Trilogia del terrore

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Trilogy of terror
Anno: 1975
Genere: horror (colore)
Regia: [3e] Dan Curtis
Note: Aka "La trilogia del terrore". 3 episodi: "Julie", "Amelia" (feticcio zuni), "Millicent and Therese". Film per la tv trasmesso in Italia la prima volta all'interno della serie "Sette storie per non dormire". Tutti e tre gli episodi del film sono tratti da alcune storie brevi dell'orrore dello scrittore Richard Matheson (in particolare "Amelia" è tratto dal racconto Prey).
Numero commenti presenti: 23
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 18/09/07 21:45 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Film televisivo di punta di Curtis, che verrà ricordato per l'incredibile episodio (il 3°) intitolato "Amelia": la signora del titolo (Karen Black) riceve in dono una statuetta indiana raffigurante un cacciatore "Zuni", dal quale la rimozione di una catena causa la manifestazione di uno spirito intrappolato all'interno dell'involucro. Episodi men che mediocri il 1° ("Julie") ed il 2° ("Millicent and Therese"), ma il film resta impresso (anche per i varii passaggi TV) e induce il regista a fare il bis (1996 - ripetendo, peggio, l'episodio della statuetta).
MEMORABILE: Le soggettive del malvagio feticcio indiano e la sua straniante voce...

Deepred89 1/01/08 20:11 - 3268 commenti

I gusti di Deepred89

Tre episodi. Il primo sembra una versione seria e cupa di alcune commedie nostrane e nonostante la storia a tratti diventi un po' ridicola, non ci si annoia. Il secondo affronta un tema già raccontato mille volte con un prevedibile colpo di scena finale: scarso. Buono il terzo: se si escludono i primi inutili 10 minuti con la protagonista al telefono, c'è tensione, invenzioni e un finale memorabile. Karen Black straordinaria in tutti 3 i casi. Nulla di imperdibile.

Cotola 12/05/08 19:18 - 7455 commenti

I gusti di Cotola

Discreto thriller a episodi con qualche blanda venatura horror. I primi due rientrano nella media del genere e sono girati con una certa professionalità, mentre è l'ultimo (tratto da un bellissimo racconto di Matheson) a rappresentare il colpo di coda del film: ottimamente scritto e girato riesce, nonostante la sua brevità, a creare una bella tensione fino ad arrivare ad un beffardo e riuscitissimo colpo di scena finale.

Hackett 1/05/08 09:55 - 1720 commenti

I gusti di Hackett

Discontinuo horror a episodi di Curtis che investe Karen Black del ruolo di triplice protagonista. Si parte a razzo con l'episodio del faticcio assassino per poi scendere nella noia in altri due racconti non alla stessa altezza. Il primo episodio resta comunque una chicca della tensione, molti anni prima de La bambola assassina.

Homesick 13/01/09 14:09 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Due episodi decisamente modesti (**) aprono la pista al terzo (***1/2), un piccolo concentrato di brividi e humour nero: a procurarli è una sorta di antenato di Chucky tribale, latrante e decisamente più... fortunato. In ogni caso la regia di Curtis è quella di un professionista e la performance della Black più che soddisfacente, apparendo a seconda dei casi dimessa, seducente, aggressiva, terrorizzata e battagliera. Tracy Curtis, la bambina con la bambola rotta, è la figlia del regista.

Lucius 25/08/09 20:09 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Una gemma del terrore degli anni 70, nata come plot di une serie mai realizzata, si compone di tre episodi terribili, in particolare il terzo che è un'autentica perla di terrore e ritmo. Lo stile sobrio del regista crea in quest'ultimo episodio, in particolare, una serie di situazioni adrenalitiche ed estremamente tese. Divenuto con gli anni un autentico cult. Sconsigliabile per i deboli di cuore.

Pinhead80 2/04/10 16:03 - 3887 commenti

I gusti di Pinhead80

Film a episodi (tre in totale) molto ben congegnato. Mentre i primi due possono tranquillamente essere considerati solo sufficientemente validi, l'ultimo (quello del feticcio assetato di sangue), è di quelli che difficilmente si scorda e che ci fa dubitare su ogni souvenir che ci è stato regalato...
MEMORABILE: Il terzo episodio.

Puppigallo 11/11/10 10:11 - 4497 commenti

I gusti di Puppigallo

La protagonista si impegna non poco in questi tre episodi dalle alterne fortune. Si parte tranquilli, con la professoressa passiva, che tanto passiva non è, ma che ha a che fare con una storia dai pochi spunti interessanti e che zoppica anche nel finale, nonostante il piccolo guizzo degli articoli di giornale. Nel secondo episodio, la stacanovista addirittura si sdoppia, dando però vita a due personaggi un po' troppo caricaturali (e la spiegazione non è sufficiente a giustificarli). Ed eccoci arrivati alla vera, piccola perla, che risolleva il tutto, riconciliando col vero horror.
MEMORABILE: I vari agguati del mostruoso "bambolotto" dai denti affilati e sproporzionati; Il finale, con la protagonista che attende l'arrivo della madre.

Giùan 9/05/11 11:38 - 2927 commenti

I gusti di Giùan

Film che francamente usurpa il sostantivo "terrore" (e per una volta non per colpa dei titolisti italiani): la paura è più evocata che materializzata infatti. Buon (ma datato) prodotto televisivo al servizio di una brava Karen Black che ha modo di metter in mostra le sue istrioniche qualità: finta maestrina pudica in Julie, affetta da personalità doppia in Teresa (memorabile in parruccona bionda da vamp), effettivamente terrorizzata nel bellissimo Amalia dove dopo l'incipit telefonico in stile Magnani si fa rincorrere da un feticcio mostruoso.

Buiomega71 19/06/11 23:36 - 2229 commenti

I gusti di Buiomega71

Gustoso gioiellino della paura realizzato da un Curtis in stato di grazia. Il primo episodio mostra una Black professoressa "milf" in quello che è un morboso segmento thriller tra insegnante e studente, il secondo la mostra sdoppiata, in un gioco metadepalmiano sul tema del doppio (io la trovo più sexy "pudica" che non vamp con parrucone color polenta), il terzo (ormai mitico) alle prese con il mitico pupazzetto Zuni e il suo "sorriso" finale mette più di un brivido ancor oggi. Prettamente televisivo, eppure così "cinematografico". Cult.
MEMORABILE: Sicuramente tutto l'episodio di Amelia, ormai un vero e propio culto; l'eccitazione quando la Black impersona la casta Millicent, supermilf da oscar!

Kekkomereq 21/11/11 20:24 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Piccolo e breve film horror per la televisione diviso in episodi, "Trilogia del terrore" è migliore di molti film che non si sa perché ma riescono a passare nei cinema. Recitato magnificamente da Karen Black, riesce al meglio a rappresentare le protagoniste dei vari episodi (specialmente nel primo), a cominciare dalla professoressa tutta casa e chiesa. Per quanto venga indicato sempre il terzo episodio (con il pupazzo zuni) come il migliore, anche il secondo (quello con le due sorelle) è abbastanza suggestivo.

Ciavazzaro 22/08/13 13:53 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Tre piccole storie del terrore con protagonista una divina Karen Black che si sdoppia in ben 4 personaggi differenti risultando ogni volta convincente. Si parte con un discreto episodio, ma a mio personale avviso il migliore risulta il secondo, nonostante un colpo di scena finale intuibile: è il più interessante, con una atmosfera molto particolare e la presenza di Karlen e del mitico Gaynes psichiatra. Stracult il terzo episodio, ma comunque inferiore al secondo. Per chi ama le antologie.
MEMORABILE: Il finale del secondo episodio; Il feticcio.

Jena 12/09/14 11:11 - 1168 commenti

I gusti di Jena

Considerato un super classico e molto amato dai fan, in realtà è un robusto film tv di genere, che ancora oggi, dopo quaranta anni, si lascia vedere volentieri. Non parlerei però di capolavoro o pietra miliare del genere. Il primo episodio intriga ma ha un finale troppo abrupto, il secondo è abbastanza standard e si capisce subito il nodo, il terzo risulta il più divertente, con un ottimo finale. Il tutto regge comunque sulle spalle di un'ottima double face Karen Black (nomen omen). Vista la destinazione televisiva non c'è splatter. Buono!

Rambo90 13/06/15 16:46 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Horror a episodi abbastanza riuscito soprattutto per la bravura della Black, che riesce a sdoppiarsi con disinvoltura in ben quattro personaggi. Il segmento migliore (nonché l'unico davvero ascrivibile al genere orrorifico) è il terzo: un mix di humor nero e tensione, con la riuscita figura del feticcio animata anche abbastanza bene vista l'epoca del film. Buona la regia di Curtis.

Rufus68 29/08/16 00:28 - 3049 commenti

I gusti di Rufus68

La piattezza del taglio televisivo e la mediocrità della regia di Curtis (ma ha fatto di peggio) sono innegabili e pesano sul giudizio complessivo. Ma il filmetto è il trionfo di Karen Black, bravissima nel tratteggiare quattro personaggi ambigui o diabolici; l'episodio di Amelia, al netto degli effetti speciali un po' datati, è giustamente celebre fra i patiti del genere e l'inquadratura finale (che si deve proprio alla Black) è memorabile e, ancor oggi, da pelle d'oca.

Rebis 19/12/16 13:24 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Il feticcio Zuni, imperversando nei palinsesti tv tra i '70 e gli '80, è entrato a far parte dei grandi spauracchi del piccolo schermo: a buon diritto, perché l'ultimo segmento della trilogia antologica di Curtis è un gioiellino di regia, scrittura (di Richard Matheson), senso del ritmo, iconografia horror (il finale…). Gli altri due capitoli, pur ben confezionati, non sono all'altezza, capitalizzando su soluzioni narrative troppo convenzionali. Karen Black, tetragona e ispiratissima, s'innalza sul podio delle migliori scream queen d'epoca.

Il Dandi 16/10/17 16:50 - 1744 commenti

I gusti di Il Dandi

Film-tv antologico inserito in Italia all'interno del ciclo televisivo Sette storie per non dormire. Dei tre segmenti appaiono più mediocri i primi due, modesti gialli di imitazione hitchcockiana con colpi di scena abbastanza risaputi. Alza la media il terzo episodio, che si sposta nell'ambito dell'horror soprannaturale imponendone un cliché (il pupazzo assassino): non so se abbia a sua volta antecedenti, ma di sicuro ha ingenerato epigoni.
MEMORABILE: La dentatura del "feticcio Zuni".

Gabigol 23/10/17 14:21 - 411 commenti

I gusti di Gabigol

I primi due episodi navigano nella sobrietà di plot abbastanza collaudati, tanto gradevoli da vedere quanto poco attrezzati a livello di sorprese e guizzi. Inutile sottolineare che il pezzo da novanta sia proprio l'episodio conclusivo, "Amelia", capace di costruire un'atmosfera di attesa che evolve in una schizofrenica lotta per la sopravvivenza. Un prodotto nel complesso nella media, ove a far la differenza è l'attrice principale nonché l'intuizione di trasporre un efficace racconto di Matheson.

Anthonyvm 29/05/18 22:54 - 1780 commenti

I gusti di Anthonyvm

Difficile da valutare in quanto di tre storie solo una è davvero meritevole (e infatti ha guadagnato un meritato status di cult, senza contare le numerose influenze su molti film futuri). I primi due episodi sono mediocri e piatti, soprattutto il secondo è talmente banale da essere imperdonabile. Il terzo invece è un lodevole esperimento di suspense minimalista, con il famoso feticcio zuni pronto a tutto pur di cacciare e uccidere la Black. Il voto complessivo è penalizzato, ma l'ultimo racconto da solo fa volare il film oltre la sufficienza.
MEMORABILE: L'inquietantissima inquadratura finale dell'ultimo episodio.

Pesten 18/12/18 11:15 - 632 commenti

I gusti di Pesten

Cult horror a episodi. Più che sulle storie, abbastanza semplici e prevedibili (opera comunque di Matheson) il tutto si regge grazie alla prova di livello della Black, capace di impersonare ben quattro personaggi nei tre diversi capitoli. Quattro ruoli diversi che mettono in mostra la bravura dell'attrice e la sua innata predisposizione per partecipare a pellicole di questo tipo. A livello di trama c'è qualcosa per tutti i gusti, dalla statuetta assassina alla situazione più psicologica, con un buon gusto e una punta di ironia che non guastano.

Corinne 18/03/19 22:43 - 400 commenti

I gusti di Corinne

Film assurto allo status di cult solo per l'episodio col fantoccio zuni (un classico dell'horror, ancora oggi terrificante e claustrofobico), unica storia davvero "del terrore", a fianco di due (blandi) episodi thriller: dimenticabile il primo, con la professoressa sedotta dallo studente e sorpresona finale, più suggestivo quello delle due sorelle, rovinato però dal colpo di scena intuibile dopo pochi minuti. Rimane comunque la buona performance della Black, che dà vita in modo convincente a quattro donne diversissime tra loro.
MEMORABILE: Amelia che aspetta la madre...

Daniela 3/08/19 23:00 - 9206 commenti

I gusti di Daniela

Girato per essere il pilota di una serie tv poi sfumata, ben presto questo trittico ha conquistato una notevole fama. Merito non tanto di Curtis che dirige con mestiere ma senza particolari guizzi, ma della brava Karen Black impegnata in ben quattro ruoli diversi e di Richard Matheson, autore dei racconti alla base di tutti gli episodi e soprattutto adattatore del secondo, "Amelia", di gran lunga il migliore: l'attacco del feticcio assassino alla donna sola nel suo appartamento è un piccolo gioiello di suspense e crudeltà con un epilogo memorabile.

Siska80 6/05/20 16:26 - 507 commenti

I gusti di Siska80

Grandiosa la Black in quattro ruoli cui dà un'impronta personale notevole: il primo episodio è intrigantemente cattivo e presenta un ingegnoso finale a sorpresa; il secondo è il più debole e banale, oltre a essere piuttosto prevedibile; il terzo è diventato meritatamente un cult, non soltanto per le fattezze e la furia omicida del piccolo feticcio (altro che Chucky!) ma, soprattutto, per la paura devastante che un evento tanto innaturale genera in Amelia e, contemporaneamente, nello spettatore.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 7/07/14 13:05
    Scrivano - 9653 interventi
    That is good news!
    Sarebbe bello anche il double con il numero due...;-)
  • Homevideo Digital • 7/07/14 13:30
    Segretario - 3026 interventi
    Arriva un pochino tardi la Sinister... Peraltro speriamo che non combinino casini (soprattutto nella sincronizzazione dell'audio). ;-)

    http://www.amazon.it/Trilogia-Del-Terrore-Karen-Black/dp/B00LIBLS2Y/ref=sr_1_1?s=dvd&ie=UTF8&qid=1404732597&sr=1-1&keywords=trilogia+del+terrore
  • Homevideo Zender • 7/07/14 18:08
    Consigliere - 43515 interventi
    Infatti, sarebbe ora che li facessero uscire in blueray questi, o tocca aspettare altri dieci anni per vederlo in bd?
  • Homevideo Lucius • 8/11/14 00:52
    Scrivano - 8345 interventi
    Il dvd della Sinister presenta delle scene inedite e una breve sequenza inerente la preparazione di un malocchio, mai vista prima:



    Immagine al min:58:30:

    Ultima modifica: 8/11/14 08:37 da Zender
  • Discussione Zender • 17/10/17 19:38
    Consigliere - 43515 interventi
    Ciao Dandi, nel commento scrivi:
    Film-tv antologico che, tanto per aumentare la confusione, in Italia è stato inserito all'interno di una inesistente serie apocrifa.

    Intendi "sette storie nel non dormire", immagino. Però non so perché la definisci serie apocrifa; nel senso che era semplicemente un ciclo di film-tv americani riuniti da noi in un ciclo di film settimanali come si usava un tempo.
  • Discussione Il Dandi • 17/10/17 20:11
    Contratto a progetto - 1426 interventi
    Ciao, sì intendevo esattamente quella, nel senso che avendola sempre cercata come serie ho capito che non esisteva in quanto tale. Cercando i singoli titoli, ecco che si è squarciato il velo. Ma se ho capito male correggi o elimina il riferimento.
  • Discussione Zender • 17/10/17 20:22
    Consigliere - 43515 interventi
    Qui puoi vedere per bene che cos'era quella serie o ciclo, così mi dici tu se avevi capito male o no, perché non so cosa intendi quando dici che "non esisteva in quanto tale" :)

    https://www.davinotti.com/forum/curiosita/a-sette-storie-per-non-dormire-ciclo-di-7-film-tv/40022596#100094377
  • Discussione Il Dandi • 17/10/17 20:34
    Contratto a progetto - 1426 interventi
    Dunque sì, se il ciclo della messa in onda era esplicitamente così concepito (ovvero non si voleva far credere agli spettatori che i film fossero collegati tra loro o comunque appositamente realizzati insieme) avevo effettivamente capito male.

    Difatti finché cercavo attraverso i "soliti canali" la serie "Sette storie per non dormire" con quel titolo non riuscivo mai a trovarla, questo intendevo. ;)
    Ultima modifica: 17/10/17 20:35 da Il Dandi
  • Discussione Zender • 18/10/17 08:05
    Consigliere - 43515 interventi
    Ah ok, allora alla fine ho sistemato come vedi. Se vuoi cambiare diversamente dimmelo pure. Perché serie apocrifa era un po' fuorviante. No, non erano film collegati tra loro, era semplicemente un ciclo di film tv americani.
  • Discussione Il Dandi • 18/10/17 12:14
    Contratto a progetto - 1426 interventi
    No no, ho visto, va benissimo così, grazie.