LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/02/13 DAL BENEMERITO RUBER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ruber 20/02/13 02:56 - 663 commenti

I gusti di Ruber

Biografia del grande cantante Modugno interpretato da un bravo Beppe Fiorello, che si cala perfettamente nei panni del cantautore e ne ripercorre la vita: dalla sua giovinezza nel piccolo paese pugliese fino alla successo in Italia e nel mondo. Fiorello è certamente l'attore giusto per questo tipo di ruoli e la sua carriera fin qui lo dimostra, inoltre la somiglianza fisica è un'arma che sfrutta appieno, cosi come sa interpretare magnificamente tutte le canzoni. La Smutniak è un'ottima spalla e la regia è gradevole.

Piero68 20/02/13 09:38 - 2758 commenti

I gusti di Piero68

E' sempre difficile affrontare le biografie di artisti così grandi. Resta però il fatto che come fiction Rai continua ad avere i soliti atavici problemi: una regia inesistente e una sceneggiatura superficiale e ruffiana oltre ogni limite. E come era già successo con la fiction su Walter Chiari l'interprete principale, Beppe Fiorello in questo caso Boni allora, giganteggia e stupisce mentre tutto il resto del cast sembra a una recita scolastica. Smutniak è ad esempio semplicemente inguardabile, in alcuni passaggi. Do un bel voto solo per Fiorello.

Galbo 21/02/13 17:56 - 11385 commenti

I gusti di Galbo

Molto gradita dal pubblico, la fiction su Domenico Modugno sembra realizzata apposta per un'audience da televisione generalista. La rappresentazione di un "santino", che quasi mai fa intuire l'importanza dell'artista nella gloriosa storia della canzone popolare italiana. Grande interpretazione di Beppe Fiorello, decisamente credibile nei panni del protagonista ma totalmente sciatto il contesto, con un cast raffazzonato e una regia che manca clamorosamente di personalità. L'artista in questione meritava di più.

Gugly 22/02/13 18:17 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Fiction che mi lascia molte perplessità: Beppe Fiorello si immedesima nel personaggio sino a rievocarne la voce ma, come al solito, due puntate sono poche per ricostruire la parabola umana di un personaggio che ha fatto storia in Italia: scenografia cartolinesca, tanti episodi abbozzati, poche ombre (il rapporto travagliato con la moglie) e, soprattutto, l'eccessiva irruenza del Modugno rappresentato, quasi ansiogeno nel suo entusiasmo. Piacevole, ma superficiale.
MEMORABILE: Fiorello truccato da Modugno quarantenne negli anni 70: impressionante.

Guru 1/03/13 20:59 - 348 commenti

I gusti di Guru

Interpretazione eccellente ed eclettica di Beppe Fiorello in una parte non facile ed emotivamente complessa. Buone la regia e l’idea di raccontare, con spaccati di vita, gli inizi difficili della longeva carriera di Modugno (per il declino si aspetta il seguito!). La Smutniak mi ha impressionato favorevolmente reggendo con grande delicatezza e fermezza la parte di una donna che nella vita ha sofferto e sopportato la pazzia di Mimmo….

Nando 24/03/15 09:10 - 3472 commenti

I gusti di Nando

Fiction sul primo periodo della vita del grande Modugno, con gli stentati inizi e il grande successo sanremese. L'interpretazione di Fiorello è magistrale e impeccabile, con un timbro di voce che ricorda il grande artista. Il taglio fiction emerge in molte immagini patinate, nonostante le ricostruzioni ambientali appaiano discrete.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Galbo • 27/02/13 20:24
    Gran Burattinaio - 3754 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Galbo ebbe a dire:
    Gli omaggi agli illustri artisti del passato li fanno anche gli americani. Solo due esempi Walk the line su Johnny Cash e Ray su Ray Charles. Due ottimi film. Il problema è la scarsa qualità del prodotto che implica anche il poco rispetto nei confronti dei nostri grandi artisti del passato nonchè il decadimento dei prodotti seriali italiani.

    Si ma quelli Galbo erano film, questa (come tante altre) era una fiction o una miniserie tv come va di moda chiamarle oggi, c'è molta differenza.



    vogliamo parlare dell'altissimo livello delle produzioni televisive americane ? questi italiani sono prodotti di una mediocrità imbarazzante al confronto.
  • Discussione Ruber • 28/02/13 15:18
    Compilatore d’emergenza - 8965 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    Galbo ebbe a dire:
    Gli omaggi agli illustri artisti del passato li fanno anche gli americani. Solo due esempi Walk the line su Johnny Cash e Ray su Ray Charles. Due ottimi film. Il problema è la scarsa qualità del prodotto che implica anche il poco rispetto nei confronti dei nostri grandi artisti del passato nonchè il decadimento dei prodotti seriali italiani.

    Si ma quelli Galbo erano film, questa (come tante altre) era una fiction o una miniserie tv come va di moda chiamarle oggi, c'è molta differenza.



    vogliamo parlare dell'altissimo livello delle produzioni televisive americane ? questi italiani sono prodotti di una mediocrità imbarazzante al confronto.


    Si ma dillo in silenzio non ti far sentire da mamma Rai :) che e contenta dei suoi 11mln di share...
  • Discussione 124c • 28/02/13 16:54
    Risorse umane - 5154 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Geppo ebbe a dire:
    Markus ebbe a dire:
    Geppo ebbe a dire:
    Zender ebbe a dire:
    Dì la verità che l'hai guardata solo per quello, Geppo :)

    :-) :-)


    Geppus, vedrai che prima o poi faranno una fiction su Franco & Ciccio. E' questione di tempo.



    Spero di no! Sinceramente sono contrario a questo genere di produzioni. Preferisco invece i documentari (tipo "Come inguaiammo il cinema italiano").


    Mi trovi pienamente d'accordo! Infatti, dopo aver visto per curiosità "Walter Chiari" ed "Enzo Tortora", ho dissipato la tentazione di vedere questo sceneggiato su Domenico Modugno… E' davvero troppo! (I motivi li ho specificati in questa discussione, perciò non mi ripeto). Comunque a tappeto si stanno sparando tutti gli artisti del dopoguerra, ecco perché temo che prima o poi tocchi il turno di F&C.
    Io temo una fiction su Bud Spencer e Terence Hill, o due fiction su ciascuno di loro.
  • Discussione Motorship • 28/02/13 17:48
    Fotocopista - 276 interventi
    Oddio potrebbero avere anche in mente li in Rai di fare una fiction su Alberto Sordi, ma spero tanto di no.
    Personalmente le odio(!!!)quel tipo di fiction, al punto che non le guardo nemmeno, neppure per mera curiosità. Ma si sa che Mamma Rai da sto punto di vista non guarda in faccia a nessuno, familiari degli scomparsi compresi(guarda fiction su Rino Gaetano).
  • Discussione Gugly • 28/02/13 18:03
    Segretario - 4677 interventi
    124 disse:

    Io temo una fiction su Bud Spencer e Terence Hill, o due fiction su ciascuno di loro.

    Naaaa, non credo, almeno per ora...ma solo perchè non sono ancora entrati nel regno dei più (questo è).
    La fiction italiana conviene: costa poco e la vedono in tanti (di solito).
    Comunque, di gente da immortalare ne manca ancora tanta eh: Fred Buscaglione, Renato Carosone, Anna Magnani, Vittorio de Sica...Totò!!!!

    Vedrete se nei prossimi anni non ne uscirà una sui personaggi citati...
    Ultima modifica: 28/02/13 18:03 da Gugly
  • Discussione 124c • 1/03/13 16:54
    Risorse umane - 5154 interventi
    Gugly ebbe a dire:
    124 disse:

    Io temo una fiction su Bud Spencer e Terence Hill, o due fiction su ciascuno di loro.

    Naaaa, non credo, almeno per ora...ma solo perchè non sono ancora entrati nel regno dei più (questo è).
    La fiction italiana conviene: costa poco e la vedono in tanti (di solito).
    Comunque, di gente da immortalare ne manca ancora tanta eh: Fred Buscaglione, Renato Carosone, Anna Magnani, Vittorio de Sica...Totò!!!!

    Vedrete se nei prossimi anni non ne uscirà una sui personaggi citati...


    Intanto, lunedì, c'è la miniserie su Trilussa, con Michele Placido...O inizia domenica?
  • Discussione Motorship • 5/03/13 16:56
    Fotocopista - 276 interventi
    124c ebbe a dire:
    Gugly ebbe a dire:
    124 disse:

    Io temo una fiction su Bud Spencer e Terence Hill, o due fiction su ciascuno di loro.

    Naaaa, non credo, almeno per ora...ma solo perchè non sono ancora entrati nel regno dei più (questo è).
    La fiction italiana conviene: costa poco e la vedono in tanti (di solito).
    Comunque, di gente da immortalare ne manca ancora tanta eh: Fred Buscaglione, Renato Carosone, Anna Magnani, Vittorio de Sica...Totò!!!!

    Vedrete se nei prossimi anni non ne uscirà una sui personaggi citati...


    Intanto, lunedì, c'è la miniserie su Trilussa, con Michele Placido...O inizia domenica?


    No! Inizia l'11 marzo, ossia Lunedì prossimo, e dura fino al 12 marzo. Insomma due puntate la prima l'11 l'altra il 12.
    L'ho sentito adesso di sfuggita su Raiuno.
    Ultima modifica: 5/03/13 22:11 da Motorship
  • Discussione Ruber • 6/03/13 02:04
    Compilatore d’emergenza - 8965 interventi
    Io già intravedo la miniserie su Papa Benedetto XVI e la sua abdicazione...già mi vedo Galbo a Piazza Mazzini con cartelloni di protesta:)
    Ultima modifica: 7/03/13 01:24 da Ruber
  • Discussione Galbo • 7/03/13 05:49
    Gran Burattinaio - 3754 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Io già intravedo la miniserie su Papa Benedetto XVI e la sua abdicazione...già mi vedo Galbo a Piazza Mazzini con cartelloni di protesta:)

    prima la guardo e poi protesto, come con i film di Vanzina
  • Discussione Ruber • 8/03/13 01:53
    Compilatore d’emergenza - 8965 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    Io già intravedo la miniserie su Papa Benedetto XVI e la sua abdicazione...già mi vedo Galbo a Piazza Mazzini con cartelloni di protesta:)

    prima la guardo e poi protesto, come con i film di Vanzina


    Ahahahaha Galbo sei troppo forte, tu prima guardi i film vanziniani e poi spari a zero:)) dai dai che tra poco arriva Trilussa, voglio vederti come una furia!!