Aggrappato ad un albero, in bilico su un precipizio a strapiombo sul mare... - Film (1971)

Aggrappato ad un albero, in bilico su un precipizio a strapiombo sul mare...
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Sur un arbre perché
Anno: 1971
Genere: commedia (colore)
Note: Benché alcuni repertori indichino l'anno 1973, il film è del 1971. Aka "Aggrappato ad un albero in bilico su un precipizio a strapiombo sul mare..."
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Commedia surreale di Serge Korber, adattata da un'idea di Roustang, AGGRAPPATO AD UN ALBERO… è un film con il celebre comico francese Louis De Funès, ma in verità la sua presenza non appare poi così necessaria: se la parte di Rubier l'avesse avuta qualsiasi altro attore appena spiritoso il risultato non sarebbe praticamente cambiato. Questo perché, se è indubbio che il soggetto rappresenta il punto di forza del film, la sceneggiatura non brilla affatto, lasciando all'estro e alla mimica di De Funès poco spazio. Rubier è uno speculatore ricchissimo che dopo aver ospitato in auto, suo malgrado, due giovani “contestatori”...Leggi tutto (leggasi hippies, lei è Geraldine Chaplin) ha con loro un incidente stradale che catapulta la macchina nella situazione descritta dal titolo: appollaiata su un pino marittimo sporgente da una parete rocciosa ripidissima. Impossibile scendere, i tre restano bloccati così per la quasi totalità del film. Le riprese di Korber sono spettacolari: sfruttano lo splendido paesaggio naturale della Costa Azzurra in modo eccellente esaltando la sensazione di precarietà con panoramiche di grande effetto. Purtroppo però il trio non è affiatato, i loro dialoghi sono sempre incerti, non si capisce se vogliono puntare allo spaccato sociale o alla comicità senza pretese, risultando in gran parte noiosi. Il carattere surreale della situazione, poi, richiede molte pause silenziose in cui il paesaggio possa prendere il sopravvento e insistere sull’incredibile posizione in cui sta l’auto (se sono fotomontaggi sono perfetti!). Il finale fortunatamente è in crescendo. La vicenda ha sviluppi paradossali (a volte possono far pensare al successivo e più noto LA SIGNORA IN ROSSO) e finalmente ci si diverte. Ma è troppo tardi. Resta un film curioso, molto francese nella concezione e se non altro in un certo senso sofisticato.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 3/09/07 01:20 - 3807 commenti

I gusti di Undying

L'esilarante comico Louis De Funes viene diretto con mestiere (ottime le riprese e le panoramiche della costa Azzurra) e investito di un ruolo surreale, ma anche poco comico: il titolo, infatti, può ben rappresentare la sinossi stessa del film. I dialoghi sono monotoni e la prima parte della pellicola si segue a fatica, vanificando l'exploit finale.

B. Legnani 2/06/08 14:24 - 5574 commenti

I gusti di B. Legnani

A soggetto ed effetti speciali notevoli (siamo nel 1971) non corrisponde sceneggiatura adeguata. De Funés, rinchiuso in uno spazio angusto, non può scatenarsi fisicamente alla Paperino e può contare solo sulle espressioni e sul sarcasmo di chi si sente superiore. La Chaplin è solo decorativa, mentre De Funès junior vale la cugina. Da notare che in giorni e giorni di abbandono ai due uomini non cresce neanche un pelo di barba...

Mascherato 9/06/08 23:46 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Louis De Funès non ha avuto eredi (il suo ritratto di borghese isterico, frustrato sessualmente, invidioso e pasticcione, non ha eguali - per non parlare del commissario Juve, nemesi di Fantomas, e del maresciallo Crichot della saga dei "6 gendarmi"). Qui è Henri Roubier, losco imprenditore con parrucchino (che perderà nel corso della ca(r)ttività), prigioniero, insieme con due autostoppisti, della sua stessa auto, bloccata su di un ramo sporgente. Un roadless movie con diversi colpi di scena.

Markus 13/09/10 09:38 - 3706 commenti

I gusti di Markus

Il titolo del film dice già tutto e in effetti il felice soggetto è la base sostanziale della divertente pellicola francese. La presenza del comico Louis De Funes è un valore aggiunto: la sue famose smorfie del viso, i suoi isterismi sono uno spasso! La stuzzicante vicenda si svolge appunto su un'auto appoggiata in bilico sopra un pino marittimo curiosamente radicato in una scogliera della solare Costa Azzurra; ai tre malcapitati toccherà una convivenza forzata e al limite della sopravvivenza...

Stefania 5/03/11 00:38 - 1599 commenti

I gusti di Stefania

Rubiér, volpe del cemento, spregiudicato costruttore di autostrade... costretto a non poter percorrer l'autostrada causa sciopero dei casellanti! E' solo l'inizio dei suoi guai, ma in quella fuoriserie basculante sull'orlo di un precipizio, non accade molto di interessante, a parte alcuni gustosi intermezzi onirici in bianco e nero, ove De Funes immagina che l'autostoppista, suo compagno di sventura, sia un serial killer! Più vivace l'ultima parte, in cui il salvataggio si trasforma in show mediatico, con gran gioia di cronisti d'assalto e testimoni curiosi. Gustosa sorpresa finale. Non male!
MEMORABILE: De Funes che si risveglia dopo l'incidente e chiede ai due passeggeri: "Toglietemi una curiosità: secondo voi, siamo morti?"

Serge Korber HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Beato tra le donneSpazio vuotoLocandina La divorziataSpazio vuotoLocandina Il caldo amore di EvelynSpazio vuotoLocandina Ta gueule, je t'aime!
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.