Sand sharks

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Tra i mille deliranti shark-movies che infestano le televisioni americane degli ultimi anni (questi la sala non la vedono manco di striscio), SAND SHARKS occupa una posizione di rilievo in virtù della follia assoluta dell'idea: squali che non si muovono nemmeno più in acqua ma sotto la sabbia (!), facendo spuntare la loro pinnona sulle spiagge per poi balzar fuori d'improvviso e divorare in un sol boccone gli umani che trovano nei pressi. A questo punto, individuato l'ingegnoso spunto da sfruttare, il resto procede di conseguenza saccheggiando i luoghi comuni del genere a cominciare dal beach party da organizzare per salvare le scarse finanze dell'isola in cui è ambientata la vicenda. E' il non troppo intelligente figlio (Corin Nemec) del...Leggi tutto sindaco a proporre nuove idee per lanciare la grande festa sulla spiaggia, in contrasto ovviamente con chi capisce bene il pericolo che la cosa comporta, visto che le performance degli squali insabbiati ormai le han viste un po' tutti lì in zona, poliziotti compresi. Gli effetti speciali son sempre più di basso livello: i pescecani s'intravedono giusto quando emergono d'improvviso dalla sabbia e ci si rituffano dentro dopo un breve balzello, per il resto lascian fuori solo le pinne e considerato l'ambiente in cui si muovono non si posson certo gustare le abituali scene di suspence subacquea. Quando la città va in blackout la resa dall'alto è da mani nei capelli (intere zone scurite attraverso quadratoni in Photoshop), il primo squalo scoppia ridicolmente, elettrizzato da un tecnico che viene divorato mentre sta sistemando un cavo, lo shark-barbecue finale sembra disegnato sullo schermo... Alla fin fine, considerato l'abuso di cg, l'unico effetto che funziona senza sfigurare troppo sono le pinne che filano veloci nella sabbia. La recitazione scade persino rispetto alla terribile media del (sotto)genere, col figlio del sindaco che si comporta da perfetto idiota, il sindaco stesso che si rivela degno di lui, l'immancabile studiosa (Brooke Hogan) che si fa notare per il seno gigante costretto in mise attillate sicuramente in linea con la professione e un'altra pletora di personaggi la cui credibilità scende quasi sempre sotto lo zero. Se ci aggiungiamo che il tanto pubblicizzato “sandman party” sono quattro gatti che ballano sempre negli stessi dieci metri di spiaggia inquadrati con riprese strettissime per non far vedere che attorno a loro c'è il deserto... In poche parole è difficile trovare di peggio persino all'interno dei mille low-budget shark movies. E la chiusura, con uno squalo-Godzilla che sbuca fuori da dentro una montagna, fa immaginare sequel ancor più deliranti...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/10/15 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mco 11/09/19 15:17 - 2150 commenti

I gusti di Mco

Il luogo delle riprese è incantevole, qualche bellezza in costume c'è e Gina Holden in tacchi alti è un gran bel vedere. Manca però l'ésprit che si pretende aleggi in film come questi. Troppi invece i dialoghi oziosi e opprimenti in antitesi a una presenza centellinata degli animali che, va detto, quando entrano in azione un pochetto di sangue lo lanciano sullo schermo. Il parterre di attori si perde in sottotrame e decisamente non lascia il segno. Tutto ciò premesso e rilevato, Sand Sharks si indirizza soltanto a insaziabili completisti.
MEMORABILE: La festa con pochissimi partecipanti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.