LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/05/10 DAL BENEMERITO DISORDER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Disorder 12/05/10 11:06 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Primo tentativo di soap-opera all'italiana targata Rai, è probabilmente anche il progetto più riuscito nel suo genere. Non si discosta dai classici clichè (amori, tradimenti e perfino resurrezioni!) ma si dà anche spazio a vicende più vicine alla gente comune. Efficace l'ambientazione napoletana, calda e colorata; dignitoso il cast, composto (almeno all'inizio) da rodati professionisti. Va detto che la qualità va costantemente calando (sia come attori che come trame), ma a mio avviso rimane l'unico tentativo riuscito di soap all'italiana.

Belfagor 13/05/10 15:42 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Soap-opera all'italiana, con i suoi pregi e i suoi difetti. Le trame di certo non sono originali (e quando mai lo sono, d'altronde) ma i personaggi sono più credibili e umani. Le ambientazioni, per una volta, non sono cupe e desolate ma impreziosite dall'atmosfera partenopea. C'è anche spazio per affrontare i problemi di Napoli fra le varie vicende di amore, morte, segreti e menzogne. Fluido, può essere guardato tranquillamente anche da chi non è un fan accanito.
MEMORABILE: La puntata con Amanda Lear nel ruolo della Morte.

Capannelle 17/05/10 09:21 - 3721 commenti

I gusti di Capannelle

Una serie che per diversi anni ha saputo proporre situazioni varie e divertenti (con diversi personaggi giustamente entrati nelle simpatie del pubblico) ma che poi, nel tentativo di percorrere nuove strade è risultata più artificiosa e ha scelto i volti sbagliati. Il voto esprime quindi una media tra passato e presente.

Gugly 13/05/10 20:47 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Tentativo riuscito almeno all'inizio di serialità italiana: a Palazzo Palladini con vista su Posillipo si consumano intrighi e passioni, ma anche piccole vicende quotidiane e perché no, comiche, il tutto ad opera di attori quasi tutti professionisti (c'è chi ha lavorato con Eduardo de Filippo); attualmente la serie continua, ma si mostra ormai avvitata su stessa per mancanza di spunti nuovi, nonostante l'impegno dei beniamini, su tutti il bravissimo Riccardo Polizzy Carbonelli. Aridatece Renato e Raffaele!
MEMORABILE: Renato e Raffaele, rodata coppia comica alla Totò e Peppino.

Cangaceiro 13/05/10 21:16 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Prima soap opera italiana, partita in sordina addirittura in orario pomeridiano e consolidatasi oggi come piccolo grande baluardo della tv di Stato. Un onesto teatro di vita quotidiana, in una Napoli tendenzialmente da cartolina, ma con accenti melodrammatici (senza sfociare nella sceneggiata) o malinconici. Positivo il frequente ricorso a scene in esterni, con la memorabile trasferta newyorkese in una delle prime stagioni. Molto bravi gli attori della scuola partenopea, come Rispo, Honorato e Allocca, recitativamente ben sopra il livello di guardia.
MEMORABILE: I ripetuti attacchi di cuore di Tancredi Palladini (bravissimo l'attore nel riprodurre il malore), esasperato dalle vicende familiari.

Galbo 14/05/10 20:21 - 11385 commenti

I gusti di Galbo

Storica (per anzianità) soap-opera italiana realizzata nel centro di produzione RAI di Napoli ed ambientata nella città partenopea. Proprio l'ambientanzione rappresenta una delle cose migliori della fiction insieme alla caratterizzazione di alcuni personaggi e a qualche simpatica gag. Per il resto, un prodotto di routine la cui qualità (com'è quasi inevitabile) è andata progressivamente calando nel tempo.

Ale nkf 15/05/10 12:43 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Soap opera tutta italiana, ambientata nel caldo mezzogiorno. Il cast è discreto, ma purtroppo la trama non si rinnova e risulta troppo ripetitiva senza alcun colpo di scena. Certamente c'è un fortissimo divario con le soap americane (per esempio Beautiful) e questa, ma rimane comunque l'unico tentativo italiano in questo genere e va apprezzato.

Mco 16/05/10 03:01 - 2150 commenti

I gusti di Mco

Punto fermo della serialità serale di Rai 3, anche al di là di quanto si pensasse. Alcuni attori sono davvero di alto lignaggio (Rispo, Marzio "Una donna allo specchio" Honorato) e anche le donne se la cavano alla grande. Per gli amanti degli ambienti e dei ritmi meridionali rasenta il top, forte anche di qualche esterno mozzafiato. Anche solo per qualche puntata si resta attaccati allo schermo...

Pigro 4/06/10 10:10 - 7785 commenti

I gusti di Pigro

Discreta soap opera italiana, che ha il suo punto di forza nell'ambientazione napoletana (anche in esterni) che dà un calore del tutto particolare a storie e personaggi. Altro punto di forza è il legame forte con l'attualità (dai temi sociali alla cronaca nera) che dovrebbe rendere più "vere" le vicende. Insomma, buone idee iniziali, sostenute da un cast fresco anche se non eccelso, a parte la simpatia naturale dei più "veraci" partenopei. Poi col tempo si è perso smalto, rientrando nel banale tran tran delle soap.

Markus 26/06/13 09:02 - 3294 commenti

I gusti di Markus

In una Napoli Anni '90 ormai rassegnata per la privazione del santo pennacchio sul Vesuvio e il pino di Posillipo, ecco spuntare questo tentativo (peraltro riuscito) di realizzare una soap-opera classica nei concetti espressi ma dalla connotazione partenopea. Motivo del successo è da attribuirsi soprattutto e, almeno nelle prime stagioni, a buone sceneggiature interpretate da un cast di validi attori di comprovata professionalità e la fortuna di aver trovato nei più giovani - come si suol dire - “la faccia giusta”.

Medicinema 30/09/15 19:49 - 89 commenti

I gusti di Medicinema

Apprezzabile tentativo tutto italiano di una soap "de noantri", in grado cioè di alternare alle vicende tipiche del genere (amori, tradimenti, scontri sul lavoro) temi vicini alla gente e alla cronaca quotidiana, in cui immedesimarsi. Gli interpreti "vecchia scuola" (Honorato, Rispo, Allocca, Polizzy Carbonelli) se la cavano bene e fra i giovani spicca qualche volto interessante. Ha attraversato momenti di stanca, ma in fin dei conti apprezzabile. Diverse "guest star" nel corso degli anni.
MEMORABILE: L'infinita cattiveria dell'imprenditore Roberto Ferri.

Luras 11/08/17 20:15 - 142 commenti

I gusti di Luras

Di livello sicuramente superiore rispetto alle serie televisive romanesche in stile coatto come I cesaroni o Il maresciallo Rocca, sia per una maggior qualità recitativa sia per una varietà non indifferente di tematiche affrontate. Sì, non si sta parlando di nulla di clamoroso. Ovviamente vige anche qui un certo provincialismo e alla lunga può annoiare. Quantomeno gli va riconosciuto il merito di non usare un linguaggio scurrile, doppi sensi erotici e di contenere al minimo le locuzioni dialettali tipiche del volgo locale.

Festo! 28/12/18 10:44 - 78 commenti

I gusti di Festo!

"Un posto al sole" ha luogo in una Napoli stereotipata al massimo, con personaggi altrettanto stereotipati. All'inizio il tentativo era ambizioso e forse (per chi apprezza il genere) poteva avere un suo senso, adesso invece è solo un'accozzaglia di materiale inserito "tanto per" solo per allungare il brodo. Inutile dire che, producendo così tante puntate all'anno, spesso capita di ritrovarsi dinnanzi a situazioni di "regia assente" o "recitazione assente". Sarebbe bello a volte pensare anche a idee nuove...
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Cangaceiro • 19/05/10 20:53
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Concordo con Gugly per la sua menzione particolare a Polizzy Carbonelli, il suo Roberto Ferri soprattutto nei primi tempi era così credibile nell'essere meschino e spregevole da farsi odiare. Lo ritengo un ottimo attore, credo impegnato principalmente in teatro visto che al cinema praticamente non ha lasciato traccia.
  • Discussione Gugly • 19/05/10 21:33
    Segretario - 4677 interventi
    Riccardo Polizzy Carbonelli lo si è intravisto sporadicamente in qualche fiction; principalmente fa teatro.
  • Discussione Enricottta • 29/05/10 11:47
    Custode notturno - 82 interventi
    Un posto al sole non si nega a nessuno.A Napoli hanno partecipato cani e porci alla forunata serie,mi riferisco naturalmente ad un episodio girato nello zoo di Napoli al quale ho assistito.
  • Discussione Gugly • 29/05/10 11:58
    Segretario - 4677 interventi
    Più una curosità mi sembra un parere sulla serie, e andrebbe spostata in discussione generale.

    Puoi essere più circostanziato?
  • Discussione Zender • 29/05/10 12:12
    Consigliere - 43512 interventi
    Spostata, in effetti.
  • Discussione Columbo • 30/06/11 09:59
    Magazziniere - 1102 interventi
    Gugly ebbe a dire:
    Riccardo Polizzy Carbonelli lo si è intravisto sporadicamente in qualche fiction; principalmente fa teatro.

    Io l'ho visto a teatro in "Giulio Cesare" di Shakespeare: bravissimo.
  • Discussione Columbo • 30/06/11 10:03
    Magazziniere - 1102 interventi
    Per la serie: non sappiamo più come andare avanti...

    Nina Sodano il bacio saffico. A raccontarlo a Vanity Fair è l’attrice che interpreta la ricca imprenditrice Marina Giordano, che descrive anche com’è stato baciare una donna: "Pelle più morbida e profumata. In realtà, lo avevo già fatto una ventina d’anni fa, con Carol Alt, nel film La più bella del reame." (io aggiungo anche Paprika di Brass, anche se in quel caso si andava oltre un bacio...) La Sodano racconta anche che tra Marina e Aurora inizierà una storia fatta di baci, sguardi e carezze, insomma “più raccontata che mostrata”, ma basterà per dare quel pizzico di scalpore nella trama infinita della soap opera napoletana.
  • Discussione Stefania • 30/06/11 11:48
    Portaborse - 606 interventi
    Columbo ebbe a dire:
    Per la serie: non sappiamo più come andare avanti...

    Nina Sodano il bacio saffico. A raccontarlo a Vanity Fair è l’attrice che interpreta la ricca imprenditrice Marina Giordano, che descrive anche com’è stato baciare una donna: "Pelle più morbida e profumata. In realtà, lo avevo già fatto una ventina d’anni fa, con Carol Alt, nel film La più bella del reame." (io aggiungo anche Paprika di Brass, anche se in quel caso si andava oltre un bacio...) La Sodano racconta anche che tra Marina e Aurora inizierà una storia fatta di baci, sguardi e carezze, insomma “più raccontata che mostrata”, ma basterà per dare quel pizzico di scalpore nella trama infinita della soap opera napoletana.

    Guarda, ho paura che, alla luce di quest'ultima sconvolgente rivelazione (leggi: soave cazzata), non so più neppure io come andare avanti:((
    Comunque, apprezzo la commossa rievocazione (selettiva, a quanto pare) delle proprie esperienze lesbico-cinematografiche da parte della Nina Sodano! E certo, ora che ci penso, per una donna dev'essere piacevole baciare un'altra donna perché "la pelle è più morbida e profumata"!! Ma come ho fatto, dico, in circa vent'anni di attività sessuale, a non pensarci, come ho potuto baciare gli uomini che, notoriamente, sono invece generalmente ispidi, nonché puzzolenti?
    A parte che io, con tutto che Il posto al sole non lo guardo da secoli, pensavo che il tema dell'omosessualità già l'avessero sdoganato, congiuntamente alla camorra, alla tossicodipendenza, l'alcolismo, l'incomunicabilità genitori-figli, la cleptomania, l'anoressia, la bulimia, l'anorgasmia, l'impossibilità di indossare i tacchi alti sui sanpietrini e altri grandi mali del secolo!XD
  • Discussione Gugly • 30/06/11 18:13
    Segretario - 4677 interventi
    Peraltro un bacio saffico cera già stato.
  • Discussione Didda23 • 27/03/19 23:14
    Comunicazione esterna - 5716 interventi
    Le stagioni sono 23