The walking dead (8 stagioni)

Media utenti
Titolo originale: The walking dead
Anno: 2010
Genere: fiction (colore)
Regia: Vari
Note: Registi: Frank Darabont, Ernest R. Dickerson, Guy Ferland, Gwyneth Horder-Payton, Michelle Maxwell MacLaren, Johan Renck
Numero commenti presenti: 19

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/12/10 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 7/12/10 09:43 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Ed ecco la serie TV sugli zombi, col primo episodio diretto da Darabont (Il miglio verde; Le ali della libertà). L’inizio è un po’ troppo alla 28 giorni dopo, ma le premesse restano comunque buone e interessanti, riuscendo a percepire quel sentore di morte, di pericolo incombente. Poi però, da quando si forma il gruppo di sopravvissuti, ecco che il fattore umano prende il sopravvento, relegando quello disumano (gli zombi) ai margini e facendo evaporare l’angoscia e la tensione dei primi due episodi. Il tutto è girato con idubbio mestiere, ma la sceneggiatura è tirata, con pochi guizzi.
MEMORABILE: La madre, zombi, che di notte torna nella casa dove sono rintanati marito e figlio; L'escamotage per camminare tra i morti; L'aggressione al campo.

Ghostship 15/12/10 20:11 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Serie zombesca di buon livello che ha dalla sua un'ottima scrittura e un reparto tecnico di prim'ordine, nonchè interpreti azzeccati. L'originalità non è certo il punto di forza della fiction, ma alla fine anche il frullato di citazioni e riferimenti non è così indigesto.

Schramm 4/01/11 15:40 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

Niente di nuovo sul fronte obitoriale. I militari cattivoni. La scienza maldestra e impotente. I morti più vivi dei vivi (anche attorialmente). Colpire alla testa. E tutto il cencioso xyz dell'ennesima natura morta pittata senza arte né parte. Un incipit adombrato dallo scorpione, e al seguito un bel niente di quanto già detto e ribadito ad nauseam in materia, con ben altri pesi, misure e acume retorico. Dopo il trittico romeriano, la sua polarizzazione grottesca, gli eccedimenti di Raimi, Gordon e Jackson, cui prodest? Stesso peso specifico dei kellogg's, inversamente proporzionale ai sopraffini f/x.

Redeyes 31/12/10 17:00 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Ecco gli zombie. Se si riesce a non pensare a 28 giorni dopo si procede con la visione e non si sbaglia del tutto. È piacevole pur con qualche ovvietà di troppo. Temo ne venga fuori l'ennesima riproposizione alla Lost, anche perché terminati i primi 6 episodi non si ha niente in mano. L'escamotage per camminare tra i morti ricorda l delizioso L'alba dei morti dementi, ma non dispiace. Trovo buona l'idea di non piazzare l'ennesima bellona, ma donne quasi normali. Buone le musiche, regia pure. Vedremo in futuro!

Flazich 6/01/11 06:22 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Miniserie che parte con il classico botto. Seconda puntata di ottimo livello ma poi si perde in un piattume assurdo. Gli sceneggiatori hanno cercato di approfondire il comportamento delle persone di fronte a una situazione estrema con l'unico risultato di rendere gli episodi noiosi e lenti con dialoghi imbarazzanti. Hanno già annunciato la seconda stagione ma penso proprio che non la seguirò.

Gestarsh99 19/03/11 17:50 - 1315 commenti

I gusti di Gestarsh99

Una volta assaporate le note agrodolci dell'Armageddon, l'intraprendente autore di The Mist si è gettato a capofitto in questo splendido progetto, ricavato dal volume primo dell'omonima graphic novel zombesca. Darabont estrae ed impiega, con lucida abilità e potenza evocativa, tutte le migliori intuizioni dei recenti successi di Boyle, Wright e Snyder, recuperando inoltre quella stessa atmosfera apocalittica e disperata propria della tradizione romeriana. Violenza estrema, retroscena appassionanti e personaggi ottimamente studiati. Unico aggettivo: eccellente.
MEMORABILE: Lo scienziato che, attraverso le radiografie degli impulsi elettrici cerebrali, illustra su un megaschermo le tre fasi di trasformazione da uomo a zombi.

Lupoprezzo 20/07/11 12:51 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Ennesima operazione zombesca riuscita a metà: i migliori sono sicuramente i primi episodi, in cui ci viene mostrata un'umanità nel caos-apocalittico, costretta a fare i conti con gli zombi e con sé stessa. Purtroppo, come spesso accade in operazioni del genere, nel prosieguo delle puntate il dipanarsi degli eventi perde mordente, risolvendosi in una bolla di sapone. C'è anche da dire che l'eccessiva durata degli episodi non aiuta, diluendo l'efficacia della serie. Peccato.

Pumpkh75 14/08/11 14:10 - 1299 commenti

I gusti di Pumpkh75

Grosso minestrone in salsa zombi che pesca a piene mani nei vari film culto del genere, mostrando poca originalità e risultando piuttosto discontinuo tra i vari episodi, con alcuni di essi davvero ottimi ed altri piuttosto anonimi. La parte tecnica è comunque notevole, il trucco degli zombi e gli effetti speciali non sono affatto male. In definitiva non è disprezzabile. Guarderò sicuramente la stagione due, anche per la curiosità sui punti della storia lasciati in sospeso.

Piero68 12/09/11 14:53 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Come al solito ottima l'idea di partenza, molto meno la realizzazione. Non per gli effetti speciali, per la regia o altro. Come al solito è la sceneggiatura che a tratti latita completamente. E se si considera che sono sei soli episodi di 40' e che ci sono tantissimi passaggi a vuoto, alla fine il succo rimane sì e no di un'oretta e 1/2. Segno più che evidente che di idee ce n'erano pochine. Un merito particolare va all'ultimo episodio. Da antologia del cinema anche per la spiegazione scientifica del passaggio da uomo a zombi.

Galbo 20/09/11 05:58 - 11345 commenti

I gusti di Galbo

Ideato e sceneggiato dall'ottimo Frank Darabont (che ha diretto anche il primo episodio), The walking dead è una serie televisiva di buon livello che porta in televisione le storie di zombie. In realtà il tema dei morti viventi, pur abbastanza articolato e approfondito, è un pretesto per trattare il tema di una piccola comunità alle prese con un pericolo che scatena diversi problemi nelle relazioni interpersonali. Piuttosto curati trucchi ed effetti speciali, la serie è segnata dalla buona interpretazione del cast.

Supercruel 24/11/11 06:08 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Piuttosto deludente. I primi episodi cercano di fissare l'atmosfera e ci riescono piuttosto bene anche se indugiano decisamente troppo nel didascalismo (ancora le pappardelle sul colpo in testa? really?). La parte centrale è la peggiore, sceneggiata male, con personaggi piuttosto antipatici e senza particolari guizzi: si ha quasi la sensazione di essere al cospetto di un mediocre bignamino sui (tele)film di zombie. La serie alza un pelo la testa verso la fine (il laboratorio, la comunità "rivale",...) ma è troppo poco per convincere.

Ryo 8/01/12 14:39 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Azzeccata l'idea di una serie televisiva sugli zombi. Da notare che l'attenzione si concentra su un gruppo di sopravvissuti molto particolare: egocentrismo, spavalderia, maltrattamenti coniugali, immaturità, turbe psichiche sono solo alcune delle caratteristiche e i personaggi molto spesso fanno ciò che nessuno farebbe mai in una situazione del genere! Gli zombi sono truccati in maniera eccelsa, da far invidia a molti film per il cinema. Qualche incongruenza e qualche risvolto tirato un po' per le lunghe, ma di certo non annoia.
MEMORABILE: Per passare in mezzo agli zombi inosservati si ricoprono i vestiti di carne umana putrefatta.

Lythops 20/01/12 19:56 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Idea buona di partenza: sugli zombi si sono cimentati in tanti e indubbiamente il soggetto tira. Visto l'episodio pilota, indubbiamente esaltante e realizzato in modo intelligente e praticamente perfetto, ci si lancia a capofitto nell'avventura ma, poco a poco, si resta delusi dalle solite trite e ritrite vicende della tipica microcomunità americana sui cui moti emotivi si sbizzarriscono gli sceneggiatori. Davvero bravi gli zombi, grandi e piccini. Ottime fotografia e scenografia.

Rambo90 30/11/12 22:29 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Serie che riporta in vita i famosi zombie di Romero immergendoli in un'atmosfera che ricorda tanto i personaggi e i caratteri di Stephen King (del resto Darabont è un esperto in materia). La confezione è molto curata ed è la cosa che permette una fruizione gradevole, perchè le storie sono spesso troppo allungate per motivi di serie. Non male Lincoln, ma il meglio lo danno alcuni comprimari (Rooker e Reedus in particolare). Buono.

Viccrowley 3/08/13 03:16 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Tratto dal comic rivelazione di Robert Kirkman, The Walking Dead è un serial piuttosto riuscito ma con grosse lacune. Appurato che ormai si è visto/detto tutto sul tema dei morti viventi, la serie lascia sullo sfondo le vicende zombesche per concentrarsi sui rapporti interni di una gruppo di sopravvissuti. Buona idea, ma quello che sulle pagine del fumetto è folgorante, qui causa serialità e tempi TV, è quasi sempre dilatato e tirato per le lunghe, nonchè edulcorato in alcune situazioni chiave. Egregio il saviniano make-up dei walkers.

Mickes2 9/08/13 14:42 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Alla fine delle prime tre stagioni si può affermare che la serie non regala alcunché di imperdibile. Ottimo make-up, interpretazioni nella norma, ma narrativamente inconsistente tralasciando un po’ troppa logica nelle dinamiche. Si parte a razzo per poi subito rallentare - inspiegabilmente – ripiegando su discutibili analisi interpersonali e lasciando sullo sfondo la vera minaccia: gli zombi. Diseguale, fino alla terza stagione che alza un ritmo che sembrava perduto. Si finisce in crescendo ma insoddisfatti da un finale patetico. Un prodotto medio.

Il ferrini 6/06/16 23:57 - 1665 commenti

I gusti di Il ferrini

Bella l'idea iniziale e ottime le prime tre stagioni, che affrontano in maniera esaustiva i temi del telefilm: la lotta per la sopravvivenza, quella per trovare una cura, quella per il potere. Dalla quarta in avanti gli schemi iniziano stancamente a ripetersi (l'idea della città blindata gestita dal Governatore sarà ricalcata per Terminus e poi per Alexandria). Gli attori sono tutti di buon livello e gli effetti speciali sempre notevoli. Se si avesse avuto il coraggio di chiuderla prima sarebbe stata una serie perfetta.

Mutaforme 17/04/17 23:44 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

A suo modo ispirata al film L'ultimo uomo della Terra e alle successive riproposizioni, questa serie parte con il botto proponendo sin dalle prime battute momenti di forte tensione ed emozione. Purtroppo l'effetto novità svanisce presto e a un certo punto la narrazione diventa il classico brodo da allungare all'infinito. Dopo le prime brillanti stagioni si ripropone stancamente fino ad arrivare a una settima annata "di nulla". Il giudizio medio è mediocre.

Muttl19741 15/10/18 15:22 - 103 commenti

I gusti di Muttl19741

Meravigliosa serie televisiva, regia e fotografica che fanno scuola. Per nulla da meno la sceneggiatura che, partendo da una base di genere horror post apocalittico, sviluppa l'intreccio stratificando generi su generi, attraversando il western, lo storico e persino il fantasy, con personaggi che arrivano al mitologico. A proposito di personaggi non possiamo non lodare le magistrali interpretazioni; clamorosi infine i luoghi delle riprese, curati nei minimi dettagli.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Redeyes • 28/04/17 10:13
    Contratto a progetto - 838 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    devono davvero essersi messi in testa di andare a pari con sentieri o beautiful. boh.

    Pecunia non olet

    ps: la nota positiva della stagione (se così si può dire) è l'arrivo della Angel (HapLeonardiana) a te tanto cara, che immagino sarà co-protagonista dell'Ottava stagione.

    pps puramente estetico: Detto inter-nos anche antipatica e sudiciona ha il suo perché!
  • Discussione Schramm • 28/04/17 11:54
    Risorse umane - 6703 interventi
    Redeyes ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:
    devono davvero essersi messi in testa di andare a pari con sentieri o beautiful. boh.

    Pecunia non olet

    ps: la nota positiva della stagione (se così si può dire) è l'arrivo della Angel (HapLeonardiana) a te tanto cara, che immagino sarà co-protagonista dell'Ottava stagione.

    pps puramente estetico: Detto inter-nos anche antipatica e sudiciona ha il suo perché!


    sempre inter nos, non è che angel hapleo mi abbia fatto ballare il tuca-tuca sopra un frecciarossa in corsa (in HL son frocio per simpson)... se questa è la sola nota positiva, immaginiamoci quelle negative!! ma svilupparlo o chiuderlo, costa così caro? pecunia? gli ascolti sono così elevati e vincenti?
    Ultima modifica: 28/04/17 11:55 da Schramm
  • Discussione Redeyes • 28/04/17 11:58
    Contratto a progetto - 838 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Redeyes ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:
    devono davvero essersi messi in testa di andare a pari con sentieri o beautiful. boh.

    Pecunia non olet

    ps: la nota positiva della stagione (se così si può dire) è l'arrivo della Angel (HapLeonardiana) a te tanto cara, che immagino sarà co-protagonista dell'Ottava stagione.

    pps puramente estetico: Detto inter-nos anche antipatica e sudiciona ha il suo perché!


    sempre inter nos, non è che angel hapleo mi abbia fatto ballare il tuca-tuca sopra un frecciarossa in corsa (in HL son frocio per simpson)... se questa è la sola nota positiva, immaginiamoci quelle negative!! ma svilupparlo o chiuderlo, costa così caro? pecunia? gli ascolti sono così elevati e vincenti?



    Questo Simpson ti manda troppo in sbattimento fratello!!

    ^_^
  • Discussione Piero68 • 10/11/17 14:58
    Contatti col mondo - 234 interventi
    Visto 4 stagioni, ho iniziato a vedere la quinta.
    Se da un punto di vista degli effetti speciali è sicuramente una delle migliori serie horror, per quanto riguarda la sceneggiatura stiamo proprio in alto mare. Viste le prime 3/4 stagioni visto praticamente tutto. Insomma le storie e le situazioni ormai si rincorrono sempre uguali a loro stesse senza un minimo di cambiamento. Anche le location: Woodbury, Terminus piuttosto che la prigione o la fattoria di Hershell. Luoghi fisicamente diversi ma sempre identici nella loro concezione e nella loro evoluzione.
    Perchè non fermarsi? E se proprio devono continuare, perchè non dare un importante cambio di direzione??
    Ultima modifica: 10/11/17 14:59 da Piero68
  • Discussione Redeyes • 17/11/17 09:46
    Contratto a progetto - 838 interventi
    Redeyes ebbe a dire:
    Il 16 ottobre 2016, otto giorni prima della messa in onda della settima stagione, la serie viene rinnovata già per un' ottava stagione

    Il 12 ottobre 2017 lo show è stato rinnovato per una nona stagione
  • Discussione Redeyes • 9/01/18 09:17
    Contratto a progetto - 838 interventi
    Sta già andando in onda l'ottava stagione.
    Aggiorniamo il numero?
  • Discussione Piero68 • 20/04/18 09:03
    Contatti col mondo - 234 interventi
    Stagione 8

    Dopo una stagione già deludente, parte l'ottavo capitolo che continua a vedere contrapposti Rick e Negan con i loro rispettivi gruppi. 16 puntate per raccontare solo lo scontro tra loro è francamente troppo. E così alcune scene si protraggono inutilmente all'infinito fino ad arrivare allo stato di noia pura. Senza contare alcune scelte narrative troppo stupide per essere credibili e senza contare l'eccessiva caricaturalità del personaggio di Negan. I vaganti sono ormai solo un oggetto di scena e nulla più. Difficile resistere al F.F. in molte puntate. **
  • Discussione Zender • 20/04/18 12:08
    Consigliere - 43497 interventi
    Grazie Piero, aggiunta.
  • Discussione Redeyes • 30/07/18 07:22
    Contratto a progetto - 838 interventi
    Stagione 8

    ** Negan-doci l’ennesima chiusura del cerchio i nostri dilatano ancora una volta le disavventure del gruppo di Rick che impiegherà tutti e 16 gli episodi per riportarci a dove già eravamo. Questa estenuante odissea finisce coll’annacquare persino il ben riuscito Negan amalgamandolo col gruppo storico in quello che sempre più assume i contorni di una never-endig story. Zombie a cornice di questo post apocalittico che ogni tanto ha qualche sussulto e nulla più, ma soprattutto sembra giocare le proprie carte colla mera entrata di nuovi personaggi in questo turn-over seriale. Lontana anni luce la verve iniziale!
    (Redeyes)
  • Discussione Zender • 30/07/18 07:57
    Consigliere - 43497 interventi
    Grazie Red, aggiunta.