Puppet master 3 - Giochi infernali

Media utenti
Titolo originale: Puppet Master III : Toulon's Revenge
Anno: 1991
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Giocattoli infernali", da non confondere con "Demonic Toys - Giocattoli infernali" di Manoogian, del 1992.
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/02/09 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 4/02/09 19:59 - 5135 commenti

I gusti di Herrkinski

Terzo installamento della serie. È innanzitutto un prequel, infatti racconta la nascita dei burattini animati del creatore Toulon, così come la morte di sua moglie e altre notizie che erano abbastanza nebulose nei primi 2 episodi della saga. Il risultato è più che discreto, forse superiore ai precedenti (o se non altro meno noioso). C'è un leggero aumento dello splatter, la presenza nel cast di qualche attore superiore alla media (incluso un Richard Lynch nei panni del nazi cattivissimo) e l'introduzione di un burattino nuovo. Per fans.
MEMORABILE: Il burattino-cowboy.

Puppigallo 19/11/09 09:49 - 4509 commenti

I gusti di Puppigallo

Se fantaGiacobbo di Voyager vedesse questo film, ci ritroveremmo subito un servizio sui nazisti che studiavano un modo per riportare in vita i soldati uccisi in combattimento (zombi da guerra). E' infatti questo lo scopo dei cattivoni tedeschi in una pellicola che, nel complesso, non è male, non annoia (pochi tempi morti) e intrattiene lo spettatore con marionette (interessante la spiegazione del perchè seguano il padrone) che possono essere mooolto cattive (trivellata nello stomaco, rigurgiti di sanguisughe e un pistolero con sei braccia armate). Un'occhiata la merita di certo.
MEMORABILE: Lo scienziato nazista tenta inutilmente di rianimare per più di 6 minuti un cadavere e, nel frattempo, c'è un uomo che riesce ad animare marionette!

Minitina80 7/03/15 09:08 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Il terzo capitolo si rivela magicamente migliore dei suoi due predecessori. L’ambientazione nella Lione assiedata dalla Germania nazista riesce a rappresentare un valore aggiunto e anche la storia, che è nient’altro che il prologo degli altri due capitoli, non è affatto malvagia. Non ci sono cadute di stile esagerate e il film si lascia seguire con interesse.

Anthonyvm 6/07/20 15:33 - 1938 commenti

I gusti di Anthonyvm

Forse il miglior film diretto da DeCoteau, nonché il primo episodio in cui i pupazzi abbandonano il ruolo di antagonisti e diventano strumenti di giustificata vendetta. Qui troviamo alcune delle sequenze migliori della saga (dall'incipit che cita Re-animator all'uomo trasformato in marionetta con ganci e cordami) e un cast indovinato, con Guy Rolfe nei panni di Toulon e Richard Lynch come feroce villain nazista. Discrete le ricostruzioni storiche e gradevole la dose di gore. Sebbene la sceneggiatura zoppichi un po' nella seconda parte, il risultato complessivo è pienamente godibile.
MEMORABILE: Il pistolero Six Shooter; Il soldato-zombi si spara in testa; Il nazista trapanato attraverso il sedile dell'auto; La nascita di Leech Woman e Blade.

Jena 15/07/20 19:42 - 1189 commenti

I gusti di Jena

Si fa fatica a salvare un film così. E' vero che le marionette assassine, seppure animate a passo uno e semplicistiche, sono abbastanza simpatiche. E' vero che c'è il grande Richard Lynch nella parte di un truce commissario della Gestapo, però la regia di DeCocteau proprio non funziona. Una puntata della Signora in giallo ha più  brio e glia attori sembrano in trance o  muoversi a rallentatore. Poveristico, imbarazzante per la sua approssimazione (le scritte in tedesco, "Ja" "Jawohl"). A parte qualche momento gore e qualche nudo, sembra un film per ragazzini.
MEMORABILE: In sottofondo i discorsi deliranti del Fuhrer; Un soldato si rivolge al suo comandante e quello gli risponde "Jawohl!".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Anthonyvm • 21/02/18 15:30
    Formatore stagisti - 324 interventi
    Il film uscì in Italia in home video nei primi anni '90, in una VHS della Video Arcadia erroneamente intitolata "Giocattoli Infernali" e riportante la locandina, la trama e i dettagli tecnici dell'altro film di casa Band, "Demonic Toys".

    Una locandina alternativa (non distribuita ufficialmente) della stessa videocassetta riporta invece la locandina corretta ed il titolo "Puppet Master III (Toulon's Revenge)", ma i fotogrammi del film presenti sul retro e i dati tecnici appartengono ancora a "Demonic Toys". Dalla collezione Anthonyvm, la VHS Video Arcadia con cover "giusta" e scritta "Fac-simile".



    Da quel che so, solitamente le cover con la scritta "Fac-Simile" erano promozionali o sostitutive (nel caso in cui le cover ufficiali si rovinassero). Mi è capitato diverse volte di trovarle in luogo delle copertine regolari. Di solito, tuttavia, le cover Fac-Simile erano identiche alle altre (salvo appunto la scritta). Questa è invece interessante per due motivi:
    1. si riferisce ad un film diverso da quella ufficiale.



    2. questa cover non ufficiale presenta il titolo e la locandina corretti, mentre quella "autentica" è sbagliata:



    Esiste un'edizione in DVD della Prism intitolata "Giochi Infernali".

    È infine stato distribuito in DVD dalla Dynit nel cofanetto comprendente i primi tre film della lunga saga puppazzettistica di Charles Band, col titolo "Puppet Master III - La Vendetta di Toulon".
    Ultima modifica: 22/02/18 08:24 da Zender
  • Discussione Mco • 21/02/18 20:36
    Scrivano - 9683 interventi
    Vero, Anthony, i negozi di vhs usavano spesso l'espediente del facsimile, soprattutto quando esponevano le copertine nei raccoglitori dei cataloghi o nelle vetrine esterne. Io ho qualche ex nolo di tal fatta...
  • Discussione Anthonyvm • 21/02/18 22:43
    Formatore stagisti - 324 interventi
    Esatto, e secondo me hanno un qualche valore videoarcheologico. Senz'altro meglio di alcune cover fotocopiate che i negozi stessi adottavano.
  • Discussione Mco • 22/02/18 11:33
    Scrivano - 9683 interventi
    Anthonyvm ebbe a dire:
    Esatto, e secondo me hanno un qualche valore videoarcheologico. Senz'altro meglio di alcune cover fotocopiate che i negozi stessi adottavano.

    La penso esattamente così.
    Io ho una vhs di Species recuperata in un mercatino "libero" (quello dove chi è interessato lascia un'offerta), la cui copertina facsimile mi affascina dal giorno stesso in cui l'ho inserita in collezione... ;-))
  • Discussione Anthonyvm • 22/02/18 18:03
    Formatore stagisti - 324 interventi
    Eheh, so di che parli!
    C'erano anche le fascette con la scritta "Campione gratuito", ne ho recuperate pochissime nel corso degli anni.