Kojak (117 episodi)

Media utenti
Titolo originale: Kojak
Anno: 1973
Genere: fiction (colore)
Regia: Vari
Note: E non "Kojack".
Numero commenti presenti: 9

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/07/09 DAL BENEMERITO PIGRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 25/07/09 08:55 - 7785 commenti

I gusti di Pigro

La pelata più famosa della tv è quella del tenente Kojak di New York, protagonista di una delle serie poliziesche più belle, che affronta con forza ma soprattutto con sagacia i casi a lui affidati, succhiando un leccalecca o fumando un sigaro. Un personaggio azzeccatissimo per la sua fisicità, per il suo carattere e le sue caratteristiche, nonché per le personalità dei suoi collaboratori: è questo il segreto della serie, che si avvale peraltro di ottimi autori, impegnati nella costruzione di episodi convincenti e di buona presa.

Galbo 26/07/09 22:37 - 11384 commenti

I gusti di Galbo

Tipico caso di totale immedesimazione tra un attore è il suo personaggio: Telly Savalas caratterizza al meglio il personaggio del tenente Kojak rivelandosi un ottimo (e sottovalutato) attore e valorizzando al massimo una buona serie poliziesca con trame e personaggi convincenti. Buona la colonna sonora.

Piero68 4/11/10 14:38 - 2755 commenti

I gusti di Piero68

Savalas riesce a caratterizzare perfettamente il personaggio assegnatogli in una delle prime e forse più famose serie TV poliziesche. Anzi, ed è questa la sostanziale differenza, più che serie poliziesca è una vera serie drammatica visto che l'ideatore preferisce tralasciare le classiche sparatorie, inseguimenti e scazzottate, per concentrarsi più sull'aspetto umano dei personaggi via via incontrati nella serie. In quasi tutti gli episodi aleggia sempre una coltre pesante e pregna di tristezza che Kojak affronterà con la sua innata umanità.

Ale nkf 1/04/11 21:28 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Oramai un cult per gli appassionati dei polizieschi made in USA. Kojak interpretato magnificamente da Telly Savalas è uno fra i più famosi tenenti del piccolo schermo, che caratterizza appieno il suo personaggio rendendolo unico. L'ottima riuscita di questa serie tv è dovuta, oltre che a Salavas, anche alla notevole abilità degli autori in grado di sceneggiare ottime puntate mai uguali fra loro.

Disorder 24/09/12 11:09 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Telly Savalas era senza dubbio un attore che possedeva una grande, innata dote: il carisma. Buoni o cattivi che fossero, i suoi personaggi erano sempre caratterizzati da una vena di umanità e ironia, pur restando sempre autorevoli nel loro ruolo. E Kojak non fa eccezione: tutto ruota intorno al simpatico ma deciso tenente, un vero caso a sé nel poliziesco made in Usa (non è accostabile né al filone "sparatorio" tipicamente anni 70 né tantomeno a quello "deduttivo" alla Colombo). Forse sente un po' il peso degli anni, ma resta una bella serie.

124c 25/09/12 17:44 - 2771 commenti

I gusti di 124c

Difficile dimenticarsi di questo poliziotto calvo, con il lecca-lecca in bocca, un classico della televisione che oggi non c'è più. Telly Savalas veniva dal cinema, ma riuscì molto bene ad integrarsi anche in tv interpretando questo pliziotto tenace. Simpatico il fratello del protagonista, George Savalas, che impersonava il grasso detective Stavros. Molto bravi anche Dan Frazer e Kevin Dobson, che facevano il capo e l'assistente di Kojak. Serial di culto.
MEMORABILE: La vioce italiana di Telly Savalas, il compianto Lino Troisi: inconfondibile, bellissima e sempre diretta.

Ale73 5/08/15 23:51 - 5 commenti

I gusti di Ale73

Gran bella serie poliziesca con un bravo Telly Savalas. Tutti script molto buoni con alcuni veramente sopra la media a ben caratterizzare il connubio mafia-politica-imprenditoria che ha caratterizzato la New York degli anni 70 (come ha riportato anche Joe Pistone in un suo recente libro). Da sempre appassionato di serie poliziesche, ritengo questa veramente un cult.
MEMORABILE: "Sa, Lee non si sbagliava su di lei, Kojak. Lei è veramente straordinario".

Il Dandi 20/08/18 00:28 - 1769 commenti

I gusti di Il Dandi

Il necessario contraltare del coevo Colombo: se il californiano di origine italiana gironzola sgualcito appestando col suo sigaro ville milionarie, il newyorkese di origine greca si muove deciso su strade selvagge con eleganti completi a doppio petto, trilby sul cranio rasato e chupa-chups in bocca. Savalas è quello cool dello spot del Biancosarti, New York è quella funky di Shaft e Serpico tra gang mafiose, sbandati randagi, assassini squilibrati, droga, sfruttamento, ma anche colleghi corrotti. Umano e adulto, un'icona tv che oggi manca.
MEMORABILE: Lo skyline di Manhattan nella sigla iniziale, che nella serie vide anche il "debutto" televisivo delle Twin Towers del fu World Trade Center.

Trivex 13/06/19 15:15 - 1489 commenti

I gusti di Trivex

Una serie ricca di spessore, a 360 gradi. Il nostro "Theodore" gira ben vestito e affronta i criminali in modo duro, ma non disumano. L'America dei 70s con tutte le sue contraddizioni qui emerge sincera senza avventurarsi "nell'impossibile". Non si tratta di un "finto" eroe invincibile, ma di un tutore dell'ordine che agisce in modo abbastanza corretto, seppur compatibilmente con la situazione di squilibrio in cui si trovava la polizia dell'epoca. Le moderne tecnologie che consentono l'attuale lotta al crimine allora erano solo pura fantascienza.
MEMORABILE: Il lecca-lecca (che sostituisce le sigarette).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Il Dandi • 14/12/16 19:34
    Contratto a progetto - 1434 interventi
    Nei primissimi episodi della prima stagione il Tenente Kojak fumava, ma nello stesso periodo la lotta americana al tabacco muoveva i suoi primi passi, portando il nostro a ingaggiare come sostituto il celebre lecca-lecca che ne caratterizza l'iconografia.

    Nonostante il pacchetto non si veda mai, le sigarette di Kojak erano vistosamente le inglesi More (marca molto diffusa negli anni '70 grazie alla loro fortunata variante al mentolo), riconoscibilissime per via della taglia lunga e affusolata e della carta marrone anziché bianca, che a prima vista le rende più simili a dei mini-sigari.



    Tuttavia, dal momento che la lotta al tabagismo era appena agli albori, le finte sigarette per bambini fatte di chewing gum o cioccolata restarono un giocattolo comune fino agli anni '80. Ecco qua un gadget d'epoca non ufficiale dedicato ai giovanissimi ammiratori del tenente:

  • Discussione Zender • 15/12/16 07:53
    Consigliere - 43510 interventi
    Eh d'accordo, però se non la vedo io non posso salvarla sul server nostro... Ma che foto era? Se è un fotogramma preso da un altro sito può essere che lo proteggano così.
  • Discussione Il Dandi • 18/08/18 13:13
    Contratto a progetto - 1434 interventi
    Gli episodi sono 117 e non 118 (se si esclude il film pilota "Il caso Nelson è suo").

    Oltre alla serie classica terminata nel 1978, sono stati prodotti altri 7 film tv fra il 1985 e il 1990 (analogamente ai ritorni di Perry Mason e Colombo).

    Zender, posso inserirli a parte se li reperisco?
    Ultima modifica: 18/08/18 13:23 da Il Dandi
  • Discussione Zender • 18/08/18 22:42
    Consigliere - 43510 interventi
    Devi vedere se Imdb li cataloga come filmtv. Se non vengono inseriti com tv episode sì, altrimenti vanno inseriti qui in un eventuale episodio per episodio. Colombo non fa testo e quelli di Perry Mason (almeno al tempo, ora non so) tempo non eran catalogati come tv episode.
  • Discussione Il Dandi • 18/08/18 23:38
    Contratto a progetto - 1434 interventi
    Sì, su IMDB sono tutti tv-movie isolati, ma in Italia solo i primi due vennero esportati subito; gli altri inediti furono mandati in onda solo nel '94 (su Rete4) dopo la morte di Savalas inventando il titolo "Il ritorno di Kojak" per riunire il ciclo e distinguerlo dalle repliche della serie classica.
  • Discussione Zender • 19/08/18 08:22
    Consigliere - 43510 interventi
    Se non sono tv episode vanno commentati come film normali allora, ok. Come poi sian stati trasmessi da noi è ininfluente, per l'inserimento.
  • Discussione Il Dandi • 7/09/18 20:56
    Contratto a progetto - 1434 interventi
    Nella versione originale Kojak era caratterizzato dalla frase tormentone “Who loves ya, baby?”, che appare anche come claim della serie in numerose locandine. Giunti alla terza stagione la catch phrase divenne addirittura lo spunto per una canzone di successo, incisa da Savalas nel 1975:



    Al singolo seguirono poi un album completo e infine un musical trasmesso anche in diretta tv nel 1976, all’inizio del quale l’attore entrava sul palco vestito da Kojak e scortato da poliziotti:
    https://www.youtube.com/watch?v=8OBwHX3Z8RQ&t=115s

    ***
    Purtroppo nell’adattamento dei dialoghi in italiano la proverbiale frase con cui Kojak si rivolge in maniera irridente a diverse persone è andata perduta, traducendo di volta in volta in modi diversi come:
    “Tutto bene, bamboccio?”, “Stammi bene, amico”, “Sei proprio carino, tesoro”, e così via…
    Ultima modifica: 8/09/18 09:19 da Zender
  • Curiosità Il Dandi • 14/09/18 02:49
    Contratto a progetto - 1434 interventi
    Kojak è un termine gergale con il quale a tutt'oggi, negli Usa e in Australia, si indica la sirena lampeggiante calamitata che viene montata all'occorrenza sulle auto di servizio delle forze dell'ordine in borghese, in omaggio alla serie che per prima ne popolarizzò l'utilizzo.

    L'auto del Tenente Kojak, per la cronaca, era una Buick Continental Terza serie, una berlina fastback strettamente coeva al telefilm (prodotta dal 1973 al 1977):



    Ne furono prodotti diversi modellini in scala: ecco un esemplare dei più famosi di marca Corgi, immancabilmente munito di lampeggiante sul tetto e di action figure dei protagonisti:

  • Homevideo Ruber • 1/02/19 00:41
    Compilatore d’emergenza - 8964 interventi
    Finalmente la Pulp Video sta editando le prime stagioni!

    La prima è uscita nel 2017 divisa in due box contenenti gli episodi da 1-11 e 12-22, la seconda stagione sempre divisa in due box è uscita a maggio 2018. Si spera che escano tutte le stagioni.
  • Homevideo Noncha17 • 4/02/19 23:12
    Magazziniere - 1073 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Finalmente la Pulp Video sta editando le prime stagioni!

    La prima è uscita nel 2017 divisa in due box contenenti gli episodi da 1-11 e 12-22, la seconda stagione sempre divisa in due box è uscita a maggio 2018. Si spera che escano tutte le stagioni.


    Li ho presi per la mia ragazza > gli piace tanto


    Per ora, si son fermati a metà della 2°!