Love boat (249 episodi)

Media utenti
Titolo originale: The love boat
Anno: 1977
Genere: fiction (colore)
Regia: Vari
Note: La serie è basata sul romanzo "The Love Boats" di Jeraldine Saunders, la quale esprimeva le sue osservazioni personali mentre prestava servizio come hostess su una nave da crociera.
Numero commenti presenti: 9

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/10/08 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 19/10/08 20:58 - 3410 commenti

I gusti di Markus

Facente parte delle serie tv così dette "glamour" degli anni settanta ed ottanta americane, "Love boat" ne riunisce tutti gli stilemi, dunque è la classica combinazione di buoni sentimenti, amori intricati e qualche avventura, ma tutto finisce sempre bene... Oggi quasi inguardabile, ma ai tempi ebbe un enorme successo in tutto il mondo. In fin dei conti era una melassa per rilassare un po’ la testa ed il corpo dopo una giornata di lavoro.

Galbo 22/10/08 05:41 - 11613 commenti

I gusti di Galbo

Serie televisiva realizzata negli anni '70 con grandissimo successo commerciale, appare agli occhi dello spettatore odierno assolutamente datata e superata. Pur ben realizzato (buoni caratteristi e location esotiche) il telefilm è totalmente immerso in un'atmosfera zuccherosa che non lascia scampo allo spettatore e a niente che non siano lieto fine e buoni sentimenti, tanto da rendere difficilmente spiegabile il grande numero di spettatori estasiati e colpiti da un meccanismo seriale fortemente ripetitivo.

Pigro 14/05/09 19:34 - 8409 commenti

I gusti di Pigro

Crociere per far nascere o rinascere amori. Serie tv tra le più ripetitive e noiose nonostante la varietà delle singole storie raccontate a bordo della nave. Tristi o zuccherosi, romantici o avventurosi, i racconti inseriti negli episodi hanno tutti un retrogusto di artefatto verismo dei sentimenti che non solo è stucchevole ma pure fastidioso. Ma l'amore non è certo quello contrabbandato da questa serie, versione tv delle sviolinate alla Liala. Perdibile.

124c 14/07/09 12:03 - 2808 commenti

I gusti di 124c

Serie famosissima fra i '70 e gli '80, ricca di ospiti in ogni puntata, con un solo tema in comune: l'amore. La "Pacific Princess" sarà anche stata la nave dei sogni per molte ragazzine del mio tempo ma, anche se ammetto che l'equipaggio era fra i più divertenti e spumeggianti dell'epoca, è difficile oggi non trovarci difetti, noia e ripetitività. Alla fine, ciò che rimane di questo storico telefilm, è la canzone italiana di Little Tony che copriva il vero tema musicale di "The Love Boat".
MEMORABILE: Il dottore sciupafemmine e il capitano con figlia adolescente a bordo.

Ciavazzaro 19/10/09 09:52 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Grandissima sfilata di guest-star per questa serie cult, che però non ho mai apprezzato molto. Come già detto il cast è sempre notevole (ci sarebbero troppi nomi da citare, dico solo Ursula Andress), ma la storia non funziona granché. Più adatto ai romantici, a mio avviso.

Magnetti 8/01/10 11:29 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

A bordo della Pacific Princess (bene le riprese) recitano i personaggi dell'equipaggio, capitanati dal capitano Stubing, affiancati da guest star famose soprattutto negli USA. Ogni puntata vedeva due o tre storie separate intrecciate fra loro. Una serie molto "smielata" certo cui devo riconoscere il buon lavoro fatto sui personaggi principali e la solida direzione. Nella scrittura sta il punto debole: la ripetitività unita all'impronta romantica sono elementi di appeal solo per coloro che accendono la TV per vedere qualcosa di rassicurante.

Il Dandi 28/01/11 15:28 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Se nell'"oceano" delle serie tv americane approdate sugli schermi italiani negli anni '80 ce n'è una da "buttare a mare" (battutaccia, scusate) è senz'altro questa, la cui longevità è invero misteriosa! Primo: la nave fa schifo, è la più brutta nave da crociera che abbia mai visto. Secondo: le vicende dei passeggeri non sono all'insegna di "buoni sentimenti" (molte serie lo erano), ma di sentimenti cretini. Terzo: l'equipaggio sembra composto da sole quattro persone, che stanno sempre sul ponte o al bar a chiacchierare dei fatti altrui: e la nave chi la porta?
MEMORABILE: Si salvano le suggestioni cartolinesche dei panorami esotici, che forse in un'altra epoca il suo perché l'avevano.

Hearty76 27/02/12 12:21 - 228 commenti

I gusti di Hearty76

Uno dei telefilm della nostra giovinezza, tipico del palinsesto mattutino dei primi canali commerciali in forte ascesa. Buona la confezione ma con un piglio troppo autoreferenziale. Non tutti i celebri ospiti della Pacific Princess erano noti al pubblico italiano e sinceramente le trame degli episodi non avevano tutta questa grande originalità. Grazioso ma anche zuccheroso e ripetitivo. Senz'altro incantevoli le riprese dei porti e del mare, ma nella sostanza è una serie che si può tralasciare.
MEMORABILE: L'azzeccata e intramontabile sigla dell'edizione italiana, cantata da Little Tony.

Kriminal 10/02/13 19:49 - 48 commenti

I gusti di Kriminal

Serial epocale con buone intenzioni (solo quelle), il trionfo dell'amore e una longevità ingiustificata; schema ripetitivo che ben poche variazioni sul tema ha avuto nel suo decorso. Inoltre due personaggi fissi sono di un'antipatia unica: la direttrice di crociera, una snob da quattro soldi con una faccia da "brava solo io" lecchina del capitano e un medico di bordo sciupafemmine con una faccia da morto in piedi. Non fosse stato per gli ambienti esotici e la canzone del nostro Little Tony era da un pallino solo.
MEMORABILE: Uno dice a una (in crociera avranno scambiato al massimo due o tre parole): "Vuoi vivere con me?" e lei "E' ciò che desidero di più" e salgono su un taxi insieme (mah).

Vari HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.