Omicidio in 3 atti

Media utenti
Titolo originale: 3 Acts of Murder
Anno: 2009
Genere: drammatico (colore)
Note: Aka "Omicidio in tre atti". Film TV ispirato ad un fatto di cronaca che negli anni Trenta coinvolse lo scrittore Arthur Upfield, inglese naturalizzato australiano, diventato in seguito un famoso giallista.
Numero commenti presenti: 1

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/04/18 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 24/04/18 09:52 - 9369 commenti

I gusti di Daniela

Mentre si arrabatta con lavori per tirare a campare in attesa del successo, uno scrittore in cerca di idee discute con i suoi amici di quello che potrebbe essere il modo più sicuro per sbarazzarsi di un cadavere... Lo spunto di cronaca è curioso, l'ambientazione ed i personaggi potenzialmente interessanti, però il film, pur dignitoso nel suo carattere illustrativo, non si eleva oltre una certa piattezza che pare rispecchiare quella del paesaggio dell'outback australiano ed anche le prove attoriali risultano piuttosto anonime.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 24/04/18 10:08
    Consigliere massimo - 5121 interventi
    Il film racconta un fatto di cronaca, avvenuto in Australia a cavallo fra gli anni Venti e Trenta: una serie di omicidi che sembravano essere stati ispirati ad un romanzo giallo per quanto riguarda le modalità con cui l'assassino aveva tentato di disfarsi dei cadaveri delle sue vittime.

    Per avere notizie sullo scrittore anglo-australiano Arthur Upfield (1890-1964) si può vedere la voce wiki in lingua inglese, essendo quella in italiano troppo scarna.

    Alcuni dei suoi gialli sono stati pubblicati anche in Italia negli anni Cinquanta ma risultano di difficile reperibilità per la mancanza di ristampe per cui bisogna eventualmente rivolgersi al mercato dell'usato.