Negli occhi dell'assassino

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/09/09 DAL BENEMERITO STEFANIA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stefania 14/09/09 16:16 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

L'incipit si ispira sia a Il fuggitivo che a Il silenzio degli innocenti: criminologo sospetto uxoricida affianca una donna commissario nelle indagini su un serial killer. Un meta-serial killer, direi: i suoi delitti imitano i vari tipi di omicidi seriali catalogati in un libro il cui autore è lo stesso criminologo... Margheriti junior confeziona un prodotto televisivo superiore alla media, grazie a una regia spigliata e alla grinta degli interpreti. La tensione è elevata e il finale non è affatto scontato.
MEMORABILE: La "scenografia" che il killer allestisce intorno ai corpi delle vittime. La ragazza nella gabbia elettrica...

Amina 19/02/12 14:52 - 3 commenti

I gusti di Amina

In realtà la sceneggiatura ha pescato a piene mani da alcuni altri film, da Il collezionista di ossa fino a Copycat. Se si indulge sulla protagonista femminile, il film è ben confezionato e molto al di sopra della media dei prodotti televisivi. Ottima la regia, che riesce a districarsi bene anche con i limiti di un cast scelto ovviamente dal committente televisivo.
MEMORABILE: La sequenza del nuoto sincronizzato in piscina e lo stile diversificato per ogni omicidio.

Tomastich 30/11/13 11:17 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Il figlio del grande Margheriti, nell'ultimo lustro, ha lavorato spesso con le reti Mediaset. In questo caso siamo di fronte al suo miglior lavoro... e questo potrebbe far capire tante cose. In realtà in tv si è visto anche di peggio, soprattutto a livello di trama; questa infatti è copiata dai libri di Lincoln Rhyme in maniera spudorata e quindi almeno qualcosa di buono ce l'ha. Gli attori invece meritano l'insufficienza chiara e tonda, soprattutto la Troise e Cupo.

Homesick 8/12/13 08:07 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Molto saggiamente, Margheriti jr. non si affanna a perseguire tensione ed efferatezze che il mezzo televisivo gli nega e si concentra invece sullo sviluppo della trama poliziesca, sapendo renderla avvinghiante e serrata. Il basso livello recitativo (inqualificabile Antonella Troise) si alza in virtù del carisma e alla voce di Luca Ward, criminologo agli arresti domiciliari per un presunto (e l’ambiguità non viene sciolta) uxoricidio; anche Marco Bonetti fa la sua parte come un attore della vecchia guardia. Fuori luogo la melensa “The power of love” dei Frankie goes to Hollywood.
MEMORABILE: La minaccia in piscina: inutile dire che le ombre di Tourneur sono sempre in agguato…

Ira72 29/01/19 22:51 - 935 commenti

I gusti di Ira72

Non si capisce se gli attori recitino male o siano doppiati peggio. E come citare tutti i predecessori a cui Margheriti si è “ispirato” (per usare un eufemismo)? Fatto sta che, nel complesso, tra una scopiazzatura, un arrabattamento, budget probabilmente basso e interpretazioni latitanti, il film diventa quasi interessante. Vero. La tensione è pressoché azzerata. Ma. L’effetto finale è talmente kitsch e rilassante che sembra quasi di tornare indietro di quarant’anni. Comunque: casereccio come solo certi registi italiani sanno e - soprattutto - sapevano fare.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.