Storie incredibili

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Amazing stories
Anno: 1986
Genere: fantascienza (colore)
Note: Episodi: "La missione" (Spielberg), "Il capo della classe" (Zemeckis), "Papà mummia" (Dear).
Numero commenti presenti: 10
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ovvero quando Steven Spielberg si mise in testa di varare una nuova serie televisiva ispirata agli orrori vecchio stile e alla fantascienza più facile. Ne uscirono ad esempio questi tre episodi, di diverso valore: in LA MISSIONE l'equipaggio di un aereo alleato, durante la Seconda Guerra Mondiale, finisce vittima di un terribile inconveniente: il carrello si rompe e il mitragliatore ventrale non riesce ad uscire dal suo abitacolo sotto la pancia dell'aereo. Il capitano del mezzo (Kevin Costner) non sa che pesci pigliare. E’ l’unico episodio degno di nota, diretto con sicurezza da Spielberg e ricco di tensione. L’idea è sua, e pure il finale a dir poco inverosimile che tende purtroppo a penalizzare una storia fin lì esemplare e commovente....Leggi tutto Spielberg scrive anche PAPA’ MUMMIA, ma una sceneggiatura priva di quell’umorismo che vorrebbe suscitare e una regia anonima (William Dear) trasformano l’episodio in una sorta di farsa maldestra: protagonista è l’attore di un horror che durante le riprese deve raggiungere la moglie in ospedale. Farà una scappatella senza aver il tempo di togliersi il costume da mummia e si troverà inseguito da fanatici che lo credono la reincarnazione di un faraone. Da dimenticare: noioso e privo d’inventiva (nonché di uno script decente). Chiudono gli autori di RITORNO AL FUTURO: il regista Zemeckis, lo sceneggiatore Bob Gale e Christopher Lloyd si ritrovano per una storiellina horror demenziale di nessuna pretesa. Due studenti bollono una pozione magica per punire il loro professore arcigno (Lloyd); i risultati saranno peggiori del previsto. Qualche effetto speciale simpatico e una discreta performance sadica di Lloyd, ma il resto è terrore a buon mercato, banale come pochi. Visti i nomi coinvolti nel progetto era lecito attendersi molto di più. Qui, Spielberg a parte, c’è invece da mettersi le mani nei capelli. Terribile!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 18/09/07 11:40 - 2007 commenti

I gusti di Fabbiu

Il primo episodio, con Kevin Costner, incute a suo modo dapprima un senso claustrofobico e succesivamente tensione in crescendo. Peccato per il bislacco finale troppo surreale, talmente tanto da abbassare decisamente la qualità di tutta la storiella. Ha comunque un senso di meraviglia. Papà Mummia è una stupidata ma è a tratti spassoso; qualche sorriso lo strappa, anche se è un po' troppo farsesco. Dell'episodio "il capo della classe", dall'aria goliardica e comica su falso sfondo horror, sono valide le parti con Lloyd. Simpatico, divertente, semplice.

Undying 3/10/07 14:34 - 3833 commenti

I gusti di Undying

Operazione simile a quella de Ai Confini della Realtà, con tre registi a dirigere una produzione di Spielberg. In realtà i tre segmenti fanno parte di una serie televisiva, composta da 2 stagioni (per un totale di 45 episodi). La distribuzione italiana ha messo assieme tre "storie" (non cronologiche) della prima serie lanciandole nelle sale come un film. In seguito usciranno altri episodi (senza completare il ciclo) in inediti VHS. Dei tre scelti, l'unico interessante è quello diretto da Robert Zemeckis, incentrato sul professore "decapitato".

B. Legnani 25/01/08 15:37 - 4913 commenti

I gusti di B. Legnani

Iper-digeribile, nel senso che non è un problema guardarlo, ma anche che non è un problema dimenticarlo. Dei tre episodi il più curioso è il primo, che mescola il dramma e la tensione con un inatteso finale fiabesco/fumettistico. A sprazzi va l'episodio "mummiesco". Mediocrino l'ultimo.

Ciavazzaro 18/12/08 14:45 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Medio. L'episodio inziale di fantascienza ricorda molto "Ai confini della realtà", tranne che per la qualità. Quello con la mummia è discreto (qua è là qualche incertezza); conclusione con un episodio che ricorda la serie animata de "I racconti della cripta". Potevano fare una selezione di episodi migliori, a mio avviso.

Tomastich 1/09/10 12:07 - 1218 commenti

I gusti di Tomastich

Riassunto schematico di questa serie "fantastica": 1. La missione: il solito Spielberg ci inonda di sentimenti buoni (bella la storia, comunque). Lacrimuccia facile 2. Papà Mummia: bislacca parodia del genere horror ad opera di William Dear 3. Il capo della classe: Zemeckis ci propone un episodio perfettamente in linea con il teen-horror anni '80; ottima la presenza di Llyod.

Buiomega71 8/04/11 17:11 - 2388 commenti

I gusti di Buiomega71

Divertentissimo omnibus, per me di culto, patrocinato da Spielberg. Il primo segmento, di Sielberg stesso, è davvero deludente, zuccheroso e banale e ha il solo pregio di anticipare il cartoon con il live di Chi ha incastrato Roger Rabbit. Simpaticissimo quello di Dear, zeppo di situazioni geniali tra una mummia vera e una finta da set cinematografico. Capolavoro assoluto di pungente ironia macabra e delirio quello di Zemeckis, con Lloyd che perde letteralmente la testa come David Gale in Re-animator. Sicuramente il migliore del lotto.
MEMORABILE: Il corpo di Lloyd che si alza dal letto senza testa in una notte di tregenda, dopo l'incantesimo dei due studenti; il tentato linciaggio della mummia.

Galbo 12/04/11 14:43 - 11594 commenti

I gusti di Galbo

Episodi tratti da una serie televisiva americana e rieditati per il cinema. Il meno riuscito è proprio quello prodotto dal regista più illustre (Spielberg) che appare troppo all'insegna dei buoni sentimenti per essere davvero intrigante, nonostante la prova del cast. Non trascendentale nemmeno l'episodio di Zemeckis. Piccola piacevole sopresa invece, l'episodio della mummia (diretto da William Dear), davvero ben scritto e realizzato.

Minitina80 28/09/17 16:19 - 2516 commenti

I gusti di Minitina80

Spielberg si mantiene fedele a se stesso raccontando una storia in crescendo che culmina con un epilogo di quelli che si amano o si odiano. Divertente l’episodio di Dear, una simpatica parodia del genere horror, semplice e nel complesso riuscita. L’ultimo, quello di Zemeckis, ha il pregio di sconfinare nel grottesco e di avere un versatile Christopher Lloyd nelle vesti di un professore matto. Nel complesso, però, come quasi tutti i film strutturati a episodi, non ha il tempo di lasciare un segno profondo.

Rambo90 27/10/18 02:43 - 6710 commenti

I gusti di Rambo90

Montaggio di tre episodi della serie "Amazing Stories", tutto sommato gradevoli anche se con alti e bassi. Se l'episodio di Dear è molto comico e ha appena la durata di una barzelletta (comunque simpatica), Spielberg costruisce una bella favoletta fantasy come nei suoi canoni del periodo, con un certo ritmo e un bel parco attori (ci sono i giovani Costner e Sutherland). Il meglio arriva con Zemeckis: un racconto horror grottesco divertente e incalzante, con begli effetti e uno scatenato Lloyd. Nel complesso buono.

Daniela 20/11/20 09:41 - 10226 commenti

I gusti di Daniela

Tre episodi tratti dall'omonima serie tv USA emula della gloriosa Ai confini della realtà: nel primo Spielberg propone una vicenda bellica edificante con un buon cast ma un epilogo troppo favolistico, nell'ultimo Zemeckis racconta con ottimi effetti speciali ma poco sense of humor la vicenda di un professore protervo a cui due studenti hanno fatto perdere la testa. Se i nomi famosi deludono, è il poco noto Dear a dirigere l'episodio più simpatico in cui un attore travestito da mummia corre dal set verso l'ospedale per il parto della moglie incrociando nel cammino una mummia vera. 

Scott Coffey HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Caveman • 11/12/18 11:21
    Magazziniere - 361 interventi
    Serie, qui sul Davinotti se non erro non presente nel suo complesso, ma solo come film ad episodi. Veramente ben scritta e diretta.
  • Discussione Schramm • 12/12/18 16:00
    Risorse umane - 6807 interventi
    vero, andrebbe siglata come serie tv. avevo l'intero blocco al videonolo mezza vita fa, mediamente soddisfatto della prima (l'unica a finire anche in sala in italia) mi spizzai tutte le altre. di mio, e sulla memoria di allora, posso garantire che è valido solo il capostipite. il resto abbastanza trascurabile a parte un paio di episodi (di cui uno animato con un cane protagonista, simpaticissimo) lungo i restanti 6 volumi editi dalla cic.

    confermo anche l'accezione data da buio a omnibus. è una sigla adoperata anche in editoria per contrassegnare le raccolte di brevi romanzi o racconti inizialmente diffusi separatamente e pubblicati in differenti testate (per fare un paio di esempi comprensibili: libri come a volte ritornano o scheletri di king sono definibili omnibus)
    Ultima modifica: 12/12/18 16:01 da Schramm
  • Discussione Zender • 12/12/18 16:44
    Consigliere - 44441 interventi
    E'un caso piuttosto complesso. Sì, è una serie ma qui uscirono appunto videocassette che parevano film a episodi a sé stanti, all'epoca. E al momento nessuno ne ha commentati altri, per cui lascerei così intanto.
  • Discussione Caveman • 12/12/18 17:31
    Magazziniere - 361 interventi
    Zender ebbe a dire:
    E'un caso piuttosto complesso. Sì, è una serie ma qui uscirono appunto videocassette che parevano film a episodi a sé stanti, all'epoca. E al momento nessuno ne ha commentati altri, per cui lascerei così intanto.

    Capisco. Comunque potrei riuscire a commentare io tutti gli episodi.
    Ultima modifica: 12/12/18 17:44 da Caveman
  • Discussione Schramm • 12/12/18 18:00
    Risorse umane - 6807 interventi
    ecco in questo caso come avverrebbe la schedatura? per vhs o per singoli episodi?
  • Discussione Caveman • 12/12/18 18:07
    Magazziniere - 361 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    ecco in questo caso come avverrebbe la schedatura? per vhs o per singoli episodi?

    Sono usciti i dvd, quindi tecnicamente ci sarebbe la numerazione completa delle due stagioni.
  • Discussione Zender • 13/12/18 08:45
    Consigliere - 44441 interventi
    Sì, ma se non le ha visti nessuno...
  • Discussione Caveman • 13/12/18 09:23
    Magazziniere - 361 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Sì, ma se non le ha visti nessuno...

    In che senso? Non ho capito.
  • Discussione Caveman • 13/12/18 10:20
    Magazziniere - 361 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Che apriamo gli speciali episodio per episodio quando abbiamo qualcuno che li commenti, altrimenti no.

    Ah ok e direi che mi pare anche logica come scelta.
  • Discussione Schramm • 13/12/18 13:51
    Risorse umane - 6807 interventi
    io li avrei anche visti tutti, ma tra me e il loro ricordo la nebbia è impenetrabile. e per quanto mi appassioni il film a episodi non sento alcun prurito di bissare. lascio l'onere-onore a caveman.