Non aprire all'uomo nero

Media utenti
Anno: 1990
Genere: thriller (colore)
Note: Aka: "Don't Open the Door for the Man in Black", "Non aprite all'uomo nero". "L'homme noir". Musiche di Pino Donaggio; montaggio di Franco Fraticelli; sceneggiatura di David Grieco e Giulio Questi. Trasmesso nel dicembre del 1990 su Rai 2.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/02/10 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 8/02/10 18:20 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Francesca, aspirante suicida, viene sottoposta in cura psichiatrica dietro consulenza di Lorenza (Aurore Clément). Le cause della depressione risalgono ad un rapporto interrotto con un uomo che, in passato, ha avuto una relazione anche con la madre, attrice deceduta, apparentemente, in un incidente. Quando anche Francesca viene trovata cadavere... Uno degli ultimi esempi di giallo italiano affievolito dalla destinazione televisiva, ma a suo modo carico di attesa e tensione, ben scritto e diretto da Questi, al quale purtroppo viene dato in carico un cast d'attori ibrido e, a tratti, inefficace.
MEMORABILE: La rivelazione finale, con disvelamento del killer, ossia un volto insospettabile.

Rosy 6/05/12 12:29 - 73 commenti

I gusti di Rosy

Autolesionista intreccia una relazione con l'ex amante della madre tragicamente scomparsa ma il rapporto è conflittuale al punto da renderla schizofrenica e bisognosa di cure psichiatriche. La terapia fallisce e le ombre generate dalla sua mente la conducono ad una fine drammatica, ma davvero tutto è come sembra? Pellicola d'impianto televisivo, diretta con solido mestiere, è tutta giocata sull'ambiguità dei ruoli, il triangolo medico-paziente-amante appare confuso sin dall'inizio e la soluzione non sorprende più di tanto. Questi però ha sempre stile.

Marcolino1 29/12/19 21:55 - 505 commenti

I gusti di Marcolino1

Due "triadi" a confronto (madre-compagno-figlio "normale"/madre inquieta-marito oscuro e arrivista-bambino disabile e sensibile), per dimostrare che la "devianza" si trova nelle apparenze integerrime così come nelle mentalità beceramente sfruttatrici. La trama "gialla" non arzigogola né cade nel retorico e non esiste il limen rigido tra innocente e colpevole: l'uomo nero si cela nel consueto e nell'inaspettato. Inquadrature crepuscolari e schematiche sono segni distintivi rispetto al canone del thrilling nonostante la cornice da sceneggiato tv.
MEMORABILE: La dedica sulla foto dell'attrice, definita come "schiava" e "merce" di scambio dal suo impresario che ne sfrutta il talento per fini commerciali.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.