An elephant sitting still

Media utenti
Titolo originale: Da xiang xi di er zuo
Anno: 2018
Genere: drammatico (colore)
Regia: Hu Bo
Note: Presentato in anteprima mondiale al Forum del Festival di Berlino
Numero commenti presenti: 2

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/05/20 DAL BENEMERITO ZAMPANò
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zampanò 31/05/20 19:57 - 101 commenti

I gusti di Zampanò

Nella periferia cinese si sovrappongono i destini di uno studente, un vecchio e un bullo. Sullo sfondo il miraggio di un elefante del circo sempre seduto. Film di quasi 4 ore, timing tarkovskyano che tende all'impossibile adesione 1:1 di realtà e rappresentazione. Si muove al ralenti un microcosmo nuvoloso di adulti piagati e ragazzi sopravvissuti, allergici anche alle parole (dialoghi asciutti in torrenziali piano sequenza). Ma quanta brace sotto la cenere. Inesorabile.

Mickes2 14/06/20 21:25 - 1667 commenti

I gusti di Mickes2

I destini di più persone s’incrociano per poi scontrarsi nella plumbea e fosca Cina odierna. Torrenziale racconto di esistenze in via di sgretolamento, anime galleggianti che si muovono in un mondo ormai desolato, ridotto ai margini, basato sulle macerie. Un elefante attende lontano, seduto, mentre i protagonisti sono sempre in piedi nella speranza di cercare, scappare per vedere poi dal nulla rinascere qualcosa. Dialoghi penetranti, formalmente ineccepibile; un’opera potente, iperrealista e depressiva, ritratto interno della tragica sorte del suo autore.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Bubobubo • 2/06/20 15:48
    Call center Davinotti - 205 interventi
    Sarà almeno un anno e mezzo che ce l'ho da parte e ancora non trovo il coraggio di affrontarlo... Penso che prima o poi lo farò, se non altro per rispetto allo sfortunato regista, ma la durata di questi tempi è davvero proibitiva.