Sharknado 2 - A volte ripiovono

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Sharknado 2: The Second One
Anno: 2014
Genere: animali assassini (colore)
Numero commenti presenti: 12
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Prologo in aereo con fiume di citazioni: Ian “90210” Ziering vede fuori dal finestrino uno squalo spiaccicarsi sull’ala ricordando il celebre episodio del gremlin in AI CONFINI DELLA REALTA’ mentre il pilota è nientemeno che il Robert Hays dell’AEREO PIU’ PAZZO DEL MONDO e la linea aerea si chiama Santa Mira (come la città immaginaria dell’INVASIONE DEGLI ULTRACORPI): chicche per cinefili cui però viene rifilato un sequel...Leggi tutto del tutto inutile. Il numero uno aveva saputo stupire e incontrare un successo clamoroso sfruttando l'idea sintetizzata nel titolo (tanto che giustamente il sottotitolo aggiungeva un chiarificatore “e abbiamo detto tutto”), il suo seguito ripropone la medesima formula ma senza alcuna fantasia, riciclando - in tono minore - gli effetti più spettacolari ma fallendo del tutto nella composizione del finale (sembra un qualsiasi catastrofico di serie Z, prima del volo in aria con motosega). In più la storia procede ripetendosi stancamente (si veda l’andar su e giù dal grattacielo per ore senza che accada nulla o quasi). L'unica piccola, significativa invenzione, sono le divertenti trasmissioni meteo che spiegano il fenomeno descrivendone l'entità. Lo spostamento dell'azione da Los Angeles a New York regala scenari più interessanti valorizzati da una fotografia migliorata, ma non si può dire che questo sequel sia superiore al modello; anzi, ci si contiene molto di più.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/08/14 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 5/06/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 6/08/14 19:10 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Il protagonista, dopo pochi minuti, dice “Sta accadendo ancora”. Ed è la verità, perché sarà riproposto lo stesso campionario di squali volanti con l’aggiunta del servizio "dementeorologico", che ormai considera normali gli sharknado, seguendoli come perturbazioni. E’ una pagliacciata voluta, ma nonostante qualche nuova, sporadica trovata, non ha sufficiente spinta proprio nelle idee, finendo per seguire troppo le tracce del suo non certo eccelso predecessore (potevano migliorare almeno gli effetti squalici). Alla fine, si tende a ricordare solo l’inizio e gli ultimi deliranti dieci minuti.
MEMORABILE: A pilotare l'aereo viene giustamente messo il protagonista de L'aereo più pazzo del mondo; Testona rotolante; La simpatica figura del tassista.

Schramm 17/03/15 17:44 - 2417 commenti

I gusti di Schramm

Bisogna essere cronicamente malati di seriosità per non volere bene a un film che –pur con una CG che è una ditata nell’occhio alla windows media player versione beta- ti sciorina un diluvio di squali in fiamme, o un vortice di motoseghe che li decimano. Fin dal ZAZzerellone prologo in zona twilight, alla protagonista scappa un gran ridere nei momenti peggiori, ed è adamantino che è cosa decidua aspettarsi contegno da un’operazione popcornara che si beffa d’ogni criterio logico e si pone come un’ode al gaio fannullìo (tecnico, contenutistico e spettatoriale). Spiace se mai il calcolato raspollamento dal primo, più genuino quanto a delirio.
MEMORABILE: Al protagonista che si è salvato facendo campana sui dorsi dei pescecani: “Sai cos’hai appena fatto? Hai saltato lo squalo!”. Vale da sola tutto il film!

Belfagor 2/08/15 01:38 - 2625 commenti

I gusti di Belfagor

Rispetto al predecessore, questo secondo capitolo decide finalmente di abbracciare appieno la totale follia della premessa e di scalare le vette del trash. Tutto è finalizzato a questo scopo, dall'anti-recitazione del protagonista alle esagerate licenze fisiche e meteorologiche, fino alle varie guest star: la Fox si arma di spada per rievocare i fasti di Kill Bill, ma avrei gradito vedere anche Kurt Angle suonarle a qualche squalo. Gli effetti speciali sono decisamente rozzi, quindi adatti all'atmosfera generale.
MEMORABILE: Il prologo sull'aereo; La testa della Statua della Libertà che rotola per le strade di New York; Le motoseghe lanciate nel tornado.

Piero68 9/09/15 11:56 - 2768 commenti

I gusti di Piero68

Apoteosi del trash che più trash non si può. Francamente non capisco, magari è la mia visione limitata di vedere il cinema, ma perchè continuare a propinare queste demenzialità allo stato puro e passarle per cinema "serio"? Non solo questo secondo capitolo non aggiunge nulla al primo ma è facile preda del comico involontario. Squali che si librano in volo come uccelli, che stagnano in pozze di pochi centimentri di altezza e che ruggiscono tra i fiotti metropolitani. Per non parlare di CG e modellini di gomma senza ritegno. E la saga continuerà pure...

Mco 21/09/15 22:54 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Gli squali volano e attaccano (anche) dall'alto, stavolta in direzione della Statua della Libertà. Neanche il tempo di gustarci qualche salatino in sintonia con le coccole che le hostess riservano a Ziering e uno squalo stacca un arto a sua moglie! Accidenti, il gioco si fa duro... Splatter (digitale, of course) abbondante, agguati continui degli oramai ex predatori d'acqua, rimandi a tanto cinema di genere precedente (da Raimi al più recente Tarantino). Insomma, il divertimento non manca, condito da tonnellate di sana inverosimiglianza.
MEMORABILE: L'attacco all'airbus; Il moncherino multifunzione.

Galbo 3/07/16 06:52 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Un soggetto incredibile (letteralmente!) per un film che ha (per verosimile gradimento del pubblico) addirittura generato un sequel. In questo caso la location in cui si muove il nostro eroe (memore di antichi trascorsi televisivi), è la città di New York, teatro di un'improbabilissima tempesta squalesca. Praticando al cubo la sospensione dell'incredulità, il film potrebbe anche divertire se non fosse gravato da effetti speciali clamorosamente fatti in casa e che di speciale hanno giusto il nome e da una prova pedestre del cast.

Jena 8/06/16 19:13 - 1207 commenti

I gusti di Jena

Come ogni tanto capita, il sequel mi è sembrato più decente del precedente; il motivo probabilmente è che si sa già a cosa si va incontro e si è più ben disposti. I primi quindici minuti con l'assalto degli squali all'aereo fanno sperare in qualcosa di buono e anche l'assalto allo stadio e in metrò sono discreti, con alcuni sketch divertenti. Poi il film perde colpi e riprende situazioni ritrite del primo episodio, anche per la povertà estrema degli effetti speciali. Con un po' di soldi in più chissà...
MEMORABILE: Gli squali che spolpano i passeggeri dell'aereo e mangiano la testa alla hostess; L'homerun con lo squalo volante nello stadio...

Pumpkh75 24/11/16 15:27 - 1326 commenti

I gusti di Pumpkh75

La taratura del pallinometro va reimpostata sullo sbracamento ridanciano, perché è lampante che in un film dove tutto è pessimo senza possibilità di salvataggio quello che dà la spinta è la follia completa e divertita di situazioni estemporanee, vedi la figlia di Ozzy decapitata oppure la testa della statua della libertà che rotola per la via. Ian Ziering a suo modo è sempre più simpatico, al contrario Mark McGrath è a dir poco imbarazzante. Gli effetti speciali sono la sua sineddoche: dilettanteschi ma possono ancora a malapena bastare.

Il ferrini 14/10/17 01:33 - 1702 commenti

I gusti di Il ferrini

N.Y. invece di L A. ma la storia è pressoché identica alla precedente. L'impressione è che stavolta Ferrante si senta ancora più libero e che non tenti mai di giustificare nessuno dei deliri che mette in scena: la testa della Statua della Libertà sospinta dal vento in mezzo ad automobili che invece restano saldamente a terra, Tara Reid che si monta una lama rotante al posto della mano come fosse in Planet Terror, un tizio che fa un fuoricampo colpendo con una mazza da baseball uno squalo di 4 metri... Insomma; delirante ma forse più consapevole.

Pesten 20/01/18 21:10 - 639 commenti

I gusti di Pesten

Spingersi oltre: questo è il motto guida per questo secondo capitolo del manifesto trash moderno. La location cambia (siamo a New York), gli effetti speciali bruttissimi rimangono e forse peggiorano. La storia diventa ancora più inverosimile e ci si diverte a notare e contare situazioni senza una logica anche all'interno di un prodotto come questo. Ziering è un novello Rambo insieme guarda a Commando; si cerca di dargli qualche degno compagno di avventura ma la Reid non è all'altezza, mentre è buona la prova di McGrath.

Caveman 12/05/20 06:43 - 176 commenti

I gusti di Caveman

Visto l'incredibile (e ingiustificato) successo del primo capitolo non si poteva che serializzare il prima possibile. L'azione si sposta a New York, gli sharknado sono dati per buoni come altri meno dannosi eventi atmosferici e Ziering è sempre più nella parte di un Rambo ammazzasquali. Vengono inseriti personaggi simpatici come la ex del liceo, una divertentissima Vivica A. Fox o il tassista, ma l'unico motivo di interesse è quello di scovare tutti i cameo. Il peccato mortale restano gli effetti digitali (abbondanti) terribili. Caciarone!

Anthonyvm 12/09/20 13:41 - 2028 commenti

I gusti di Anthonyvm

Sebbene manchino la freschezza e la spontaneità del predecessore, la svolta palesemente parodistica presa dalla saga (che parecchio deve a Raimi e a Rodriguez) non delude. Ziering si impone come improbabile action-hero dalle mille e una risorse, le assurdità si accumulano senza sosta (da pescecani presi a colpi di mazza da baseball a previsioni meteo che con naturalezza annunciano precipitazioni squalesche) e il tutto, nonostante la fin troppo marcata natura autoironica, riesce a far sorridere spesso. Effetti visivi e dialoghi restano sugli standard Asylum più godibili. Niente male.
MEMORABILE: L'omaggio aviofobo a Ai confini della realtà; L'operazione manuale della moglie; Ziering nel tornado con la sua amata motosega; La pizza post-credits.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.