Guido Nicheli) guarda in televisione in India è Milan-Napoli del 21 novembre 1993, 12° giornata di Serie A della stagione 93/94 e terminata 2-1. Nelle poche immagini vediamo il gol su punizione di Albertini.


  • Curiosità Kanon • 7/09/19 21:51
    Fotocopista - 813 interventi
    Il film che guardano al cinema Enrico Montesano e Sabrina Ferilli è La nonna (Yaaba, 1989) di Idrissa Ouedraogo.