Alfa Omega: il principio della fine

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The final programme
Anno: 1973
Genere: fantascienza (colore)
Note: Aka "Alpha Omega: il principio della fine" ma non "Alfa e Omega: il principio della fine" o "Alpha e Omega".
Numero commenti presenti: 7
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Aal 17/08/09 23:44 - 322 commenti

I gusti di Aal

Stralunato esempio di cinema anni '70, debitore (ma solo per l'ambientazione) di Arancia Meccanica. La vicenda narra della lotta per il possesso di un "programma finale" (il titolo originale del film) capace di accelerare di millenni l'evoluzione umana. Il tutto è immerso in un clima di follìa lisergica come rappresentazione di un futuro prossimo in cui è soprattutto la mente umana ad essere cambiata piuttosto che l'ambiente. Molte le situazioni ironiche e un finale spiazzante. Film ricco di sperimentalismi, assurdo ma affascinante.

Cotola 11/11/09 23:47 - 8040 commenti

I gusti di Cotola

Bizzarro, pasticciato e confusionario film di fantascienza Anni Settanta caratterizzato da una trama molto scombiccherata in cui è difficile capirci qualcosa tanto che è impossibile appassionarsi a quanto succede sullo schermo fino ad arrivare alla parte finale che è semplicemente ridicola, delirante e, involontariamente, esilarante. Le scenografie, non poco kitsch, in stile tipico di quegli anni sono l'unica cosa che si salva parzialmente.

Buiomega71 15/12/10 21:00 - 2471 commenti

I gusti di Buiomega71

Assoluto fanta-delirio di un cinema che non c'è più. Solo l'autore dei due Phibes poteva partorire una follia-pop-fantascientifica come questa. Scienziati che vogliono creare il Superuomo, un computer chiamato Duel! Voraci e spietate femmine che "cannibalizzano" virtualmente le loro vittime. Straordinarie le scenografie dello stesso Fuest, soprattutto quella del bar "futuristico" con i flipper, che ispirò pure Ken Russell per Tommy. Consigliato a chi ama un certo tipo di cinema stravagante.
MEMORABILE: L'accoppiamento tra Jon Finch e Jenny Runacre, che dovrebbe dar vita al Superuomo. In realtà un grottesco scimmione!

Daleks 2/03/11 02:25 - 4 commenti

I gusti di Daleks

Ironico e originale questo piccolo grande film di fantascienza scritto e diretto da Fuest, che racconta di un futuro prossimo dove l'evoluzione ci ha avvicinati alla fine del mondo. Splendide le location, divertenti i dialoghi, ottime le scenografie di un cinema che non hai mai visto. Il regista si avvale di un buon cast tra cui Finch e Runacre. Per gli amanti del genere un film imprevedibile e poco conosciuto pieno di dettagli (ogni immagine ne è ricca) che può lasciarvi talvolta sconcertati ma che vi conquisterà.

Lucius 15/03/11 13:01 - 2940 commenti

I gusti di Lucius

Cast variegato, alcuni ottimi attori, specie i protagonisti, altri non all'altezza del resto del cast. Geniale l'idea di base: la creazione dell'uomo perfetto, un ermafrodita che si autofeconda e si autoproduce. Per il resto si apprezzano le scenografie bellissime, marchio di un'epoca. Sperimentalismi, bizzarrie e citazioni naziste fanno il resto. Spiazzante.

Black hole 14/06/17 16:48 - 139 commenti

I gusti di Black hole

Oggi può sembrare un delirante esercizio stilistico di pop-art psichedelica, in realtà è la testimonianza di uno dei modi di fare fantascienza in Inghilterra a cavallo tra '60 e '70 (vedi Arancia meccanica, con cui condivide anche alcuni attori secondari). Al limite del barocco: c'è decadenza, eccentricità, una sorta di sfacelo morale ed esistenziale che ci condurrà al compimento dell'esperimento "atomico-sessuale" da cui scaturirà fisicamente il messaggio finale del film, sotto forma di nuovo inizio. Solo per stoici cultori Sci-Fi.
MEMORABILE: Gli ultimi cinque minuti del film.

Caesars 7/01/20 13:47 - 3036 commenti

I gusti di Caesars

Curioso, ma solo parzialmente riuscito, film di fantascienza che mescola temi "importanti" con una notevole dose d'ironia. Il problema risiede però nello svolgimento della trama, che risulta molto sconclusionato, tanto da rendere abbastanza difficile seguire la vicenda. Rimane un esempio di un certo genere di cinema, tipicamente anni '70, fatto di bizzarrie e immagini volutamente kitsch. Visionario e per questo meritevole di visione.

Robert Fuest HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Tennis • 28/02/11 00:36
    Disoccupato - 2 interventi
    ...sono contento che qualcuno la pensi come me io adoro questo genere di film, zardoz ne è un altro esempio straordinario,interessante sempre di fuest ,oltre al piu' famoso l'abominevole dr. phibes, anche il mostro della strada di campagna .segnalo anche il già nominato l'invenzione di morel ,film tra i miei preferiti,e poi tutta la fantascienza sociologica degli anni 70 premonitrice e affascinante,ciao,
  • Discussione Buiomega71 • 4/02/13 12:57
    Pianificazione e progetti - 23166 interventi
    Apprendo ora, dall'ultimo numero di Ciak di Febbraio, che ci ha lasciato l'attore Jon Finch, all'età di 70 anni.

    Grande nel polanskiano Macbeth e nel capolavoro hitchcockiano Frenzy, nonchè erotomane impenitente nel vadimiano Una femmina infedele

    Ma soprattutto se ne và un pezzo del mio avatar, indimenticabile Jerry Cornelius nel mio supercult fuestiano Alpha Omega
  • Curiosità Buiomega71 • 4/04/14 17:47
    Pianificazione e progetti - 23166 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni (Luglio 1987) di Alpha Omega: Il Principio della Fine:

  • Homevideo Digital • 22/01/15 14:05
    Portaborse - 3241 interventi
    Qualcuno rischia di svenire...
    Dvd della Sinister disponibile dal 25/03/2015.
  • Homevideo Buiomega71 • 22/01/15 17:28
    Pianificazione e progetti - 23166 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Qualcuno rischia di svenire...
    Dvd della Sinister disponibile dal 25/03/2015.


    Ottima notizia, anche se ho una registrazione pressochè perfetta da Studio Universal (quando ancora era nella piattaforma Sky)
    Ultima modifica: 22/01/15 17:29 da Buiomega71
  • Homevideo Xtron • 22/06/15 18:20
    Servizio caffè - 1902 interventi
    Ecco il dvd SINISTER

    Audio italiano e inglese
    Sottotitoli in italiano
    Formato video 1.78:1 anamorfico
    Durata 1h25m23s
    Extra: Trailer cinematografico

    Immagine a 32:57

    Ultima modifica: 23/06/15 08:57 da Zender
  • Homevideo Buiomega71 • 22/06/15 18:39
    Pianificazione e progetti - 23166 interventi
    Stessa durata del master che ho registrato da Studio Uiversal
    Ultima modifica: 23/06/15 08:57 da Zender
  • Discussione Black hole • 14/06/17 17:08
    Galoppino - 17 interventi
    Veniva dato spesso durante gli scioperi dei giornalisti RAI negli anni '70/'80, insieme ad Andromeda, Damnation Alley (l'Ultima Odissea) e Il Mondo dei Robot.
    Evidentemente ai tempi c'era un direttore che amava il genere.

    Quando lo vidi allora (in bianco e nero) mi impressionò (anche per il sesso finale, merce rarissima per la Rai di allora). Mi colpi subito il protagonista con questo suo abbigliamento da dandy del futuro.

    Un film fino a qualche anno fa davvero difficile da reperire tanto che riversai manualmente l'audio italiano di un VHS su un dvd originale acquistato per pochi euro in un cestone in Germania per mantenere una copia di qualità sufficientemente duratura.

    Va comunque visto se si ama la fantascienza. Anch'io trovo che abbia molte affinità con Arancia Meccanica e con il decadentismo di Zardoz (qui trovo che ci sia anche un'analogia tra le rispettive scene di sesso che coinvolgono Jerry e Zed e che si svolgono sostanzialmente per produrre un risultato, una fusione verso una mutazione).
  • Discussione Buiomega71 • 14/06/17 17:56
    Pianificazione e progetti - 23166 interventi
    Uno dei balocchi più bizzarri e sfuggenti ( giustamente come lo è ZARDOZ o L INVENZIONE DI MOREL) della fanta '70.

    Film, poi, a cui sono legato particolarmente, fu il primo che vidi seienne ( sulla seconda rete RAI) con quei corpi nudi che facevano " strani giochi " e i miei ( inconsapevoli di quelle immagini , ormai fluttuanti sullo schermo della TV ) mi dissero che " facevano la lotta"

    Ne rimasi turbatissimo, e cosi che scoprì questo strano oggetto che era il cinema ( l altro , dello stesso peso da " nave scuola" fu ANCHE GLI UCCELLI UCCIDONO, sempre trasmesso dalla RAI in quel magico periodo, il 1977)

    Non solo gemma grezza della SF settantiana di un autore visionario e personalissimo, ma anche ( e forse soprattutto) il mio promo contatto con il cinema ( il mio avatar davinottico e li a testimoniarlo)
    Ultima modifica: 14/06/17 18:02 da Buiomega71
  • Discussione Mauro • 28/06/17 13:31
    Disoccupato - 10261 interventi
    Il film è del 1973

    http://www.imdb.com/title/tt0070289/releaseinfo?ref_=tt_ov_inf