Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dopo il discreto successo del primo ABBRONZATISSIMI, Bruno Gaburro replica e ripropone storie balneari sulla Riviera Adriatica (da Rimini a Cervia) con un cast zeppo di nomi famosi (famosi relativamente, è ovvio!). Ancora episodi alternati, ma questa volta è facile individuare i due principali: da una parte Vanessa Gravina che incontra in albergo il marito da cui si è appena separata (Mauro Di Francesco) e gli fa credere di stare con un russo (Pier Maria Cecchini) incontrato per caso, dall'altra la coppia Jerry Calà (giornalista appassionatissimo d’auto)/Eva Grimaldi, che conoscono Renato Cecchetto e Marina Occhiena e, credendo lui un importante...Leggi tutto editore, accettano di fare uno scambio di coppie. Sono due episodi tutto sommato recitati decentemente, simpatici, con qualche buona idea di fondo e senz'altro migliori di quanto s’era visto nel primo, pessimo ABBRONZATISSIMI. La Gravina è convincente, Di Francesco in una parte per una volta sgradevole non dispiace, Jerry si salva facendo ricorso al tradizionale repertorio e, se si esclude la tremenda caduta di tono con l'incontro di boxe alla ROCKY II, i due segmenti si lasciano vedere senza troppi rimpianti. Attorno a questi troviamo gli episodi di riempimento: Franco Oppini portiere d'albergo che seduce le cameriere (tra cui la Cucinotta e Carmen Di Pietro) sembra l’Ezio Greggio dei peggiori VACANZE DI NATALE, la coppia Valeria Marini/George Hilton ripropone il classico tema dell'amore impossibile tra giovani e anziani, altri ragazzotti poco espressivi e di bell'aspetto si sollazzano tra storielline improvvisate. Musica dance, gag spesso squallide... l'atmosfera è quella degli epigoni poveri di RIMINI RIMINI, ma almeno qui si riconosce un abbozzo di soggetto, di sceneggiatura.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 1/02/08 20:34 - 3827 commenti

I gusti di Undying

La buona accoglienza di pubblico (che non sempre - questo caso lo dimostra - coincide con la qualità) ha permesso di concepire - ex abrupto - questo seguito: nel quale si ripropone lo stesso plot (se proprio così vogliamo dire, giacché la sceneggiatura sa di work in progress) sviluppato sulle medesime (scarse) macchiette pre-(para)televisive. Non è un caso che il film passerà, in maniera pressoché "a latere" - un'estate si ed una no - come riempitivo dei palinsesti estivi: adatto cioè a rinfrescare la mente dello spettatore, cotta dalla calura.

Mco 22/07/09 14:27 - 2197 commenti

I gusti di Mco

Numero due della serie gaburriana di "Abbronzatissimi", con rimescolamento di interpreti e coppie (qui Calà fa coppia con la Grimaldi e Di Francesco non è più disperato con Teone), ma anche con minore impatto comico. Si salvano i due attori maschili testè nominati e fors'anche Oppini, che recalcitra nel ruolo di portiere-rimorchiatore. Anche la Valeriona Marini (sempre fascinosa nel suo essere burrosa) nel cast. Così così.

Cangaceiro 21/08/09 08:50 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Raggelante. Forse nemmeno Mutande pazze può vantare una così nutrita schiera di cani e cagne lasciati a vegetare davanti alla mdp, per giunta doppiati nel peggiore dei modi. Il senso di schifo ci accompagna dalla prima all'ultima scena (dedicate all'atroce drappello di motociclisti), la regia è il massimo dello squallore: non pretendevo chissà quali peripezie ma limitare gran parte del lavoro alle inquadrature fisse è un po' troppo. Hilton ormai bolso. Per fortuna Calà ogni tanto ci ricorda che stiamo guardando una commedia e non un film dell'orrore.

Tomastich 21/08/09 10:49 - 1218 commenti

I gusti di Tomastich

Simpatico divertissment gaburriano con un cast ben assortito (che vede fra l'altro una bella Valeria Marini accasata con lo storico George Hilton) e gestito come un bel "fritto misto". Sempre bella Vanessa Gravina, mentre noioso l'episodia della motociclista e del secchione.
MEMORABILE: Molto bella la canzone finale "You can't stop me now!", in stile Aor americano.

Rambo90 14/02/10 19:19 - 6761 commenti

I gusti di Rambo90

Addirittura peggiore del primo capitolo, su questo film c'è poco da dire: il migliore resta Jerry Calà e il suo episodio fa anche ridere, ma è continuamente intervallato con altri completamete scialbi e spesso anche noiosi. Pessimo l'episodio con la Marini, ridicolo quello con Di Francesco, Oppini simpatico ma inutile. Non ha replicato ovviamente il successo al botteghino del precedente.

Herrkinski 11/03/10 23:03 - 5859 commenti

I gusti di Herrkinski

Se già il prototipo era scadente, qui non si va meglio. Gaburro cerca di creare un filmetto balneare ad uso e consumo del pubblico "estivo", sfruttando la solita formula delle varie storie amorose e delle gelosie che si intrecciano; ma la sceneggiatura è poca cosa e il divertimento è pressochè assente. Calà e la Grimaldi ogni tanto strappano un sorriso, Di Francesco se la cava, ma per il resto tabula rasa. In definitiva un prodotto insulso, a tratti pure noioso. Molto evitabile.

B. Legnani 21/09/11 01:35 - 4950 commenti

I gusti di B. Legnani

Ragionando alla lettera, sarebbe "filmaccio con qualcosa da salvare" (*½). Il problema è che il molto (pessimo, talora indescrivibile) uccide il poco (un paio di sorrisi nella commedia degli equivoci Calà-Cecchetto). Micidiale l'incontro di boxe, micidiale la strage di cuori di Oppini, micidiale la recitazione di gente che pare messa lì per caso: rispetto alle altre donne, la Grimaldi qui vale la Magnani. Gaburro narrò a "Stracult" che ogni tanto si trovava ragazze che la produzione imponeva per un ruolino: si capisce anche dove le ha messe...

Belfagor 8/10/11 19:14 - 2640 commenti

I gusti di Belfagor

Intreccio di storie sulla riviera adriatica con l'inevitabile carico di tette al vento, battutacce, equivoci pretestuosi, cornuti e mazzate. Le trame sono, inutile dirlo, logore quando non abbozzate, mentre la recitazione è ad un livello da avanspettacolo. Calà e Oppini per lo meno s'impegnano a fare qualcosa di buono, ma con il materiale di partenza che si ritrovano c'è poco da sperare. Ridicole, inoltre, le pretese di satira sociale.

Pigro 31/12/11 09:16 - 8436 commenti

I gusti di Pigro

Brevi amori a Cervia, si potrebbe dire ricordando il prototipo balneare di Bianchi: peccato che lì ci fosse almeno Sordi. L’intreccio di storielle non sarebbe terribile di per sé (il giornalista arrivista alle prese con lo scambio di coppie, la separata assediata dall’ex), ma il livello delle battute (impossibile ridere e perfino sorridere) e della recitazione (tra comici che vanno in automatico e bellocce che non vanno proprio) affossano tutto. Senza contare scene veramente terribili (la boxe).

Nando 13/02/12 15:37 - 3564 commenti

I gusti di Nando

Commediola edulcorata in cui si narrano vicende vacanziere tra ritorni di fiamma, innamoramenti e scambi di coppie. Le risate latitano e le recitazioni in alcuni casi mettono il tremolio. Starlette e stelline in evidenzia con risultati scarsi, vedi la Marini. La Occhiena mostra un fugace seno.

Bruno Gaburro HA DIRETTO ANCHE...

Piero68 17/09/13 10:13 - 2836 commenti

I gusti di Piero68

Rarissimo caso in cui un sequel supera, seppure di pochissimo, il primo film. Eppure così è. Convince di più sia per quanto riguarda le singole storie che vanno a intrecciarsi sia per alcuni siparietti sicuramente più divertenti, tipo l'incontro di box. Cast capitanato da Calà non altisonante ma comunque zeppo di volti noti e dei soliti caratteristi dell'epoca. Per carità, niente di che, resta sempre il solito prodotto squallido e irritante, ma almeno questa volta, come già detto, una sorta di soggetto c'era.

Gabrius79 2/12/13 00:53 - 1261 commenti

I gusti di Gabrius79

Deplorevole seguito di un film che aveva dato già tutto (ammesso che avesse dato qualcosa). Parte del cast viene riciclato, ma la sceneggiatura è noiosa e banale. Si salvano Calà, Cecchini e la Gravina per il rotto della cuffia. C'è una Valeria Marini agli albori. Dimenticabile.

Dengus 1/04/14 00:08 - 360 commenti

I gusti di Dengus

Sequel evitabile che trova soltanto nel solito Calà (coadiuvato dalla Grimaldi e da Cecchetto) la sua ragione comica. A parte un cast povero e una recitazione ai limiti della svogliatezza, il film non convince, nonostante la presenza di Hilton, Oppini e di un mal sfruttato Di Francesco (questa volta in una inusuale parte seria, in cui non fa ridere come nel precedente). Parco femminile prospero di bellezze con una giovane Cucinotta, la Cavallari, una meno burrosa Marini, la bellissima Gravina, una affascinante Occhiena e la Grimaldi.

Zio bacco 7/10/14 15:58 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Classico film usa e getta, che con gli anni riempie le noiose programmazioni estive. Il cast è tecnicamente miserrimo, tolto un Jerry Calà in un inusuale ruolo da cornuto e una appena sufficiente Grimaldi (il che è eloquente). Qualcosina da salvare ci potrebbe essere, ma il giudizio cambia vertiginosamente alla vista di scene assurde (l'incontro di boxe, la vendetta delle cameriere) o di personaggi palesemente insulsi (la Marini, Oppini e il suo stuolo di damerine). Irritante la presenza delle starlette, fatte recitare ad hoc. Evitabilissimo.

Stuntman22 17/09/15 01:07 - 116 commenti

I gusti di Stuntman22

Gaburro sceglie qui una strada più "sofisticata" (si fa per dire) rispetto al primo capitolo: meno gag e più storielle "originali". Ma le storielle non reggono e senza battute non si ride proprio, se non a tratti. Da salvare c'è l'interpretazione di Cecchini, che sfodera una timbrica vocale vagamente "albertosordiana" (non gridate alla bestemmia). Jerry Calà invece è in fase calante. Certe sequenze, come quelle in moto, sono imbarazzanti. Lo stesso Gaburro, in un'intervista, disse: "Questi non erano film".
MEMORABILE: Vanessa Gravina in costume.

Ultimo 6/11/15 16:16 - 1462 commenti

I gusti di Ultimo

Sulla scia del primo capitolo nasce un film praticamente identico con il solo cambio di location. A dirla tutta qui qualcosa da salvare lo troviamo: specie nell'episodio di Calà e nella parte di Vanessa Gravina di scorge un barlume di sceneggiatura che riesce a strappare qualche sorriso. Pur rimanendo a livelli bassi, prende mezzo pallino in più del primo.

Metuant 17/07/18 08:10 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Già il primo capitolo non era certo il massimo, neanche come film balneare in sé; qui Gaburro riesce ad abbassare ulteriormente il livello del tutto, anche se non tutto è proprio completamente da buttare. Calà almeno riesce a essere comunque simpatico e divertente e in fondo alcuni personaggi sono persino gradevoli, ma non si ride mai davvero e a tratti il film dà l'impressione di essere nient'altro che una sequela di storie improvvisate messe assieme tanto per portare a casa la pagnotta.

Caveman 19/07/18 11:43 - 282 commenti

I gusti di Caveman

Terribile secondo capitolo (non che il primo fosse Quarto potere, sia chiaro) che presenta praticamente gli stessi personaggi del predecessore (evidentemente squadra che vince non si cambia) ma in ruoli diversi. Ma diciamoci la verità: Gaburro qui non riesce a salvare nulla. La location balneare questa volta non mette le pezze e chi nel primo film era spumeggiante (Di Francesco) qui invece finisce nelle sabbie mobili della noia, tirato a fondo da una sceneggiatura che stecca in tutte le sue parti.

Redeyes 30/09/19 18:17 - 2264 commenti

I gusti di Redeyes

Cervia fa da balera per i balli, fuori tempo massimo, dei nostri. All'interno dell'Hotel s'intrecciano storielle mai ficcanti e anzi spesso al limite del sopportabile. In questo labirintico niente si perdono anche due mattatori del genere come Calà e Di Francesco, alle prese con personaggi piatti e più disperati che divertenti. Di contorno un cast ricco, che ha il solo merito di farci sembrare meno male di quello che è la giovane Valeriona, a metà fra un accademico Hilton e un fastidioso Giorgi.

Daidae 4/07/21 03:58 - 2853 commenti

I gusti di Daidae

Presenta più o meno gli stessi difetti del film precedente: troppo lungo, noioso, alcune scene insensate e che non fanno ridere. Rispetto al numero uno è più curato, si punta molto sul bel cast femminile che vede diverse belle attrici italiane, delle quali la migliore è senz'altro la Gravina, che tra l'altro si ritaglia una delle parti meglio riuscite assieme a un discreto Pier Maria Cecchini. Leggermente migliore del precedente, ma comunque mediocre.

Eva Grimaldi HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Tomastich • 7/07/11 18:48
    Call center Davinotti - 120 interventi
    notevole canzone melodic rock "You can't stop me now": http://www.youtube.com/watch?v=PVzmGfjJMMM&feature=related
  • Discussione B. Legnani • 21/09/11 01:26
    Consigliere - 14249 interventi
    Zender, vedi un po' tu cosa fare. Il fatto è che il film, al di là del titolo, non è per nulla un sequel del film ABBRONZATISSIMI. I pochi attori superstiti interpretano tutti personaggi diversi. Anche Giusti non parla di sequel, ma di "seconda puntata"...
  • Discussione Zender • 21/09/11 08:13
    Consigliere - 44610 interventi
    Sì, ma non capisco cosa cambi. Se dici per il quadratino, la definizione nostra è "Il film è un SEQUEL (o un film collegato) di un altro film presente sul Davinotti". Trattasi sicuramente di un film collegato, quindi, se non altro a livello di titolo e per la presenza di molti degli stessi attori.
  • Discussione B. Legnani • 21/09/11 11:00
    Consigliere - 14249 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Sì, ma non capisco cosa cambi. Se dici per il quadratino, la definizione nostra è "Il film è un SEQUEL (o un film collegato) di un altro film presente sul Davinotti". Trattasi sicuramente di un film collegato, quindi, se non altro a livello di titolo e per la presenza di molti degli stessi attori.

    Perfetto. Hai ragione.
    Però dovremmo cambiare la nota che parla di sequel.
    Ultima modifica: 21/09/11 11:14 da B. Legnani
  • Discussione Zender • 21/09/11 11:42
    Consigliere - 44610 interventi
    Ok, anche se un giorno mi piacerebbe capire cosa esattamente s'intende per sequel e fin dove ci si può spingere con l'uso del termmine.
  • Homevideo Xtron • 9/06/12 18:50
    Servizio caffè - 1876 interventi
    Il dvd Medusa ha una durata di 1h38m04s
    I sottotitoli nonostante siano indicati, non sono presenti. Ma il 4/3 è il formato corretto?

    Ultima modifica: 10/06/12 10:48 da Zender
  • Homevideo Zender • 10/06/12 10:49
    Consigliere - 44610 interventi
    Xtron ebbe a dire:
    Il dvd Medusa ha una durata di 1h38m04s
    Ma il 4/3 è il formato corretto?

    Non credo proprio. Probabilmente l'hanno smascherinato per i passaggi tv e in dvd hanno lasciato il film senza mascherini.
  • Musiche Samuel1979 • 19/05/13 00:57
    Call center Davinotti - 3216 interventi
    C'è anche il brano degli Ace Of Base " All that She Wants".
  • Discussione Kanon • 29/09/19 22:12
    Fotocopista - 821 interventi
    Oggi è stata trasmessa la "long version" : 137 minuti di interesse culturale !
  • Discussione Caveman • 24/03/20 16:55
    Magazziniere - 372 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Kanon ebbe a dire:
    Oggi è stata trasmessa la "long version" : 137 minuti di interesse culturale !

    Oddio, siam apposto; esiste pure la director's cut...


    Effettivamente, per quanto abbia una sua valenza abbastanza trash la pellicola, non si sentiva la necessità di più di una versione.

    Ammetto che l'unica parte che mi fa sorridere è quella che vede in scena Teo Teocoli e Maurino Di Francesco.